Law & Order - Unità vittime speciali

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Law & Order - Unità vittime speciali

Serie TV

Immagine Law order svu.jpg.
Titolo originale

Law & Order: Special Victims Unit

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America
Anno

1999 – in produzione

Genere Police procedural, legal drama
Stagioni 17+
Episodi 389+
Ideatore Dick Wolf
Rete televisiva NBC
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Law & Order – Unità vittime speciali è una serie televisiva poliziesca statunitense prodotta dal 1999. Ideata da Dick Wolf e girata a New York, costituisce il primo spin-off della serie Law & Order - I due volti della giustizia.

Indice

Frasi ricorrenti[modifica]

  • Nel sistema giudiziario statunitense, i reati a sfondo sessuale sono considerati particolarmente esecrabili. A New York opera l'Unità Vittime Speciali, una squadra di detective specializzati che indagano su questi crimini perversi. Ecco le loro storie. (Introduzione di ogni episodio)

Stagione 1[modifica]

Episodio 1, Il conto da pagare[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Elliot Stabler: Ok, si può escludere la rapina, ma non vedo le implicazioni sessuali. A volte un sigaro è veramente un sigaro. Perché pensate che sia di nostra competenza?
    Detective: Be', perché qualcuno ha tranciato il suo di "sigaro" e se l'è portato via! È abbastanza di vostra competenza?
    [Elliot e Olivia si voltano verso il cadavere]
    Olivia Benson: Direi di sì.
  • Monique Jeffries: Non sembrano esserci molti dubbi sulla causa del decesso.
    Munch: Questa disinvoltura nel saltare alle conclusioni è frutto dell'intuito femminile?
    Monique Jeffries: Ho una notizia per te: siamo in grado di formulare deduzioni logiche.
    Munch: Davvero?
    Monique Jeffries: Mh-mh.
    Munch: Una volta a Baltimora ho seguito il caso di un uomo pugnalato era in attesa di divorzio e si era avvelenato col gas, ma il caso volle che la sua futura ex-moglie trovasse il cadavere. Addio alimenti! Lo pugnalò quindici volte per ripicca!
  • Detective: Al centralino è arrivata una telefonata. Chiedono il nostro intervento sulla metro, alla fermata della 96esima.
    Capitano Cragen: Perché?
    Detective: Molestie sessuali su un cadavere.
    Capitano Cragen: [Ironico] Un modo carino per passare il tempo.
  • La sessualità dovrebbe essere la parte più bella della vita, non la più sordida. (Elliot Stabler)
  • [L'imputato, durante il processo per esibizionismo, si apre la patta dei pantaloni in aula] Poco dotato un corno! (Esibizionista)
  • Un aereo militare sgancia la bara di Kennedy tre anni dopo l'assassinio, non trovate che sia suggestivo e magari un tantino inquietante? [...] Il Ministero della Giustizia ha aspettato trentatré anni per gettare questo bocconcino in pasto all'opinione pubblica con la scusa che non era utile come prova. Ma siete cretini?! Vi bevete tutto?! (Munch)
  • Munch: Mi manca un pezzo importante del puzzle, per caso?
    Stabler e Cragen: [In coro] Non ti impicciare John!
  • Serena Benson: Tu credi che l'abbia ucciso lei?
    Olivia Benson: Sì, non ne ho il minimo dubbio.
    Serena Benson: E quali sentimenti provi?
    Olivia Benson: Quando è entrato nella stanza il bambino e ho realizzato che era il figlio di Tanzic, ho desiderato di averlo pugnalato anch'io.
    Serena Benson: Io mi auguro vivamente che tu consideri l'idea di lasciare la squadra.
    Olivia Benson: Ti prego, mamma, non è serata, per favore.
    Serena Benson: Non ti fa bene. Ti fa solo soffrire.
    Olivia Benson: Tu sei stata struprata, per amor del cielo! Non verrai a dirmi perché non capisci perché ha fatto quello che ha fatto!
    Serena Benson: Posso anche capirla, ma questo non vuole assolutamente dire che la assolvo.
    Olivia Benson: Scusa, stai dicendo che non avresti fatto la stessa identica cosa avendone l'occasione?
    Serena Benson: Avresti desiderato che io lo facessi?
    Olivia Benson: Sì!
    [Pausa]
    Serena Benson: Quanti anni ha quel bambino?
    Olivia Benson: Ha cinque anni.
    Serena Benson: E secondo te crescerà meglio con sua madre in prigione? Tu stessa credi che saresti cresciuta meglio con me in prigione? Credi davvero che avrei fatto bene?
    Olivia Benson: Io lo odio a morte per l'oltraggio che hai dovuto subire.
    Serena Benson: Anch'io. E contemporanemanete penso che tu non saresti mai nata.
    [Si guardano mano nella mano]
  • Con questo caso ti sei giocata il buono "Fuori di prigione gratis", Olivia. E ce n'è uno solo nel mazzo. (Capitano Cragen)

Episodio 2, Una vita in fuga[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • [Sarcastico, rivolgendosi a Stabler] Non ho visto bene il suo distintivo, lei è della "Squadra Politicamente Corretta"? (Poliziotto)
  • Siamo computer-dipendenti! Non facciamo un passo senza i computer! Dove sono finite le penne?! (Munch)
  • Lo ammetto, è Kathy l'uomo di casa. E dopo di lei è Dickie. (Stabler)
  • Olivia Benson: Faccio la vita di un'eremita.
    Elliot Stabler: Sei una monaca. [La fissa]
    Olivia Benson: Che c'è?
    Elliot Stabler: Niente. Niente.
- I'm a regular monk.
– Monkette.
– What?
– Nothing.
  • Avvocato: Quindi è un esperto di reati sessuali, dico bene?
    Cassidy: Non si finisce mai di imparare.
    Avvocato: Conosce il termine tecnico, psichiatrico, che indica l'atto di strofinare uno sconosciuto?
    Cassidy: [Con esitazione] Fromage...?
    [Risatine in aula]
    Avvocato: Mi pare che sia "frottage".
  • Avvocato del Dr. Daniels: Lui era nell'appartamento della signora Quinn ieri all'ora di pranzo su rischiesta di lei per occuparsi di una crisi.
    Olivia Benson: O di un'erezione.
    Dr. Daniels: Questo è oltraggioso!
    Elliot Stabler: Che qualcuno non possa più dire la sua è oltraggioso.
Dr. Daniels's lawyer: He was in Ms. Quinn's apartment briefly, at lunchtime, at her request, to attend to a crisis.
Benson: Or an erection.
Dr. Daniels: That's insulting.
Stabler: Really. I thought it was the absence of one that was insulting.

Episodio 3, Modelle[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • [Si scopre che un'agenzia di modelle è implicata in un giro di droga]
    Nina Laszlo: Non è per il profitto, naturalmente.
    Olivia Benson: [ironica] Ah, lo fa per beneficienza.
    Nina Laszlo: Lo speed mantiene le ragazze magre e su di giri, per loro è come prendere le vitamine.
  • Munch: Il trucco del pokerista!
    Cassidy: Cos'è?
    Munch: Diciamo a tutti e due che l'altro ha confessato.
    Cassidy: Accidenti, mi piace questo lavoro!
  • La bellezza è potere. Solo che quando la perdi tutti ti scansano come spazzatura. (Deborah Latrell)

Episodio 4, Isteria[modifica]

  • Vice procuratore: Detective, lei era di turno il giorno in cui Miss Webber asserì di essere stata molestata dal dottor Holt, esatto?
    Munch: Lo ricordo molto chiaramente, avvocato. Sembrava che oscillasse tra rabbia e umiliazione. Classico sintomo delle vittime di molestie.
    Avvocato della difesa: Obiezione! È una supposizione!
    Giudice: Accolta.
    Vice procuratore: Le disse per quale motivo era così sconvolta?
    Munch: Sì. Disse che era andata dal dottor Holt a farsi fare la ricetta per il Prozac ma il dottore le fece una diagnosi di isteria e le raccomandò una cura alternativa al trattamento farmacologico.
    Vice procuratore: E quale cura le prescrisse?
    Munch: Disse alla signorina Weber di spogliarsi, di stendersi sul lettino e di immaginarsi David Hasselhoff in Baywatch.
    Avvocato della difesa: Obiezione! Vostro onore, il teste non è qualificato a testimoniare su una cura per l'isteria!
    Munch: Lo sono eccome vostro onore. Fino al 1952 l'isteria è stata una delle malattie più frequentemente diagnosticata alle donne la cui cura era parossismo isterico.
    Verbalizzatrice: Il teste può scandirlo?
    Munch: O-R-G-A-S-M...
    Avvocato della difesa: Obiezione!


Episodio 11, Cattivo sangue[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Cragen: Il sindacato ci ha trovato un'assicurazione migliore.
    Cassidy: Questo modulo è più lungo dell'ultimo libro che ho letto!
    Munch: Non capite cosa c'è dietro?!
    Jeffries [scherzosa]: Certo, ti vogliono incastrare, Munch: hanno portato la copertura psichiatrica all'80%!
    Stabler: Buoni, è solo un modulo sanitario.
    Munch: Scherza tu, ma appena scopriranno che tua madre era diabetica o tuo padre aveva la calvizie ereditaria [si gira verso Cragen] – scusi, capo – conosceranno il tuo intero patrimonio genetico e così sapranno anche quando morirai, come accadrà e che canzone desideri al tuo funerale!
  • Benson: Pensa sia possibile tenere sotto controllo dei naturali istinti sessuali?
    William Langdon: L'omosessualità non ha niente di naturale! È un crimine verso il Signore!
    Stabler [sarcastico]: L'AIDS quindi è un castigo divino!
  • [Parlando del fatto che William Langdon crede che l'omosessualità è curabile]
    Stabler: Non riesco a capire come certa gente istruita possa ancora pensarla in questo modo.
    Benson: Come si fa a credere veramente di poter cambiare gli altri?
    Stabler: Vi sembra mai possibile che qualcuno scelga di essere gay? Rischiando il rifiuto della famiglia, l'emarginazione...
    Benson: Chi sceglierebbe mai tanta sofferenza?
    Munch: La sofferenza non ce l'hanno solo i gay, ma capisco cosa intendi. In quei campi di rieducazione usano anche l'elettroshock all'inguine. Ti dice niente?
    Benson: Sì, è stato provato con i criminali sessuali.
    Munch: Più o meno con lo stesso successo.
    Stabler: Stai dicendo che siamo come William Langdon?
    Munch: Noi non cerchiamo di cambiare la gente, ma di contenerla.
  • Steven Hale: Il signor Langdon sta seriamente considerando di candidarsi al Congresso. Un figlio omosessuale sarebbe uno scandalo enorme. Senta, pensi al danno che una sorella lesbica ha causato a Newt!
    Munch: Veramente era solo una sorellastra.
    Steven Hale: Sarà stata solo una sorellastra, ma sfortunatamente per Newt era tutta lesbica!
    Munch: Lei non crede che i problemi di Newt siano dipesi piuttosto dal suo scarso senso morale, dal fatto che è un ipocrita che sposava i valori della famiglia mentre inviava la richiesta di divorzio alla moglie che stava morendo di cancro su un letto d'ospedale?! Le è mai passato per la testa?!

