Rimorso

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Il rimorso di Oreste (W.-A. Bouguereau, 1862)

Citazioni sul rimorso.

  • Cos'è il rimorso? La paura della responsabilità di ciò che hai fatto o le manette a un attimo vissuto perché vivo? Il rimorso è una tomba su cui piangere lacrime di coccodrillo. (Andrea G. Pinketts)
  • Finché si ha paura, arrivo a credere che non si può coltivare un buon rimorso, non è possibile. (João Guimarães Rosa)
  • I rimorsi, gli scrupoli di coscienza sono amarissimi per tutti, ma doppiamente per l'uomo irreligioso. Chi crede in un'altra vita, in un dio rimuneratore o castigatore, in un inferno ed in un paradiso, ricava conforto da queste credenze stesse, e finisce per acquetarsi. (Vittorio Imbriani)
  • I rimorsi sono gli impulsi sadici del cristianesimo. (Karl Kraus)
  • I popoli non sono disposti al rimorso, che è un problema solo dell'individuo. (Sándor Márai)
  • I veri acciacchi dell'età sono i rimorsi. (Cesare Pavese)
  • Il rimorso è, come un morso di un cane a una pietra, una sciocchezza. (Friedrich Nietzsche)
  • Il Rimorso è la Tristezza che accompagna l'idea di una cosa passata che accade contro la nostra speranza. (Baruch Spinoza, Ethica)
  • Il rimorso è per principianti. (Skyfall)
  • Il rimorso è un compagno con cui è dura convivere. (Roswell Conspiracies)
  • Il rimorso non è mai per azioni che abbiamo commesso o che non abbiamo commesso; non è per ciò che facciamo; bensì per ciò che fummo, siamo e fatalmente saremo: non riguarda soltanto il passato, ma anche il futuro. (Mario Soldati)
  • In fondo il rimorso non è altro che il risultato di un dato modo di guardarsi in uno specchio. (Italo Svevo)
  • – Lisa, ho una forte e spiacevole sensazione mai provata prima...
    – Si chiama rimorso! Tu vile caricatura della gioventù bruciata! (I Simpson)
  • Meglio mille rimorsi che un solo rimpianto. (Linea 77)
  • Perciò io penso che il rimorso non nasca dal rimpianto di una mala azione già commessa, ma dalla visione della propria colpevole disposizione. La parte superiore del corpo si china a guardare e giudicare l'altra parte e la trova deforme. Ne sente ribrezzo e questo si chiama rimorso. (Italo Svevo)
  • Provare rimorso per una cosa sbagliata era meglio che niente, ma nessuno rimorso a posteriori poteva espiare la colpa per aver provato gusto nel far del male, fosse bruciare formiche o ammazzare prigionieri. (Stephen King)
  • Provò quei bei rimorsi intimi e nobili – il cui merito raramente è apprezzato dagli uomini quando giudicano i propri simili – che fanno sovente assolvere dagli angeli del cielo il criminale condannato dai giuristi della terra. (Honoré de Balzac)
  • Quelli che conoscono gli uomini sanno che il rimpianto di non aver fatto una cattiva azione vantaggiosa è molto più comune del rimorso. (Pierre-Marc-Gaston de Lévis)
  • Rimpianto e rimorso sono dei sentimenti strani, rendono le persone degli attori esagerati. (Broken Sword: Il segreto dei Templari)
  • Se errare è umano, deve esserlo anche il rimorso. (Dexter)
  • Spostare lo sguardo in basso e di lato indica rimorso. (Lie to Me)
  • – Tu non sai cosa sia il rimorso.
    – Lo so, e mi sento in colpa per questo. (Seinfeld)
  • Una cattiva azione, per quanto rimonti a un lontano passato, lascia sempre una scia d'involontariato turbamento, un malessere morale di cui si ha una vaga coscienza e che non è altro se non rimorso. (Xavier de Montépin)
  • Una volta il rimorso veniva dopo, adesso mi precede. (Ennio Flaiano)
  • – Zigomi alzati, angoli delle labbra abbassati.
    – Rimorso! (Lie to Me)

Cristoforo Poggiali[modifica]

  • Breve è il piacer, e fugge col presente, resta il rimorso sempre più pungente.
  • Ov'è colpa, ivi è pena: il reo che fugge ha un fier rimorso, che l'affanna e strugge.
  • Qual consiglio può darsi e qual soccorso, ad un uom, che perduto abbia il rimorso.
  • Se rimorsi mi costano, e timori, io di Creso rinuncio anche a'tesori.
  • Un ingrato non merita il mio sdegno; in preda a' suoi rimorsi io lo consegno.

Proverbi italiani[modifica]

  • Molti sfuggono alla pena, ma non ai rimorsi della coscienza.
  • Niuna persona senza peccato, niun peccato senza rimorso. (toscano)

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]