Orange Is the New Black (seconda stagione)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Orange Is the New Black.

Orange Is the New Black, seconda stagione.

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

Episodio 1, L'uccello assetato[modifica]

  • [Commentando l'opera d'arte fatta con il cibo spalmato sul muro] Questa è arte! Questo è un uccellino canoro che beve da una giunchiglia e non ne ha mai abbastanza. Si intitola L'uccellino assetato. È quasi finito. (Piper)
  • Io ho fatto qualcosa di brutto e stavo scontando la pena per questo. E poi ho fatto...ho fatto un'altra cosa. Ho fatto una cosa molto grave. E credo che forse resterò dentro per molto tempo. [...] Questa ragazza continuava a tormentarmi e non la voleva smettere. Lei è...o era...Lei era...inarrestabile. Insomma, era una pazza. Era così...era così...folle! Io ho perso completamente la testa. Io sono...Sono arrivata a quel punto e io non mi rendevo conto che potevo arrivare a tanto. Io non mi rendevo conto che potevo arrivare a tanto. Ma..io non so se ero cambiata io o se era sempre stato dentro di me...Ma era quel lato oscuro, quell'impulso che mi ha spinto a continuare a colpirla ancora...E ancora...Non riuscivo a fermarmi...Non riuscivo a fermarmi... (Piper)
  • Signori passeggeri vi ringraziamo per aver volato con noi oggi. Sappiamo che avete scelto le nostre linee aeree. Ahah! Scherzo, non le avete scelte perché siete tutte detenute! Comunque vi faccio presente che la fila delle uscite è situata al centro dell'aereo. In caso di ammaraggio vi consigliamo di non tentare la fuga a nuoto. Ricordate: è inverno e l'ipotermia uccide. Il cuscino può essere utilizzato come dispositivo galleggiante. Le cinture di sicurezza devono essere allacciate. Se le maschere ad ossigeno non dovessero scendere, spingete nel pannello sopra la poltrona. Spesso ci danno problemi. Rilassatevi e godetevi l'intrattenimento... cioè fissare lo spazio. (Pilota)
  • [Nella prigione di Chicago Piper calpesta Yoda, uno scarafaggio contrabbandiere addestrato da alcune detenute]
    Detenuta #1: Ehi, attenta lo schiacci!
    Detenuta #2: Ma guarda che ha combinato! Non ci posso credere!
    Piper: Che cosa...?! Oh, Dio!
    Detenuta #1: Sì, è meglio che preghi Dio adesso! Lui, Bambin Gesù, Buddha...chiunque altro protegga voi brutte le stronze che non vedete dove mettete i piedi!
  • [Nella prigione di Chicago]
    Detenuta #3: I pinguini maschio non sono come gli uomini. Immagina i nostri uomini a stare fermi in un posto senza cibo ad occuparsi dei loro figli per mesi tutti soli nel feddo glaciale.
    Detenuta #4: Figurati.
    Piper: Sai una cosa? Il pinguino imperatore è preparato a questo, in termini fisiologici. Ha le piume corte e un sottostrato di grasso. [La guardano perplesse] Una volta ho fatto una ricerca sui pinguini...Massì, vaffanculo gli uomini!
  • Uno e settantacinque, capelli lunghi neri, occhiali da segretaria. Si chiama Alex Vause. (Piper)
  • [Piper si sveglia con addosso Mazall, la compagna di cella ossessionata dall'astrologia]
    Mazall: Mi devi dire a che ora sei nata con precisione!
    Piper: Non lo so.
    Detenuta astrologa: Dimmelo! [Le lecca la fronte]
    Piper: Alle 11 e 42.
    Mazall: Di mattina o di sera?
    Piper: Di mattina.
    Mazall: Dove?
    Piper: Nel Connecticut.
  • Piper: Tu sei stata fuorviata da una forza potente?
    Mazall: Ho staccato con un morso la lingua della mia ragazza e l'ho ingoiata. È stato l'inizio della fine. Un episodio di rabbia maniaco depressiva. È logico: ascendente ariete.
  • Piper: Quello scarafaggio! Oh, è uno lento ed è bello grosso! Alex, è lento e grosso! Potrebbe essere Yoda!
    Alex: Cristo santo! L'isolamento ti ha proprio dato al cervello!
  • [Flashback]
    Celeste: A volte non è questione di giusto o sbagliato. Si tratta di fare una scelta che causi poco dolore agli altri. Tenere le cose per se, nascondere informazioni e sentimenti, vivere con i tuoi segreti.
    Piper: È una cosa orribile.
    Celeste: Oh, sì. È vero.
  • Un caffè decente è la seconda cosa che mi manca di più. Larry...Larry è la cosa che mi manca di più. (Piper)
  • Io stavo con Alex. Lei era l'unica cosa che contava. L'unica persona che contava. Tutto il resto era solo ambiente. (Piper)
  • [A Piper] Tu vivi sul filo del rasoio e per qualche motivo non smetti di fare piroette. (Howard Bloom)