Episodio 12, Poesia d'amore russa[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Christina Harlin [riconoscendo in foto uno degli amanti del marito]: Prima ci consegnava la pizza, poi ha cambiato genere di consegne...
    Benson: Quindi suo marito era gay?
    Christina Harlin: Ehm, c'è qualcosa di più di "bisessuale"? Forse "compulsivamente organismico"? Ehm, diciamo che era "polimorfamente perverso". Vale a dire che avrebbe fatto sesso con una... pianta.
  • Jeffries: L'impronta digitale rinvenuta nello studio appartiene a Sonya Pietrovicz. È una russa, è immigrata tre anni fa, ha la carta verde. Alla voce "occupazione" dice "gulyashchaya devka".
    Munch: Ogni marinaio sa che "russa" sta per "prostituta".
  • Igor [parlando di Sonya]: Lei non troverà mai l'amore. Non è un processo mentale naturale per lei. Tratta gli uomini come una puttana.
    Benson: E lo è?
    Igor: Qui una puttana è solo una prostituta, in Russia è diverso. Le puttane sono in cima alla scala sociale, e tutti le rispettano. Ma raramente si innamorano. Quando lo fanno vorresti essere lì.
  • Jeffries [parlando di Sonya]: Senti, andare a letto con gli uomini è l'unico modo che conosce per arrivare in alto.
    Briscoe: Quindi tutte le russe sono puttane?!
    Benson: Cercate di ricordare attraverso cosa sono passate: povertà, corruzione, abuso di alcol... Hanno imparato che devono mentire. L'unico patrimonio è il loro corpo, il sesso è denaro.
    Cassidy: E facendosi gli uomini giusti finiscono su Forbes 400.
    Munch: Non vorrei che il mio discorso sembrasse antropologico, ma la Russia avrebbe risposto così al nostro scandalo Monica-Clinton: "L'avessimo noi un presidente così virile!" Per gli americani riguarda solo le puttane, i russi sanno che c'è sempre un po' di commercio nell'arte dell'amore.
  • Sonya Pietrovicz: Lo vedo da come mi guardate: dall'alto in basso, per quello che faccio per vivere. Ma esistono cose riguardo a quello che faccio che non sono così semplici da comprendere.
    Stabler: Per esempio?
    Sonya Pietrovicz: Per esempio è eccitante fare qualcosa che è proibito. Il mio lavoro è proibito in questo Paese, ed è un Paese che ha le sue fondamenta sulla libertà. Ma soprattutto io sto con uomini che rompono la promessa fatta alle mogli e questo li eccita, li fa sentire ancora vivi. Sono io che li faccio tornare a vivere, sono la loro libertà e questo è molto bello. In America voi siete quello ch fate, io sono grata di non dover fare la donna delle pulizie, di non dover lavorare in un salone di bellezza. E ancora – e di questo sono grata più di tutto – il mio solo impegno è verso i miei amici.

Episodio 13, Spogliate di tutto[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Jeffries: Una 9 mm Sig Sauer modello 229.
    Briscoe: Bell'arma!
    Jeffries: A meno che non venga usata contro di te!
  • [Dopo aver domandato alla moglie del giudice Varella se avesse una relazione extracongiugale]
    Benson: Dice che sarebbe stata l'ultima a saperlo. Non le credo. Le donne sanno sempre tutto.
    Stabler: E perché dovrebbe fingere?
    Benson: Hillary Clinton non è forse rimasta accanto al suo uomo fino alla fine del suo mandato? Hanno sempre qualcosa da guadagnarci.[1]
    Stabler: Si vede proprio che non sei sposata.
  • Munch: Insomma, la madre regala al figlio per la sua festa una spogliarellista vestita – ci crederesti? – da poliziotto!
    Cassidy: Ascolta, come si è difesa?
    Munch: Ha detto che per lei lo spogliarello è una cerimonia religiosa. Io volevo fare il mio Bar Mitzvah al Mustang ranch, ma quel rituale sacro è considerato un contributo alla delinquenza minorile!
    Cassidy: Spogliarelliste... puttane... perché tirano tanto?
    Munch: Ma che razza di domanda è questa?
    Cassidy: Pagare il sesso è una cosa così... patetica!
    Munch: In un modo o nell'altro si paga sempre.
    Cassidy: Io no.
    Munch: Sfido io! Sei giovane, sei belloccio, sembri un modello delle riviste di moda, la vita ti sorride, le donne ti portano a letto... Beato te!
  • Jeffries: Ragazzi, quattro milioni e settecentomila dollari in un anno!
    Cassidy: Niente male per un'organizzazione neofita.
    Benson [prendendolo in giro]: "Neofita"? Accidenti, sono colpita!
    Cassidy [offeso e sarcastico]: Hai ragione, io sono un tale ignorante. Lo sai cosa ho fatto stanotte? Sono stato in piedi a spulciare il vocabolario per fare bella figura oggi con te!
  • Moglie di un detenuto: Ha tre figli da mantenere, io vado lì a ricordarglielo!
    Benson: E un quarto in arrivo senza visite coniugali.
    Moglie di un detenuto: È opera dello Spirito Santo!
  • Questo è il telefono della libertà vigilata: per pagare con sesso premere 1, per fare una donazione a un falso ente premere 2! (Munch) [imitando la segreteria telefonica per i detenuti]
  • Un giorno di questi trovo la serratura di casa cambiata! (Stabler) [facendo tardi per la cena con la famiglia]
  • Potrebbe essere la numero 2, ma... potrebbe essere la numero 3... o la 4... e... e anche la 5. Potete far rimettere di profilo la numero 5? (Senzatetto tossicodipendente) [cercando di identificare una sospettata]
  • Un giudice depravato, uno che usava il sesso in cambio di favori, roba da non credersi. In più era un bell'ipocrita... Quella manfrina sulla questione femminile mentre abusava delle donne... Se solo potessi riesumerei il cadaveri e gli darei tanti di quei calci! (Cragen)
  • Jillian Silver [cercando di giustificare le violenze sulla moglie]: Io ho cercato di fermarla...
    Benson [sarcastica]: Ma lei ha continuato a colpirsi e il trapano elettrico – no, non me lo dica – lei lo stava pulendo e gli è sfuggito di mano!
  • Io ancora mi imbarazzo a chiedere i preservatici in farmacia! (Cassidy)

Episodio 14, John Doe 121[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Lo stupro è l'esperienza peggiore che mi sia mai capitata. Lo si sente sempre dire ed è vero. Anche se non è l'unica verità. [...] Quello che mi è accaduto dopo mi ha cambiato la vita. Ho ricevuto tanto di quell'amore e appoggio da tante persone da recuperare la fiducia nell'umanità. [...] Ho passato momenti molto bui, volevo solo morire. Ma alcune persone si sono accorte di me, mi sono state vicine. Un tempo mi sentivo abbandonata, adesso mi sento parte di una comunità. (Jennifer Neal)
  • L'istituto della prescrizione ha una lunga storia nel diritto penale. Serve a garantire un processo equo all'imputato, garantisce che la memoria di eventuali testimoni sia ancora fresca, sollecita lo Stato a presentare i capi d'accusa in tempi umani di modo che il cittadino accusato a ragione o a torto non debba vivere con il terrore che lo Stato lo perseguiti dopo chissà quanti anni. Ma quando queste leggi furono codificate non esistevano ancora le tecnologie prodigiose che ci sono oggi. (Giudice Alan Ridenour)

Episodio 16, Il terzo uomo[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Stabler: Ah, è un crimine che non capsisco! Che razza di uomo è uno che violenta una vecchia signora?
    Dr. Skoda: Sessualmente inesperto, tra i 18 e i 22 anni, socialmente disadattato, se mai ha lavorato ha fatto lavori saltuari, molto umili.
    Benson: Ha proiettato l'odio per la madre?
    Dr. Skoda: Potrebbe essere un elemento. La madre potrebbe averlo molestato, abbandonato.
    Cragen: Non per la sfiducia nella sua sagacia di spicologo, ma vorrei sentirlo dal colpevole che cosa provava per sua madre.
  • Carlos Medina: Occhio a non ammazzarti di lavoro!
    Jeffries: Occhio alla perquisizione anale!
  • Dr. Skoda: Uno appicca un incendio, poi chiama i pompieri e li aiuta a spegnerlo. La sindrome dell'eroe.
    Munch: Oppure Carlos prende un eroe e lo fa diventare un mostro. Si chiama... sindrome dell'infame!
  • [Parlando del ruolo dei ritardati mentali nel sistema giudiziario] Certo, il sistema sembra fatto cotnro di loro: tendono a incriminarsi da soli, non sono capaci di intervenire in propria difesa, sono tanto desiderosi di compiacere che confessano cose che non hanno fatto. (Dr. Emil Skoda)

Episodio 18, Chat room[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Adoro navigare in internet! Ti puoi imbattere nei maniaci del pianeta direttamente dal divano di casa tua! (Munch)

Stagione 2[modifica]

Episodio 1, Infanzia rubata[modifica]

  • Quanto sei poliziotto! (Maureen) [a Stabler]

