Antonino Zichichi

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Antonino Zichichi, 2008

Antonino Zichichi (1929 – vivente), fisico italiano.

Citazioni di Antonio Zichichi[modifica]

  • Certamente il paradiso è qualcosa di cui tutti abbiamo bisogno, però non dobbiamo immaginarcelo in modo antropomorfico. [...] Ritengo che non si possa certo escludere la possibilità di un'esistenza al di fuori dello spazio e del tempo, della massa, delle energie e delle cariche. Nel paradiso può esserci tutto fuorché questo. (dall'intervista di Paola Giovetti, L'armonia dell'infinitamente piccolo, in Paola Giovetti, Alla ricerca del paradiso, Studio Tesi, 1995³)
  • Peter Higgs inserì nella lagrangiana la massa immaginaria. Cioè, la massa reale moltiplicata per l'unità immaginaria. (l'unità immaginaria è quel numero che, moltiplicato per se stesso dà, come risultato –1). Higgs scoprì che le cose di cui è fatto il mondo acquistano massa reale senza che i calcoli divergano. Ma dove era la prova? La scoperta del bosone che prende il nome di Higgs è la prova tanto cercata. Quel bosone non è la particella che dà massa a tutte le altre cose, come molta gente dice e scrive; esso è la prova che la massa immaginaria entra nella descrizione dei fenomeni fondamentali, il che vuol dire nella Logica che regge l'Universo Subnucleare, quindi il mondo.[1]
  • Quando Higgs formulò la sua teoria, molti si mostrarono scettici. "Se il meccanismo di Higgs è vero, vuol dire che lui è Dio", dicevano.[1]
  • Sarà sempre possibile trovare un teorema che nessuno sarà in grado di dimostrare: vero oppure falso. (da L'infinito, Biblioteca Universale Rizzoli, Milano, 1994)[2]
Intervista di Paolo Centofanti, Antonino Zichichi: l'alleanza tra fede e scienza è possibile, Zenit, 30 gennaio 2008
  • Nel corso di diecimila anni, dall'alba della civiltà al sedicesimo secolo, tutte le culture si erano illuse di sapere decifrare il Libro della natura senza mai porre una sola domanda al Suo Autore. Ecco perché a nessuna cultura era toccato il privilegio di scoprire una Legge fondamentale della natura.
  • Per fare una scoperta scientifica è quindi necessario arrendersi alla superiorità intellettuale del Creatore di tutte le cose visibili e invisibili, e realizzare un esperimento.
  • Per Papa Benedetto XVI, la ragione è al centro della cultura del nostro tempo. Il suo pensiero su Galileo Galilei è stato mistificato, estrapolando una citazione di Feyerabend (che dichiarava giusta la condanna a Galilei), da un discorso che in realtà mirava a sostenere proprio la tesi opposta. E proprio in Galilei, il Pontefice vede una unione ideale tra scienza e fede.
Inglesi, vi stanno disinformando, il Giornale, mercoledì 29 luglio 2009
  • Chi evoca la dittatura in tempi di democrazia offende i martiri di tutti i totalitarismi: quelli di Hitler e di Pol Pot, di Stalin e della Spagna di Franco, di Tito, del fascismo, del Portogallo di Salazar, i desaparecidos argentini, gli studenti cinesi, i vietnamiti e i coreani del nord, le vittime cilene e di tutte le teocrazie islamiche o non islamiche, i martiri di Cuba e di quei Paesi del Sudamerica, dell'Asia e dell'Africa dove la libertà è morta. Alcuni fra questi erano poeti, commediografi, romanzieri. E hanno narrato e raccontato, con l'ombra della morte alle spalle, la tragica realtà delle dittature. Non avevano giornalisti ad ascoltarli, ma giustizieri. È troppo facile, e terribilmente vile, fare gli antifascisti senza fascismo.
  • Non è necessario essere politologi per capire che in Italia non c'è alcuna dittatura. Le elezioni sono libere. Non ci sono persone che vengono picchiate, manganellate, incarcerate per le loro idee. Eppure c'è qualcosa di grave nelle informazioni che vanno dall'Italia all'estero.
  • Una delle nostre bandiere è la Scienza senza segreti e senza frontiere.

