Giornale

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
(Reindirizzamento da Giornali)
Newspaper Cover.svg

Citazioni sui giornali.

  • Buoni giornali e pochi (giacché il buono non può mai esser molto) sono la manna di una nazione. (Vincenzo Gioberti)
  • I giornali italiani non sono tanto dannosi quanto irrilevanti. (Massimo D'Alema)
  • I giornali sono le ferrovie della menzogna. (Jules Amédée Barbey d'Aurevilly)
  • I giornali sono un brutto vizio. Sono l'equivalente, in campo letterario, delle tavole calde in campo gastronomico. (John Irving)
  • I più pericolosi animali da preda della civiltà: le grandi bobine di carta da giornale. (Joseph Roth)
  • Il confronto con i giornali stranieri è umiliante. Quelli si occupano di cose serie mentre da noi si stampano solo cazzate. (Massimo D'Alema)
  • Il giornale è il pascolo dei minchioni. (proverbio italiano)
  • Il giornale è la vita. Noi viviamo attraverso le vite degli altri. Smettere di fare i giornali equivarrebbe a smettere di vivere. (Vittorio Feltri)
  • Il giornale è un libro diminuito, come il libro è un giornale ampliato. (Vincenzo Gioberti)
  • Improntare il giornale a ottimismo, fiducia e sicurezza nell'avvenire. Eliminare le notizie allarmistiche, pessimistiche e deprimenti. (Benito Mussolini)
  • Io del giornale leggo sempre i necrologi e i cinema. Se è morto qualcuno che conosco vado al funerale. Se no vado al cinema. (Walter Valdi)
  • La nazione ha quello che merita, e se egli sequestra ogni dì un giornale liberale in nome dell' ordine, e lascia passare impuniti i volumi della Biblioteca nuovissima, galante e dilettevole, illustrata in nome della libertà, non bisogna pigliarsela con lui che sa conciliare con tanta machiavellica arguzia i due termini opposti del suo programma «ordine e libertà», sibbene colla nazione che se ne accontenta e batte le mani. (Giuseppe Guerzoni)
  • La preghiera del mattino dell'uomo moderno è la lettura del giornale. Ci permette di situarci quotidianamente nel nostro mondo storico. (Georg Wilhelm Friedrich Hegel)
  • Le due grandi armi impiegate dai partiti per riuscire sono i giornali e le associazioni. (Alexis de Tocqueville)
  • Leggo avidamente il giornale. È la mia unica fonte di continua finzione letteraria. (Aneurin Bevan)
  • Leone Tolstoj ripeteva spesso che per conoscere davvero un paese bisognava visitarne le prigioni: noi sosteniamo invece che è sufficiente (e più agevole) scorrerne i quotidiani. (Paolo Pavolini)
  • Mai credere né agli specchi né ai giornali. (John Osborne)
  • Nei grandi giornali di oggi, che non possono farne a meno, chi comanda non è più nemmeno il direttore: è l'ufficio marketing. (Indro Montanelli)
  • Nel giornale si trova tutto. Basta leggerlo con sufficiente odio. (Elias Canetti)
  • Nessun uomo conosce il significato di una QUALSIASI cosa pubblicata in un qualsiasi giornale se non conosce quali interessi controllano il giornale. (Ezra Pound)
  • Ormai è consenso comune che il popolo italiano non legge i giornali, li ripassa; ch'egli non sa che farne degli articoli di fondo, poiché gli basta il notiziario. (Giuseppe Guerzoni)
  • Quei bordelli del pensiero che si chiamano giornali. (Honoré de Balzac)
  • Tutti i giornalisti dovrebbero essere portati al macero, insieme ai loro giornali! (Sabrina)
  • Una ragazza delle medie una volta mi scrisse: perché sui giornali si parla solo delle cose che succedono e mai della vita? Anche la vita succede. (Luca Goldoni)
  • Una sola frase basterà a descrivere l'uomo moderno: egli fornicava e leggeva i giornali. (Albert Camus)

Bibliografia[modifica]

  • Annarosa Selene, Dizionario dei proverbi, Pan libri, 2004. ISBN 8872171903

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]