Episodio 2, Donne coraggiose[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • [Riassumendo il colloquio con il padre della vittima]
    Cragen: In altre parole è colpa sua se l'hanno violentata?!
    Benson: Ha portato il disonore nella sua famiglia. In Afghanistan le decapitano le donne per questo.
    Munch: La mia ex moglie mi ha disonorato ma io le pago gli alimenti!
  • Cabot: Vostro Onore, per un crimine così brutale dove la vittima è stata violentata, pugnalata e lapidata chiediamo che gli venga negato di uscire su cauzione.
    Avvocato della difesa: Il mio cliente non ha alcun precedente, Vostro Onore. È un noto esponente della sua comunità, ha un'attività di import-export...
    Giudice Seligman: Bene, assicuriamoci che non esporti se stesso! L'imputato è rinviato a giudizio senza cauzione. [batte con il martelletto]
  • Con l'avvento dei Talebani le donne sono finite praticamente agli arresti domiciliari. Ma non c'è una sola parola nel Corano che dia queste indicazioni. (Professore Husseini)

Episodio 4, Orrori di famiglia[modifica]

  • La famiglia è come un puzzle: danno tutti una vizione parziale. (Stabler)

Episodio 5, Piccolo killer[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Un omicidio non ha mai senso. (Benson)
  • Commesso: La Santeria non ha mai ucciso niente di più grosso di una capra.
    Benson: Una studentessa a Long Island. Madre e sorella pensavano che fosse posseduta dal demonio e la soffocarono. Erano dei vostri, no?
    Commesso: Quello fu un esorcismo sfuggito di mano, non un sacrificio.
  • Alex, le figure storiche più importanti non sono quelle che iniziano una guerra, ma quelle che portano la pace. (Dr. Elizabeth Olivet) [all'avvocatessa Cabot]

Episodio 6, Schizofrenia e morte[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Io sogno gli angeli ma vivo con i demoni. (Mark Nash)
  • Tutuola: Miller ha riconosciuto lo scemo in fotografia.
    Munch: Bada a come parli, c'è il karma negativo! Vedo "Alzheimer" nel tuo futuro!
    Tutuola: Almeno non ricorderò che una volta ero un genio.

Episodio 9, Giovani fate[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Stabler [sulla scena del crimine, con tono di rimprovero]: Quaranta minuti di ritardo!
    Dr. Warner: Qual è il problema, detective? Ha paura che gli scappi il cadavere? [esaminando il cadavere, scherzosa] Sa che le dico? È morta!
  • Ah, ho bisogno di una doccia! (Stabler) [dopo aver parlato con un sospettato che commercia pronografia infantile]
  • Queste ragazze sacrificano l'infanzia per vincere. Sono affamate d'amore. (Avv. Cabot) [parlando delle ginnaste]

Episodio 10, Compagni di scuola[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Stabler: Certe volte tremo al pensiero che Maureen debba andare all'università.
    Benson: Non ti biasimo.
    Stabler: Un tempo ti faceva guadagnare una laurea da appendere al muro, ora invece ti da droga e stupri.
  • Benson: I risultati finali del kit stupro: oltre al liquido seminale lo stupratore ha lasciato un altro regalino... la gonorrea.
    Munch [sarcastico]: Generoso da parte sua!
  • Me ne stavo lì tremante sul mio letto d'ospedale. Il dottore mi ha detto... che ero stata stuprata. È terribile. È come se ti rubassero una parte dell'anima, che non potrai mai più riavere indietro, neanche se scoprirai chi è stato. Posso anche non ricordare quella notte, ma ricordo benissimo com'era prima la mia vita. E non potrà mai più essere la stessa. (Kelly D'Leah)

Episodio 12, Segreti[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Ormoni adolescenziali, gelosia e rabbia: un cocktail potenzialmente micidiale. (Munch) [ricetta]
  • Legge non sempre significa giustizia. (Cragen)

Episodio 20, Madre e figlio[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Per lui l'accoltellamento è un rito. Quel coltello rappresenta il suo pene. Non vorrà mai buttarlo via. (Dr. Huang)
He suffers from piquerism,[2] counselor. The knife represents his penis. It is not disposable.
(Traduzione letterale: Soffre di piquerismo, avvocato. Il coltello rappresenta il suo pene. Non è usa e getta.)
  • [Nel letto con la madre dopo averla accoltellata] Io gliel'ho detto..."Mamma, non sono più un bambino". (Jason Mayberry)

Stagione 3[modifica]

Episodio 1, Repressione[modifica]

  • [Parlando della morte di Evan Ramsey] Vuole sapere se sono contento della sua morte? La risposta è sì. Vuole sapere se l'ho ucciso io? La risposta è no. Però offrirei volentieri da bere a chi l'ha fatto fuori. (Charles Sutherland)

Episodio 23, La confessione[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Dott. Huang: Niente può cambiare i desideri di certe persone...
    Olivia Benson: Allora perché farlo?
    Dott. Huang: Padre Michael non può cambiare i suoi desideri, ma può controllarli. In fondo il celibato dovrebbe servire a questo scopo: controllare il desiderio, canalizzare l'impulso sessuale verso l'amore di Dio.
    Olivia Benson: Pensavo che il celibato fosse buona parte del problema.
    Dott. Huang: La maggior parte dei preti non commette reati sessuali.
  • Giudice Elizabeth Donnelly: Non mi accodo alla moda imperante di crocifiggere la Chiesa cattolica.
    Capitano: Sono quasi duecento i preti implicati in casi d'abuso sessuale fino adesso.
    Giudice Elizabeth Donnelly: Che è meno dello 0,5% dei preti di questo paese.
  • Voi preti! Vi confessate a vicenda, vi assolvete a vicenda e continuate a peccare! (Elliot Stabler)
  • Elliot Stabler: Perché lei si è fatto prete?
    Padre Michael: Per servire Dio e la sua Chiesa.
    Elliot Stabler: E questa include quei ragazzi che subirono abusi? E come li sta servendo?
    Padre Michael: Al meglio delle mie capacità senza infrangere i sacramenti.
    Elliot Stabler: Proteggendo il peccatore. Proteggendo un prete che ha detto in confessione "Io ho abusato di un bambino".
    Padre Michael: Lui mi aveva promesso che si sarebbe fatto curare.
    Elliot Stabler: Invece poi è tornato e ha confessato di nuovo lo stesso peccato, vero? E lei l'ha assolto un'altra volta perché era obbligato dal suo sacramento.
    Padre Michael: Sì...
    Elliot Stabler: Il silenzio è un peccato, padre.
    Padre Michael: Non posso infrangere il sigillo! Né per difendere il mio nome né per salvare la mia stessa vita né per salvare la vita di qualcun'altro! Devo proteggere il penitente!
    Elliot Stabler: Ma allora i fedeli, padre? Chi protegge noi?
    Padre Michael: [Piangendo] Che fine fanno i miei voti?
    Elliot Stabler: Che fine fanno i bambini?

Stagione 4[modifica]

Episodio 2, L'inganno[modifica]

Sherilyn Fenn interpreta Gloria Stanfield
  • Stabler: A scuola Kyle Fuller viene descritto come un bambino bene inserito, fino alla seconda elementare, quando la madre morì in un incidente.
    Cragen: Avrà subito uno shock, è comprensibile.
    Stabler: In quinta c'è stato un peggioramento: inappetenza, scatti d'ira improvvisi, violenza fisica... Era l'anno in cui il padre ha sposato Gloria Stanfield.
    Cragen: Forse non riusciva ad accettare la matrigna.
    Munch: O forse la matrigna ha agito come Woody Allen al femminile!

Episodio 11, L'innocente[modifica]

  • Non potete uccidermi. Io sono già morta. (Missy Kurtz) [sapendo di dover affrontare la pena di morte]

Episodio 14, Pietà[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Roger Swanson: Ascolti bene, detective: se si permetterà di nuovo di parlarmi in quel modo ne informerò il capo della polizia. Giochiamo a golf insieme.
    Stabler: Lui sa del suo handicap?
    Roger Swanson: Il mio handicap?
    Stabler: Quello che la spinge a picchiare sua moglie.
  • Cragen: Nel frattempo abbiamo altri elementi per poterli rintracciare?
    Huang: Sì, la Tay-Sachs è comune soprattutto in certi gruppi etnici, in particolare nella comunità ebraica.
    Munch: Ci risiamo! Quando sei in un vicolo cieco prenditela con gli ebrei!

Episodio 19, Il sito[modifica]

  • Se sembra porno infantile e puzza di porno infantile, è porno infantile. (Avv. Cabot)

Episodio 21, Sorpresa[modifica]

  • Morton Berger: Sai perché sono diventato avvocato, Alex?
    Cabot: Ehm... Per vedere la tua faccia in tv?
    Morton Berger: Per mettere in discussione i luoghi comuni riguardo la normalità. Io combatto per i più deboli.
    Cabot: Tu combatti per te stesso.

Stagione 5[modifica]

Episodio 10, Scossa mortale[modifica]

  • Elliot Stabler: So quello che si prova a vedere il proprio figlio ridotto così.
    Evelyn Prichard: Mi dice che cosa vuole da me?
    Elliot Stabler: La lasci andare.
    Evelyn Prichard: Così potrà accusarmi di averla uccisa?
    Elliot Stabler: Così Lucy smetterà di soffrire.
    Evelyn Prichard: È meglio che decida il Signore.
    Elliot Stabler: Certo, io adoro i miei bambini. Se uno di loro si ammalasse mi annienterei per aiutarlo a guarire, ma se non ci fosse più speranza, allora chiederò al Signore di regalarmi la forza per mettere fine alle sue sofferenze.
    Evelyn Prichard: Anche io adoro mia figlia e se morisse io morirei sicuramente con lei.

Episodio 12, L'iniziazione[modifica]

  • Elliot Stabler: Rob Sweeny, ti dichiaro in arresto per violenza carnale aggravata.
    Rob Sweeny: Non ho mai fatto male a una mosca.
    Olivia Benson: Hai picchiato Nathan con una mazza da hockey, no?
    Rob Sweeny: Ho detto a una mosca.

