NCIS: Los Angeles (sesta stagione)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

1leftarrow blue.svgVoce principale: NCIS: Los Angeles.

NCIS: Los Angeles, sesta stagione.

Episodio 1, Un grande problema[modifica]

  • Callen: Tutto bene?
    Sam: Chiuso in un minuscolo sommergibile che tonnellate di fertilizzante rendono un enorme bomba sottomarina?
    Callen: Non è così minuscolo!
    Sam: Questo lo dici tu.
  • Callen: So che alle superiori eri un mago della matematica... ma credi che quello sia il modo migliore di usare il tuo tempo?
    Sam: Sto cercando di stabilire quanta aria ci rimane. Questo posto in sostanza è un cilindro, il volume è pigreco per il raggio al quadrato. Quindi circa 1,22 metri per 3. Senza contare la punta abbiamo circa quattordici metri cubi. Dunque respireremo circa 0,03 metricubi ogni due minuti, sono...
    Callen: Duecentocinquanta minuti, quattro ore. È tantissimo!
    Sam: Sì... se non dovessimo espirare. Ogni volta che lo facciamo..aumentiamo il livello di anidride carbonica.
    Callen: Perché devi sempre vedere il bicchiere mezzo vuoto?
    Sam: Con la CO2 al 3% la respirazione raddoppia, quando raggiunge il 5% quadruplica... oltre quel livello avvertiremo segni di disorientamento, vista annebbiata... perdita di conoscenza ed eventuale morte.
    Callen: Fantastico, mi pare di capire che vi insegnavano l'ottimismo alle olimpiadi della matematica!
  • Wilson: Mi rifiuto di morire.
    Deeks: Io rifiutavo di crescere... in effetti a me non sta andando male!
  • Wow! Ricordatemi di non mettermi mai tra voi due... almeno non quando siete armate! (Deeks) [a Kensi e Talia]
  • Sam: Prima di aprire il portello, devi inspirare quanta più aria puoi nei polmoni e poi gridare fino all'arrivo in superficie.
    Callen: Non sembra molto virile!
  • [Sono riusciti a salvarsi dall'esplosione del sottomarino]
    Sam: Pensi ancora di comprarti la barca?
    Callen: Ti sembra divertente?
    Sam: Sì, molto!
    Callen: Ti sei ricordato di prendere le chiavi della macchina?
    Sam: Che bastardo! [Ridono]
    Callen: Dovremo nuotare verso casa e poi tornarci a piedi!
    Sam [vedendo l'elicottero con Kensi e Deeks]: Forse no!

Episodio 2, Rete segreta[modifica]

  • Deeks: Cosa stavi aspettando Beale??
    Eric: Cosa? Cosa avrei dovuto fare?
    Deeks: Come, cosa avresti dovuto fare! Dovevi togliermi dalla presa con il tuo gomito atomico!
    Eric: Amico, io non guardo il wrestling.
    Kensi: Cosa?
    Deeks: Sei un rivoluzionario?
    Kensi: Odi l'America?
  • Deeks: Sì, sarà anche un secchione ma ti faccio notare che alcuni di quest articoli sono da collezione!
    Kensi: Scommetto che nell'armadio c'è la sexy bambola della principessa Leyla.
    Deeks: Che cosa hai detto? Esiste? E tu come lo sai?
  • Deeks: Wow! Questo tipo aveva il frigo più vuoto del tuo! Per questo il cane l'ha sbranato.
    Kensi: Ecco il motivo per cui non ho animali.
    Deeks: Sì, perché le uniche cose che sopravvivono a casa tua sono muffa e ruggine!
    Kensi: Ho avuto un topo.
    Deeks: Viveva nella tua credenza e di certo è morto di fame!
    Kensi: Come sei cattivo!
  • Sam: Forse dovresti ripensarci.
    Callen: A cosa?
    Sam: Al cane!
    Callen: Che ci faccio con un cane?
    Sam: Te ne prendi cura, ci giochi, gli gratti le orecchie... è il miglior amico dell'uomo.
    Callen: Sei tu il mio miglior amico! Ah, vuoi che ti gratti le orecchie, vero?
    Sam: Un cane ti farebbe bene.
    Callen: Adesso che ci penso, ti nutro, ti porto fuori e tu mi proteggi se c'è bisogno...
    Sam: Non dirlo!
    Callen: Sei il mio cane! Sei tu il mio cane!
  • Sam [dando un giubbotto antiproiettile a Eric]: Indossa questo.
    Eric: Mi servirà?
    Sam: Speriamo di no!
    Callen: Per la tua sicurezza.
    Eric: Mi serve una pistola?
    Sam: Assolutamente no.
    Callen: Per la nostra sicurezza!

