Pianto

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Citazioni sul pianto.

Bimbo che piange
  • Anche il pianto ha una certa voluttà. (Ovidio)
  • Beati voi che ora piangete, perché riderete. (Gesù)
Beati quelli che piangono, perché saranno consolati. (Discorso della Montagna)
  • Ben areste cagion di pianger sempre, | se il pianto vi recasse alcun rimedio; | ma se v'annoia più, meglio è lasciarlo. (Gian Giorgio Trissino)
  • Di fronte alla morte non si può non piangere... Il pianto è la sofferenza di fronte a un autentico male e quale è più autentico della morte? (Giovanni Reale)
  • Ho cominciato a piangere per gioco, e poi ho creduto che fosse il mio destino. (Alda Merini)
  • Ier piansi del mio lume i vivi rai | Spariti a me per mio sinistro fato; | Oggi piango il suo cor già dilungato | Da me, ch'abbandonar non dovea mai. (Angelo di Costanzo)
  • Il piangere si addice solo o ai seduttori che vogliono conquistare con le frasi l'incauta vanità delle donne, o ai sognatori. (Ivan Aleksandrovič Gončarov)
  • Il pianto offusca le proprie colpe e permette di accusare, senz'obbiezioni, il destino. (Italo Svevo)
  • Il pianto riesce a rendere spaventosa anche una bella donna. Se poi è brutta, diventerà addirittura repellente. (William Somerset Maugham)
  • Io non amo le lagrime, ma penso che peggio di tutto è non poter piangere: meglio piangere, ancor meglio aver voglia di piangere e trattenersi. (Lev Tolstoj)
  • La disgrazia di non piangere è una delle più crudeli ne' sommi dolori. (Silvio Pellico)
  • Misera me! sollievo a me non resta | altro che il pianto; ed il pianto è delitto. (Vittorio Alfieri)
  • Piangere a un'armonia, è sorridere agli angioli. (Ambrogio Bazzero)
  • Per pianto la mia carne si distilla, | sì come al sol la neve, | o com'al vento si disfà la nebbia, né so che far mi debbia. | Or pensate al mio mal qual esser deve. (Jacopo Sannazaro)
  • Rallegratevi con quelli che sono nella gioia, piangete con quelli che sono nel pianto. (Paolo di Tarso)
  • Riso è segno di piacere, pianto è segno di dolore; generalmente va cosi, ma poi, oh quanta varietà! Piangiamo anche di troppa gioia, che fa groppo al cuore; ridiamo di dolore, chi gode ad affrontarlo. E lo scetticismo ha un ridere o un piangere suoi proprj: piangono certuni, perché l'uomo spera virtù o felicità, ed è sempre (dicono) vizioso e infelice; ridono altri, dacché l'uomo pigli sul serio la vanità della vita. Il contrasto della speranza co' fatti pare o ridicolo o lacrimoso; chi sorride alla nobiltà dell'uomo com'a'vanti di nobile spiantato, e chi piange quasi a' delirj di pazzo che credasi re. (Augusto Conti)
  • Sappi – e forse lo sai, nel camposanto – | la bimba dalle lunghe anella d'oro, | e l'altra che fu l'ultimo tuo pianto, | sappi ch'io le raccolsi e che le adoro. (Giovanni Pascoli)

Proverbi[modifica]

Ercolani[modifica]

  • La fèmmana chiangi ti nnu uècchiu, e riti ti l'atru.
La donna piange da un occhio, e ride dall'altro.

Italiani[modifica]

  • A faccia piangente non occorre preghiera.
  • A piangere non si cava un ragno dal buco.
  • Chi piange il morto, invano s'affatica.
  • Chi piange per tutto e per tutti, finisce col perdere gli occhi.
  • Chi vuol piangere non ha bisogno di spettatori.
  • Dove non c'è rimedio, il pianto è vano.
  • Gli occhi piangono il presente, e il cuore va cercando l'avvenire.
  • Il bambino piange per il suo bene, il vecchio per il suo male.
  • Il piangere alleggerisce il dolore.
  • Il pianto è inutile con animi insensibili.
  • La fine del riso è il pianto.
  • Le lacrime che un fanciullo fa piangere alla madre, lui solo può asciugarle.
  • Le ragazze piangono con un occhio, le sposate con due, le vedove con tre, le monache con quattro.
  • Né nozze senza canto, né mortorio senza pianto.
  • Nel vino si fanno gli amici, nel pianto si provano.
  • Niente si asciuga così presto come le lacrime.
  • Non bisogna piangere, ma rimediare al male.
  • Occhi piangenti, occhi eloquenti.
  • Oggi in canto, domani in pianto.
  • Piangendo incomincia la vita dell'uomo, piangendo continua, e piangendo finisce.
  • Pianto per morto, pianto corto.
  • Piccolo il dolor, quando permette il pianto.
  • Spesso piangono i figli per la colpa del padre.
  • Tre cose fanno piangere gli occhi: fumo, cipolla e mala femmina.
  • Tutti si nasce piangendo e nessuno muore ridendo.

Toscani[modifica]

  • Chi mi vuol bene mi lascia piangendo, e chi vuol male mi lascia ridendo.
  • Il piangere puzza a' morti e fa male a' vivi.
  • Lagrime di donna, fontana di malizia.
  • Le ragazze piangono con un occhio, le maritate con due, e le monache con quattro.

Bibliografia[modifica]

  • Annarosa Selene, Dizionario dei proverbi, Pan libri, 2004. ISBN 8872171903

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]