Episodio 13, I geni dell'odio[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • [Ricostruendo gli ultimi spostamenti della vittima]
    Munch: Abbiamo parlato con il giornalaio.
    Tutuola: Non ricorda come sia fatta, cos'abbia detto, né se fosse o meno con qualcuno. E considerando quello che si è sniffato è un miracolo che si ricordi il suo nome!
  • Cragen: [...] evitiamo di dire che i musulmani usano bruciare le mogli.
    Munch [riferendosi agli attentati dell'11 settembre 2001]: No, se vogliono bruciare qualcuno prendono un aeroplano e sbattono contro un grattacielo!
    Huang: Scusa, ma quelli erano estremisti.
    Munch: Forse. Ma il mio vicino di casa è un iraniano. In aereo ha paura anche lui quando vede passaporti mediorientali. Siamo onesti: la gente sa che è sbagliato, ma lo pensa lo stesso.
  • Sean Webster: Era diverso quand'ero piccolo... non c'erano queste persone!
    Benson: Ci sono sempre stati gli stranieri. Siamo tutti stranieri. Il Paese è stato costruito dagli immigrati.
  • Sean Webster: I musulmani neri sono i traditori del popolo americano!
    Tutuola: Puoi chiamarmi come ti pare, Sean: "negro", "traditore", "maomettano", "faccia di cammello"... Io so come chiamare te: "psicotico", "assassino"!
  • Fra duecento anni saremo così mescolati che la razza non conterà più. Nessuno noterà che colore hai. (Tutuola)
  • Cragen: Ti serve l'aggravante dell'odio, fornisce il movente.
    Novak: Dobbiamo perseguire le azioni, non il pensiero.
    Cragen: Webster ha ucciso ispirato dall'odio, è importante.
    Novak: Ok, quindi un nero che uccide un membro del Ku Klux Klan merita una pena più severa? Oppure un gay che uccide un omofobo? Dove tracciamo il confine?
    Cragen: Questi crimini incitano altre persone, generano odio.
  • Gates: Sean Webster è geneticamente e biologicamente predisposto all'odio e alla violenza. Non ha controllo sulle sue azioni.
    Novak: Non può funzionare.
    Cragen: Se ci appelliamo ai geni di un imputato nessuno sarà più responsabile di niente.
    Gates: Una nuova frontiera.
  • Novak: Perché fai questo, Oliver?
    Gates: È una nuova frontiera. Amo forzare i limiti.
    Novak: Ami la luce dei riflettori...
    Gates: Anche quella. Be', dev'essere genetico.
  • Dr. Emily Sopher: Questa ricerca dimostra che le emozioni sono geneticamente determinate. Un giorno cureremo i vari Webster con una terapia genetica prima che commettano efferati delitti.
    Huang [scettico]: Se iniziassimo a curare i presunti futuri criminali trasformeremmo la psichiatria in controllo sociale.
    Dr. Emily Sopher: Con tutto il rispetto, dottor Huang... lei vive nel passato.
  • Novak: Sean non è nato con l'odio nel sangue. Nessuno di noi nasce così.
    Benson: Ci vuole un essere umano per insegnare l'odio.

Episodio 14, Il gioco[modifica]

  • Gates: Garrett gioca [ai videogiochi] fino a quaranta ore la settimana.
    Novak: Ha trovato il tempo di infilarci un omicidio!

Episodio 19, Perversione[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • [Entrando nella Stanza del Tesoro a tema piratesco di Billy Tripley] Che pervertito. Un modellino di nave pirata da fare invidia a Peter Pan. (Munch)
"Pervert ahoy". Pedophilic pirate motif.
  • [Al ristorante]
    Giudice Clark: Sei sicura che J.J. abbia ritrattato sotto costrizione?
    Avv. Novak: Sono sicura che è stato molestato. [urlando] J.J. ha descritto a Huang una voglia sul pene di Billy Tripley!
    [I clienti si girano verso di lei]
    Giudice Clark: Non ne vede spesso, scusatela.
  • [La dottoressa Warner deve strapapre dieci capelli dalla testa di Billy Tripley]
    Billy Tripley: Mi fa male! Insomma, vuole strapparmi tutti i capelli che ho in testa?
    Dr. Warner: Devo essere sicura di tirarne uno via con la radice. Dieci capelli: è la procedura standard.
    Billy Tripley: Ecco, questa è la brutalità della polizia!
    Stabler: Aspetta di essere passato per le mie mani e poi ne riparliamo!

Episodio 25, Lesione cerebrale[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • [Viene trovata una microcamera nascosta sotto la tavoletta del water di un bagno pubblico]
    Stabler: I guardoni sono diventati hi-tech.
    Olivia Benson: Prima dovevi uscire e nasconderti nei cespugli ora puoi violare l'intimità di chiunque seduto al tuo computer bevendo una tazza di caffè.
  • [A proposito della microcamera nascosta nel water]
    Munch: Dona tutto un significato nuovo all'espressione "in diretta da"!
    Dr. Huang: Qui abbiamo un urofiliaco attirato sessualmente dall'urina o un coprofiliaco...
    Olivia Benson [disgustata]: Va bene, basta così!
  • [Aspettando il sospetto voyeur urofiliaco fuori dalla porta] Se siamo fortunati l'abbiamo colto in bagno. (Munch)
  • Dottoressa: Lei sa che danni al lobo frontale possono ridurre i freni inibitori?
    Avv. Novak: Meredith era in grado di distinguere il bene dal male.
    Dottoressa: Sì, indubbiamente. La zona del cervello che ospita le convinzioni morali non è stata toccata però guardi questa. Si tratta della TAC di Meredith: il tumore è qui all'interno della corteccia orbitale destra che controlla il comportamento.
    Avv. Novak: È affascinante, ma io non mi occupo di chirurgia del cervello. Voglio mettere in prigione una pedofila.
    Dottoressa: Senza quel tumore in testa potrebbe non esserlo più.
    [In centrale di polizia]
    Avv. Novak: Il medico le fa la giustificazione! "Prego scusare Meredith per le molestie, aveva un brutto tumore"!
    Dr. Huang: A dirti la verità sembra un caso da manuale di sociopatia acquisita.
  • [Parlando di Shane]
    Stabler: È talmente confuso che non sa di essere una vittima. Pensa di amarla Meredith.
    Dr. Huang: È grave che la sua prima esperienza sia stata non consensuale, ma ancora peggio che si sia infatuato di chi ha abusato di lui.
    Benson: C'è speranza che abbia una vita sessuale normale?
    Dr. Huang: No, non credo. Mentre è alto il rischio che diventi un violentatore.
    Stabler: Il ciclo degli abusi non si ferma mai...
    Benson: Da grande avrà una pessima opinione delle donne e razionalizzerà il suo desiderio verso i bambini.

Stagione 6[modifica]

Episodio 7, Il carisma[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Munch: Possiamo stare qui fino a perdere il fiato, ma non cambia il fatto che gli esseri umani siano in continua evoluzione e agiscano in modo contorto, repulsivo e depravato per uccidersi a vicenda.
    Dr. Huang: È questa la parte difficile per te, vero?
    Munch: Cioè?
    Dr. Huang: La paura di sentirti troppo coinvolto. Per quanto cinico cerchi di sembrare, puoi ancora rimanerci scottato.
  • Reggy: Oh, mio Dio...
    Munch: Dio non l'aiuterà, Reggy. Non ama le truffe compiute in suo nome.

Episodio 22, Pezzi[modifica]

  • Non c'è prigione peggiore che vivere in un corpo malato. (Donna)

Stagione 7[modifica]

Episodio 3, Corsa contro il tempo[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Munch: Ho sentito che dovevi uscire.
    Olivia: Già. Avevo i biglietti per il teatro.
    Munch: Per cosa?
    Olivia: Spamalot.
    Munch: So che è divertente.
  • [Deve esaminare delle foto insieme a Fin e Olivia] Vieni a insozzarti l'anima con un po' di pornografia infantile! (Munch)

Episodio 7, Senza nome[modifica]

  • Questo è il bello dei vecchi casi: il tempo può averti fatto cambiare idea. (Stabler)

Episodio 15, La manipolatrice[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • [In un locale di spogliarello]
    Wally Rimaldi: Scusate, vi sembro un assassino?
    Benson: Lei sembra un uomo che sfrutta le donne per vivere, signor Rimaldi.
    Wally Rimaldi: Josie spremerà quel tizio fino all'ultimo centesimo. Perciò chi sfrutta chi?
    Stabler: E poi lei pela tutti e due!
  • Benson: Io credo a Linus, non penso sia stato con Josie.
    Stabler: Secondo me lo sperma di un uomo non spunta dentro a una donna come per magia.
  • [Linus è stato incastrato con un campione di sperma] Era meglio quando per vendicarsi ci si sparava! (Munch)
  • [Tessa finge di avere una paralisi agli arti inferiori. Quando i detective la spingono in piscina Tessa nuota verso il bordo della piscina ed esce]
    Benson [sarcastica]: Guardi, può nuotare! È un miracolo!
    Stabler: E può anche camminare!