Perché io credo in Colui che ha fatto il mondo[modifica]

  • Credere in Dio è più logico e scientifico che credere nel nulla.
  • Il miracolo è destinato a essere creduto da coloro che hanno avuto il dono della Fede. E a non esserlo, da coloro che questo dono non l'hanno avuto.
  • L'uomo che ha Fede è fortunato.
  • La Scienza è l'unico strumento che l'uomo possiede per dimostrare, con i fatti, che la Natura è un libro scritto seguendo un preciso disegno.
  • Nessuno scienziato potrà mai capire fino in fondo il Grande Disegno.
  • Non è vero che una costruzione logica debba necessariamente portare a una conclusione o alla sua negazione. È altrettanto rigorosamente logico che venga fuori la conclusione: è impossibile decidere.
  • Studiando la parte materiale della nostra esistenza, l'uomo scopre le Leggi fondamentali della Natura. E non può non porsi la domanda: chi ha fatto queste leggi?
  • La Pietà, Michelangelo, l'ha saputa concepire, sentire e realizzare lui.
  • Le Tre Forze Fondamentali sono: la Forza Elettrodebole.
  • Se il Creatore m'avesse regalato un altro cervello io avrei potuto fare altre cose.
  • La più grande conquista della Logica Matematica è l'Infinito.
  • La forma più elementare di Logica corrisponde a dire: patti chiari, amicizia lunga.
  • La scienza è fonte di valori che sono in comunione, non in antitesi con l'insegnamento delle Sacre Scritture, con i valori quindi della Verità Rivelata.
  • Mangiare dieci chili di pane non è come mangiarne un chilo. Bere dieci litri di vino non è come berne uno solo. Però, anche se pane e vino hanno sapore diverso, la loro massa può essere esattamente la stessa.
  • Non esiste alcuna scoperta scientifica che possa essere usata al fine di mettere in dubbio o di negare l'esistenza di Dio.
  • Il caso Galilei è ancora cronaca. Dobbiamo aspettare qualche migliaio di anni per avere, di esso, una lettura fedele.
  • Il valore del Crocefisso nello studio di un ateo ha in Pertini l'esempio più significativo.
  • Ancora oggi sorprende la velocità con cui cadono le pietre: troppo veloci per essere misurate. E invece no.
  • Lunedì vuol dire Luna; Martedì, Marte; Mercoledì, Mercurio; Giovedì, Giove; Venerdì, Venere; Sabato, Saturno; Domenica, Sole.
  • Galilei, grazie alla scoperta del Principio di Relatività e del Principio di Inerzia, libera la Terra dall'incubo di dovere stare ferma al centro del mondo. [...] Non serve a nulla esser fermi al centro del mondo. Velocità costante zero equivale a velocità costante qualsiasi.
  • L'esistenza stessa della Scienza la dobbiamo alla cultura cristiana.
  • È nel seno della Chiesa di Cristo che ha avuto origine la Scienza.

Note[modifica]

  1. a b Citato in Stefano Magni, Zichichi racconta il Bosone di Higgs, Opinione.it, 8 luglio 2012.
  2. Enunciazione del primo teorema di incompletezza di Gödel, aspramente criticata da Piergiorgio Odifreddi in una recensione sul libro dell'aprile del 1994: in tale affermazione "la parola 'teorema' viene usata come sinonimo di affermazione non dimostrabile. In matematica essa significa però l'esatto opposto". Confronta anche Perché io credo in Colui che ha fatto il mondo, pag. 143: "Ci sono teoremi impossibili da dimostrare".

Bibliografia[modifica]

  • Antonino Zichichi, Perché io credo in Colui che ha fatto il mondo, Rizzoli, Milano, 1999.
  • Piergiorgio Odifreddi, Zichicche. Pensieri su uno scienziato a cavallo tra politica e religione., Dedalo, Bari, 2003.

Altri progetti[modifica]