Il Trono di Spade (settima stagione)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

1leftarrow blue.svgVoce principale: Il Trono di Spade.

Il Trono di Spade, settima stagione.

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

Episodio 1, Roccia del Drago[modifica]

  • Avete ucciso una donna con in grembo il suo bambino, sgozzato una madre di cinque figli, trucidato i vostri ospiti dopo aver invitati a stare sotto il vostro tetto. Ma non è vero che avete massacrato fino all'ultimo Stark... No, no... È stato questo il vostro errore. Avreste dovuto estirparli tutti, radici e tronco. Lasciate un solo lupo vivo e le pecore non saranno al sicuro. (Arya)

Episodio 2, Nata dalla tempesta[modifica]

  • [A Daenerys] Se le grandi casate appoggiano le tue rivendicazioni contro Cersei, hai vinto. (Tyron)

Episodio 3, La giustizia della Regina[modifica]

  • Tyron: Prima o poi dovrai spiegarmi come ha fatto una recluta dei Guardiani a diventare Re del Nord.
    Jon: Se tu mi dici come ha fatto un Lannister a diventare Primo Cavaliere di una Targaryen.
    Tyron: È una storia lunga e sanguinosa, che ho vissuto per lo più da ubriaco.

Episodio 4, Spoglie di guerra[modifica]

  • Poi pensa alle spese: più possiedi e più sono alte. (Jamie)

Episodio 5, Forte orientale[modifica]

  • Ascoltami bene: finché non mi avrai pagato, nessun drago ti ucciderà e neanche tu ti ucciderai, solo io posso ucciderti. (Bronn)
  • Come diceva mio padre, meglio essere codardi per un minuto, che morto per il resto della vita. (Davos)

Episodio 6, Oltre la barriera[modifica]

  • Erano le regole, non io, ad essere sbagliate. (Arya)
  • Allora perché servire un Dio se nessuno sa cosa voglia? (Jon)
  • Non voglio che tu sia un eroe: gli eroi fanno cose stupide, quindi in genere muoiono. (Danaerys)

Altri progetti[modifica]