Episodio 2, È blu ma sa di rosso[modifica]

  • [Flashback di Taystee da bambina]
    Taystee: È blu, ma sa di rosso.
    Vee: Blu e rosso sono colori, tesoro. Non sono gusti.
  • Portavoce della Philip Morris: Proprio così: noi della Philip Morris crediamo nelle seconde chance. Accogliamo le persone che sanno gestire le sfide della produzione e vendita di prodotti per adulti in un ambiente regolamentato da norme molto numerose e che quotidianamente si impegnano a lavorare in modo responsabile. Grazie.
    Poussey: Credevo che l'ospite d'onore sarebbe stata Mo'Nique o Wesley Snipes, non uno squalo del tabacco che ci ricorda come le uniche aziende disposte ad assumere ex detenuti sono quelle odiate da tutti.
    Black Cindy: Ma dai, non sono così male. Voglio dire, nessuno costringe la gente a fumare. Il vero diavolo è chi uccide senza il nostro consenso: Monsanto, Rio Tinto, Big Pharma, BP Halliburton...Ho letto che stanno facendo delle grandissime merdate, non che ci assumerebbero! I veri criminali se ne fregano di noi pesci piccoli.

Episodio 3, Gli abbracci possono ingannare[modifica]

  • [Le detenute giocano a sciarada. Taystee e Poussey sono in squadra]
    Taystee: Il matto che crede negli alieni!
    Poussey: Tom Cruise!
    Taystee: Sì, signora! Ok-ok. [Pesca un'altra carta] Pallacanestro... ehm... Occhiali da secchione.
    Poussey: LeBron.
    Taystee: L'altro!
    Poussey: D. Wade.
    Taystee: Sì, signora!
    Black Cindy: E che cazzo!
    Taystee: [Pesca un'altra carta] Quella a cui è morto il marito giovanissimo.
    Poussey: Michelle Williams, quella bianca!
    Taystee: Sì!
    Occhi pazzi: Teeeempo!
  • A me piace stare all'orologio, guardare l'orologio, annusare l'orologio! (Occhi pazzi)
  • Brook: Io mi chiamo Brook Soso. Ehm, è una storia divertente: i miei genitori mi hanno chiamata Brook come Brooke Shields, l'attrice, ma senza la "e" perché pensavano che fosse più originale. Ma al mio decimo compleanno hanno detto che mi avevano chiamata Brook perché vuol dire "ruscello"...perché gorgogliavo come un ruscello.
    Miss Rosa: Questo dimostra ancora una volta che si può essere intelligenti o belli.
    Anita Demarco: Beh, la chemio la rende scontrosa.
  • Pennsatucky: Lyenne, mi sento come un uccello. No, non come un uccello, come un serpente. Come un serpente. Come un'anaconda che sta cambiando pelle. Anch'io sto cambiando pelle perché quella vecchia non mi sta più bene, lo sai?
    Leanne: Perché parli come quei burattini a cui si infila la mano nel culo?
  • Non sono ritardata. Ho i denti nuovi. (Pennsatucky)
  • Mia madre dice: "I fiori e le star del cinema sono carine perché nessuno dei due ha un cervello". (Leanne)
  • [A testa in giù] Ho così tanto sangue in testa che comincio a sentirmi come una zecca. Mordono un cervo e poi... [fa un verso] (Occhi pazzi)
  • Quali sono i bambini che soffrono, Melanie? Quelli che vengono trattati da diversi, quelli a cui viene negata l'opportunità di realizzarsi come tutti gli altri bambini! Non permetterò che mia figlia venga etichettata come "inferiore"! In questo modo il mondo la scraterà prima ancora che lei abbia vuto la possibilità di realizzarsi, lo capisci? (Pat Warren, madre di Occhi pazzi)
  • [Ad acconciarsi i capelli da Sophie]
    Red: Voglio sembrare feroce.
    Sophie: [Schiocca le dita] "Feroce" o... [Imita un felino] "feroce"?
    Red: La seconda.
  • La prigione è glutine! Se finisci in prigione mangi quel cazzo di farina, chiaro?! (Gloria)