Episodio 22, Disturbo bipolare[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • [Parlando di Jamie Hoskins]
    Cragen: Quindi avrebbe irretito due compagni di classe affinché un terzo facesse sesso con lei...
    Stabler: Sì, a quanto pare.
    Munch: Quando ero giovane ragazze di quel tipo venivano chiamate puttane, ora invece fanno a gara per esserlo.
  • Derek Lord: A molti dei miei fan hanno diagnosticato disturbi psichici immaginari per poi prescrivere loro dei veleni.
    Intervistatrice: Però molti lettori, tra cui un gran numero di medici e scienziati, hanno giudicato il tuo libro "superficiale e impreciso".
    Derek Lord: Io ho condotto delle ricerche! Gli strizzacervelli danno farmaci che alterano la mente per controllare il cervello delle persone! Dovrebbero smetterla di propinare quei veleni! Ci sono in gioco delle vite!
  • Dr. Huang: [...] c'è differenza tra una diagnosi esagerata e la scelta di dire apertamente ai malati di interrompere dei trattamenti salvavita.
    Munch: A parte tutto, cosa mi prescriveresti per una giornataccia?
  • La psichiatria è uno strumento corrotto del controllo sociale! (Derek Lord)

Stagione 8[modifica]

Episodio 13, Scappatoia[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • [Mostrando le foto di un bambino in posa con indosso solo le mutande]
    Novak: Può vedere chiunque che è pedopornografia!
    Avvocato della difesa: Lei deve avere una vista a raggi x. Non c'è una sola immagine dei genitali o di atti sessuali.
    Novak [sarcastica]: Ha ragione, sono foto di famiglia!
  • Munch: Quella roba nel seminterrato non è un'arma di distruzione di massa, è un pesticida sperimentale. Una grossa azienda chimica pagava Millstead per sperimentarla su Diego e gli altri bambini nell'edificio. Li usano come cavie e quei video sono le prove di quali ne sono gli effetti!
    Fin: Va bene che la tua paranoia ingigantisce le cose, ma è un po' esagerato anche per te...
    Munch: Davvero? Allora perché Millstead è definito "consulente" sull'assegno?
    [Più tardi, dopo gli esami di laboratorio]
    Warner: No, questa volta Munch non è pazzo.
  • Perfetta per la copertina di Vogue! (Munch) [dopo aver scattato una foto segnaletica]

Episodio 17, Il peccato[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Fin: C'è una scritta sulle pillole: U-W-S-A. "Esercito unito dello stato Wa"
    Dr. Melinda Warner: È un nuovo gruppo rap?
    Fin: È un gruppo di narcotrafficanti che ha base nel Sud-est asiatico. È tra i maggiori produttori di droga del mondo.
  • Olivia Benson: Chi fa dieci figli oggigiorno?!
    Elliot Stabler: Neanche i cattolici!
  • Dr. Huang: Molti evangelici pensano che la Bibbia sia da seguire alla lettera. Ecco perché Curtis ha fatto dieci figli. [...] Curtis e sua moglie probabilmente hanno pensato di ripopolare la Terra. Proprio sulla Genesi leggi che Dio disse "Voi dunque crescete e moltiplicatevi e popolate la Terra". Loro pensano di dover salvare l'America dai mali del femminismo, dal calo delle nascite, dall'aborto. Vogliono che i propri figli diventino soldati del Signore, infatti alcuni di loro sono militari.
    Elliot Stabler: Sì, i tre figli maggiori. Se prende la Bibbia così sul serio come ha fatto ad andare a letto con un uomo che si prostituiva?
    Dr. Huang: Perché ha soppresso i suoi desideri sessuali. Si è solo preoccupato di mettere al mondo un sacco di figli. Ma il problema è che i desideri repressi prima o poi esplodono.
  • Reverendo Jeb Curtis: Io e lei viviamo in mondi diversi. Nel mio mondo le leggi di Dio sono infallibili. Nel suo invece...lei venera la scienza.
    Elliot Stabler: Per avere delle risposte mi ricolgo alla scienza, per averne altre mi rivolgo a Dio.
    Reverendo Jeb Curtis: Non si possono servire due padroni.
  • Jeb è stato il solo, l'unico uomo con cui sono stata, il signore ci ha dato dieci bellissimi e innocenti figli. Ma adesso lui mi ha tradita, ci ha traditi tutti. È solo un drogato! Ha fatto sesso con un uomo e l'ha pagato! Io...io non riesco davvero a crederci! [...] Ha sempre predicato contro l'omosessualità. Da un giorno all'altro è cambiato: ha cominciato a predicare accettazione, tolleranza...Cercava solo di giustificare la sua depravazione! [...] Cosa posso raccontare ai miei figli? Loro adorano il padre. [...] È un sodomita schifoso e ha ammazzato un ragazzo! In che modo dovrei comportarmi? Dovrei sorridere e giocare alla moglie perfetta mentre tutta la mia famiglia viene trascinata nel fango? Siamo su tutti i giornali! (Hannah Curtis)
  • Elliot Stabler: Un reverendo può confessare un omicidio e pensare che Dio non avrà problemi?
    Prete: Un uomo di Chiesa non è diverso da tutti gli altri. Dio ci perdona, ma dobbiamo pentirci.
    Elliot Stabler: Così il reverendo Curtis può dire una preghiera e i suoi peccati vengono perdonati?
    Prete: Non provare a fare il furbo, Elliot. Tu vieni a confessarti, ammetti di aver desiderato un'altra donna, io ti do la penitenza e il tuo peccato è perdonato. Cosa c'è di diverso?
    Elliot Stabler: E se commettessi io un omicidio? Che cosa mi diresti? Pensi che me la potrei cavare con qualche Ave Maria?
    Prete: Ti direi sicuramente di assumerti la responsabilità delle sue azioni.
  • Il primo figlio l'ho avuto a 19 anni e ho partorito l'ultimo a quaranta. Ogni momento l'ho dedicato ai miei figli e a mio marito. La mia famiglia è tutta la mia vita. Avevamo giurato in ricchezza e in povertà, nella salute e nella malattia, finché morte non ci separi. Questa è la mia confessione: "Ho provato con tutto il cuore a perdonare mio marito. Dio perdonami, la rabbia e l'orgoglio sono più forti della fede in te. Ho sparato a mio marito perché ha tradito me, i miei figli e la nostra Chiesa. Spero che la sua morte lo porti nel tuo regno e credo nella remissione dei peccati, O Signore." (Hannah Curtis)
  • Tutti implorano il perdono dei peccati dopo il crimine ma non hanno pietà prima! (Elliot Stabler)
  • Trent Labette: "Se un uomo giace con un uomo commette un peccato abominevole agli occhi di Dio e dovrà essere messo a morte."
    Elliot Stabler: Ed è quello che ha fatto lei!
    Trent Labette: "Impuro sangue coprirà la sua testa..."
    Olivia Benson: Richard non le aveva fatto niente!
    Trent Labette: Ho solo fatto la volontà di Dio.
    Elliot Stabler: Perché non se ne è preso il merito? Ha lasciato che Curtis prendesse la colpa.
    Trent Labette: La sua fede era così debole, meritava di essere punito.

Stagione 9[modifica]

Episodio 3, Inconfessabili pulsioni[modifica]

  • Prostituta: Gli ho attaccato io la gonorrea, ma gli ho anche detto di farsi visitare.
    Avv. Novak [sarcastica]: La testimonial perfetta della salute pubblica!

Episodio 17, Autorità[modifica]

Robin Williams interpreta Merritt Rook.

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • [Ironico] Benvenuti da Happy Burger! Vuole un E. coli batterio nel menù o una confezione maxi di salmonella? (Addetto alle pulizie)
  • "Eseguivo solo gli ordini" La difesa preferita dei criminali di guerra da Eichmann a Milošević. (Munch)
  • È vittima dell'America corporativa. [...] La mentalità da franchising legittima il conformismo, i dipendenti sono dei gregari. (Munch)
  • Merritt Rook: Io sono "locavoro".
    Elliot Stabler: E che significa?
    Merritt Rook: Compro sono cibo di stagione, di aziende locali, biologico. L'industria alimentare vuole che compriamo pomodori sottovuoto che maturano in Cile a gennaio. Io mangio i pomodori maturati nel mio Jersey a luglio.
    Elliot Stabler: Quindi odia el catene di ristoranti?
    Merritt Rook: Voi no? Con tutto il cibo lavorato e gli additivi chimici e l'insidiosa pubblicità indirizzata ai bambini. Ma è ovvio che non siamo qui per parlare di geopolitica alimentare, no?
  • Merritt Rook: Non ho un legale vostro onore. Intendo rappresentarmi da solo.
    Giudice Lena Petrovsky: Sa come si dice?
    Merritt Rook: Che un uomo che si difende da solo ha un pazzo come cliente, sì!
  • Avv. Casey Novak: È scioccante sapere quanto sarebbe bravo Rook se avesse una laurea in legge! Io riesco a capire perché la gente stupra, perché uccide, ma non capisco perché lui faccia questi giochetti.
    Dr. Huang: È un manipolatore. Gode nel far fare agli altri cose che non vogliono fare.
  • Di certo non biasimo i detective Benson e Stabler per avermi arrestato o la procura per avermi portato in giudizio. Stavano solo eseguendo degli ordini come pecore che seguono il pastore, ma rischiamo tutti di diventare delle pecore che ciecamente seguono il gregge, che non mettono mai in dubbio l'autorità. È stato il grande poeta americano Wendell Berry a spiegarlo meglio descrivendo i rischi del piegarsi davanti all'altare del conformismo: "La vostra mente sarà impressa su una scheda e poi rinchiusa in un piccolo cassetto e quando vorranno farvi comprare qualcosa vi chiameranno, quando vorranno farvi morire per il profitto di certo ve lo faranno sapere. Quindi ogni giorno fate qualcosa che non possa essere misurato." L'avvocato Novak verrà qui di fronte a voi a dirvi che sono colpevole e che dovete condannarmi. Non siate delle pecore, pensate con la vostra testa. trovate il coraggio interiore di agire. Riconoscetemi non colpevole. Grazie. (Merritt Rook)
  • Il problema è la cieca obbedienza: se non metti mai in dubbio l'autorità perdi la tua umanità. (Munch)
  • Elliot Stabler: Che cosa vuole?
    Merritt Rook: Fare un esperimento per vedere quanto in là si spingerà per salvarla.
    [...]
    Questi sono i parametri dell'esperimento: Olivia è seduta su una sedia collegata a un impianto elettrico, 250 volt per essere precisi, attivati da questo telecomando. La sedia elettrica ne scarica 2450 per friggere un condannato, quindi io non la ucciderò, ma le farò male.
    Elliot Stabler: L'esperimento di Milgram.[3]
    Merritt Rook: Vedo che è preparato. Solo che stavolta la scarica è vera. [Preme il pulsante e si sente un urlo] Prema lei il pulsante.
    Elliot Stabler: Non lo farò mai.
    Merritt Rook: Lo farò io. [Preme nuovamente il pulsante]
    Elliot Stabler: Basta!
    Merritt Rook: Questa era di due secondi. Se si rifiuta ancora la prossima sarà di quattro secondi e con doppio voltaggio.
    Elliot Stabler: Perché sta facendo questo?
    Merritt Rook: Per darvi una lezione sul potere e sull'autorità! Voi poliziotti pensate di poter fare quello che volete! Vi sentite i padroni della strada!
    Elliot Stabler: Ma io non abuso della mia autorità.
    Merritt Rook: Ogni poliziotto abusa della sua autorità!
  • Merritt Rook: Prema quel pulsante!
    Elliot Stabler: Non posso farlo...
    Merritt Rook: No? Perché?
    Elliot Stabler: Perché ha già sofferto troppa gente.
    Merritt Rook: Lei, Elliot Stabler... lei è un essere umano. Congratulazioni. Lei non è una pecora come sono stato io Lei è un uomo. Grazie.

