Basilio Magno

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
(Reindirizzamento da San Basilio Magno)
Basilio Magno

San Basilio Magno o il Grande (circa 330 – 379), padre e Dottore della Chiesa greco.

  • Alcuni, tratti in inganno dall'ateismo che portavano dentro di sé, immaginarono un universo privo di guida e di ordine, come in balìa del caso.[1]
  • All'affamato spetta il pane che si spreca nella tua casa. Allo scalzo spettano le scarpe che ammuffiscono sotto il tuo letto. Al nudo spettano le vesti che sono nel tuo armadio. Al misero spetta il denaro che si svaluta nelle tue casseforti.[2]
  • Che cosa è proprio della fede? Piena e indubbia certezza della verità delle parole ispirate da Dio ... che cosa è proprio del fedele? Il conformarsi con tale piena certezza al significato delle parole della Scrittura, e non osare togliere o aggiungere alcunché.[3]
  • Fin d'ora contempliamo come in uno specchio, quasi fossero già presenti, le realtà meravigliose che le promesse ci riservano e che, per la fede, attendiamo di godere.[4][5]
  • Ho perso un bel po' di tempo nell'andar dietro alle vanità; ho speso tutta la mia giovinezza in occupazioni inutili, in quanto mi ero buttato totalmente ad apprendere delle dottrine proprie di una sapienza che Dio aveva definito stoltezza.[6]
  • Il pane che a voi sopravanza è il pane dell'affamato; la tunica appesa nel vostro armadio è la tunica di colui che è nudo; le scarpe che voi non portate sono le scarpe di chi è scalzo; il denaro che tenete nascosto è il denaro del povero; le opere di carità che voi non compite sono altrettante ingiustizie che voi commettete.[7]
  • La preghiera stessa, se è priva dell'elemento comunità, è molto meno efficace di quanto potrebbe essere.[6]
  • Le mogli devono essere sottomesse ai propri mariti, come la Chiesa a Cristo.[8][9]
  • Lo Spirito è veramente il luogo dei santi, e per lo Spirito il santo è una dimora particolarmente adatta, poiché il santo si offre ad abitare con Dio ed è chiamato suo tempio.[10]
  • [Preghiera per gli animali] O Signore, accresci in noi la fratellanza con i nostri piccoli fratelli; concedi che essi possano vivere non per noi, ma per se stessi e per Te; facci capire che essi amano, come noi, la dolcezza della vita e ti servono nel loro posto meglio di quanto facciamo noi nel nostro.[11]
Oh Dio, accresci in noi il senso della fraternità con tutti gli esseri viventi, con i nostri piccoli fratelli a cui Tu hai concesso di soggiornare con noi su questa terra. Facci comprendere che essi non vivono soltanto per noi, ma anche per se stessi e per Te; facci capire che essi amano, al pari nostro, la dolcezza della vita e si sentono meglio al loro posto, di quanto non ci sentiamo noi al nostro![12]
  • Ogni fedele ha al proprio fianco un angelo custode come protettore e pastore, per condurlo alla vita.[13]
  • Se ciascuno si accontentasse del necessario e donasse ai poveri il superfluo, non vi sarebbero né ricchi né poveri [6]
  • [Agli usurai] Tu trai denaro dalle lacrime, tu strozzi chi è rimasto nudo e percuoti chi ha fame.[6]

Citazioni su Basilio Magno[modifica]

  • Egli sognava una chiesa armoniosa nell'unità e laboriosa nelle opere sante, come un autentico cenobio. (Enrico Pepe)

Note[modifica]

  1. Da Omelie sull'Esamerone, Sulla Genesi, 1,2,4; citato da papa Benedetto XVI nell'udienza generale del 9 novembre 2005.
  2. Citato in Ermes Ronchi, Il canto del pane, San Paolo, 2006, p. 82.
  3. Da Moralia, Regula LXXX, XXII: PG 31, 867 citato in Verbum Domini.
  4. Da Liber de Spiritu Sancto, 15,36; citato nel Catechismo della Chiesa Cattolica, Libreria Editrice Vaticana.
  5. Cfr. Paolo di Tarso: «Ora vediamo come in uno specchio, in maniera confusa; ma allora vedremo faccia a faccia».
  6. a b c d Citato in Enrico Pepe, Martiri e santi del calendario romano, Città Nuova Editrice, Roma, 2002.
  7. Citato in Papa Paolo VI, Rinnovamento e Riconciliazione, Libreria Editrice Vaticana, 1976, p. 47.
  8. Da Moralia, reg. LXXIII.
  9. Cfr. Paolo di Tarso: «E come la Chiesa sta sottomessa a Cristo, così anche le mogli siano soggette ai loro mariti in tutto».
  10. Da Liber de Spiritu Sancto, 26,62; citato nel Catechismo della Chiesa Cattolica.
  11. Citato in Franca Zambonini, Diversamente giovani, Famiglia Cristiana, 14 ottobre 2007, p. 174.
  12. Citato in Jean Prieur, Gli animali hanno un'anima, traduzione di Nerina Spicacci, Edizioni Mediterranee, Roma, 2006, p. 188. ISBN 88-272-0828-3
  13. Da Adversus Eunomium, 3, 1; citato nel Compedio del Catechismo della Chiesa Cattolica, Libreria Editrice Vaticana.

Altri progetti[modifica]