  • Nicky: Ok...Quindi io e te siamo sorelle di fica adesso?
    Piper: Eviterei di parlare della vagina della mia ex fidanzata.
    Nicky: Detesto insistere, ma...più che "ex fidanzata" io la chiamerei "amante rovina famiglie".
    Piper: Vedi anche tu che mi stanno guardando? Perché ho la sensazione che mi stiano guardando tutti!
    Nicky: Stai facendo dei passi avanti, Chapman. Stai superando il tuo complesso "sono la star del mio film e anche di quello degli altri".
    Piper: Io faccio così?
    Nicky: Sai, l'hai davvero ferita.
    Piper: Non voglio parlare di lei.
    Nicky: È corsa da me come un agnellino ferito. Sì, un agnellino con dei grandi occhiali sexy e delle tette morbide e giganti dentro la mia bocca.
    Piper: Alex Vause non è mai stata un agnellino. Lei è il lupo che mangia l'agnellino.
    Nicky: Non si puà biasimare il lupo. L'agnellino è delizioso. Per questo lo mangia!
  • Piper: Se fossi morta credi a qualcuno sarebbe importato?
    Nicky: Be', in generale no. Tu sei una ciambellina glassata per me quindi...mi stuzzichi, cazzo. A me sarebbe importato.
  • Se la gratitudine venisse ripagata saremmo tutti Bill Gates. (Black Cindy)
  • [Flashback dell'infanzia di Occhi pazzi]
    Bambina #1: C'era una volta una ragazza molto carina...Avanti Grace, tocca a te, continua tu e poi a turno in circolo.
    Grace: Ok. C'era una volta una ragazza molto carina che viveva con la sua famiglia in una grande casa in cima alla collina...
    Occhi pazzi: ...ma poi arrivò un drago, scese in gran picchiata, cacciando fuoco dalle sue narici e incendiò la casa. Parte della famiglia riuscì a fuggire, ma la ragazza rimase intrappolata dentro.
    Bambina #2: Ho paura.
    Occhi pazzi: Gridava aiuto, ma nessuno voleva andare a salvarla. Rimase lì e si mise a piangere in un angolo. Fu avvolta dalle fiamme e morì da sola.
  • Piper: Ehi, Brook.
    Brook: Non chiamate tutte per cognome qui?
    Piper: Infatti. Ma se dico il tuo potrei scoppiare a ridere.
  • Tutto finisce Brook, anche la prigione. Cerca di pensare solo a questo. (Piper)
  • John: Hai avuto il mio regalo?
    Daya: Sì...
    John: Che cosa c'è? Non sei contenta forse?
    Daya: [Sarcastica] Sì. Ho sempre sognato un uomo che mi lasciasse sotto al cuscino un sacchetto di spinaci crudi, con un biglietto "Per la mia piccola". Tu sei un vero principe azzurro. Al diavolo i diamanti, io ho gli spinaci!
  • All'epoca mia comandavano le donne nere in questo posto. E sottolineo donne perché è questo che eravamo: donne. Non come le ragazzine che girano qui dentro con quell'aria da dure. (Vee)
  • [A Occhi pazzi] Tieni la testa alta perché alla fin fine tu sei una rosa da giardino. (Vee)
  • Sono un lupo solitario, Brook. Di quelli feroci. Non costringermi a morterti la gola con i denti. (Piper)
  • Non mi importa di "un tempo". Io vivo nel presente. Namaste, cazzo. (Black Cindy)
  • [A Taystee] Perdonami. Ti prometto che non ti deluderò mai più. So che non ci sono stata in tutti questi anni e non mi sono presa cura di te. Però ora lo farò qui. (Vee)

Episodio 4, Tutto un altro buco[modifica]

  • Un dottore dice al paziente: «Ho una brutta notizia e un'altra brutta notizia. La brutta notizia è che ha il cancro.». «E l'altra brutta notizia?». «È che sei anche malato di Malattia di Alzheimer.». Il paziente ci pensa per un minuto e poi dice: «Be', se non altro non ho il cancro.». (Rosa Cisneros) [barzelletta]

Episodio 5, La città della bassa autostima[modifica]

