Libro di Sofonia

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Antico Testamento
Torah o Pentateuco:

Profeti anteriori:

Profeti posteriori - maggiori:

Profeti posteriori - minori:

Ketuvim:

Meghillot:
Deuterocanonici:

Libro di Sofonia, testo contenuto nella Bibbia ebraica e cristiana, attribuito al profeta Sofonia.

Incipit[modifica]

Sofonia predica al popolo, miniatura del XVI sec.

Parola del Signore rivolta a Sofonìa figlio dell'Etiope, figlio di Godolia, figlio di Amaria, figlio di Ezechia, al tempo di Giosia figlio di Amon, re di Giuda.

Tutto farò sparire dalla terra.
Oracolo del Signore.
Distruggerò uomini e bestie;
sterminerò gli uccelli del cielo e i pesci del mare,
abbatterò gli empi; sterminerò l'uomo dalla terra.
Oracolo del Signore.

Citazioni[modifica]

  • Giorno d'ira quel giorno, | giorno di angoscia e di afflizione, | giorno di rovina e di sterminio, | giorno di tenebre e di caligine, | giorno di nubi e di oscurità, | giorno di squilli di tromba e d'allarme | sulle fortezze | e sulle torri d'angolo. | Metterò gli uomini in angoscia | e cammineranno come ciechi, | perché han peccato contro il Signore; | il loro sangue sarà sparso come polvere | e le loro viscere come escrementi. (1, 15 – 17)
  • Cercate il Signore | voi tutti, umili della terra, | che eseguite i suoi ordini; | cercate la giustizia, | cercate l'umiltà, | per trovarvi al riparo | nel giorno dell'ira del Signore. (2, 3)
  • Moab diventerà come Sòdoma | e gli Ammoniti come Gomorra: | un luogo invaso dai pruni, una cava di sale, | un deserto per sempre. | I rimasti del mio popolo li saccheggeranno | e i superstiti della mia gente ne saranno gli eredi. (2, 9)
  • Stenderà la mano anche al settentrione | e distruggerà Assur, | farà di Ninive una desolazione, | arida come il deserto. | Alloggeranno in mezzo a lei, a branchi, | tutti gli animali della valle. | Anche il pellicano, anche il riccio | albergheranno nei suoi capitelli; | il gufo striderà sulle finestre | e il corvo sulle soglie. | È questa la città gaudente | che si sentiva sicura | e che pensava: | "Io e non altri all'infuori di me"? | Come mai è diventata un deserto, | un rifugio di animali? | Chiunque le passa vicino | fischia e agita la mano. (2, 13 – 15)
  • Perciò aspettatemi – parola del Signore – | quando mi leverò per accusare, | perché ho decretato di adunare le genti, | di convocare i regni, | per riversare su di essi la mia collera, | tutta la mia ira ardente: | poiché dal fuoco della mia gelosia | sarà consumata tutta la terra. | Allora io darò ai popoli un labbro puro | perché invochino tutti il nome del Signore | e lo servano tutti sotto lo stesso giogo. (3, 8 – 9)
  • In quel giorno si dirà a Gerusalemme: | "Non temere, Sion, non lasciarti cadere le braccia! | Il Signore tuo Dio in mezzo a te | è un salvatore potente. | Esulterà di gioia per te, | ti rinnoverà con il suo amore, | si rallegrerà per te con grida di gioia, | come nei giorni di festa". (3, 16 – 18)

Explicit[modifica]

Sofonia e Dio, miniatura del XIII sec.

In quel tempo io vi guiderò,
in quel tempo vi radunerò
e vi darò fama e lode
fra tutti i popoli della terra,
quando, davanti ai vostri occhi,
ristabilirò le vostre sorti, dice il Signore.

Bibliografia[modifica]

Altri progetti[modifica]