Episodio 3, Il presidio[modifica]

  • Callen: Io prenoto il prossimo volo per Washington.
    Sam: Aspetta, aspetta... non sai neanche cos'è accaduto.
    Callen: Hetty è nei guai, mi basta.
    Deeks: Magari è solo svenuta, era molto stressata.
    Callen: Hetty che sviene? Davvero? È una che ha cinquanta battiti durante un conflitto a fuoco, Hetty non sviene!
  • Sam: Bella nuotata eh?
    Callen: Molto rinfrescante.
    Sam: Avrei dovuto cacciarla subito quella donna.
    Callen: A sì? Perché non l'hai fatto? Insomma... mi piacciono le donne che tentano di ammanettarmi ma non quella!
    Sam: Scusa, scusa? Aspetta un secondo. Hai sentito che cosa hai detto?
    Callen: Cosa.
    Sam: Era una frase alla Deeks.
    Callen: Oddio, hai ragione! Forse è per l'apnea prolungata.

Episodio 5, Fondi neri[modifica]

  • [Sam e Callen sono in Messico e stanno parlando con una barista di un bordello]
    Sam: Vogliamo affittare il locale per tutta la notte. Con chi parliamo?
    Barista: Dici sul serio? D'accordo. Be', sappi che per uno come te sono disponibile anch'io.
    Sam: Lo immaginavo.
    Barista: Mi piace l'uomo... con un grande ego.
    Sam: Non è l'unica cosa grande che ho.
    Callen [guardando Sam con divertimento]: Non è l'unica cosa grande che ho?
    Sam: Recito un personaggio! Siamo in un bordello G.! Bevi e goditela!
  • Carmen: Porterà me e le mie sorelle, mia madre e mia nonna negli Stati Uniti. Ci darà la cittadinanza!
    Callen: Grandioso. Si infili le scarpe e andiamo a vivere il sogno americano.
    Sorella 1 di Carmen: È evidente che tu non sei sposato!
    Callen: No, non lo sono e neanche tu a quanto pare. Ora, ho bisogno di un telefono.
    Sorella 2 di Carmen: Quindi... tu non sei sposato... devi sentirti solo...
    Carmen: L'ho visto prima io! Mi ha salvato la vita e questo crea un legame indissolubile.
    Sam: Non ha tutti i torti...
  • Sam: Ancora undici proiettili! Cinque per me, sei per te.
    Callen: Ne ho uno in più perché sono bello?
    Sam: Perché io sparo meglio!

Episodio 6, A caccia di Navy Seal[modifica]

  • Sam: Scrivi a Michelle.
    Callen: Che le devo scrivere?
    Sam: No, non tu! La mia applicazione di dettatura vocale. Scrivi a Michelle.
    Telefono: Spiacente, non ho capito.
    Callen: Mh! Andiamo bene.
    Sam: Scrivi a Michelle!
    Telefono: Che cosa vuoi dire a Michelle?
    Sam: Alle due viene l'idraulico.
    Callen [guardando cosa ha scritto il telefono]: Alle tue vene il panico. Funziona davvero bene!
    Telefono: Inviare il messaggio?
    Sam: No!
    Callen: Sì!
    Telefono: Messaggio inviato!

Episodio 7, Chi è la talpa?[modifica]

  • Sam: Senti, che problema hai se voglio migliorare in un'attività che potrebbe salvarti la vita?
    Callen: Io non ho problemi, discuto solo il tuo bisogno di diventare esperto in qualsiasi novità di cui senti parlare.
    Sam: Tu fai la stessa cosa!
    Callen: No! Non è vero. Io sono esperto in alcune attività attinenti direttamente a questo lavoro.
    Sam: Sparare con la sinistra non riguarda questo lavoro?
    Callen: No, lo riguarda al 100% ma questa è soltanto l'ultima acquisizione abilità di Sam Hanna!
    Sam: Tutto quello che imparo è prezioso per me, per il lavoro e per il mio partner!
    Callen: Quella strana respirazione?
    Sam: La ginnastica natural? Ti insegna a controllare respiro e frequenza cardiaca durante una sparatoria.
    Callen: E il corso di magia?
    Sam: Non era un corso di magia! Serve per mantenere la calma nelle situazioni di stress.
    Callen: Eri ammanettato in una scatola sott'acqua!
    Sam: Era addestramento tattico!
    Callen: Ok, Houdini... e la storia con gli uccelli?
    Sam: Falconeria.
    Callen: Hai fatto il corso perché pensi di schierare i falchi quando avremo un problema con gli ostaggi?
    Sam: No, i predatori sono una forza.

