Niki Lauda

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Niki Lauda nel 1973

Andreas Nikolaus "Niki" Lauda (1949 – 2019), pilota automobilistico austriaco.

Citazioni di Niki Lauda[modifica]

  • [Ayrton Senna] È stato il miglior pilota che sia mai vissuto.
He was the best driver who ever lived.[1]
  • L'ambiguità appartiene alla Ferrari come il motore a dodici cilindri.[2]
  • La cosa più importante per capire come va una macchina è il culo.[2]
  • Pensando positivo e vivendo sempre fino in fondo tutte le esperienze, Clay Regazzoni mi ha insegnato ad amare la vita. Il gusto della vita l'ho imparato proprio da Clay, e dopo il mio incidente il suo insegnamento è stato ancora più prezioso. Perché se c'era un talento di Clay superiore agli altri questo era il suo pensare positivo.[3]
  • Preferisco avere il mio piede destro che un bel viso.[4]
  • Rispetto gli altri team di F1 la casa di Maranello sembrava la Nasa, con quella pista pazzesca controllata centimetro per centimetro dalla Tv a circuito chiuso che consentiva a Enzo Ferrari (grazie a 10 telecamere fisse) di osservare, registrare e rivedere mille volte il comportamento di pilota e macchina in ogni metro della pista rimanendo comodamente seduto in poltrona.[5]
  • Quando ce la fai sono tutti con te, quando perdi li hai tutti contro. In mezzo non c'è niente.[6]
  • Una curva appartiene a chi vi accede per primo.[7]

Citazioni su Niki Lauda[modifica]

  • Niki è stato anche un grande campione fuori dal circuito, un uomo diretto e sincero, un amico leale. Anche duro nel dire le cose con la massima trasparenza. [...] Lo ricordano come un 'computer'? Era un ragazzo di grandissima sensibilità. Ha sempre lavorato nei dettagli [...]. Gli piaceva ridere e divertirsi, ma sempre con un fondo di serietà. (Luca Cordero di Montezemolo)
  • Lauda è peggio di Giuda. Si è venduto alla concorrenza per trenta salami. (Enzo Ferrari)
  • Lauda usciva da ogni racconto come un gigante, non tanto per le sue evidenti qualità di pilota e poi di manager quanto per quell'indipendenza di pensiero che è sempre stata la sua cifra originale. È sempre bello, anche perché raro, scoprire che un tuo idolo d'infanzia è anche una persona degna di essere ammirata a 360 gradi. (Paolo Condò)
  • Quando Lauda tornò in pista dopo 42 giorni [dall'incidente del Nürburgring in cui rischiò la vita] pensai che era nella sua indole, noi correvamo per passione. (Arturo Merzario)

Note[modifica]

  1. (EN) Citato in The Last Ride, Sports Illustrated.com, 9 maggio 1994.
  2. a b Citato in Palla lunga e pedalare, p. 52.
  3. Citato in Clay Regazzoni, I sessant'anni Ferrari, Repubblica.it.
  4. Citato in Palla lunga e pedalare, p. 50.
  5. Citato in Nel 1972 una svolta: nasce la pista di Fiorano, I sessant'anni Ferrari, 11a puntata, Repubblica.it.
  6. Citato in Palla lunga e pedalare, p. 100.
  7. Citato in Palla lunga e pedalare, p. 51.

Bibliografia[modifica]

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]