Ernesto Buonaiuti: differenze tra le versioni

Jump to navigation Jump to search
===''Pascal''===
[[Agostino d'Ippona|Agostino]], per quel che di universalmente normativo il suo nome significa, non è nato nel 354, non è morto nel 430. L'esperienza che egli ha drammaticamente vissuto e di cui ha affidato il ricordo alle ''Confessioni'' è stata ed è l'esperienza in cui si risolve, d'istinto, ogni spiritualità consapevole. Il problema al quale, nello spiegamento della polemica con [[Pelagio]], ha imposto una soluzione brutalmente realistica, cui le circostanze storiche propizie hanno conferito eccezionali capacità di realizzazione, è stata ed è il nucleo vitale di ogni etica associata e di ogni religiosità universalistica.
 
===''Tertulliano''===
Nato a Cartagine da un centurione proconsolare, dal comandante cioè di uno di quei distaccamenti della terza legione che il legato della Numidia inviava agli ordini del proconsole dell'Africa, Quinto Settimio Fiorenzo Tertulliano doveva conservare per sempre qualcosa delle immagini e delle consuetudini, sotto la cui impressione si erano sviluppate familiarmente la sua puerizia e la sua adolescenza, anche quando la professione cristiana gli fece apparire il mestiere delle armi incompatibile con il Vangelo. La educazione e l'istruzione che ricevette furono ricercatissime. Ne fan fede l'erudizione letteraria disseminata a piene mani negli scritti, la destrezza dialettica sprizzante da ogni inciso di questi. Naturalmente le prime fonti della sua formazione furono tutte pagane. Il mondo fastoso e rumoroso del circo e del teatro, del foro e delle pubbliche scuole, ebbe in Tertulliano giovane, un frequentatore appassionato.
 
==Citazioni su Ernesto Buonaiuti==
37 775

contributi

Menu di navigazione