Stagione 10[modifica]

Episodio 2, Confessioni[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Jake Berlin: Non sono io il nemico. Io guardo ma non tocco.
    Olivia Benson: Quindi è un "pedofilo buono"?
    Jake Berlin: Preferisco il termine "pedosessuale". Passo ogni momento della giornata a controllare i miei appetiti. Tanto io non cambierò mai. Sono così dalla nascita.
    Elliot Stabler: Non si nasce deviati!
    Jake Berlin: Gli omosessuali erano chiamati "deviati" e ora è largamente accettato che il loro orientamento sia genetico. Come lo è per me: non sono stato abusato da bambino. Non ho scelto di desiderare le bambine, né i gay di desiderare lo stesso sesso, né lei le donne.
    Elliot Stabler: I gay non fanno sesso con i bambini!
    Jake Berlin: E neanch'io! Ammetto di preferire gli angioletti dai tre ai nove anni. Ma posso solo mantenere le distanze dato che un consenso non è legale.
  • Dana: [Piangendo] Mio figlio è sessualmente eccitato dai bambini. Sa, io non risco a capire. Lei ci riesce?
    Olivia Benson: No.
    Dana: Continuo ad andare indietro e indietro a ripensare al passato e...Che cosa ho detto? Che cosa ho fatto? Che cosa non ho fatto? In che cosa ho sbagliato?
    Olivia Benson: Dana, non è colpa sua se Eric è un pedofilo. Lui è fatto così.
    Dana: Però io l'ho messo al mondo. Questo cosa fa di me?
  • Io gli volevo bene! ...e sono felice che sia morto! (Dana)

Episodio 5, Retrovirus[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • In amorevole memoria di Lisa Ross. Amata figlia di Susan e adorata sorella di Thomas. 13 giugno 2004 – 8 agosto 2008. "Spiega le tue ali e vola." (Epitaffio di Lisa Ross)
In loving memory of Lisa Ross. Beloved daughter of Susan and cherished sister of Thomas. June 13, 2004 – August 8, 2008. "Spring your wings and fly."
  • [Il Dr. Gideon Hutton, negazionista dell'AIDS[4], è accusato di omicidio per negligenza per non aver curato pazienti affetti dalla malattia]
    Dr. Gideon Hutton: Sono tutte sciocchezze! Non è possibile che l'HIV provochi l'AIDS perché l'HIV è soltanto un retrovirus o un RV come diciamo noi.
    Avv. Donna Emmett: "RV" come "Rimozione veicoli"?
    Dr. Gideon Hutton: No, come "veicoli di trasporto". Centinaia di RV trasportano oragnismi come fossero passeggeri in tutto il corpo e in modo del tutto innocuo. Non è stato provato che gli RV uccidano le cellule.
    Avv. Donna Emmett: Allora perché il medico legale ci ha mostrato che l'HIV fa esattamente questo?
    Dr. Gideon Hutton: I cartoni animati sono sempre stati usati per fare propaganda!
    Avv. Donna Emmett: Propaganda?
    Dr. Gideon Hutton: Sì, che l'AIDS è la più grande minaccia per la nostra salute, che siamo tutti sottoposti a rischio.
    Avv. Donna Emmett: Ma se questo non è vero perché spaventarci e farci credere in pericolo?
    Dr. Gideon Hutton: Perché la paura è motivante. Se no come farebbero i ricercatori a ottenere miliardi di fondi per la cura di una malattia che uccide più che altro drogati e omosessuali?
    Avv. Donna Emmett: Allora, dottor Hutton, qual è la sua conclusione?
    Dr. Gideon Hutton: Tutte quelle patologie erroneamente attribuite all'AIDS sono provocate da tossicità del sangue per l'uso ripetuto di stupefacenti, denutrizione e più che altro dai farmaci per curare l'HIV.
    Avv. Donna Emmett: Non ho altre domande.
    Avv. Greylek: Dottor Hutton, lei ha mai condotto ricerche sull'HIV o sull'AIDS?
    Dr. Gideon Hutton: No.
    Avv. Greylek: Ha pubblicato articoli su riviste specializzate?
    Dr. Gideon Hutton: Alle riviste specializzate interessa solo lo status quo, non le opinioni dissenzienti.
    Avv. Greylek: Perciò lei non ha alcun fatto concreto per comprovare le sue affermazioni dissenzienti.
    Dr. Gideon Hutton: Oh, ci sono un mucchio di fatti concreti! Raccolti da alcune tra le più grandi menti scientifiche del mondo.
    Avv. Greylek: Parla forse di quel biologo di San Francisco che poi è stato emarginato da tutta la comunità scientifica? O del Ministro della Sanità sudafricano che invita tutte le persone sieropositive a mangiare aglio e barbabietole?
    Dr. Gideon Hutton: Le sfugge il punto essenziale. Ci sono milioni di persone che sono state curate male con diagnosi sbagliate!
    Avv. Greylek: Come lei ha sbagliato la diagnosi di Lisa Ross!
    Dr. Gideon Hutton: No, Lisa è morta per una reazione allergica agli antibiotici!
    Avv. Greylek: No, Lisa è morta di AIDS!
    Dr. Gideon Hutton: Secondo il suo compare, il medico legale! E tutti sappiamo quanto lei sia di parte! Ma andiamo, le chieda quanti suoi familiari o suoi amici sono morti di AIDS qui o nella sua Africa!
    Avv. Greylek: Sta parlando del colore della sua pelle? Ma come si permette?!
    Dr. Gideon Hutton: Quella ha un suo disegno! È come tutti gli altri dottori che effettuano procedure non necessarie solo per imbottirsi di soldi il portafogli!
    Avv. Greylek: Basta così, dottor Hutton!
    Dr. Gideon Hutton: E come le case farmaceutiche che mettono sul mercato farmaci tossici che possono nuocere o anche uccidere! Non fatevi incantare da loro! Non possono continuare a farla franca con le loro menzogne!
  • Dr. Warner: Gli studi rivelano che i newyorchesi contraggono l'HIV con una percentuale tre volte maggiore di quella nazionale. Anche questa è una bugia?
    Dr. Gideon Hutton: Apra gli occhi, dottoressa! Abbiamo immunizzato la gente contro ogni malattia virale da almeno due secoli, sappiamo che l'essere umano produce anticorpi anche per l'HIV. Allora per quale motivo non esiste un vaccino per l'AIDS e perché non un solo malato di AIDS è mai guarito?
    Dr. Warner: Che figlio di puttana! Tutti vogliamo una cura per l'AIDS! Uccide la gente con le sue convinzioni vergognose!
    Dr. Gideon Hutton: Le mie convinzioni sono un fatto scientifico!
    Dr. Warner: Sono menzogne scientifiche! Lei è un assassino e un falso profeta!
    Dr. Gideon Hutton: È così che chiamarono Gesù Cristo!
    [Il dottor Hutton va via, intanto arriva l'avvocatessa Greylek]
    Dr. Warner: Speriamo che la giuria non creda che sia il figlio di Dio.
    Avv. Greylek: I giurati adorano le teorie sulle cospirazioni. Temo che possano bersi anche le frottole che spaccia il Dottor Stranamore.
    Dr. Warner
    : Anche se perde la causa avrà maggiore credibilità e morirà molta altra gente.
  • Kyle: Ho un cancro al cervello. Avevo detto ai miei che non stavo bene, ma siamo della Chiesa scientista: per noi la guarigione non viene dalle medicine.
    Tommy Ross: E come si guarisce?
    Kyle: Pregando. Anche loro avrebbero pregato per me e tutto sarebbe andato bene. Prima mi sono fidato di loro, però sono diventato cieco.
    Tommy Ross: Davvero?
    Kyle: Sì. Allora ho chiesto a un amico di portarmi in ospedale e qui i dottori mi hanno fatto la chemio e la radioterapia e ho già ricominciato a vedere.
    Tommy Ross: I tuoi dovrebbero essere felici.
    Kyle: No, erano infuriati. Dicevano che andavo contro Dio.
    Tommy Ross: E tu che ne pensi?
    Kyle: Io voglio solo stare bene.
    Tommy Ross: Ma tutte quelle cose in cui credevi?
    Kyle: Mio nonno dice che Dio ha creato anche i dottori. Perché Egli ci avrebbe dato tutte queste cure e queste terapie se non voleva che noi le usassimo?

Episodio 6, Baby-mamme[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Munch: [La vittima] da dove stava scappando?
    Dr. Miranda Warren: Segui la strada di mattoni insanguinati![5]
  • Ormai la devianza corre su internet! Dieci hanno fa solo i malati trovavano video violenti con gente mutilata, ora le nonne mandano e-mail con i porno e si firmano XX! (Munch)
  • [Per tendere una trappola a degli aggressori di senzatetto Munch si traveste da vagabondo]
    Munch: Ci stanno guardando! La CIA controlla le onde cerebrali! Le nostre onde cerebrali! Non ci permettono più di pensare...!
    Elliot Stabler: Devo dire che sembra quasi vero.
    Fin: Certo, è quello che ripete ogni giorno senza urlare.
  • Avv. Kim Greylek: Non esiste ancora una legge sul cyberbullismo.
    Munch: La tecnologia va più veloce della legge.
  • Quello che è immorale non sempre è illegale. (Munch)
  • Guidice: La cauzione, avvocato Graylek, è fissata a cinquantamila dollari.
    Avv. Kim Greylek: Però l'accusa pone una condizione: che all'imputata venga proibito l'uso del computer e ogni forma di comunicazione elettronica per evitare che altri giovani vite vengano seriamente minacciate.
    Peggy Bernardi: Ehi, io ho delle aste aperte su eBay!

