Papa Alessandro VI

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Al 2014 le opere di un autore italiano morto prima del 1944 sono di pubblico dominio in Italia PD
Alessandro VI

Alessandro VI, al secolo Rodrigo Borgia (1431 – 1503), papa della Chiesa cattolica.

Citazioni di Papa Alessandro VI[modifica]

  • [Ultime parole in punto di morte] Va bene, va bene, arrivo. Aspettate un momento.[1]

Citazioni su Papa Alessandro VI[modifica]

Bos Albanus in portu.
  • La veste che indossava, di chierico prima, di cardinale poi, infine di papa mai gl'impedì d'abbandonarsi ai propri focosi istinti, d'anteporre i piaceri tangibili dei sensi a quelli impalpabili dello spirito, di preferire l'alcova all'altare, il peccato alla rinuncia. Il paradiso per lui, e non solo per lui, era su questa terra. L'aldilà lo lasciava indifferente. Visse infatti come se non esistesse, o comunque lui non dovesse andarci. (Roberto Gervaso)
  • Per gagliardia fisica e freschezza di mente egli può ben corrispondere agli obblighi del suo nuovo ufficio. (Sigismondo dei Conti)
  • Roma fu grande con Cesare. Oggi, con Alessandro è grandissima. Quello fu un uomo, questo un Dio. (Anonimo)
  • Un uomo ragguardevole e amante della vita gioconda dava promessa d'uno splendido pontificato: per di più la sua presenza bella e maestosa gli acquistava riverenza fra il popolo. (Giasone del Maino)

Note[modifica]

  1. Citato in l'Espresso, volume 43, edizioni 9-12, p. 28 (Anteprima su Google Books)
  2. Per approfondimenti vedi la voce Profezia di Malachia su Wikipedia.

Altri progetti[modifica]