  • [A Black Cindy, riferendosi alla guardia] Non devi chiamare "sorella" una guardia nera! Mai! (Poussey)
  • Piper: Io valgo molto più di un "3"! Non sono una facile.
    Nicky: Sei una troietta, non sei una facile. C'è una differenza semantica.
    Boo: [Sarcastica] Sì, non sei una facile... ti sei solo scopata la tua nemica.
  • Pennsatucky: Ehi, a che giocate?
    Boo: A niente.
    Nicky: Al gioco più vecchio del mondo.
    Pennsatucky: Ah, sì? E come di chiama?
    Nicky: Esclusione.
    Pennsatucky: Fico. E come si gioca?
  • Cal: Abbiamo deciso di non dirtelo. Ma puoi indovinare...
    Piper: Oh, no. È così brutta?
    Cal: Mmh...
    Madre di Piper: Oh, smettila Cal. È decisamente fuori luogo.
    Piper: Che cosa è fuori luogo? Sono una adulta che sta rinchiusa in prigione! So affrontare le cose! Cosa cazzo succede?! Dovete dirmelo! Papà ha perso il lavoro? È bruciata casa vostra? È bruciata casa mia?
    Madre di Piper: No, tesoro. Non riguarda le case.
    Cal: Niente aiuti, per favore.
    Piper: Allora, è una persona?
    Cal: Sì.
    Piper: Papà è malato? È morto? Papà è morto?!
    Madre di Piper: Tesoro, papà sta bene. A parte il colesterolo. Ma per quello prende l'olio di pesce.
    Cal: Continua, ci sei vicina. Papà sta bene, ma...
    Piper: Danny. Polly. Larry. La nonna. La nonna è morta? No, quasi. La nonna sta morendo!
    Cal: Sì! La nonna sta morendo! [Si danno il cinque]
    Piper: La nonna sta morendo! [Se ne rende conto] Oh, no...Oh, mio Dio...
  • Il Signore ti salverà dalla trappola del cacciatore e dalla mortale pestilenza. Ti coprirà con le sue piume. Sotto le sue ali troverai rifugio. La sua fedeltà ti sarà scudo e corazza.[1] (Sorella di Gloria Mendoza) [Preghiere dalle serie televisive]
  • Piper: Non voglio annoiare nessuno con i miei problemi.
    Red: Tutti problemi annoiano quando non sono i tuoi.
  • Piper: [Parlando della nonna] Si è graffiata un piede mentre nuotava in piscina. Visto che non guariva è andata da un medico e ha scoperto che aveva un problema ai reni. Così l'hanno messa in dialisi e s'è beccata un'infezione.
    Red: Succede sempre così. Crolla tutto insieme come un domino degli organi interni. Mi dispiace, forse non è quello che volevi sentire.
    Piper: No, tranquilla. Non voglio essere sommiserata. Anzi, cerco di segire il tuo esempio: essere forte e soffrire in silenzio.
    Red: Il silenzio è la parte migliore.
    Piper: Potrebbe anche uscirne. In ogni caso...Com'era quella frase? "Tieni stretto, lascia in fretta"...?
    Red: Come?
    Piper: È una frase che dice Clive Owen nel film Il colpo.
    Red: E dovrebbe farti stare meglio?
    Piper: Probabilmente sarebbe così se Clive Owen fosse qui a dirla.
    Red: Fanculo a Clive Owen! Non devi lasciare mai. Finché non ti costringono...
  • Il permesso [di uscita temporanea] è come il mostro di Loch Ness, Chapman. In tanti ne parlano e nessuno l'ha visto. (Healy)
  • Il segreto è far finta che il sale sia zucchero. [Mangiando impassibile un pasto condito con molto sale dalle cuoche ispaniche per dispetto] (Occhi pazzi)
  • Sono come Icaro: mi si sono sciolte le ali prima di arrivare a scoparmi il Sole. (Nicky)
  • Una detenuta della prigione federale di Litchfield vorrebbe contattarla. Per accettare la chiamata premere "uno". (Messaggio registrato)
  • Ho pensato di essere quel tipo di persona che non ha bisogno di nessuno. O di cui gli altri hanno bisogno. (Piper)
  • [A proposito delle pratiche di santeria[2]]
    Cuoca ispanica: Tu ci credi davvero a quella cosa, sul serio?
    Gloria: Tu sei cattolica? Questo è ultra cattolicesimo! Senti, mia Tia dice che non importa se preghi un crocifisso ultra gigante o un legnetto. È la fede che ci metti che conta.
    Cuoca ispanica: Sì, ma tu credi negli incantesimi, eccetera...
    Gloria: Io credo in qualunque cosa mi possa aiutare.

