Aquaman (film)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Justice League

Immagine Aisha Tyler, Jason Momoa, Amber Heard, Nicole Kidman, Patrick Wilson, Yahya Abdul-Mateen II & James Wan (43723293462).jpg.
Titolo originale

Aquaman

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2018
Genere azione, fantascienza, avventura, fantastico
Regia James Wan
Soggetto dai fumetti di Mort Weisinger e Paul Norris
storia di Geoff Johns, James Wan e Will Beall
Sceneggiatura David Leslie Johnson-McGoldrick, Will Beall
Produttore Peter Safran
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Aquaman, film statunitense del 2018 con Jason Momoa, regia di James Wan.

Incipit[modifica]

Jules Verne ha scritto: "Mettete due navi in mare aperto senza vento né marea e si incontreranno." Così si incontrarono i miei [Thomas Curry e la regina Atlanna]. Come due navi destinate a unirsi. (Arthur Curry) [voce fuori campo]

Frasi[modifica]

  • [Voce fuori campo] Erano di mondi diversi. Ma la vita, come il mare, trova il modo di unire le persone. (Arthur Curry)
  • [Voce fuori campo] Era fuggita da un matrimonio combinato. Lasciando tutto il suo mondo. Ma con mio padre, al faro, trovò qualcosa di inaspettato. E mio padre... trovò l'amore della vita. (Arthur Curry)
  • [Voce fuori campo] Ma la memoria di Atlantide è lunga... E il re non volle lasciarla andare. (Arthur Curry)
  • [Voce fuori campo] I loro mondi non erano fatti per unirsi e io ero nato da un amore che non doveva essere. (Arthur Curry)
  • [Riferito ad Aquaman] Quello non è un uomo! (David Kane)
  • [Ultime parole a David] Vai! (Jesse Kane)
  • [In un'antica registrazione] In questo Tridente risiede il potere di Atlantide. In mani sbagliate porterebbe solo distruzione, ma in quelle del vero erede al trono riunirebbe tutti i regni, superficie e abissi. Se cerchi il mio potere, devi dimostrare il tuo valore. Viaggia oltre il confine del mondo fino al Mare Nascosto. Cerca dentro la bottiglia il cammino tracciato. Solo nelle mani del vero Re egli potrà vedere. (Re Atlan)
  • [Rivolto ad Aquaman] "L'orrore aspetta e sogno nel profondo, e il marciume si sparge nelle fragili città degli uomini."! (Black Manta)
  • [Rivolto ad Aquaman] Pensavi di potermi sfuggire?! (Black Manta)
  • [Rivolto a Black Manta] Ti avevo detto di non farne un'abitudine! (Aquaman)
  • [A una signora anziana, dopo aver colpito Black Manta con un tavolo che lo spolverava] Dopo l'aggiusto. (Arthur Curry)
  • [Rivolto ad Aquaman] Avrò per te la stessa pietà che hai avuto per mio padre! E ti sventrerò come il pesce che sei! (Black Manta)
  • [Ad Aquaman] L'unico... vero... re. (Atlanna)
  • [Riferito orgogliosamente ad Aquaman] Il vero re. (Nuidis Vulko)
  • [Agli Atlantidei] All'attaccooooo!!! (Ocean Master)
  • [Mentre combatte Ocean Master] Cedi il trono! Cedilo! (Aquaman)
  • [Voce fuori campo] Mio padre era un guardiano del faro. Mia madre era una regina. Non avrebbero dovuto incontrarsi... ma il loro amore ha salvato il mondo. Hanno fatto di me quello che sono: un figlio della terra, un re dei mari. Sono il difensore degli abissi. Io sono... Aquaman! (Arthur Curry)

Dialoghi[modifica]

