Violenza

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Rissa di contadini in una locanda (Adriaen Brouwer)

Citazioni sulla violenza.

  • Bisogna spegnere la violenza piuttosto che l'incendio. (Eraclito)
  • Ciò che viene da Dio porta pace e tranquillità; ciò che viene dal demonio, violenza, ansietà, turbamento. (Louis Lallemant)
  • Con la violenza puoi uccidere colui che odia, ma non uccidi l'odio. La violenza aumenta l'odio e nient'altro. (Martin Luther King)
  • E in che cosa consiste fondamentalmente un modo civilizzato di comportarsi? Consiste nel ridurre la violenza. È questa la funzione principale della civilizzazione ed è questo lo scopo dei nostri tentativi di migliorare il livello di civiltà delle nostre società. (Karl Popper)
  • Fate l'amore | invece di impugnare quel coltello, | la violenza è stata sempre il metodo di chi non ha cervello. (Rocco Hunt)
  • Il genere umano può liberarsi della violenza soltanto ricorrendo alla non-violenza. (Mahatma Gandhi)
  • L'arte deve sopprimere la violenza. (Lev Tolstoj)
  • La violenza allegra non provoca dolore e non ha conseguenze tragiche. È la soluzione facile e veloce di molti problemi, a cui ricorrono tanto i buoni che i cattivi e che conduce sempre al lieto fine. (George Gerbner)
  • La violenza che ci facciamo per rimanere fedeli a coloro che amiamo, non è meglio di un'infedeltà. (François de La Rochefoucauld)
  • La violenza è insita in noi anche quando non viene compiutamente espressa. Ho ucciso più gente sognando a occhi aperti alla fermata del tram che la politica estera americana dal dopoguerra a oggi. (Alfredo Accatino)
  • La violenza è l'ultimo rifugio degli incapaci. (Isaac Asimov)
  • La violenza è l'uomo che ricrea se stesso. (Frantz Fanon)
  • La violenza è la levatrice di ogni vecchia società, gravida di una nuova società. (Karl Marx)
  • La violenza è rivoluzionaria, quando è adoperata a liberarsi dall'oppressione violenta di chi ci sfrutta e ci domina; appena essa si organizza a sua volta, sulle rovine del vecchio potere, in violenza di governo, in violenza dittatoriale, diventa controrivoluzionaria. (Luigi Fabbri)
  • La violenza è semplice; le alternative alla violenza sono complesse. (Friedrich Hacker)
  • La violenza è sempre il prodotto della notte della politica, di un tutto-è-permesso che addormenta la sensibilità civile e la responsabilità della ragione. (Giuliano Ferrara)
  • La violenza risolve sempre tutto! (Sovereign Seven)
  • La violenza sulle donne è antica come il mondo, ma nel 2009 avremmo voluto sperare che una società avanzata, civile e democratica non nutrisse le cronache di abusi, omicidi e stupri. (Helga Schneider)
  • Mi oppongo alla violenza perché, quando sembra produrre il bene, è un bene temporaneo; mentre il male che fa è permanente. (Mahatma Gandhi)
  • Per la società sessualmente tollerante la violenza, qualunque violenza, indipendentemente dalla scala o dal contenuto, è diventata la nuova restrizione filosofica. (Desmond Morris)
  • Riguardo a lei: la violenza. Devo essere sincero, si è impossessata di me. Una volta che hai beccato un paio di pugni e ti rendi conto di non essere di vetro, non ti senti vivo a meno che non ti spingi oltre il tuo limite. (Hooligans)
  • Troppa debolezza o troppa violenza nuociono: bisogna congiungere fermezza alla moderazione. (Confucio)
  • Questa idea di voler fare trionfare la giustizia tramite la violenza sembrerà un giorno così imbecille come ci sembra oggi l'uso della tortura per sapere la verità. (Pierre Ceresole)

Quentin Tarantino[modifica]

  • Adoro la violenza nel cinema! Dagli spaghetti western ai film di samurai, dai film cinesi di arti marziali al filone di vendetta all'horror, la violenza mi eccita.
  • La violenza fa parte di questo mondo e io sono attratto dall'irrompere della violenza nella vita reale. Non riguarda tizi che ne calano altri dall'alto di elicotteri su treni a tutta velocità o terroristi che fanno un dirottamento o roba simile. La violenza della vita reale è così: ti trovi in un ristorante, un uomo e sua moglie stanno litigando e all'improvviso l'uomo si infuria con lei, prende una forchetta e gliela pianta in faccia. È proprio folle e fumettistico, ma comunque succede: ecco come la vera violenza irrompe irrefrenabile e lacerante all'orizzonte della tua vita quotidiana. Sono interessato all'atto, all'esplosione e alla sua conseguenza.
  • Per me la violenza è un soggetto del tutto estetico. Dire che non ti piace la violenza al cinema è come dire che al cinema non ti piacciono le scene di ballo.

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]