Episodio 6, Puoi avere una pizza[modifica]

  • Cosa ne penso io dell'amore? È quando ti si chiude lo stomaco per qualcuno, ma dentro senti un grande movimento e...sorridi continuamente, da farti male alle guance e pensano tutti che sei strana. [...] E anche scopare. Ogni secondo! Come dei matti! Così tanto che dopo neanche cammini! (Aleida)
  • L'amore è luce. Accettazione. Fuoco. (Suora Jane Ingalls)
  • Un dolore. Un terribile dolore che non vedi l'ora di riprovare. (Sophia)
  • Il giorno di San Valentino è stato inventato per far sentire una merda quelli che non sono una coppia perfetta. (Gloria)
  • [Essere innamorati] Significa rilassarsi, ecco...divertirsi con quella persona, parlare, fare degli scherzi stupidi e poi...non volere andare a dormire perché ti perderesti quei momenti...e non vuoi. (Poussey)
  • [Dando la voce a un mocio per pavimenti] È un puzzle gratificante! (Occhi pazzi)
  • Black Cindy: Ehi, Warren, chi sarà il tuo valentino quest'anno? Sbatti sempre i tuoi occhi neri e strani a qualcuno.
    Occhi pazzi: Oh, no no. Quest'anno voglio amare una persona che meriti solo me: me!
    Occhi pazzi: [Dando la voce a un mocio per pavimenti] Perdente!
    Occhi pazzi: Chiudi il becco!
  • Piper: Larry...Io voglio casa mia. Quando esco da qui voglio tornare a casa mia.
    Larry: È un' affermazione importante. Sei sicura di volerlo?
    Piper: Sì, ne sono sicura.
    Larry: Non lo chiedo a te. Lo chiedo alla Piper del futuro, alla Piper libera. Pui garantire che lo vorrai ancora?
    Piper: La Piper del futuro lo spera.
    Larry: Il Larry del presente non può vivere di speranza.
  • Piper: Sei come la Luna, Larry. Devi smetterla di essere come la Luna!
    Larry: E perché sarei come la Luna?
    Piper: Non brilla di luce propria la Luna.
    Larry: Oh, sì. Ho capito. Quindi tu saresti il Sole? Tu sei il Sole, Piper? Tu sei il centro del sistema solare e io sono una merda, un pezzo di roccia fredda? Come faccio diventare un pianeta, Piper? Dal moento che la tua cazzo di roba è ancora ovunque? Tu puoi andare avanti, tu puoi scoparti Alex o chiunque tu voglia, invece io sono bloccato con i tuoi maglioni, le tue scarpe e tutte le tue cose che non entrerebbero in un cazzo di outlet neanche a forza! Tu sei dappertutto! È come vivere dentro un sarcofago!
    Piper: Senti, porta la mia roba da Polly se non la vuoi. E magari volevi dire "mausoleo", non "sarcofago"...
    Larry: Non dirmi cosa volevo dire! Sai, sulla Luna si può camminare. Invece se ti avvicini al Sole ti bruci.
  • Piper: Quando uscirai di qui hai pensato da chi vorresti andare a vivere?
    Nicky: Da Fiona Apple del video di Criminal.
  • Ho perso la mia manipolatrice straordinaria psicopatica ex e il mio dolce gentile e distratto fidanzato. (Piper)
  • [Intercettando le telefonate delle detenute] Trovo così interessanti queste storie. È com leggere Dickens. (Susan Fischer)
  • Poussey: [Leggendo Alice nel paese delle meraviglie] «Come sai che sono pazza?» disse Alice. «Devi esere pazza» disse il gatto «Altrimenti non venivi qui»"
    Taystee: Mh, cazzo. Hai ragione! Lewis Carroll dev'essere stato in prigione! La madre di RJ si chiamava Alice.
    Poussey: Ah, sì? Ed è caduta nella tana di un coniglio?
    Taystee: No, di uno spacciatore di crack.
    Poussey: Ah. E ha trovato un cristallo con scritto "fumami"?
  • [Flashback di Poussey in Germania]
    Poussey: C'è un detto sull'amore.
    Franziska: Ci sono un milione di detti sull'amore.
    Poussey: Io sto pensando a quello che dice: "Amore non è guardarsi, ma guardarsi nella stessa direzione."[3]
    Franziska: Non mi piace. Io adoro stare a guardarti.[4]