Episodio 7, Natura selvaggia[modifica]

  • Chi ha arredato questo posto?! Un tornado?! (Fin)

Episodio 14, Transizioni[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Sid: Anche lei è una ballerina?
    Benson: No. Sid, si è dimenticato? [mostra il distintivo] Si ricorda? Sono un detective.
    Sid: Ah, già. Ma potrebbe fare la ballerina... è carina...
    Benson: La ringrazio.
    Sid [rivolto a Stabler]: Lei no!
    Stabler: Ognuno ha la sua croce.
  • Benson [notando un registratore]: Che cos'ha sotto la maglia?
    Molly Lambert: Niente!
    Benson: Se la sbottoni o lo farò io.
    Molly Lambert: Di solito mi pagano in questi casi.
  • [Ascoltando la registrazione di un rapporto sessuale]
    Cragen: Sembra che Molly sia entrata nella parte.
    Stabler: In tante parti...
  • Ellen Van Kuren: Mio figlio è un transgender. A quattro anni si è messo il tutù di sua cugina e sfilando in salotto ci ha annuncito che lui era una bambina.
    Stabler: Certi bambini passano fasi del genere. Il mio a volte indossava le scarpe della mamma col tacco alto.
    Ellen Van Kuren: Ha mai cercato suo figlio di tagliarsi il pene con le forbicine urlando che Dio ha commesso uno sbaglio? Non è una fase, detective. Hailey è nata nel corpo sbagliato, ormai l'ho accettato.
  • Lei non sa niente di me! Non sa cosa vuol dire sentirsi traditi dal proprio corpo! (Blake, ragazzo transessuale)
  • [Parlando di Hailey Van Kuren, adolescente transessuale] Diceva che non valeva la pena per lei vivere se non poteva essere una ragazza. Che cosa fareste voi domattina se vi svegliaste con il corpo del sesso opposto mentre tutta la vostra personalità è rimasta la stessa? Riuscite a immaginare quanto vi sentireste in trappola? Riuscite a immaginare il desiderio disperato di poter recuperare un corpo appropriato? Ecco come si sente Hailey. È intrappolata in un corpo sbagliato dal quale desidera uscire. (Jackie Blaine)

Stagione 11[modifica]

Episodio 5, Notti da incubo[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • [Parlando di Kevin O'Donnell]
    Avv. Alexandra Cabot: Chi sarebbe?
    Elliot Stabler: Il presidente di "Amore Speciale", un gruppo per i diritti civili dei molestatori.[6]
    Dr. Huang: Difendono il "diritto" dei pedofili a fare sesso coi minori.
    Avv. Alexandra Cabot: Ne conosco di gruppi come questo.
    Dr. Huang: Sì, ma "Amore Speciale" si spinge più in là: sostiene che la pedofilia è un orientamento su base genetica come etero e omosessualità. E inoltre che i pedofili vengono perseguitati come i gay in Iraq e in Iran! Una cosa spregevole!
    Olivia Benson: Non ti avevo mai visto così arrabbiato.
    Dr. Huang: La pseudoscienza come questa insulta la mia intelligenza come psichiatra e la mia natura come omosessuale!
  • Kevin O'Donnell: Dopo vent'anni di esperienza posso asserire che una relazione con un bambino, non solo è inoffensiva, ma non crea vittime.
    Avvocato della difesa: Non crea vittime? Non crede che molti sarebbero in disaccordo.
    Kevin O'Donnell: Certo, l'ignoranza nutre la paura. Solo perché siamo una minoranza non significa che siamo il demonio. Noi viviamo, respiriamo e amiamo come chiunque altro.
    Avvocato della difesa: Quindi afferma che il sentimento d'amore che nutre per i bambini è normale?
    Kevin O'Donnell: È parte del normale andamento del comportamento umano. Infatti le relazioni adulto-minore sono la norma in ogni società sana fin dall'Antica Grecia. Non è l'argomento più facile di cui parlare, ma la verità più scomoda è quella che va gridata più ad alta voce.
    Avvocato della difesa: E gli psicologi che sostengono che il bambino fisicamente coinvolto con un adulto sia una vittima si sbagliano?
    Kevin O'Donnell: Spingono i bambini a sentirsi colpevoli per quello che invece è un sano rapporto con l'adulto. Trasformano in vittima un bambino normale.
  • Avv. Alexandra Cabot: Può presentare qualche ricerca medica a supporto della sua posizione?
    Kevin O'Donnell: No, perché...
    Avv. Alexandra Cabot: Perché non esiste! Esatto?
    Kevin O'Donnell: Proprio così. Chiunque sia coinvolto in queste relazioni è terrorizzato all'idea di parlare apertamente per paura di venire demonizzato.
    Avv. Alexandra Cabot: Perché è vietato dalla legge! Li può biasimare?
    Kevin O'Donnell: Fino al 1967 era illegale per una persona bianca sposarne una di colore, un anno fa i matrimoni gay sono stati legalizzati in alcuni Stati. Coppie interrazziali e gay erano forse criminali? No, erano vittime di leggi ottuse e bigotte!
    Avv. Alexandra Cabot: Così ritiene che i pedofili vengano perseguitati?
    Kevin O'Donnell: Se definisce me e gli altri "pedofili" deve definire "negri" gli afroamericani, oppure "froci" gli omosessuali. I rapporti fra minore e adulto sono normali, sicuri e sani.
    Avv. Alexandra Cabot: Allora perché pensa che medici, psichiatri e giuristi concordemente ritengono che i bambini non siano abbastanza maturi per intraprendere una relazione sessuale con un adulto?
    Kevin O'Donnell: Sinceramente non so.
    Dr. Huang: Perché è uno stupro! Ecco perché!
  • Avvocato della difesa: Lei non si considera una vittima di Kevin O'Donnell?
    Liz: No, tutt'altro. Probabilmente è la relazione più normale che ho avuto.
    Avvocato della difesa: Grazie. Non ho altre domande vostro onore.
    Avv. Alexandra Cabot: Non è curioso che la sua testimonianza dello stupro da parte di Kevin O'Donnel arrivi giusto oltre i termini di prescrizione?
    Liz: Lui non mi ha stuprata. Ero consenziente.
    Avv. Alexandra Cabot: Un'undicenne non è abbastanza matura da acconsentire al sesso con un adulto. Per questo si chiama "corruzione di minore".
  • Questo processo è tutta una farsa! Abbiamo un pedofilo che si proclama vittima e una vittima che addirittura considera il suo carnefice un benefattore! (Dr. Huang)

Stagione 12[modifica]

Episodio 1, La copia[modifica]

Henry Ian Cusick interpreta Erik Weber nell'episodio

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Munch: Per tua informazione, non esistono e-mail private.
    Tutuola: Munch...
    Munch: Il governo controlla ogni parola che digitiamo!
  • [Mackenzie Burton afferma che i genitori le hanno impiantato un chip sottocutaneo per controllarla] Spiace ammetterlo, ma suona maniacale e paranoico perfino a me! (Munch)
  • [Parlando del transponder RFID impiantato nel copro di Mackenzie Burton]
    Impiegato RFID Industries: Se avessi un incidente all'ospedale possono individuare il chip e avere utili informazioni mediche.
    Munch: Come il più sfigato degli hacker! O lo Zio Sam per quello che ne so! Quante informazioni potete caricare nel chip?
    Impiegato RFID Industries: Le applicazioni sono illimitate. In futuro potremo tracciare i bambini, gli anziani, i criminali, gli immigrati...
    Munch: Evviva il Grande Fratello!
  • Benson: L'avete sottoposta a un inutile intervento di chirurgia plastica!
    Kevin Burton: Mi scusi, ma se fare a un figlio una plastica al naso è un crimine, dovreste arrestare metà dei genitori dell'Upper West Side!

Episodio 2, Il bersaglio[modifica]

  • [Parlando romanticamente di Jeff] Ci siamo conosciuti online l'anno scorso durante un torneo su un server sudcoreano... aveva l'avatar più carino di tutti... (Amber Samonsky)

Episodio 3, La prigioniera[modifica]

Jennifer Love Hewitt interpreta Vicki Alicia Sayers

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Fratelli, il Signore ha detto: "Quello che entra nella bocca dell'uomo non può essere immondo poiché viene purificato nell'evacuazione"! Ma ciò... ciò che esce dalla bocca dell'uomo, quello sì che è immondo perché viene dal cuore! E il cuore è malvagio! (Predicatore)
  • Anche la spazzatura ha i suoi tesori, a volte. (Tecnico della scientifica)

Episodio 5, Il valore dell'acqua[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Sassoon: Io ho un alito, vi giuro!
    Stabler: Certo, ce ne siamo accorti!
    Sassoon: Sono stato al Banana Trama, tutta la notte!
    Stabler: Quello è un "alibi", non un "alito", imbecille!
  • [Il vice procuratore Mikka Von fornisce il profilo di Monica Worley] Ecco, non so come dirglielo... ma il seme di solito è un prodotto maschile. (Stabler)
  • [A un sospettato che ha fornito un alibi inattendibile] Le do quattro meno in alibi! (Stabler)
  • Dr. Huang: No, non è stato un incidente. Lindsay Elding è stata avvelenata. [mostra foto di funghi velenosi]
    Munch: E da chi, dal Grande Puffo?
  • Voi siete le pentole e le padelle e io sono lo chef. (Avv. Mikka Von) [a Stabler]

Episodio 6, Il marchio[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Dottoressa: Aveva degli oggetti abbastanza insoliti inseriti nel retto.
    Benson: E quali sarebbero quelli soliti?!
    Dottoressa: Oh, la gente arriva qui dicendo di essere caduta su bottiglie di bibite, torce, vari tipi di frutta e verdura... Ma questo mai: tre dadi e una clessidra.
  • La fiducia è il lubrificante che fa girare le ruote del commercio. (Alexander Gammon)
  • Io sono nessuno. Tu chi sei? Sei un nessuno anche tu?[7] (Camille Walters)
  • Alexander Gammon: Che mi succede adesso?
    Stabler [riferendosi al Monopoly]: Che finisce dritto in galera senza passare dal via e senza incassare i 200 dollari.
Mariska Hargitay e Christopher Meloni sul set di un episodio della dodicesima stagione

Episodio 10, Il soccorso[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Stabler: Dottore, la vittima si è svegliata?
    Dottore: Spero di no! La trova all'obitorio.
  • È la regola dei party: se svieni, vieni imbrattato. (Danny)
  • [A Mike O'Doole]
    Benson: La scientifica ha trovato un tuo pelo pubico attaccato al water del bagno grande, a un metro e mezzo da dove l'anello di Arlyn è scomparso.
    Stabler: Non venirci a dire che è stata la brezza!
  • [...] hai dieci anni di lavoro accanto a Benson. Questo lega molto due agenti, anche più di una coppia sposata. (Hardwicke) [a Stabler]
  • Ho ucciso quel bastardo. E il fatto che fosse mio padre mi dava più gusto. (Vivian Arliss)

