Superstizione

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Ferro di cavallo, considerato portafortuna.

Citazioni sulla superstizione.

  • Ci affidiamo alle superstizioni perché siamo abbastanza intelligenti da sapere che non abbiamo tutte le risposte. (Grey's Anatomy)
  • Ho solo una superstizione. Mi assicuro di toccare tutte le basi quando faccio home run. (Babe Ruth)
  • L'origine di certe superstizioni è spesso connessa all'intenzione di attribuire avvenimenti avversi a cause specifiche. (Fausto Cercignani)
  • L'unica cosa che penso della superstizione è che porta male essere indietro alla fine della partita. (Bill Russell)
  • La superstizione assorbe quasi sempre le attenzioni, l'ammirazione e le finanze dei popoli. Essi hanno una religione molto costosa; ma non hanno denaro, né istruzione, né virtù, né felicità. (Paul Henri Thiry d'Holbach)
  • La superstizione è la religione degli spiriti deboli. (Edmund Burke)
  • La superstizione mette il mondo intero in fiamme, la filosofia le spegne. (Voltaire)
  • La superstizione porta sfortuna. (Raymond Smullyan)
  • Le superstizioni sono la vera religione del popolo, mica il cattolicesimo o l'islamismo! (Aldo Busi)
  • Nessuno è più superstizioso degli scettici. (Lev Trockij)
  • Ogni superstizione è sempre odiosa e gravosa. (David Hume)
  • Quando cala la fede aumenta la superstizione. (Gabriele Amorth)

Baruch Spinoza[modifica]

  • I superstiziosi che hanno imparato più a biasimare i vizi che a insegnare le virtù e che cercano non di guidare gli uomini con la ragione, bensì di contenerli con la paura in modo che fuggano il Male piuttosto che amare le virtù, non tendono ad altro che a rendere gli altri miseri come essi stessi e perciò non è sorprendente se per lo più sono molesti e odiosi agli uomini.
  • La superstizione è sostenuta esclusivamente dalla speranza, dall'Odio, dall'ira e dall'inganno, dato che essa trae la sua origine non dalla ragione, ma dalla sola sensibilità e per di più da una appassionata sensibilità.
  • La superstizione sembra stabilire che è buono quel che procura Tristezza e, viceversa, cattivo quel che procura Gioia.

Proverbi italiani[modifica]

  • A chi pizzica il naso vien voglia di litigare.
  • A versare l'olio o il sale, porta male.
  • Chi lavora a capodanno lavora tutto l'anno.
  • Chi ride di venerdì piange di domenica.
  • Chi starnuta di lunedì regalo aspetti.
  • Cosa che punge amor disgiunge.
  • Denti radi fortuna spessa.
  • I gobbi portano fortuna e le gobbe disgrazia.
  • Né di venere né di marte, non si sposa né si parte; né si dà principio all'arte.
  • Quando fischia l'orecchio dritto, il cuore è afflitto; quando il manco, il cuore e franco.

Bibliografia[modifica]

  • Annarosa Selene, Dizionario dei proverbi, Pan libri, 2004. ISBN 8872171903

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]