  • Marisol: [L'amore] È un po' come farsi un bagno, ma l'acqua è come un budino al cioccolato, cremoso...e gli Smiths suonano There is A Light That Never Goes Out...Ah, ed è pieno di candele accese e cinque uomini che ti massaggiano...
    Maritza: ...E puoi avere una pizza!
    Marisol: Ha ragione. Puoi anche avere una pizza.
  • [A una detenuta che sta abbracciando un'altra] Bronikowski, ricordati di Gesù! (Sam Healy)
  • John: Sono in un carcere femminile, ma di donne non capisco niente.
    Sam Healy: Ti dico una cosa, Bennett. Devi riuscire a convincerle che sei disposto a incontrarle a metà strada mentre in realtà il 90% del percorso lo fanno sempre loro. Le donne sono una frana in matematica. Non dimenticarlo.
  • [Parlando del film Una pazza giornata di vacanza]
    Sophia: Che cazzo significa che non c'è nessun Ferris?!
    Brook: No, ok, stammi a sentire: Ferris è solo una proiezione dell'incapacità di Cameron di opporsi a un padre autoritario. Ma la cosa pazzesca è che Cameron in realtà non esce mai dalla sua camera. Ricordati che è ammalato. Inventa questo sè idealizzato, Ferris e anche la sua fidanzata che avrà una trentina d'anni e poi immagina un'avventura epica con inseguimenti di auto, parate e partite di calcio, bla bla bla...E quindi in realtà è solo un giorno libero dalla sua rigida coerenza all'allineamento mente...
    Suora Jane Ingalls: Oh, per favore, chiudi quella cazzo di bocca!
  • Leanne: Senti, comandi questo gruppo come un dittatore. Una specie di Hillary Clinton e noi vogliamo essere una democrazia!
    Pennsatucky: Cosa?! Mi hai chiamata Hillary Clinton!
    Leanne: Ti manca solo il tailleur. Senti, con te abbiamo chiuso. Giusto? [Le altre annuiscono]
    Pennsatucky: Avete chiuso con me? Mi fai ridere. Mi fai proprio ridere, Leanne. Se io sono Hillary Clinton, allora tutte voi siete delle mogli sorelle nevrotiche che fanno rumore quando bevono, sanno leggere a malapena e si scopano i poliziotti! Delle pezzenti, il nulla del nulla. Ma non me ne frega niente perché non mi hai mai sfidata. Nessuna di voi mi ha mai sfidata! Se continui a giocare a tennis con chi gioca peggio di te non migliorerai mai. Quindi grazie.
    Angie: Tu giochi a tennis?
    Pennsatucky: È una metafora, patata con gli occhi! Senti, perdona il mio francese...ma andate a farvi fottere! Troia! Troia! troia!
  • Nicky: Ricordami perché abbiamo fatto la gara delle scopate.
    Boo: Perché io sono una povera pazza competitiva.
    Nicky: Eh, sì. E io devo nutrire la mia dipendenza ogni momento.
  • [Parlando dell'amore] È come se tu diventassi più te stessa. Il che normalmente può essere [Fa rumori strani] ...ma ora va bene. Perché, la persona, l'altra, chiunque sia, ha scelto di accettare tutto. Tutte le stranezze, tutto ciò che è sbagliato o brutto o che nascondi dentro di te. Gli va tutto bene e non ti senti più strana o pazza. (Occhi pazzi)
  • La Luna farebbe questo? [E bacia Polly] (Larry)
  • Occhi pazzi: Quello è l'uomo di cui parli sempre? Mh, sì, io so cosa vuol dire amare persone così poco intelligenti da non voler essere amate. Però ti dirò un segreto: non se lo meritano.
    Morello: Lui purtroppo mi ha rovinato questo giorno per sempre. Nessuno sa che noi stiamo più insieme.
    Occhi pazzi: Sì, ma tu lo sai.
    Morello: Sì, io lo so! [Ridacchia] Sai qual è la cosa assurda? Che io voglio credere ancora nell'amore, persino dopo tutto quello che mi ha fatto. Non credi che sia una cosa triste?
    Occhi pazzi: Oh, no. Io credo che sia coraggioso.
    Morello: Grazie. Vieni. [Si abbracciano]
  • Sai cosa mi fa incazzare? Che stiamo sprecando i nostri anni migliori qui dentro. Le nostre tette non saranno mai meglio di così. I nostri culi non saranno mai meglio di così. (Maritza)
  • È come tornare a casa dopo aver fatto un lungo viaggio. L'amore per me è questo. È come tornare a casa. (Piper)

