Il Trono di Spade

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Il Trono di Spade

Serie TV

Immagine Game of Thrones 2011 logo.svg.
Titolo originale

Game of Thrones

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America
Anno

2011 – 2019

Genere avventura, fantastico, drammatico
Stagioni 8
Episodi 73
Ideatore David Benioff
D.B. Weiss
Soggetto George R. R. Martin (romanzi)
Sceneggiatura David Benioff
D.B. Weiss
Bryan Cogman
George R. R. Martin (st. 1-4)
Vanessa Taylor (st. 2-3)
Jane Espenson (st. 1)
Dave Hill (st. 5)
Rete televisiva HBO
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Il Trono di Spade, serie televisiva statunitense del 2011.

Stagioni[modifica]

Citazioni su Il Trono di Spade[modifica]

  • E ha tutto senso, perché questo è uno spettacolo per adulti scritto da persone adulte. Se volessimo essere politicamente corretti lo show sarebbe normalizzato e di conseguenza lo sarebbero i personaggi stessi, ma non è possibile, perché nessuno di loro è bianco o nero, buono o cattivo. Al contrario, sono tutti caratteri ambigui, i cui sentimenti oscillano continuamente, immersi in un Medio Evo fantastico assolutamente folle. La violenza è efferata e disgustosa in Game of Thrones perché è l'essenza stessa della violenza, non si vuole edulcorare. (Liam Cunningham)

Sibel Kekilli[modifica]

  • Ho fatto l'audizione prima che avesse inizio la prima stagione. Nessuno sapeva nulla di questa serie HBO, tranne che era tratta da un romanzo di George R.R. Martin. Mi chiesero di fare una self-tape da mandare agli showrunner. Adesso le self-tape sono all'ordine del giorno, ma non mi piaceva l'idea di guadagnarmi il ruolo così. Mi sono pagata il biglietto e sono andata a Londra di persona. Finito il provino, dissi al mio agente che ero convinta di non averlo passato, ma lui mi disse invece che volevano proprio me. Io gli dissi che non volevo farlo. E così Daniel e David (Brett Weiss e Benioff, gli showrunner della serie) mi scrissero una mail in cui mi pregavano di accettare. Di solito, i produttori — quando rifiuti un ruolo — passano al candidato successivo. Il fatto che volessero proprio me e che abbiano fatto di tutto per convincermi mi ha colpita al punto da farmi cambiare idea.
  • La gente mi ha detto più volte "No, ma le donne in Game of Thrones non sono così forti", ma non è vero. Non è assolutamente vero. È l'opposto! Fin dall'inizio le donne di Game of Thrones sono state fortissime e nel corso della serie crescono ancora di più.
  • Sinceramente avevo una carriera prima di Game of Thrones e ce l'ho anche dopo Game of Thrones, ma è anche vero che entrare in Game of Thrones è stata una vera lotteria per me. Improvvisamente incominci a diventare internazionale, esci dalla tua piccola bolla. Sarò sincera, in quegli anni sono stata felice ogni singolo istante, ma non tanto per il successo della serie o per l'essere diventata famosa, quanto per l'atmosfera sul set. A cominciare dagli showrunner arrivando agli attori, tutto su quel set era speciale, magico. Davvero, fin dall'inizio è stato per come stare in famiglia.

Altri progetti[modifica]