Episodio 9, Veleno[modifica]

  • Callen: Hanno trovato tracce del veleno ma molto al di sotto della dose letale.
    Sam: Granger deve essersi contaminato altrove.
    Callen: Visto niente di strano?
    Sam: No, vive come un monaco! Sareste ottimi coinquilini! Ho visto barboni più ricchi di voi due messi insieme.
    Callen: Perché non siamo caduti nella trappola del consumismo!
    Sam: Ah, leggi libri di auto aiuto?
    Callen: Conosci te stesso e conoscerai l'universo!
    Sam: Veramente? Non ci conterei.
  • Callen: Ci vedo male o è troppo contento per uno che passerà il resto della vita in galera?
    Sam: Forse ama i letti a castello!

Episodio 10, La caduta degli dei[modifica]

  • Callen: Qual'era il tema, la beauty farm o i pony questa volta?
    Sam: Disney! Ora quelle storie popoleranno i miei incubi.
    Callen: E tu da che ti sei travestito?
    Sam: Chi io? Ma che dici?
    Callen: Io so che papà Sam farebbe qualsiasi cosa per la sua bambina! Ti ho visto organizzare un thè di principesse... Capitan Uncino? Non è un marinaio?
    Sam: Non hai nient'altro da fare?
    Callen: Sto facendo qualcosa... sto affinando le mie capacità deduttive!
  • Callen: Davin Johnson? Siamo dell'NCIS, dobbiamo portarti a casa.
    Sam: Riposo cadetto.
    Cadetto: Signore. Per regolamento non posso allontanarmi senza autorizzazione.
    Callen: Senti figliolo...
    Cadetto: Signore. Col dovuto rispetto non sono suo figlio. Sono il cadetto Davin Johnson e non infrango il protocollo senza la dovuta autorizzazione del Sergente Johnson!
    Callen: Cioè tuo padre.
    Cadetto: Preferisco riferirmi al suo grado.
    Callen: Ah-ah.
    Sam: Cadetto. Sottoufficiale Hanna.
    Cadetto: Signore, sissignore.
    Sam: Sei un bel esempio del rispetto del protocollo. Come risolviamo il problema?
    Cadetto: Signore. Dovrei comunicare con il Sergente Johnson e chiedere di infrangere il protocollo.
    Callen [ride e telefona a Kensi]: Kensi, puoi passarmi il Sergente Johnson al telefono per favore?
    Kensi: Sì.
    Callen: Il cadetto Johnson non viene senza il suo permesso.
    Kensi: Capisco.
    Cadetto [prendendo il telefono]: Signore. Sì.
    Callen: Gli parla come a un suo superiore.
    Sam: Alcuni prendono la gerarchia molto sul serio.
    Cadetto: Confermo variazione protocollo.
    Callen: Tutto bene?
    Cadetto: Il permesso è accordato.
    Callen: Possiamo andare allora.
    Cadetto: Sì, signore. Da questa parte!
  • Sam: Il colonnello Hanna mi imponeva una dura disciplina. Una corsa di quindici miglia a settimana.
    Callen: Ah, t'avrà fatto bene!
    Sam: Mica sempre. Per una volta che non ho corso, mi ha fatto fare quindici miglia in un giorno e nella neve.
    Callen: E lui correva?
    Sam: Mr. Rigore se ne stava nel pick-up e mi seguiva stando al caldo.
    Callen: Interessante.
    Sam: Cosa?
    Callen: Era nel pick-up però ti seguiva.
    Sam: Sì, non te l'ho detto?
    Callen: Ti seguiva! Era lì. Nessuno mi ha mai spronato. Ti sprona chi ti vuole bene. Sei riuscito bene, sai?
    Sam: Sta zitto e andiamo.
    Callen: Dovresti abbracciarmi, no?