  • David Kane: Ho aspettato a lungo questo momento! [iniziano a combattersi]
    Aquaman: Dovrai sapere chi sei?
    David Kane: Io faccio razzie in mare aperto! Tu sei Aquaman! Era destino che ci incontrassimo!
    Aquaman: Non facciamo un'abitudine. Sta' su!
  • David Kane: Papà! [rivolto ad Aquaman] Aspetta! Aiutami, è intrappolato! Non puoi abbandonarlo!!! Ti prego!!
    Aquaman: Avete ucciso delle persone innocenti! Dovete chiedere pietà al mare!
  • Re Nereus: Re Orm.
    Re Orm: Re Nereus.
    Re Nereus: Hai scelto un posto troppo vicino alla superficie, per i miei gusti.
    Re Orm: Non hai riconosciuto il Consiglio dei Re? I tempi di Atlan, quando i Sette Regni erano uniti, i nostri si incontravano qui. Atlantide sedeva a capotavola. Xebel, come sempre, al suo fianco. I Brine. I Pescatori. I Desertidi e i Trench non erano ancora caduti. La Nazione Perduta non si ancora dissolta. Insieme, erano il più grande impero che il mondo avesse visto. E ora siedo sul trono di Atlan, incatenato a leggi arcaiche e politica, mentre su di noi incombe una terribile minaccia...
    Re Nereus: La violenza ha sempre afflitto la superficie. Si distruggeranno da soli.
    Re Orm: Non senza aver distrutto prima noi. Ci siamo nascosti abbastanza a lungo. È giunto il momento che Atlantide torni agli antichi fasti.
    Nuidis Vulko: Noi ti onoriamo, re Nereus, invitando a Xebel a essere il primo regno a unirsi all'alleanza di re Orm.
    Re Nereus: Come se aveste scelta, Vulko. Per legge, servono quattro dei Sette Regni per attaccare la superficie. La Nazione Perduta e i Desertidi sono estinti. I Trench non sono che animali! I Brine non accetteranno e i Pescatori sono vigliacchi! Senza il mio aiuto e quello del mio esercito, il tuo piano è inattuabile. Ma io so cosa vuoi davvero. Una volta ottenuto il giuramento dei quattro regni, tu verrai nominato... Ocean Master.
    Re Orm: È solamente un titolo.
    Re Nereus: Non sono uno stolto, re Orm. Come Ocean Master sarai a capo della più grande potenza militare del pianeta!
    Re Orm: Sono la scelta più ovvia per guidarla.
    Re Nereus: Davvero? E tutte quelle voci che parlano di un altro? Un atlantideo che vive in superficie [Aquaman]? Uno di sangue reale. Tu siedi sul trono di Atlantide, ma il tuo diritto è debole. Come puoi sperare di unire l'impero?!
    Re Orm: Il bastardo di mia madre non è neanche mai stato ad Atlantide. Lui è fedele alla superficie!
  • Re Orm: Io non voglio scatenare una guerra. La guerra è già cominciata.
    Re Nereus: Allora mandiamo un messaggio che venga ascoltato! [Vulko comincia essere preoccupato]
  • Ocean Master: Quel sottomarino quasi non era operativo, ma ha raggiunto il suo scopo.
    Black Manta [riferito all'odiato Aquaman]: Uno della vostra specie è intervenuto!
    Ocean Master: Non è uno dei nostri.
    Black Manta: Ha ucciso mio padre!
    Ocean Master: Questa transazione è conclusa. [un soldato Atlantideo gli dà i loro soldi]
    Black Manta: Tieniti i soldi! Io voglio Aquaman! [l'ologramma acquatica di re Orm si spegne e i soldati Atlantidei se ne vanno]
  • Ocean Master: Quaggiù, abbiamo una leggenda che riguarda il Karathen, un antico mostro marino, così potente che perfino re Atlan lo temeva. Così lo imprigionò nelle profondità dell'oceano. E in quell'abisso la creatura trascorre il tempo in attesa di risorgere. Atlantide è rimasta ad aspettare... Ora la bestia si è risvegliata.
    Aquaman: Sai, c'è stato un tempo... in cui volevo tantissimo conoscerti. Il mio fratello minore. Per dirti che non eri solo, che eravamo insieme. Se solo avessi saputo che coglione sei diventato.
