Maria Luisa Spaziani

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Maria Luisa Spaziani (1924 – vivente), poetessa italiana.

  • È un paradosso: la danza e la poesia sono tanto simili quanto profondamente diverse, ma al di là di struttura e contenuti emotivi sono unite dal ritmo. D'altronde il ritmo è sovrano di tutte le cose che hanno senso a questo mondo. (citato in Corriere della sera, 5 maggio 2003)
  • [Riferimento al Premio Internazionale "Eugenio Montale"] Se devo contare il nome delle presenze illuminanti e dei nostri più cari emblemi nel campo della poesia e del pensiero (non più del numero di petali di una margherita) il nome di Mario sarà sempre essenziale e benedetto. (citato in Dalle Giubbe Rosse al Premio Montale, Poesia, n. 193 aprile 2005, Crocetti Editore)

Aforismi[modifica]

  • Devi sentirti libera, mi disse. Ti autorizzo io.
  • Dio è morto? E se fosse soltanto ibernato?
  • E ora parliamo un po' di te. Mi ami?
  • Guardati dai cretini di talento.
  • Invecchiare non sarà niente se nel frattempo saremo rimasti giovani.
  • L'aforisma è una scheggia d'universo. Ricostituire la vetrata è un po' più difficile.
  • Lo sposi per attrazione sessuale? Vuoi costruire la casa cominciando dal tetto?
  • Nessuno è più odioso di chi si ostina a voler avere ragione e poi in effetti ce l'ha.
  • Peccato che il peccato sia obbligatorio.
  • Se giri in tondo fissandoti la coda, inutile offrirti orizzonti.
  • Sono sincera, ma non per questo devi credere che io dica la verità.

[Maria Luisa Spaziani, Aforismi, 1993, in Gino Ruozzi, Scrittori italiani di aforismi, Arnoldo Mondadori Editore, 1994.]

Dibattito: Che cos'è la libertà di pensiero[modifica]

La Fiera Letteraria: Che cosa intende per libertà di pensiero?
Maria Luisa Spaziani: Non si rischia, all'atto pratico, di darne un'interpretazione un po' troppo platonica? Quali dovrebbero essere i confini tra la libertà di pensiero e la libertà d'azione? Di quanto si può impunemente varcare il perimetro del foro interiore? [...] Intendo libertà di vivere, di muoversi, di dialogare e lavorare secondo una certa ideologia, secondo un certo pensiero, e secondo sfumature e varianti che possono (anzi, dovrebbero) non corrispondere ad altrettanti partiti e confessioni riconoscibili.
La Fiera Letteraria: Ritiene che tutti i pensieri debbano essere espressi senza che chi li esprime corra rischi di sorta?
Maria Luisa Spaziani: [...] A questo punto dirò la frase alla quale i vostri ventidue intervistati ricorreranno ventidue volte nel corso di queste interviste: la nostra libertà finisce dove conincia la libertà, ossia il diritto, degli altri.
La Fiera Letteraria: Sarebbe disposta a battersi per difendere la libertà di pensiero degli altri?
Maria Luisa Spaziani: Battersi per difendere la libertà di pensiero (o tout court la libertà) del nostro prossimo, è il cardine di ogni etica individuale o di un gruppo, la conditio sine qua non di una società che aspiri a differenziarsi da quella degli sparvieri. Ma vorrei vedere la risposta di qualcuno che dichiarasse «di non essere disposto».

[Maria Luisa Spaziani, Dibattito: Che cos'è la libertà di pensiero, La Fiera Letteraria, aprile 1973]

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]