Wikiquote:Archivio delle citazioni del giorno/ottobre

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.


  • 1º ottobre: Dentro di me vivono la mia identica vita | dei microrganismi che non sanno | di appartenere al mio corpo... | Io a quale corpo appartengo? (Franco Battiato)
  • 2 ottobre: Un eroe è chi fa quello che può. (Romain Rolland)
  • 3 ottobre: Nulla, dunque, di voi | tenete per voi, | affinché vi accolga tutti | Colui che a voi si dà tutto. (Francesco d'Assisi)
  • 4 ottobre: L'unico incoraggiamento che posso dare ai giovani, e che regolarmente gli do, è questo: "Battetevi sempre per le cose in cui credete. Perderete, come le ho perse io, tutte le battaglie. Una sola potete vincerne: quella che s'ingaggia ogni mattina, quando ci si fa la barba, davanti allo specchio. Se vi ci potete guardare senza arrossire, contentatevi". (Indro Montanelli)
  • 5 ottobre: Una montagna è come l'istruzione: quanto più alta l'ascesa, tanto più esteso il panorama. (Christiaan Barnard, Una vita)
  • 6 ottobre: Forse sarà l'età | ma voglio un culto da osservare per essere libero di privarmi della mia libertà. (Caparezza)
  • 7 ottobre: Facile a scorgere è l'errore altrui, difficile è, invece, il proprio. (Gautama Buddha)
  • 8 ottobre: Si 'a guerra se perde l'ha perduta 'o popolo; e si se vence, l'hanno vinciuta 'e prufessure. (Eduardo De Filippo)
  • 9 ottobre: Quando desideri una cosa, tutto l'Universo trama affinché tu possa realizzarla. (Paulo Coelho)
  • 10 ottobre: Abbi vergogna di morire finché tu non abbia conseguito qualche vittoria per l'umanità. (Horace Mann)
  • 11 ottobre: Quale governo, si domanda, è il migliore? Quello che ci insegna a governarci da soli. (Johann Wolfgang von Goethe)
  • 12 ottobre: Quando si ha una cosa, questa può essere portata via. [...] Ma quando si dà una cosa, questa è data. Nessun ladro può prendertela. (James Joyce)
  • 13 ottobre: Il rimpianto è il vano pascolo d'uno spirito disoccupato. Bisogna sopra tutto evitare il rimpianto occupando sempre lo spirito con nuove sensazioni e con nuove imaginazioni. (Gabriele D'Annunzio)
  • 14 ottobre: «Odia il peccato e non il peccatore» è un precetto che, benché abbastanza facile da comprendere, viene messo in pratica raramente, ed è per questo che il veleno dell'odio si diffonde nel mondo. (Mahatma Gandhi)
  • 15 ottobre: Sii cauto nell'accettare consigli, ma sii paziente con chi li dispensa. I consigli sono una forma di nostalgia. Dispensarli è un modo di ripescare il passato dal dimenticatoio, ripulirlo, passare la vernice sulle parti più brutte e riciclarlo per più di quel che valga. (Mary Schmich)
  • 16 ottobre: Le decisioni giuste vengono dall'esperienza... il problema è che l'esperienza viene dalle decisioni sbagliate. (Dylan Dog)
  • 17 ottobre: Dopo millenni di odi e di guerre per lo meno dovremmo avere imparato questo: che il dolore non ha bandiera. (Dacia Maraini)
  • 18 ottobre: Cercate di vivere in modo che la vostra morte rincresca anche all'impresario delle pompe funebri. (Mark Twain)
  • 19 ottobre: Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia. (Gesù, Discorso della Montagna)
  • 20 ottobre: Ad amare l'umanità, è d'uopo saper mirare, senza scandalezzarsi, le sue debolezze, i suoi vizi. (Silvio Pellico)
  • 21 ottobre: Capitale prezioso per tutti è il tempo, ma preziosissimo ai giovani, perché, bene adoperandolo, essi soli possono goderne i frutti; e laddove i provetti lavorano solo per gli altri, i giovani lavorano anche per sé medesimi. (Vincenzo Gioberti)
  • 22 ottobre: «Il peggio arrivò verso la fine. Moltissime persone morirono proprio alla fine, e io non sapevo se avrei resistito un altro giorno. Un contadino, un russo, Dio lo benedica, vide in che stato ero, entrò in casa e ne uscì con un pezzo di carne per me.» «Ti salvò la vita.» «Non lo mangiai. [...] Era maiale. Non ero disposta a mangiare maiale.» «Perché? [...] Perché non era kosher?» «Certo.» «Ma neppure per salvarti la vita?». «Se niente importa, non c'è niente da salvare.» (Jonathan Safran Foer)
  • 23 ottobre: Ho sentito un suono di catene che si rompono. È nato un uomo. (Vicente Huidobro)
  • 24 ottobre: Felice chi poté conoscere le cagioni delle cose. (Publio Virgilio Marone)
  • 25 ottobre: Sono un uomo e nulla di ciò che è umano mi è estraneo.
Homo sum, humani nihil a me alienum puto. (Publio Terenzio Afro)
  • 26 ottobre: Non vi può essere vera libertà senza giustizia sociale, come non vi può essere vera giustizia sociale senza libertà. [...] Si può considerare veramente libero un uomo che ha fame, che è nella miseria, che non ha lavoro, che è umiliato perché non sa come mantenere i suoi figli e educarli? Questo non è un uomo libero. Sarà libero di bestemmiare, di imprecare, ma questa non è la libertà che intendo io. (Sandro Pertini)
  • 27 ottobre: Perché tu possa ascoltarmi | le mie parole | si fanno sottili, a volte | come impronte di gabbiani sulla spiaggia. (Pablo Neruda)
  • 28 ottobre: La realtà è ciò che si rifiuta di sparire anche quando smetti di crederci. (Philip K. Dick)
  • 29 ottobre: L'utopia non è soltanto più nobile, ma è anche più produttiva dell'indifferenza, dello scetticismo, del cinismo. (Maria Luisa Altieri Biagi)
  • 30 ottobre: Le esperienze che contano sono spesso quelle che non avremmo mai voluto fare, non quelle che decidiamo noi di fare. (Alberto Moravia)
  • 31 ottobre: Venuta la sera, mi ritorno a casa ed entro nel mio scrittoio; e in sull'uscio mi spoglio quella veste cotidiana, piena di fango e di loto, e mi metto panni reali e curiali; e rivestito condecentemente, entro nelle antique corti delli antiqui huomini, dove, da loro ricevuto amorevolmente, mi pasco di quel cibo che solum è mio e ch'io nacqui per lui; dove io non mi vergogno parlare con loro e domandarli della ragione delle loro azioni; e quelli per loro humanità mi rispondono; e non sento per quattro hore di tempo alcuna noia, sdimentico ogni affanno, non temo la povertà, non mi sbigottisce la morte: tutto mi transferisco in loro. (Niccolò Machiavelli)