Principe

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Citazioni sui prìncipi.

Citazioni[modifica]

  • I prìncipi non sono, del certo, scelti da Dio immediatamente, ma sono da Dio immediatamente investiti di loro sovranità. Il popolo indica l'uomo a cui vuole obbedire e in quell'uomo è subito la pienezza della sovranità che da Dio gli proviene. Perocché come da Dio è istituito il fine della socievole comunanza, così è istituito il mezzo nella autorità del comando. (Terenzio Mamiani)
  • L'ingratitudine è il primo dovere di un principe. (Anatole France)
  • La bellezza appare come il primo bene del principe, il suo più imponenete diritto. (Rainer Maria Rilke)
  • Nella vita reale, il principe se ne va con la principessa sbagliata. (Gossip Girl)
  • Non è errore che sia fatto un prencipe, ma che sia fatto prencipe un forfante. (Giordano Bruno)
  • Piacere ai prìncipi non è per gli uomini piccola lode. (Quinto Orazio Flacco)
  • Un principe è il primo servitore ed il primo magistrato dello Stato. (Federico il Grande)

Niccolò Machiavelli[modifica]

  • Così come coloro che disegnano e paesi si pongono bassi nel piano a considerare la natura de' monti e de' luoghi alti, e per considerare quella de' bassi si pongono alti sopra e monti, similmente, a conoscere bene la natura de' popoli bisogna essere principe, e a conoscere bene quella de' principi bisogna essere popolare.
  • Deve nondimeno il Principe farsi temere in modo, che, se non acquista l'amore, e' fugga l'odio, perché può molto bene stare insieme esser temuto, e non odiato; il che farà, semprechè s'astenga dalla roba de' suoi cittadini, e de' suoi sudditi, e dalle donne loro.
  • Essendo adunque un Principe necessitato sapere bene usare la bestia, debbe di quella pigliare la volpe e il lione; perchè il lione non si defende da' lacci, la volpe non si defende da' lupi. Bisogna adunque essere volpe a cognoscere i lacci, e lione a sbigottire i lupi.
  • Né mai a un Principe mancheranno cagioni legittime di colorare l'inosservanza.
  • Nelle azioni di tutti gli uomini, e massime de' Principi, dove non è giudizio a chi reclamare, si guarda al fine. Facci adunque un Principe conto di vivere e mantenere lo Stato; i mezzi saranno sempre giudicati onorevoli, e da ciascuno lodati.
  • Pertanto ad un Principe è necessario saper ben usare la bestia e l'uomo.
  • Quanto sia laudabile in un Principe mantenere la fede, e vivere con integrità, e non con astuzia, ciascuno lo intende. Nondimeno si vede per esperienzia, ne' nostri tempi, quelli Principi aver fatto gran cose, che della fede hanno tenuto poco conto, e che hanno saputo con astuzia aggirare i cervelli degli uomini, ed alla fine hanno superato quelli che si sono fondati in su la lealtà.

Proverbi italiani[modifica]

  • Beata quella città che ha il principe che sa.
  • Biasimare i principi è pericolo; lodarli è bugia.
  • I principi ben possono tollerar danno, ma non oltraggio.
  • I principi devono far si che non manchi il pane al popolo, né gli onori ai nobili.
  • I principi hanno le braccia lunghe.
  • I sudditi dormono e per loro vegliano i principi.
  • Il popol quando falla dev'esser castigato; ma il principe se erra, deve essere avvisato.
  • Il principe deve punire il vizio, e ricompensare la virtù.
  • Il principe saggio e di buona coscienza, mantien sempre la pace e l'opulenza.
  • L'amor dei sudditi è la miglior guardia del corpo dei principi.
  • L'esempio dei principi è lo specchio dei sudditi.
  • Non cercare mai d'udire dai principi quel che non voglion dire.
  • Odio di principe e sugo di cicuta sono pericolosi.
  • Ogni principe è imperatore nel suo stato.
  • Quando Dio vuol benedire un paese, gli dà un principe savio che mantiene la pace.
  • Quando i sudditi abbaiano, i principi devono aguzzar le orecchie.
  • Quando il paese è in ginocchio, il principe deve stare in piedi.
  • Quando il principe dorme, gli affari dello Stato russano.
  • Quando il principe è brillo, il popolo è ubriaco.
  • Quando il principe perde l'amor del suo popolo, non è più principe, ma è tiranno.
  • Quando il principe vende l'impiego, l'impiegato ne fa mercato.
  • Quelli che corrompono i principi, avvelenano le fonti dello stato.
  • Tre cose son necessarie ai principi: timor di Dio, giustizia, ed arte della guerra.
  • Un principe ben regge lo scettro, quando governa come un padre.
  • Un principe che comanda con amore, è servito con fedeltà.
  • Un principe deve accoppiare alla grandezza la moderazione.

Bibliografia[modifica]

  • Annarosa Selene, Dizionario dei proverbi, Pan libri, 2004. ISBN 8872171903

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]