Wikiquote:Archivio delle citazioni del giorno/gennaio

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.


  • 1º gennaio: E se quest'anno poi passasse in un istante, | vedi amico mio, | come diventa importante | che in questo istante ci sia anch'io. (Lucio Dalla)
  • 2 gennaio: Ognuno sta solo sul cuor della terra | trafitto da un raggio di sole: | ed è subito sera. (Salvatore Quasimodo)
  • 3 gennaio: Io ho sempre l'impressione di fare molto più lavoro del dovuto. Non che sia contrario al lavoro, intendiamoci, il lavoro mi piace, mi affascina. Posso starmente seduto a guardarlo per ore. (Jerome K. Jerome)
  • 4 gennaio: L'uomo ha un bel guardare ed abbracciare lo spazio; la natura intera non si compone per lui che di due o tre punti sensibili, ai quali tutta la sua anima converge. Togliete dalla vita il cuore che vi ama: che cosa vi resta? Ugualmente avviene della natura. Cancellate il luogo e la casa che i vostri pensieri cercano e che i vostri ricordi popolano, non scorgereste più che un vuoto immenso in cui lo sguardo s'immerge senza trovar né fondo né riposo. Come si può stupire, dopo ciò, che le scene più sublimi della creazione siano contemplate con occhi ben diversi dai viaggiatori? Gli è che ciascuno porta con sé il suo punto di vista. Una nube sull'anima vela e scolora più di una nube sull'orizzonte. Lo spettacolo è nello spettatore. (Alphonse de Lamartine)
  • 5 gennaio: Conoscete quale sia il vostro vero valore, e non vi perderete. (Khalil Gibran)
  • 6 gennaio: Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la vita per i propri amici. (Gesù)
  • 7 gennaio: Per evitare un difetto, gli stolti cadono nel difetto contrario. (Quinto Orazio Flacco)
  • 8 gennaio: Dove c'è molta luce, l'ombra è più nera. (Johann Wolfgang von Goethe)
  • 9 gennaio: L'uomo è condannato ad essere libero. (Jean-Paul Sartre)
  • 10 gennaio: Il cervello è come lo stomaco: quello che conta non è quanto ci metti dentro, ma quanto riesce a digerire. (Albert Jay Nock)
  • 11 gennaio: Se si sappia vivere da vinti, lo si è un po' meno. (Guido Ceronetti)
  • 12 gennaio: Il cuore ha le sue ragioni che la ragione non conosce. (Blaise Pascal)
  • 13 gennaio: Se tu hai una mela, e io ho una mela, e ce le scambiamo, allora tu ed io abbiamo sempre una mela per uno. Ma se tu hai un'idea, ed io ho un'idea, e ce le scambiamo, allora abbiamo entrambi due idee. (George Bernard Shaw)
  • 14 gennaio: L'uomo forte soffre senza lagnarsi, l'uomo debole si lagna senza soffrire. (Ruggiero Bonghi)
  • 15 gennaio: Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati. (Bertolt Brecht)
  • 16 gennaio: Un uomo chiamato a fare lo spazzino dovrebbe spazzare le strade così come Michelangelo dipingeva, o Beethoven componeva, o Leontyne Price cantava al Metropolitan Opera, o Shakespeare scriveva poesie. Egli dovrebbe spazzare le strade così bene al punto che tutti gli ospiti del cielo e della terra si fermerebbero per dire che qui ha vissuto un grande spazzino che faceva bene il suo lavoro. (Martin Luther King)
  • 17 gennaio: È ora di ubriacarsi! Ebbri! Per non esser gli schiavi seviziati del Tempo: ubriachi! Senza tregua! Di vino, di poesia o di virtù – a piacer vostro. (Charles Baudelaire)
  • 18 gennaio: Anche l'uomo più miserabile è in grado di scoprire le debolezze del più degno, anche il più stupido è in grado di scoprire gli errori del più saggio. (Theodor Adorno)
  • 19 gennaio: Non c'è alcuna grandezza là dove non vi sono la semplicità, il bene e la verità. (Lev Tolstoj, Guerra e pace)
  • 20 gennaio: Se le idee devono interpretare la Natura è necessario che siano altrettanto sconfinate. (Arthur Conan Doyle)
  • 21 gennaio: Non vi sono né cattive erbe né cattivi uomini: vi sono soltanto cattivi coltivatori. (Victor Hugo)
  • 22 gennaio: Non vi è cosa tanto facile che non sia difficile se la si fa contro voglia. (Publio Terenzio Afro)
  • 23 gennaio: Ogni lettore, quando legge, è il lettore di se stesso. L'opera dello scrittore è solo una specie di strumento ottico offerto al lettore per consentirgli di discernere ciò che forse, senza quel libro, non avrebbe potuto intravedere in se stesso. (Marcel Proust)
  • 24 gennaio: La guerra in un primo momento è la speranza che a uno possa andar meglio, poi l'attesa che all'altro vada peggio, quindi la soddisfazione perché l'altro non sta per niente meglio e infine la sorpresa perché a tutti e due va peggio. (Karl Kraus)
  • 25 gennaio: Vivere insieme è un'arte. (Thích Nhất Hạnh)
  • 26 gennaio: La dignità dell'uomo povero e oscuro ma laborioso ed onesto, è maggiore di tutte le altre, e va innanzi a tutte le vanità della terra. (Pietro Thouar)
  • 27 gennaio: E se Dio non mi aiuterà più, allora sarò io ad aiutare Dio. (Etty Hillesum)
  • 28 gennaio: L'amore coglie sfumature invisibili a un occhio indifferente e ne trae conseguenze infinite. (Stendhal)
  • 29 gennaio: Per noi, servire è un privilegio [...]. Ci rendiamo conto che quello che facciamo è solo una goccia nell'oceano, ma l'oceano senza quella goccia sarebbe più piccolo. (Madre Teresa di Calcutta)
  • 30 gennaio: Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo. (Mahatma Gandhi)
  • 31 gennaio: I perdenti, come gli autodidatti, hanno sempre conoscenze più vaste dei vincenti, se vuoi vincere devi sapere una cosa sola e non perdere tempo a saperle tutte, il piacere dell'erudizione è riservato ai perdenti. Più cose uno sa, più le cose non gli sono andate per il verso giusto. (Umberto Eco)