Al 2015 le opere di un autore italiano morto prima del 1945 sono di pubblico dominio in Italia. PD

Papa Alessandro VI

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Alessandro VI

Alessandro VI, al secolo Rodrigo Borgia (1431 – 1503), papa della Chiesa cattolica.

Citazioni di Papa Alessandro VI[modifica]

  • [Ultime parole in punto di morte] Va bene, va bene, arrivo. Aspettate un momento.[1]

Citazioni su Papa Alessandro VI[modifica]

Bos Albanus in portu.
  • La veste che indossava, di chierico prima, di cardinale poi, infine di papa mai gl'impedì d'abbandonarsi ai propri focosi istinti, d'anteporre i piaceri tangibili dei sensi a quelli impalpabili dello spirito, di preferire l'alcova all'altare, il peccato alla rinuncia. Il paradiso per lui, e non solo per lui, era su questa terra. L'aldilà lo lasciava indifferente. Visse infatti come se non esistesse, o comunque lui non dovesse andarci. (Roberto Gervaso)
  • Per gagliardia fisica e freschezza di mente egli può ben corrispondere agli obblighi del suo nuovo ufficio. (Sigismondo dei Conti)
  • Roma fu grande con Cesare. Oggi, con Alessandro è grandissima. Quello fu un uomo, questo un Dio. (Anonimo)
  • Un uomo ragguardevole e amante della vita gioconda dava promessa d'uno splendido pontificato: per di più la sua presenza bella e maestosa gli acquistava riverenza fra il popolo. (Giasone del Maino)

Note[modifica]

  1. Citato in l'Espresso, volume 43, edizioni 9-12, p. 28 (Anteprima su Google Books)
  2. Per approfondimenti vedi la voce Profezia di Malachia su Wikipedia.

Altri progetti[modifica]