Vai al contenuto

Wikiquote:Archivio delle citazioni del giorno/luglio

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.


  • 1º luglio: Bella è sempre la pietà verso gl'infelici; sino verso i rei. La legge può aver diritto di condannarli; l'uomo non ha mai diritto d'esultare del lor dolore, né di dipingerli con colori più neri del vero. (Silvio Pellico)
  • 2 luglio: La vita di un puntuale è un inferno di solitudini immeritate. (Stefano Benni)
  • 3 luglio: Quando viene dichiarata una guerra, la prima vittima è la Verità. (Arthur Ponsonby)
  • 4 luglio: I mostri esistono, ma sono troppo pochi per essere veramente pericolosi; sono più pericolosi gli uomini comuni, i funzionari pronti a credere e ad obbedire senza discutere. (Primo Levi)
  • 5 luglio: Solo un cambiamento dell'atteggiamento individuale potrà portare con sé un rinnovamento dello spirito delle nazioni. Tutto comincia con l'individuo. (Carl Gustav Jung)
  • 6 luglio: Si può vivere anche in paese di dittatura ed essere libero, a una semplice condizione, basta lottare contro la dittatura. L'uomo che pensa con la propria testa e conserva il suo cuore incorrotto, è libero. L'uomo che lotta per ciò che egli ritiene giusto, è libero. (Ignazio Silone)
  • 7 luglio: Quando vi svegliate al mattino, le cattiverie e i pensieri malvagi con i quali vi siete coricati sono stati ripiegati con cura e sistemati in una zona remota della vostra piccola mente, e in cima, ben esposti e aerati, restano i pensieri più dolci, pronti per essere indossati. (J. M. Barrie)
  • 8 luglio: Affermo di essere un seguace della verità fin dall'infanzia. Fu la cosa più naturale, per me. La mia fervente ricerca mi portò alla massima rivelatrice «La Verità è Dio», invece della solita «Dio è la Verità». Quella massima mi consente di guardare Dio in faccia, per così dire. Me ne sento pervaso in ogni fibra del mio essere. (Mahatma Gandhi)
  • 9 luglio: Soltanto una vita vissuta per gli altri è una vita che vale la pena vivere. (Albert Einstein)
  • 10 luglio: Nessuno mi può costringere ad essere felice a suo modo (come cioè egli si immagina il benessere degli altri uomini), ma ognuno può ricercare la sua felicità per la via che a lui sembra buona, purché non rechi pregiudizio alla libertà degli altri di tendere allo stesso scopo, in guisa che la sua libertà possa coesistere con la libertà di ogni altro secondo una possibile legge universale (cioè non leda questo diritto degli altri). (Immanuel Kant)
  • 11 luglio: Il fatto che gli uomini non imparino molto dalla storia è la lezione più importante che la storia ci insegna. (Aldous Huxley)
  • 12 luglio: Gli avari sono tutori non padroni delle loro richezze. (Salvator Rosa)
  • 13 luglio: Non bisogna toccare gl'idoli: la doratura ci rimane sulle dita. (Gustave Flaubert)
  • 14 luglio: Certe persone non sono fatte per vivere in città affollate o sopportare l'immoralità delle pressioni commerciali, perché si allontanano da se stesse, dalla realtà della loro esistenza. Sono incapaci di sentire, di esprimere e di capire chi sono. E così diventano impaurite e tormentate e, come animali in trappola, reagiscono aggredendo. Allora vengono rinchiuse con altre creature terrorizzate, vanno trattate con farmaci, elettroshock e con l'indulgente comprensione che si riserva ai bambini capricciosi, ma non con amore. Non con amore, perché questo significa condivisione. E, con un animale in gabbia, quale condivisione può esserci? (I sopravvissuti)
  • 15 luglio: I campioni sono quelli che vogliono lasciare il loro sport in condizioni migliori rispetto a quando hanno iniziato a praticarlo. (Arthur Ashe)
  • 16 luglio: Quando non puoi dire una cosa gentile, è molto meglio starsene zitti. (Bambi)
  • 17 luglio: Siamo pronti a contraddire senza ostinazione, ed a lasciare, senza adirarci, che altri ci contraddica. (Marco Tullio Cicerone)
  • 18 luglio: Non datemi consigli: so sbagliare da me. (Dino Segre)
  • 19 luglio: Essere indulgenti verso gli altri, severi verso se stessi è un consiglio banale; nell'esistenza è la sola regola da seguire. (Marcel Proust)
  • 20 luglio: Chi porta il paraocchi, si ricordi che del completo fanno parte il morso e la sferza. (Stanisław Jerzy Lec)
  • 21 luglio: Il bisogno pratico, che è nel fondo di ogni giudizio storico, conferisce a ogni storia il carattere di "storia contemporanea", perché, per remoti e remotissimi che sembrino cronologicamente i fatti che vi entrano, essa è, in realtà, storia sempre riferita al bisogno e alla situazione presente, nella quale quei fatti propagano le loro vibrazioni. (Benedetto Croce)
  • 22 luglio: Tutto quanto volete che gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro: questa infatti è la Legge ed i Profeti. (Gesù, Discorso della Montagna)
  • 23 luglio: Avendo meditato la dolcezza e la pietà, ho dimenticato la differenza tra me e gli altri. (Milarepa)
  • 24 luglio: Quando s'accendono i roghi, mettiti dalla parte della strega, anche a costo di bruciare con lei. (Indro Montanelli)
  • 25 luglio: I piccoli stati prosperano con la concordia, con la discordia vanno in rovina i più grandi. (Gaio Sallustio Crispo, attribuita a Micipsa)
  • 26 luglio: Si resiste all'invasione degli eserciti; non si resiste all'invasione delle idee. (Victor Hugo)
  • 27 luglio: È meglio combattere al fianco di pochi virtuosi contro tutti i malvagi piuttosto che al fianco di molti malvagi contro pochi virtuosi. (Antistene)
  • 28 luglio: Perché un pensiero cambi il mondo, bisogna che cambi prima la vita di colui che lo esprime. Che cambi in esempio. (Albert Camus)
  • 29 luglio: Senza cuor contento non c'è bene che valga, come col cuor contento non c'è male che nuoca in questo mondo. (Massimo d'Azeglio)
  • 30 luglio: Assai acquista chi perdendo impara. (Michelangelo Buonarroti)
  • 31 luglio: In origine fu tenebra nascosta nella tenebra, tutto ciò che si vedeva era l'onda indistinta. Avvolto nel caos, il Divenente, l'Uno, pulsava per suo stesso fervore. Per primo si sviluppò il Desiderio, che fu il primo germe del Pensiero. (Ṛgveda Saṃhitā)