Episodio 11, La truffa[modifica]

  • Callen: E Heyden?
    Sam: In accademia, al freddo, in Virginia. Non è tornato per il Ringraziamento. Lavora sodo per la nomina a Sottoufficiale. Sono molto fiero di lui ma non lo vedo da tre mesi.
    Callen: Ragazzo diligente. Tale e quale al padre!
    Sam: Già, è un ragazzo, dovrebbe divertirsi. Sai cosa facevo io alla sua età?
    Callen: Niente che vorresti veder fare a tuo figlio, questo è sicuro! E in quale albergo starete?
    Sam: Oh, la sorella di Michelle ha scelto un pieds-à-terre.
    Callen: Carino, direi.
    Sam: Piccolo, direi! Lei lo chiama pieds-à-terre e io topaia co i letti a castello!
    Callen: Aspetta, scusa... vuole che stiate tutti insieme?
    Sam: Sì, tutti e tre noi e la sorella di Michelle e i tre gatti della sorella di Michelle!
    Callen: No, vai da lei e le dici ti ringrazio dell'offerta, scusa, ma staremo molto più comodi in albergo.
    Sam: Sì, certo. E io dico a mia moglie che non voglio stare con la sorellina?
    Callen: Esattamente, sii sincero con lei.
    Sam: Il tuo livello di comprensione del matrimonio è allucinante!
  • Callen: E poi ho pensato di prepararti una cenetta!
    Joelle: Davvero? Non sai neanche cuocere un uovo!
    Callen: È vero, però una cosa so farla. Aprire una bottiglia di vino!
    Joelle [lo abbraccia]: Tu non hai idea, è orrendo vedersi una pistola puntata addosso.
    Callen: Posso solo immaginarlo.
  • Nell: Beale!! Sbrigati, lo perdiamo, parte tra un'ora!
    Eric: Sì, sì, scusa, scusa, scusa, scusa...
    Nell: Una macchina fotografica? Per quella siamo ripassati di qua?
    Eric: Sì! Devo conoscere la tua famiglia, mi servirà una copertura. Tu sei una giornalista e quindi io sarò fotoreporter di giorno, supereroe di notte.
    Nell: Va bene, Clark! Credo che dovremo accontentarci di qualcosa di più credibile.
    Eric: D'accordo. Cioè?
    Nell: Be', qualcosa che giustifichi il fatto che sei venuto a casa mia.
    Eric: Giusto.
    Nell: Dirò che sei il mio fidanzato.
    Eric [scatta delle foto per sbaglio]: Ah!
    Nell: Signor pantaloncini, lo sai che stiamo andando in un posto dove c'è la neve?
    Eric: Be', ho messo la sciarpa!
  • Deeks: Che cosa c'è, mi spaventi.
    Kensi: Oh, santo cielo... ti prepari a dirlo e quando è il momento non riesci a dirlo. Ehm... noi due... Kensi e Deeks, Deeks e Kensi, da soli siamo spavaldi, sfacciati, siamo capaci di tutto... mentre... fra noi siamo...
    Deeks: Prudenti?
    Kensi: Sì, tra noi siamo prudenti.
    Deeks: Sì, lo so.
    Kensi: Voglio essere spavalda, Deeks. [Gli prende la mano] Vorrei essere spavalda con te.
    Deeks: Quindi basta giochetti?
    Kensi: Basta giochetti.
    Deeks: Puntiamo tutto?
    Kensi: Tutto!
    Deeks: Tutto.
    Kensi: Stasera?
    Deeks: Domani.
    Kensi: E il giorno dopo. [Deeks la bacia]

Episodio 12, L'uomo della posta[modifica]