Stagione 13[modifica]

Episodio 1, Terra bruciata[modifica]

  • Il DNA è come Dio. È ovunque. (Dr. Melinda Warner)

Episodio 2, Il silenzio del campione[modifica]

  • Un poliziotto che non mangia donoughts?! Come faccio a fidarmi? (Olivia Benson)

Episodio 4, Prove inconfutabili[modifica]

  • All'epoca in cui ho preso il distintivo avevamo solo gruppo sanguigno e impronte digitali. Ci basavamo sull'istinto. Vuoi sapere una cosa? Mi mancano quei giorni. (Munch)

Episodio 5, Scomparso[modifica]

Danny Pino e Mariska Hargitay durante le riprese dell'episodio Scomparso.
  • Ali: Ho provato a svegliarlo in tutti i modi: cantavo, gli accarezzavo le guance, ho cercato di respiragli in bocca...
    Nick Amaro: Perché non hai chiesto aiuto?
    Ali: Chi ci avrebbe creduto? Ho avuto io l'idea. L'abbiamo messo nella borsa frigo. Siamo venuti a New York e l'abbiamo seppellito. Tim ha lasciato l'auto sotto il ponte, io ho detto alla polizia che il bambino era stato rapito. Lo sanno tutti che a New York succedono cose brutte continuamente. L'ho ucciso io! Devo averlo schiacciato con il mio corpo o qualcosa del genere...L'ho ucciso! Ho ucciso il mio bambino!
    Nick Amaro: No Ali...Ali, il medico legale ha detto che Nathan è morto di SIDS.[8]
    Ali: Cosa?
    Nick Amaro: Sì. In certi casi i bambini piccoli...niente...muoiono così.

Episodio 11, Trucchi teatrali[modifica]

  • Amanda Rollins: Una ragazza di provincia arriva in città, vince un provino, mentre è in scena viene stuprata e il pubblico applaude. New York è davvero...
    Donald Cragen: Poi ci si stupisce che taglino i fondi allo spettacolo.
  • Nick Amaro: Quel tipo di ragazza concede il proprio corpo per un sostegno finanziario.
    Amanda Rollins: Succede in tanti matrimoni che conosco.
  • Amanda Rollins: Posso farti una domanda? Da quanto lavori in questa unità?
    Olivia Benson: Ah, lasciamo stare...
    Amanda Rollins: Davvero, come riesci a fidarti di un uomo, ora, dopo tutti questi anni qua dentro?
    Olivia Benson: Del mio collega mi fidavo. [Elliot Stabler]
    Amanda Rollins: Sì, ok...
    Olivia Benson: E non ho perso la speranza. I ragazzi in gamba non mancano.

Episodio 14, Violazione di domicilio[modifica]

  • [Al Det. Amanda Rollins] Io mi sono trovato nel tuo stesso baratro e so quanto sia usurante quel lavoro. Una volta bevevo...e bevevo sul serio. Appena finivo il turno mi infilavo in un bar e mi ubriacavo. Poi ho comiciato a farmi qualche bicchiere anche in servizio, tanto per sopravvivere. Credevo di passare inosservato. Il mio capitano mi poteva rovinare e giustamente. Ma ha preferito aiutarmi. Tu sei una brava detective, non rovinarti la carriera. (Capitano Donald Cragen)
  • Come ha detto qualcuno, ogni famiglia infelice è infelice a modo suo.[9] (Capitano Donald Cragen)

Stagione 14[modifica]

Episodio 2, Al di sopra di ogni sospetto[modifica]

  • I medici sono come gli sbirri, non fanno mai promesse. (Munch)
  • Ecco perché credo ai complotti: perché ne stiamo subendo uno! (Munch)

Episodio 9, Sogni rinviati[modifica]

  • [Al Detective Amaro] Bado a me stessa sulla strada da venticinque anni, da prima che tu facessi il chirichetto, bello mio! Me la so cavare! (Jeannie la prostituta)
  • [I terapisti] Non capisco perché la gente li paghi... Insomma, dai, compratevi un cane! (Jeannie la prostituta)
  • Jeannie: Sono trentaquattro anni che non mi confesso, padre.
    Padre: Perché sei qui?
    Jeannie: Voglio l'assoluzione dei peccati nel caso morissi.
    Padre: Capisco.
    Jeannie: Ho peccato molto. Ho bestemmiato, ho fatto uso di droghe e alcool, ho fatto del male alla mia famiglia, ho concesso il mio corpo per soldi...
    Padre: Hai infranto i comandamenti. E hai infranto la legge.
    Jeannie: Mia figlia non vuole neanche che tenga in braccio mia nipote. Ho anche mentito a mio figlio, crede che io sia una brava persona!
    Padre: Ti senti pronta a rimediare agli errori commessi?
    Jeannie: Voglio tentare.
    Padre: Allora recita 20 Ave Maria, 10 atti di contrizione e digiuna 5 giorni per purificare il corpo.
    Jeannie: Sì, grazie padre.
    Padre: Hai il perdono del Signore. Lui ora è con te. Come lo è sempre stato.
    [Confessioni dalle serie televisive]
  • Cosa ha rovinato questo lavoro? Internet e il servizio escort. Ormai sei proprio un poveraccio se vai a prenderti una battona sul marciapiede! (Jeannie la prostituta)
  • [A proposito dell'idea di cambiare mestiere] Che cos'altro potrei fare?! Cosa dovrei scrivere sul mio curriculum: "troia"?! (Jeannie la prostituta)

Episodio 15, Terreno di caccia[modifica]

  • Munch: Parliamo di un viso che non si distingue nella folla. Neanche sua madre lo identificherebbe in un confronto!
    Olivia Benson: Nessuno lo nota: ecco perché la fa franca.

Episodio 20, Carissimo papà[modifica]

  • Olivia: Il tuo nuovo incarico?
    Dr. Huang: Un single omosessuale cino-americano contrario alla pena di morte che vive ad Oklaoma City: il paradiso in Terra!

Stagione 16[modifica]

Episodio 6, Il mostro di Glasgow[modifica]

  • [Interrogatorio a un senzatetto che soffre di schizofrenia]
    Olivia: Dove credi di essere in questo momento?
    Charlie Dorsey: Io non credo niente, io so chi siete e so di essere sulla vostra lista da... da... da un bel po'.
    Olivia: Cioè quale lista, Charlie?
    Charlie Dorsey: Vogliono-vogliono farmi dire che io sento le voci. Vogliono tenermi nel sistema per sempre. No-no-no! È questo che loro dicono di me. Dietro la finestra numero uno. Dicono che ho accoltellato un poveraccio, come se bastasse a definire un uomo. Be', per quanto ne so io non puoi vivere su questo pianeta senza essere malato di mente, se no non sei un essere umano.
    Carisi [accondiscendente]: Ok, ok. Ascolta, Charlie, hai ragione tu, hai ragione. Sei sulla nostra lista da un bel po' e sai perché ti abbiamo portato qui oggi?
    Charlie Dorsey: È perché ho visto l'aeroplano che andava giù, dentro al fiume Hutson. La versione ufficiale è una balla! Io ho visto bene il missile attraversare il cielo e colpirlo e loro sanno che io so che il piano è cancellarmi la memoria! Ci hanno provato con le medicine e ora ci provano con i raggi laser che escono dai loro cellulari e ti fottono il cervello! Ma io-io non dimentico! Sono un uomo leale, onesto, sono un cittadino americano! Un cittadino americano! Nessuno potrà mai privarmi della libertà! Nessuno!

Episodio 18, Una storia devastante[modifica]

  • È un classico: puttanella il sabato, verginella il lunedì. (Brian Mackey) [parlando di Heather Manning]

Stagione 17[modifica]

Episodio 3, Adolescenti[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • [Parlando della vittima, Avery Parker, un'adolescente transessuale]
    Carisi: Senti Rollins, voglio chiederti una cosa. Ehm, come mai un uomo decide di essere una donna? Sarà forse che è attratto dagli uomini ma non vuole essere gay?
    Rollins: Ehm, c'è una bella differenza tra identità di genere e sessualità, Carisi.
    Carisi: Sì, certo. Insomma, i miei penserebbero che cerca soltanto di attirare l'attenzione.
    Rollins: Mh. Be', li ha avuti quattordici anni. Tu o qualcuno dei tuoi amici avreste mai indossato un vestito da donna se non ne aveste sentito davvero il bisogno?
    Carisi: No, certo che no.
  • Oggi è stato meraviglioso sentire così tante persone parlare di Avery. Voi non mi conoscete, ma a me sembra di conoscervi tutti. Io ero la psicoterapeuta si Avery. Mi raccontava delle persone importanti per lei. Come Melody e Rain, che l'hanno abbracciata il primo giorno che ha indossato una gonna per andare a scuola. Avery è stata sostenuta dalla comprensione dei suoi compagni di classe, dei suoi insegnanti, addirittura della polizia. Avery ci lascia la sua eredità: tolleranza, amore, perdono. (Dr. Rachel Sandow) [elegia funebre]

Note[modifica]

  1. Cfr. Sexgate.
  2. Cfr. Piquerismo.
  3. Cfr. Esperimento Milgram.
  4. Cfr. Ipotesi alternative sull'AIDS.
  5. Cfr. Il mago di Oz.
  6. Ispirata all'associazione NAMBLA.
  7. Cfr. Emily Dickinson, J288 – F260: «Io non sono Nessuno! Chi sei tu? | Sei – Nessuno – anche tu? | Allora siamo in due! | Non dirlo! spargerebbero la voce – lo sai! | Com'è squallido – essere – Qualcuno! | Com'è ordinario – come una Rana – | dire il proprio nome – per tutto giugno – | a un Pantano ammirato!».
  8. Cfr. Sindrome della morte improvvisa del lattante.
  9. Lev Tolstoj, Anna Karenina: «Tutte le famiglie felici si somigliano; ogni famiglia infelice è invece disgraziata a modo suo.»

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]