Libro di Abacuc

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Antico Testamento
Torah o Pentateuco:

Profeti anteriori:

Profeti posteriori - maggiori:

Profeti posteriori - minori:

Ketuvim:

Meghillot:
Deuterocanonici:

Libro di Abacuc, testo contenuto nella Bibbia ebraica e cristiana.

Incipit[modifica]

Icona di Abacuc (XVIII sec.)

Oracolo che ebbe in visione il profeta Abacuc.

Fino a quando, Signore, implorerò
e non ascolti,
a te alzerò il grido: "Violenza!"
e non soccorri?

Perché mi fai vedere l'iniquità
e resti spettatore dell'oppressione?
Ho davanti rapina e violenza
e ci sono liti e si muovono contese.

Non ha più forza la legge,
né mai si afferma il diritto.
L'empio infatti raggira il giusto
e il giudizio ne esce stravolto.

Citazioni[modifica]

  • Ecco, io faccio sorgere i Caldei, | popolo feroce e impetuoso, | che percorre ampie regioni | per occupare sedi non sue. || [...] Più veloci dei leopardi sono i suoi cavalli, | più agili dei lupi della sera. | Balzano i suoi destrieri, venuti da lontano, | volano come aquila che piomba per divorare. || Tutti avanzano per la rapina. | La loro faccia è infuocata come il vento d'oriente, | ammassano i prigionieri come la sabbia. (1, 6 – 9)
  • Ecco, soccombe colui che non ha l'animo retto, | mentre il giusto vivrà per la sua fede. (2, 4)
  • La ricchezza rende malvagi; il superbo non sussisterà; | spalanca come gli inferi le sue fauci | e, come la morte, non si sazia, | attira a sé tutti i popoli, | raduna per sé tutte le genti. || Forse che tutti non lo canzoneranno, | non faranno motteggi per lui? (2, 5 – 6)
  • Guai a chi costruisce una città sul sangue | e fonda un castello sull'iniquità. (2, 12)
  • Poiché, come le acque colmano il mare, | così la terra dovrà riempirsi | di conoscenza della gloria del Signore. (2, 14)
  • A che giova un idolo | perché l'artista si dia pena di scolpirlo? | O una statua fusa o un oracolo falso, | perché l'artista confidi in essi, | scolpendo idoli muti? || Guai a chi dice al legno: "Svegliati", | e alla pietra muta: "Alzati". | Ecco, è ricoperta d'oro e d'argento | ma dentro non c'è soffio vitale. (2, 18 – 19)

Explicit[modifica]

Il Signore Dio è la mia forza,
egli rende i miei piedi come quelli delle cerve
e sulle alture mi fa camminare.

Bibliografia[modifica]

Altri progetti[modifica]