  • L'indagine di Callen si trasforma nel film Duri a morire e l'indagato è il primo a essere ucciso? Insomma, o Blanchard li conosceva già o questa è un'incredibile coincidenza! (Deeks)
  • Karen Ward: Potresti rinfrancare anche me?
    Callen: Non è così male come sembra!
    Karen Ward: Essere ostaggio di estremisti islamici è la mia definizione di male.
  • Kensi: Satellitare. Dovrebbe funzionare.
    Sam: È difficile che là dentro riesca a prendere il segnale.
    Deeks: Vuol dire che comunicherò con l'esterno... dondolandomi fuori dalla finestra! [Facendo riferimento al film Die Hard]
    Kensi: Buona fortuna!
  • Sam: Sta arrivando la cavalleria.
    Callen: Si va a caccia!
  • Kensi: La buona notizia è che ne è rimasta solo una di guardia.
    Deeks: La cattiva è che è un'arma di distruzione di massa!
  • Callen: L'ultima cosa che ricordo è il viso di Hetty. E ora... mi sveglio e ci si tu. Pensavo a tutte le cose che rimpiangevo... tu che canti in auto... fingere di apprezzare lo stufato di Michelle...
    Sam: Io so cantare G.! Non mettermi alla prova o inonderò le stanze del CDC col suono della mia voce!
    Callen: Rimpiango di aver smesso di credere... di poter incontrare mio padre un giorno...
    Sam: Sei ancora in tempo. La vita è troppo breve per mollare!
    Callen: Grazie Sam.
    Sam: Per cosa?
    Callen: Per non aver lasciato che mi svegliassi a Druid Hills da solo.
    Sam: È a questo che serve la famiglia!
    Callen: E anche per non aver attuato la minaccia di inondare l'ospedale col suono della tua voce!
    Sam: Non ringraziarmi perché... mi sento pronto a farlo!

Episodio 13, L'adempimento del dovere[modifica]

  • Kensi: È molto grave?
    Callen: Ne sappiamo quanto voi.
    Deeks: Andiamo bene, noi non sappiamo niente!
  • Eric: Avevate ragione, le impronte combaciano!
    Deeks: Perfetto! Allora cerchiamo un uomo con gli stivali ed escludiamo quelli con le infradito o con gli zoccoli?
    Nell: Scherzi a parte, hai ragione. Sono calzature comuni, non ci saranno di grande aiuto.
    Deeks: Be', genio è il mio secondo nome!

Episodio 14, Il tunnel[modifica]

  • Deeks: In ospedale no, Hetty, conosco il Messico. Ho fatto surf in ogni angolo di quel paese!
    Hetty: Oh! Anche io!
  • [Sono in Messico]
    Callen: Sai qual è la cosa peggiore?
    Sam: Forse la "vendetta di Montezuma"?
    Callen: Essere disarmato!
    Sam: Sai come funziona. Se ti beccano con un'arma al confine sono dieci anni in una prigione messicana. Non potresti sopravvivere.
    Callen: Tu, invece, sì?
    Sam: Qua, in prigione, non ti danno da mangiare, te lo portano amici e parenti. Per quanto mi riguarda ne ho un sacco... e tu? Se Jo non venisse qui ogni giorno, moriresti di fame!
    Callen: Pensavo che tu fossi più di un partner per me!
    Sam: Be', di certo farei una colletta. Ti manderei un cestino ogni tanto!
    Callen: Ma che carino!
  • Callen: Be', o ci hanno scoperti...
    Sam: O il cartello dei tacos vuole eliminare la concorrenza!

Episodio 15, La cellula[modifica]

  • [Sono stati rapiti]
    Sam: Credi che ci sia davvero un'analista scomparsa o era soltanto un'esca?
    Callen: Non ne ho idea. Hai fatto incavolare qualcuno?
    Sam: Solo Michelle!
    Callen: Per cosa stavolta, spazzatura o piatti?
    Sam: Che importa, dubito che sia stata lei a rapirci!
    Callen: E chi lo sa! Hai detto tu che ha delle reazioni esagerate a volte!
  • [Sono in un tunnel piccolo e stretto]
    Callen: Stai bene?
    Sam: Pensiamo a camminare.
    Callen: Mi ricorda quel film con Steve McQueen, sai, La grande fuga!
    Sam: Questo dovrebbe farmi sentire meglio?
    Callen: Ah, dico solo che alla fine hanno trovato tutti la libertà!
    Sam: Ma prima Charles Bronson ha avuto un attacco di panico quando il tunnel è crollato!
    Callen: Dimentica quella parte!
    Sam: Senti, cambia argomento!
    Callen: D'accordo! Dimmi cosa vuoi per il tuo compleanno!
    Sam: Uscire da questo tunnel!
    Callen: Sì, si può fare!
    Sam: Che ne dici di smettere di parlare?
    Callen: Si può fare anche questo! Ok... [Vedendo un'altra botola] tavola di legno. Sembra che sia stata solo incastrata. [Sam sale la scala e toglie la tavola di legno. Trovano delle sbarre di ferro.] Ah... è stata avvitata al muro dall'interno e questa è una buona cosa.
    Sam: Sì. Dammi il cacciavite. Avanti... non lo hai portato, vero?
    Callen: E come sapevo che ci sarebbe servito di nuovo!
    Sam: Essere previdenti è il nostro lavoro!
    Callen: Avresti potuto portarlo tu allora!
    Sam: Eri tu ad averlo in mano!
    Callen: Vuoi andare a prendere il cacciavite?
    Sam: No!
    Callen: Vuoi che ci vada io?
    Sam: Sì!
    Callen: Sei irritato?
    Sam: Un po', ma soprattutto voglio quel dannato cacciavite!
    Callen: Calmati, vado a prenderlo!
  • [Uscendo dal tunnel]
    Callen: Che ti avevo detto? Come ne La grande fuga!
    Sam: L'hai mai visto quel film? Metà degli evasi vengono uccisi una volta usciti dal tunnel!
    Callen: Be', però, metà ce la fa! Preferisco pensare di essere tra quelli!