Episodio 7, Il ricatto[modifica]

  • Le detenute muoiono di fame, vengono stuprate e questo nessuno lo nega. Solo che tutti se ne fregano. (Giornalista)
  • [Fumando una sigaretta di contrabbando] Questo è il terzo giorno più bello della mia vita. (Nicky)
  • [Parlando del film Ratatouille]
    Irma: Alla fine il critico ha cambiato idea perché il ratto ha cucinato uno stufato delizioso.
    Frieda: Sì, questo lo capisco, ma non significa che il ratto possa aprire un ristorante. Il codice sanitario è sempre il codice sanitario!
  • Sophia: [Per ringraziarla degli oggetti contrabbandati] Ti ha mai baciata una transgender nera alta un metro e ottanta?
    Red: Non provarci neanche.
  • Brook: Qui morirò di fame. Sono vegetariana convinta.
    Piper: Lo so. E lo rispetto. Ma vedi, in queste circostanze sono sicura che persino...persino Paul McCartney mangerebbe uno spezzatino di tonno.
    [...]
    Daya: [La bistecca] La vuoi?
    Brook: No. I maiali sono più intelligenti dei cani.
    Piper: Le uova le mangi?
    Brook: Dipende da cosa mangiano le galline.
    Piper: Perciò no.
    Brook: Ok, prendimi in giro quanto vuoi, ma il business agroalimentare in questo paese è completamente...
    Poussey: Scema, guardati intorno: siamo nel complesso business della prigione. Se una mucca mi tira fuori di qui non mangio carne per un giorno!
  • [A Angie che le lucida le scarpe] Sai, stando al karma la tua gente se lo merita. (Black Cindy)
  • Noi siamo rinchiuse qua dentro e il mondo fuori continua a girare. (Piper)
  • Poussey: Vee non è la mia socia.
    Nicky: È socia delle tue socie.
    Poussey: Sì, o semplicemente le usa per fare il lavoro sporco mentre lei conta i soldi. Non si farà mai beccare a fare contrabbando. Se prendono però qualcuna che lo fa la vedrai sorridere alle guardie dicendo "Oh, ma queste ragazze cosa combinano?"
    [...]
    Nicky: Ehi, sai che cosa fanno le lesbiche alle superiori? Stringono amicizie molto intense con ragazze etero e poi convincono se stesse che essere soltanto amiche è bello, ok? Finché una non si trova un ragazzo. Allora odiano quel poveretto e dicono che è uno stronzo, che non è degno di lei quando invece probabilmente è una brava persona, è uno a posto perché la verità è che sono innamorate della loro amica.
    Poussey: Perché tutti pensano che io la ami? Non è vero.
    Nicky: [Ironica] Certo. Diciamo che è così.
    Poussey: E se invece provassi qualcosa per lei?
    Nicky: Odiando il suo ragazzo la allontaneresti e basta.
    Poussey: Devi tenerlo per te e farti apprezzare da lui.
  • Joe Caputo: [...] la questione della quota dei richiami. Pensate che lo facciamo per cattiveria. Ma è solo il nostro lavoro. Se le cose ci sfuggono di mano è un male per tutti quanti.
    Piper: Dicevano così anche i fascisti, lo sa?
    Joe Caputo: Forse sono imparentato con Mussolini per parte di madre. Scherzavo. Magari sul giornale puoi scrivere qualcosa sulle guardie. Far capire che siamo umani.
    Piper: [Scherzando] "Le guardie. Sono come noi."
    Joe Caputo: Ora non esagerare. Che ne pensi di "Guardie. Sono persone anche loro", eh?
  • [Le detenute più anziane parlano di internet]
    Irma: È come spedire una lettera. C'è un riquadro, scrivi una domanda, e poi arriva la risposta.
    Taslitz: Chi c'è dall'altra parte a guardare?
    Red: [Scandendo le parole] Non c'è nessuno. È lì nell'etere. Ci puoi trovare tutte le informazioni del mondo.
    Taslitz: Vorresti dirmi che tutte le informazioni del mondo sono nei cavi?! Ma la gente è sempre stupida, giusto?
  • Vee: Sei divertente, sai? Sempre a scherzare, a fare battute.
    Black Cindy: Non c'è da ridere qui. Che altro abbiamo?
    Vee: Giusto, hai ragione. Il problema è quando le barzellette sono tutto ciò che hai. Tu sei come la cicala della favola: vivi alla giornata, pensi soltanto a spassartela, non hai responsabilità, né progetti né ambizioni.
    Black Cindy: Carpe diem, giusto? A questo mondo è l'unico modo per sopravvivere.
    Vee: Questo probabilmente funzionava quando i figli dovevano andarsene di casa prima dei quaranta. Il fatto è che se non ti costruisci un futuro è perché non credi che ci sia un futuro. Tu ti sei arresa con te stessa. Sei una perdente.
  • Marisol Gonzales: Anche se stai facendo un fumetto non significa che devi usare questo carattere!
    Daya: Cosa?! Sei odiosa.
- Well, just because you're doing a comic doesn't mean you have to use Comic Sans!
– What Hater.
  • Piper: Siamo tutte vice redattrici qui.
    Sam Healy: Ah, vuoi dire come nelle serie tv con tutti quei nomi che scorrono. Non possono essere così importanti.
    Piper: Ah, le posso assicurare che qui tutte hanno un ruolo fondamentale.
  • Jimmy Cavanaugh: Non ci vado! Non ci vado! Non ci vado! Non ci vado! [A Piper (convinta che si chiami Roberta)] Roberta, non farmi portare via! Roberta! Roberta! Non ci vado!
    Piper: Ditemi che la portano in un posto dove la cureranno.
    Suora Jane Ingalls: La portano alla stazione dei pullman.
    Piper: Crede che Lyndon Johnson sia il presidente.
    Suora Jane Ingalls: Ha bisogno di cure in una struttura adeguata, ma non pagheranno per quella.
    Piper: E la sua famiglia?
    Frieda: Ha una figlia a Stoccolma. Non si parlano.
    Piper: Allora starà per la strada.
    Suora Jane Ingalls: Si chiama "rilascio compassionevole".
    Jimmy Cavanaugh: [Urlando dal pullman] Roberta! Roberta!

