Pane

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Pane

Citazioni sul pane.

Citazioni[modifica]

  • Amate il pane | cuore della casa | profumo della mensa | gioia dei focolari. Rispettate il pane | sudore della fronte | orgoglio del lavoro | poema di sacrificio. (Benito Mussolini)
  • Caro il mio grano! Quando il mio tesoro, | mando al mulino, se ne va, sì, questo; | ma quello nasce sotto il mio lavoro. | […] | Tua carne è il pane – Ma tuo sangue, il vino – | Che sa l'odore di pan fresco! – E che cantare fa, cantar di tino! – (Giovanni Pascoli)
  • Gli ideali che nascono dal pane, fanno perdere il pane. (Leo Longanesi)
  • Il pane è la vita degli italiani, e il grano finisce di maturare nella stagione più spessa di grandinate. (Riccardo Bacchelli)
  • Il pane fa schifo oltre il Colorado. Acqua troppo alcalina. (Scent of a Woman - Profumo di donna)
  • Il pane offerto è un debito per un uomo e un'elemosina per un pelandrone. (Vittorio Giovanni Rossi)
  • Io sono il pane della vita. I vostri padri hanno mangiato la manna nel deserto e sono morti; questo è il pane che discende dal cielo, perché chi ne mangia non muoia. Io sono il pane vivo, disceso dal cielo. Se uno mangia di questo pane vivrà in eterno e il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo. (Gesù)
  • Provincia, campagna, gioia di vivere ed elasticità intrinseca: nel pane c'è tutto questo, oggi come allora. Ecco perché il pane è il mezzo privilegiato grazie al quale perderci in noi stessi, alla ricerca di noi stessi. (Muriel Barbery)
  • Quando gli uomini condividono il pane condividono la loro amicizia. (Jean Cardonnel)
  • Sbagliamo a credere che la nobiltà del pane risieda nel fatto che basta a sé stesso e al contempo accompagna qualsiasi pietanza. Se il pane "basta a sé stesso" è perché è molteplice, non nel senso delle sue tante tipologie, ma per la sua essenza stessa giacché il pane è ricco, è vario, il pane è un microcosmo. (Muriel Barbery)
  • Se non hanno pane, che mangino brioches! (attribuita a Maria Antonietta d'Asburgo-Lorena)
  • Tu proverai sì come sa di sale | lo pane altrui, e come è duro calle | lo scendere 'l salir per l'altrui scale. (Dante Alighieri)

Alessandro Manzoni[modifica]

  • «Al pane», disse Renzo, ad alta voce e ridendo, «ci ha pensato la provvidenza.» E tirato fuori il terzo e ultimo di que' pani raccolti sotto la croce di san Dionigi, l'alzò gridando: «ecco il pane della provvidenza!»
  • Costui [il gran cancelliere Antonio Ferrer] vide, e chi non l'avrebbe veduto? che l'essere il pane a un prezzo giusto, è per sé una cosa molto desiderabile; e pensò, e qui fu lo sbaglio, che un suo ordine potesse bastare a produrla. Fissò la meta (così chiamano qui la tariffa in materia di commestibili), fissò la meta del pane al prezzo che sarebbe stato il giusto, se il grano si fosse comunemente venduto a trentatré lire il moggio: e si vendeva fino ad ottanta.
  • «Queste cose,» disse [fra' Cristoforo], «non fanno più per me; ma non sarà mai ch'io rifiuti i suoi doni. Io sto per mettermi in viaggio: si degni di farmi portare un pane, perché io possa dire di aver goduto la sua carità, d'aver mangiato il suo pane, e avuto un segno del suo perdono».

Proverbi[modifica]

Bonifacini[modifica]

  • U povéru meschin quandu gh'à u pan, nun gh'à vin.

Italiani[modifica]

  • A pane di quindici giorni fame di tre settimane.
  • Chi digiuna e altro ben non fa, avanza il pane e a casa del diavolo va.
  • Chi vuol pane meni letame.
  • Col pane tutti i guai sono dolci.
  • È meglio il pane nero che dura, del bianco che finisce.
  • Il pane è il miglior nutrimento.
  • La speranza è il pane dei poveri.
  • Pan bollito in un salto è già smaltito.
  • Pan di figliuoli, pene e duoli.
  • Pan di grano, saltami in mano.
  • Pan di miglio non vuol consiglio.
  • Pane caldo e acqua fredda non furon mai buon pasto.
  • Pane con gli occhi, formaggio senza occhi e vino che salta agli occhi.
  • Pane di fratello, pane e coltello.
  • Pane di grano sta poco in mano, pane di mistura invece dura.
  • Pane di marito, pane ardito.
  • Pane di sudore ha gran sapore.
  • Pane e acqua vita da gatta, acqua e pane vita da cane.
  • Pane e coltello non empie il budello.
  • Pane e formaggio è una buona colazione

Marchigiani[modifica]

  • C'hai lo pà e le legne? Lassa che négne.
  • Chi c'ha lu pà n'c'ha li denti.
  • Chi ha i dent, 'en c'ha 'l pan; chi ha 'l sacc, 'en c'ha 'l gran.

Napoletani[modifica]

  • 'O pane d' 'a franchezza è senza sale.

Piemontesi[modifica]

  • Pan amprësta a l'é sempre dur.
  • Pan e noss, mangé da sposs, noss e pan, mangé da can.
  • Sota l'aqua fam e sota la fiòca pan.
  • Tuti a dàn ëd pan, ma nen come la mare.

Toscani[modifica]

  • A mezzo gennaio, mezzo pane e mezzo pagliaio.
  • A Natale, mezzo pane, a Pasqua, mezzo vino.
  • Casa mia, donna mia, pane e aglio, vita mia.
  • Chi ara da sera a mane, d'ogni solco perde un pane.
  • Chi ha denti, non ha pane; e chi ha pane, non ha denti.
  • Chi ha del pan da tirar via, tenga l'opre e non ci stia.
  • Chi semina buon grano, ha poi buon pane; chi semina il lupino, non ha né pan né vino.
  • Dove sta un pane, può stare una parola.
  • Formaggio, pane e pere, è pasto di cavaliere.
  • Il pan di casa stufa.
  • Il villano venderà il podere, per mangiare cacio, pane e pere.
  • La buona compagnia è mezzo pane.
  • Lupo affamato, mangia pan muffato.
  • Noci e pane, pasto da villano; pane e noci, pasto da spose.
  • Non dar del pane al cane ogni volta che dimena la coda.
  • Ogni domane porta il suo pane.
  • Pan d'un giorno, vin d'un anno.
  • Pane, noce e fichi secchi, ne mangerei parecchi.
  • Per Santa Croce, pane e noce.
  • Più vale un pan con amore che un cappone con dolore.
  • Poca uva, molto vino; poco grano, manco pane.

Modi di dire[modifica]

Essere più lunghi di una giornata senza pane.
  • Pane finché dura, ma vino a misura.
  • Tutti i mestieri danno il pane.
  • Tutti i guai son guai, ma il guaio senza pane è il più grosso.

Bibliografia[modifica]

  • Annarosa Selene, Dizionario dei proverbi, Pan libri, 2004. ISBN 8872171903

Altri progetti[modifica]