    Ocean Master: È colpa tua se hanno giustiziato nostra madre. E io ti ho sempre odiato per questo. Però non voglio ucciderti, Arthur. Ti darò un'ultima possibilità. Vattene a casa. E non tornare mai più ad Atlantide. Non vincerai questa battaglia. La guerra arriverà in superficie, che ti piaccia o no, e io porterò l'ira dei Sette Mari insieme a me.
    Aquaman: Sai che non posso permetterlo.
    Ocean Master: Lo so. [si sentono i suoni la fuori nell'arena del Cerchio di Fuoco]
    Aquaman: Che cos'è quello?
    Ocean Master: Il Cerchio di Fuoco!
  • Ocean Master: Sei stato sconfitto, perché le tue armi erano inadeguate. Con queste non succederà. È un prototipo per la prossima generazione di soldati Atlantidei. La vendetta è una cosa comprensibile, per noi. Guiderai i miei migliori commando come tuo esercito personale per eliminare l'abominio del mezzosangue. Io non posso toccarlo, ma tu si. È scappato nel tuo mondo. Uccidi lui e la donna che è con lui e ti ricompenserò.
    Black Manta: La mia ricompensa è ucciderlo.
    Ocean Master: Il mio gioiello in fase sperimentale. Converte l'acqua in raggi di plasma energizzato.
  • Aquaman: Bene, sembra sia in cima alla collina. È un vecchio castello.
    Mera: E io ho capito una cosa molto interessante! Pinocchio! Abbiamo rischiato la vita perché ti sei fidato di un libro per bambini?
    Aquaman [ironico]: Dai! È un libro? [ridacchiando] Ma pensa un po'! Oh! Io ho visto il film. Andiamo!
  • Aquaman: Chi diavolo sei?
    Black Manta: Forse questa ti rinfrescherà la memoria!
  • Aquaman: Sei quello del sottomarino.
    Black Manta: Esatto! Ma ora ho l'acciaio atlantideo! Chiamami Black Manta!
  • Black Manta: Non puoi scappare! Mi devi del sangue!
    Aquaman: Come mi hai trovato?
    Black Manta [riferito a Mera]: La tua amica conosce persone a cui piace tenerla sotto controllo!
  • Mera: Erano i commando d'élite di Orm. Ma l'uomo che li comandava non era Atlantideo [riferita a David Kane, alias Black Manta]. Non l'ho mai visto prima.
    Aquaman: Sì, io sì. Lui e suo padre erano pirati. E lui mi accusa della morte del padre.
    Mera: Hanno scelto un mestiere pericoloso. Non è colpa tua.
    Aquaman: Io non la vedo così. Dipendeva da me e l'ho lasciato morire. Avrei potuto salvarlo. E adesso mi è nemico. Se ti avesse ferito. Sarebbe stata colpa mia.
    Mera: È tutto passato, ora.
  • Karathen: Questo non è un luogo per te. Io custodisco il Tridente contro i falsi re fin dal principio e per mille anni ho visto i più grandi campioni provare e fallire... ma non ho mai visto nessuno indegno quanto te! Tu... osi venire qui col tuo sangue contaminato di bastardo per rivendicare il più grande tesoro di Atlantide?! [Aquaman lo attacca offeso, ma il Karathen si difende e lo colpisce] Così sia, mezzosangue! [mentre il Karathen continua a colpire, Aquaman cerca senza riuscirci di raggiungere e prendere il potente Tridente di re Atlan] Tu ti ritenevi degno? Pensavi di essere un re?! Tu disonori questo luogo con la tua presenza! [cerca di colpire Aquaman di nuovo]
    Aquaman [lo ferma con i suoi poteri]: Ferma! Hai ragione, sono un mezzosangue bastardo... ma non sono venuto qui perché mi ritengo degno. So di non esserlo.
    Karathen: Tu... riesci a capirmi?
    Aquaman: Sì, è così.
    Karathen: Nessun mortale ha conversato con me dopo Re Atlan. Chi sei tu?
    Aquaman: Non sono nessuno. Sono venuto perché non avevo altra scelta. Per salvare il mio mondo e le persone che amo. Sono venuto perché il Tridente è la loro unica speranza, e se questo non basta... allora va' al diavolo!