Episodio 16, Data di scadenza[modifica]

  • Kensi: Presentarti le mie amiche è stato un errore.
    Deeks: Oh, ma che stai dicendo, sono fantastiche.
    Kensi: No, lascia stare, non prendermi in giro.
    Deeks: Va bene, penso che abbiano raggiunto il massimo dello splendore intorno ai venti anni ma sono ancora fantastiche.
    Kensi: Sì, dovevo aspettare!
    Deeks: Aspettare che cosa, mi sembra chiaro che se piacciono a te, piacciono anche a me.
    Kensi: Non ricordi neanche come si chiamano!
    Deeks: Kat, Mindy, Mandy, Tiffany e Tiffany. Come dimenticare una rosa di nomi così stravaganti.
    Kensi: Stiamo correndo troppo.
    Deeks: Mh ed è bellissimo!
    Kensi: In pratica stiamo insieme tutti i giorni.
    Deeks: Mh-mh, davvero bellissimo.
    Kensi: E ci vediamo ogni notte!
    Deeks: Straordinario e bellissimo.
    Kensi: Deeks! Non è normale.
    Deeks: Non siamo normali, abbiamo in comune i conflitti a fuoco co i talebani e Hetty Lange! Tu non sei Bridget Jones e io non sono, non lo so, l'equivalente maschile di Bridget Jones!
  • [Vedendo degli algoritmi scritti sul vetro da dove hanno sparato a Sam]
    Guarda, guarda... be', i sospetti si restringono su Einstein, Cartesio e altri pochi geni! (Deeks)
  • Sam: Com'è la situazione?
    Callen: È brutta!
    Sam: Quanto brutta?
    Callen: Molto brutta!
    Sam: Se ti sparano è molto brutta, la tua cucina è molto brutta, Granger dopo due bicchieri è molto brutto, non puoi essere più preciso G.?
    Callen: Ricordi quando abbiamo affrontato Tapa?
    Sam: Nella mia scala di persone, posti e cose molto brutte, un Gurka arrabbiato è al primo posto!
    Callen: E ce ne sono ben sei in arrivo!

Episodio 17, Somiglianze[modifica]

