Andrea Emo

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Andrea Emo Capodilista (1901 –1983), filosofo italiano.

Citazioni di Emo[modifica]

  • Il pensiero è maschile, il sentimento è femminile.[1]
  • Il timido è un animo gentile che dà tanta importanza agli altri, non si ritiene degno di esistere e si vergogna di sé stesso.[2]

Quaderni di metafisica[modifica]

  • Ho passato la vita inseguendo le Chimere e me ne congratulo, non vi è nulla di più interessante, piacevole e degno. La caccia alle Chimere è la più bella e la più esaltante delle cacce.[3]
  • L'aforisma pretende di spiegare tutto senza creare nulla sul già costruito, lo sfrutta e non vi apporta nulla di suo – salvo forse il sorridere malcontento del mondo presente, la malinconia, nostalgia di un mondo futuro. (q. 7, 1929, p. 90)
  • Un pensiero in sé perfetto non esiste; un pensiero è perfetto solo nella serie innumerabile dei pensieri che nascono da esso; appunto perché ogni pensiero è infinito. (q. 27, 1934, p. 195)
  • Credere in Dio è credere nel nulla. (q. 105, 1949, p. 477)

Note[modifica]

  1. Citato in Marcello Veneziani, Imperdonabili, Venezia, 2017, p. 477, ISBN 978-88-317-2858-4
  2. Citato in Marcello Veneziani, Imperdonabili, Venezia, 2017, p. 479, ISBN 978-88-317-2858-4
  3. Citato in: Marcello Veneziani, Alla luce del mito, Marsilio editori, 2017, p. 58, ISBN 978-88-317-2639-9

Bibliografia[modifica]

  • Andrea Emo, Quaderni di metafisica. 1927-1981, a cura di Massimo Donà e Romano Gasparotti, Bompiani, 2006.

Altri progetti[modifica]