    Karathen: Nessun uomo ha mai liberato il Tridente dalla stretta di Atlan. Se dovesse ritenerti indegno... ebbene, io non gozzoviglio da eoni e ho... molta fame!
  • Re Nereus: Ricorda, i Brine sono potenti e selvaggi, ma un assalto mirato al loro capo ribalterà la situazione. Sconfiggi il re dei Brine e comanderai la più potenza militare del pianeta.
    Ocean Master: Oggi uniamo i regni! Domani... devasteremo la superficie!! Risorgi, Atlantide!!!
  • Re Nereus: No!! Ci serve!
    Ocean Master: Unisciti a me o muori!
    Re dei Brine: E pretendi che io ti chiami "Vostra altezza"?!
    Ocean Master: Non "Vostra altezza"! Chiamami... Ocean Master!
    Re dei Brine: Puoi prenderti il mio esercito, lumaca molliccia! Ma tu non mi avrai mai come alleato!!!
    Ocean Master: Allora muori!
  • Re Nereus [rivolto ai soldati Atlantidei che attaccavano sua figlia Mera]: Fermi! Fatela passare!
    Mera: Ti prego, padre! Ha il Tridente! So che consideri necessaria questa guerra, ma Arthur è re per la nostra legge più sacra. E se non rendi onore a questo, l'Atlantide per cui ti batti è già morta!
    Atlantideo: È vero! Il mezzosangue ha il Tridente di Atlan! Comanda il mare!
    Re Nereus: Allora il mezzosangue è il re!
  • Ocean Master: Quel Tridente non cambia ciò che sei! Un bastardo mezzosangue! Atlantide non ti accetterà mai come suo re!
    Aquaman: E con il sangue versato... gli dei ci mostrino la loro volontà! [iniziano a combattere]
  • Ocean Master [dopo essere stato sconfitto da Aquaman, che gli punta il Tridente alla gola]: Finiscimi!
    Aquaman: Cedi il trono!
    Ocean Master: La pietà non ci appartiene!
    Aquaman: Forse non l'hai notato, fratello... ma non sono uno di voi!
    Ocean Master: Fallo! [si toglie il casco] Uccidimi!
    Atlanna: No! Avete già ucciso abbastanza.
    Ocean Master [molto sorpreso e confuso]: Madre?
    Atlanna: Oh, figlio mio. [si abbracciano]
    Mera [a Vulko, molto stupito]: È una lunga storia. Poi te la racconto. Andiamo!
    Ocean Master: Non capisco... pensavamo che...
    Atlanna: Lo so. Arthur mi ha salvata.
    Ocean Master: Tu sei con lui?
    Atlanna: Sì... siete entrambi miei figli e vi amo tantissimo, tutti e due... ma tu sei stato fuorviato. Tuo padre ti ha insegnato che esistano due mondi: si sbagliava. La terra e il mare sono... una cosa sola. [arrivano Vulko e i soldati Atlantidei]
    Nuidis Vulko [inginocchiandosi]: Mia regina.
    Atlanna: Vulko...
    Nuidis Vulko: Prendetelo, ma... fate in modo che possa vedere.
    Aquaman[ad Orm]: Quando sarai pronto... parleremo. [Orm viene portato via dai soldati]
    Mera: Popolo di Atlantide, che questo giorno iniziato nel sangue finisca nella gioia! Acclamate re Arthur di Atlantide!
    Re Nereus: Viva il re!
    Tutti [in coro]: Viva il re! Viva il re! Viva il re!
    Aquaman: E adesso che cosa faccio?
    Mera: Il loro re.
    Aquaman [ridacchiando ironicamente dalla gioia]: Oooh, allora ci sarà da divertirsi!

Explicit[modifica]

[Nella scena finale dopo i titolo di coda]
Black Manta: Io non lo farei, se fossi in te.
Stephen Shin [dopo averlo aggiustato il casco di Black Manta, si schianta per un soffio, quando un raggio laser colpisce un'aquario]: È tecnologia Atlantidea, vero? Può dirmi come l'ha avuta?
Black Manta: Certo. Ma prima... devi dirmi come faccio trovare lui! [punta il suo pugnale dritto furiosamente il pezzo del giornale tagliato, scritto "Chi è Aquaman?", riferendo proprio al suo peggior nemico]

Altri progetti[modifica]