  • [Sam arriva in ufficio]
    Callen: Oh, oh, oh! Guarda un po' chi si vede!
    Kensi: Ciao!
    Deeks: È vivo! È vivo! Be', meglio tardi che mai, vero?
    Sam: Congratulazioni Deeks, sono tornato da otto secondi e ci sto già ripensando! E comunque non è tardi!
    Deeks: Non per fare il pignolo ma tu sei entrato alle 8:02.
    Callen: Forse si muove più lentamente, il grosso?
    Kensi: Andiamo, non dargli ascolto, sono felice che tu sia tornato Sam!
    Sam: Grazie.
    Kensi: Non dovete pressarlo, gli hanno sparato.
    Deeks: Qual è il problema, è successo anche a me!
    Callen: Solo una volta!
    Deeks: Ma due proiettili!
    Callen: Be', a me hanno sparato molte volte!
    Kensi: State davvero facendo a gara su a chi hanno sparato più volte?
    Deeks: A pensarci bene, tu sei l'unica di noi a cui non hanno sparato!
    Kensi: Mh, invece è successo!
    Callen: Sì, ma avevi il giubbotto!
    Kensi: Ok, il che dimostra che qui sono l'unica intelligente!
  • Granger: Ascolta, ti hanno sparato al petto Sam.
    Sam: Sì, ma mi sono riposato, ho mangiato verdure, sono al 100%!
    Granger: Ora so che stai mentendo.
    Sam: Il dottore mi ha autorizzato.
    Granger: Per stare alla scrivania. Il dottore non sa cosa facciamo qui ogni giorno.
    Sam: Che cosa devo fare allora per dimostrarle che sono pronto a rientrare?
    Granger: Piegamenti!
    Sam: Come?
    Granger: Piegamenti.
    Sam: Piegamenti?
    Granger: Sì! Piegamenti.
    Sam: Sta scherzando.
    Granger: Ho la faccia di uno che scherza?
    Sam: Lei non ha mai la faccia di uno che scherza!
  • Deeks: Aspetta, state pensando quello che penso io? Faremo uno scambio di partner?
    Sam: È una buona idea!
    Kensi: Va bene, vado con Sam.
    Deeks: E stasera possiamo riscambiarci e parlare dell'esperienza col nuovo partner!
    Callen: Kensi, forse è meglio che tu rimanga qui.
    Kensi: No, troppo tardi, ci vediamo!
    Sam: Voi divertitevi!
    Kensi: Perché voi due non legate un po'?
    Sam: Già, magari vi scambiate le ricette dei pancake! [e se ne vanno]
    Deeks: Sì, ti piacciono i pancake? Sai a chi piacciono? A me piacciono! A volte li faccio con i marshmallow ma non quelli grandi, quelli piccoli, li mescolo con pezzetti di cioccolata. Sono deliziosi!
    Callen: Rimaniamo concentrati su Talbir Ghilani, va bene?
    Deeks: Li chiamo chockcake! Perché sono pancake con la cioccolata! Vuoi che te li faccia?

Episodio 18, Combattere le ombre[modifica]

  • [C'è stato uno scambio di coppie]
    Deeks: Allora, Joel sta bene?
    Callen: Sta bene. Sta... alla grande.
    Deeks: Bene... bene, bene, bene.
    Callen: Come sta Kensi?
    Deeks: Ehm, Kensi, sta... lei sta bene, sì. Non so perché me lo chiedi, cioè tu lavori con lei, sai che lei... che lei sta bene, giusto? [Callen ride] Che c'è? Lo sai, non è vero? [del fatto che lui e Kensi si frequentano]
    Callen: Certo che lo so.
    Deeks: Chi altri lo sa?
    Callen: Vediamo, Sam, Nell, Hetty ovviamente, Eric ci ha messo un po' ma alla fine ci è arrivato, direi più o meno tutti a questo punto.
    Deeks: Anche Granger?
    Callen: Di Granger non sono sicuro. Si è molto ammorbidito dopo l'avvelenamento ma forse aspetta solo il momento giusto per schiacciarvi entrambi!
  • Kensi: Qual è il piano?
    Sam: Far restare tutti in vita!

Episodio 19, Gelosie tra geni[modifica]

  • Callen: Ne vuoi un po'?
    Sam: No, grazie.
    Callen: La menta fa bene. In spagnolo si chiama Herba buena, significa erba buona.
    Sam: E pensi davvero che ci sia della menta lì? Sono solo aromi artificiali e coloranti, della classe F, D e C.
    Callen: Fresco, delizioso e curativo!
    Sam: I coloranti artificiali derivano dal petrolio, G., petrolio.
    Callen: Va giù meglio e tiene oleate le articolazioni!
    Sam: Ti si tapperanno le arterie.

Episodio 21, Fedeltà alla famiglia[modifica]

