Wikiquote:Archivio delle citazioni del giorno/luglio

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.


  • 1º luglio: Spesso cercare troppo fa anche trovare troppo. (Jean Bertaut)
  • 2 luglio: Gli artisti sono grandi maghi che rendono gli oggetti leggieri come ombre, e se li appropriano, e li fanno creature della loro immaginazione e della loro impressione. (Francesco De Sanctis)
  • 3 luglio: Quando viene dichiarata una guerra, la prima vittima è la Verità. (Arthur Ponsonby)
  • 4 luglio: Il giorno in cui i contadini saranno educati nel vero, i tiranni e gli schiavi saranno impossibili sulla terra. (Giuseppe Garibaldi)
  • 5 luglio: Solo un cambiamento dell'atteggiamento individuale potrà portare con sé un rinnovamento dello spirito delle nazioni. Tutto comincia con l'individuo. (Carl Gustav Jung)
  • 6 luglio: Si può vivere anche in paese di dittatura ed essere libero, a una semplice condizione, basta lottare contro la dittatura. L'uomo che pensa con la propria testa e conserva il suo cuore incorrotto, è libero. L'uomo che lotta per ciò che egli ritiene giusto, è libero. (Ignazio Silone)
  • 7 luglio: Quando vi svegliate al mattino, le cattiverie e i pensieri malvagi con i quali vi siete coricati sono stati ripiegati con cura e sistemati in una zona remota della vostra piccola mente, e in cima, ben esposti e aerati, restano i pensieri più dolci, pronti per essere indossati. (J. M. Barrie)
  • 8 luglio: La verità non è sempre bella, ma la fame di verità sì. (Nadine Gordimer)
  • 9 luglio: Soltanto una vita vissuta per gli altri è una vita che vale la pena vivere. (Albert Einstein)
  • 10 luglio: C'è un'unica obiettività: quella involontaria. (Roberto Gervaso)
  • 11 luglio: Il fatto che gli uomini non imparino molto dalla storia è la lezione più importante che la storia ci insegna. (Aldous Huxley)
  • 12 luglio: Chi è felice è stupido. Non è vero ma consola. (Marcello Marchesi)
  • 13 luglio: Non bisogna toccare gl'idoli: la doratura ci rimane sulle dita. (Gustave Flaubert)
  • 14 luglio: Nella stessa guisa che sopra una nave non ci rendiamo conto del suo cammino se non perché vediamo gli oggetti situati sulla riva allontanarsi e quindi farsi più piccoli, così non ci avvediamo di divenir vecchi, sempre più vecchi, se non per il fatto che persone d'una età ognora più avanzata ci sembrano giovani. (Arthur Schopenhauer)
  • 15 luglio: I campioni sono quelli che vogliono lasciare il loro sport in condizioni migliori rispetto a quando hanno iniziato a praticarlo. (Arthur Ashe)
  • 16 luglio: Quando non puoi dire una cosa gentile, è molto meglio starsene zitti. (Bambi)
  • 17 luglio: Siamo pronti a contraddire senza ostinazione, ed a lasciare, senza adirarci, che altri ci contraddica. (Marco Tullio Cicerone)
  • 18 luglio: Non datemi consigli: so sbagliare da me. (Dino Segre)
  • 19 luglio: Essere indulgenti verso gli altri, severi verso se stessi è un consiglio banale; nell'esistenza è la sola regola da seguire. (Marcel Proust)
  • 20 luglio: La Terra è la culla dell'Umanità, ma non si può vivere per sempre in una culla. (Konstantin Ėduardovič Ciolkovskij)
  • 21 luglio: Il bisogno pratico, che è nel fondo di ogni giudizio storico, conferisce a ogni storia il carattere di "storia contemporanea", perché, per remoti e remotissimi che sembrino cronologicamente i fatti che vi entrano, essa è, in realtà, storia sempre riferita al bisogno e alla situazione presente, nella quale quei fatti propagano le loro vibrazioni. (Benedetto Croce)
  • 22 luglio: Tutto quanto volete che gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro: questa infatti è la Legge ed i Profeti. (Gesù, Discorso della Montagna)
  • 23 luglio: Avendo meditato la dolcezza e la pietà, ho dimenticato la differenza tra me e gli altri. (Milarepa)
  • 24 luglio: In questo mondo quotidiano, | che somiglia tanto al libro delle Mille e Una Notte, | non c'è un solo gesto che non corra il rischio | di essere un'operazione di magia. (Jorge Luis Borges)
  • 25 luglio: I piccoli stati prosperano con la concordia, con la discordia vanno in rovina i più grandi. (Gaio Sallustio Crispo, attribuita a Micipsa)
  • 26 luglio: L'uomo, fin che sta in questo mondo, è un infermo che si trova sur un letto scomodo più o meno, e vede intorno a sé altri letti, ben rifatti al di fuori, piani, a livello: e si figura che ci si deve star benone. Ma se gli riesce di cambiare, appena s'è accomodato nel nuovo, comincia, pigiando, a sentire qui una lisca che lo punge, lì un bernoccolo che lo preme: siamo in somma, a un di presso, alla storia di prima. (Alessandro Manzoni, I promessi sposi)
  • 27 luglio: Nella vita esistono due tragedie. La prima è la mancata realizzazione di un intimo desiderio, l'altra è la sua realizzazione. (George Bernard Shaw)
  • 28 luglio: Perché un pensiero cambi il mondo, bisogna che cambi prima la vita di colui che lo esprime. Che cambi in esempio. (Albert Camus)
  • 29 luglio: Senza cuor contento non c'è bene che valga, come col cuor contento non c'è male che nuoca in questo mondo. (Massimo d'Azeglio)
  • 30 luglio: Il mondo, intendo la nostra porzione di esso, talvolta mi sembra come un imponente mattatoio: una grande scuola per la soppressione di ogni sentimento gentile, tenero e fraterno, un grande processo di educazione alla completa destituzione di ogni principio morale, un enorme spettacolo di distruzione di ogni sensibilità morale e di ogni partecipazione ai dolori di chi ci circonda. (William Alcott)
  • 31 luglio: In origine fu tenebra nascosta nella tenebra, tutto ciò che si vedeva era l'onda indistinta. Avvolto nel caos, il Divenente, l'Uno, pulsava per suo stesso fervore. Per primo si sviluppò il Desiderio, che fu il primo germe del Pensiero. (Ṛgveda Saṃhitā)