  • Nell: Allora Arkady è stato ucciso da uno spettro.
    Eric: Certo non è quello che dirò a Hetty. Voglio vivere ancora!
  • Eric: Ecco ci sono! Ti amo. Cioè, non te ma la tua mente, la tua splendida, grandiosa mente.
    Nell: Grazie.
    Eric: A volte, io penso che vorrei prendere un pezzettino del tuo cervello.
    Nell: Un pezzettino?
    Eric: Sì. Una piccola parte della corteccia prefrontale.
    Nell: Sarebbe una lobotomia?
    Eric: No, non una lobotomia, cavolo è proprio una lobotomia! Sono un mostro!
  • Sam: Che cos'è?
    Callen: Questo è... tofu, immagino! Un'idea di Joelle.
    Sam: So che cos'è, ma che cosa ci fa nel tuo piatto? Siamo venuti qui perché ti piace il Bacon Burg er!
    Callen: Be', provo a mangiare un po' più sano.
    Sam: Ah! Sai che la soia si trasforma in estrogeni, vero?
    Callen: Con te sbaglio sempre!
    Sam: No, è che tu porti tutto all'estremo!
    Callen: Ehm, fermo un attimo. Dimmi qual è una cosa estrema che faccio.
    Sam: Sei un uomo adulto e dormi su un materasso sul pavimento.
    Callen: A me piace dormire sul pavimento.
    Sam: Perché privarti di tutto come fossi un monaco! Finirai col fare cose che rimpiangerai!
    Callen: Per esempio?
    Sam: Non so! Come entrare in una setta.
    Callen: Cioè tipo l'ufficio progetti speciali dell'NCIS?
    Sam: Bruciare tutti i risparmi.
    Callen: L'ho già fatto! Per salvare il capo della mia setta!
    Sam: Esattamente.
    Callen: Almeno io non dedico le giornate a esercitarmi a sparare con la sinistra o a disinnescare bombe sui binari!
    Sam: Sono abilità preziose!
    Callen: Ma sono anche estreme.
  • Callen: Che è successo stamattina?
    Arkady: Mi alzo, esco presto, la ragione non è importante. Il mio sesto senso mi diceva che non sono solo e comincio a correre e quel matto incomincia a seguirmi. Punta la pistola e io... cerco di difendermi. E lo uccido.
    Callen: Con la sua pistola.
    Arkady: L'unica che avevo.
    Sam: Tutto qui?
    Arkady: Sì, più o meno.
    Sam: E a che punto la tua auto è esplosa?
    Arkady: Ehm, questo l'ho dimenticato.
    Callen: Aspetta, la tua macchina era già preparata per esplodere?
    Arkady: Meglio essere sempre preparati!
  • Arkady: Henrietta, è un piacere rivederti!
    Hetty: Mi dispiace non poter dire lo stesso ma mia madre mi ha insegnato a non dire bugie!

Episodio 22, Il cecchino[modifica]

  • Sam: Non saprai mai quanto sia difficile crescere un figlio.
    Callen: Cosa ti fa credere che io l'abbia escluso?
    Deeks: Come?
    Kensi: Sul serio?
    Callen: Che c'è? Sono ancora giovane, tra me e Joelle inizia a funzionare, non si può mai sapere.
    Sam [ride]: Un piccolo G. per casa! Se pensi di farlo, vai per gradi, un po' alla volta.
    Callen: In che senso?
    Sam: Provi una pianta, se sopravvive prendi un animale! Uno senza sistema nervoso... tipo una medusa!
  • Sam: A un sacco di gente piace l'idea di avere figli ma la maggior parte non sa che significhi!
    Callen: E tu e Michelle?
    Sam: Lo credevamo, abbiamo letto libri, frequentato corsi...
    Callen: È servito?
    Sam: Certo che no!

Episodio 23, Strane alleanze[modifica]

  • [Sono andati a casa di Arkady e Sam controlla il portone]
    Callen: Che fai?
    Sam: Ha fatto esplodere la sua auto, che avrà in mente per la casa.
    Callen: Se verrò ucciso dalle paranoie di Arkady me lo sarò meritato! [e bussa alla porta] Dobbiamo riuscire a entrare. Sarà sul pavimento della cucina dissanguato. [si mette a forzare la porta]
    Sam: Io prima controllerei.
    Callen: Dov'è il tuo spirito avventuroso?!
    Sam: Sempre qui. Ma non vorrei si imbrattasse di sangue tra pochi minuti!

Episodio 24, Il cerchio si chiude[modifica]

  • Granger: Ok Beale, datti da fare. Hai libero accesso al circuito chiuso di videosorveglianza del Cremlino per trenta ore.
    Eric: Che cosa? Sul serio?
    Nell: Di solo grazie.
    Eric: Grazie... ma posso sapere come diamine c'è riuscito?
    Granger: Perché io sono io!
    Nell: Buona questa.
  • Callen [ad Ana]: Non mi aspettavo di rivederti.
    Hetty: Ana vuole dimostrare di essere diversa da Arkady e... ha deciso di aiutarci.
    Arkady: Sai com'è, ci sono anch'io in questa stanza!

Altri progetti[modifica]