Episodio 8, Vasi di dimensioni appropriate[modifica]

  • Sam Healy: Il dottore avrebbe raccomandato una salpingo-ooforectomia bilaterale.
    Miss Rosa: [Sarcastica] Chi non ama un intervento con un "oofo" dentro?
    Sam Healy: Sì, be'... Il dipartimento penitenziario ha fissato dei limiti sugli interventi invasivi. Non puoi operarti. Non hai più alternative. Continueremo la chemio.
    Miss Rosa: "Continueremo"? [Sarcastica] Ha il cancro alle ovaie anche lei?
    Sam Healy: Sono il tuo supervisore. Ti aiuterò a superarlo.
    Miss Rosa: Non supererò niente. Io morirò.
    Sam Healy: Ehi, andiamo. Potresti vivere per anni.
    Miss Rosa: È una bugia del cazzo.
    Sam Healy: Linguaggio! Lo so che è molto difficle per te. Mio cugino aveva il cancro ai polmoni, non aveva prospettive, ma ha continuato la chemio e ora è ritornato a riparare tetti a Oneonta.
    Miss Rosa: Fortunato suo cugino. Ma io sono già morta!
    Sam Healy: Devi cercare di pensare positivo. Nessuno conosce il futuro.
    Miss Rosa: I dottori conoscono il futuro. Dicono che devo essere operata.
    Sam Healy: Vorrei poterti aiutare.
    Miss Rosa: Però ha le mani legate. Purtroppo ha sempre le mani legate. Siete tutti uguali. Inutili.
  • Un bacio prima e l'altro dopo. (Motto della banda di Miss Rosa Cisneros prima delle rapine)
Un besito antes, otro después.
  • [Flashback della vita criminale di Miss Rosa. Dopo una rapina in banca il suo partner Marco ha subito una ferita d'arma da fuoco.]
    Marco [Ultime parole]: Prima dammi il bacio del dopo rapina. Un bacio prima e l'altro dopo.
    Miss Rosa: Starai bene. Sei così forte. Sii forte per me, amore. [Marco si accascia] Marco?
  • I broccoli invece sono cazzuti! (Joe Caputo)
  • [A Leanne] Una vera amica non gira intorno all'argomento. Una vera amica ti dice le cose come stanno. Guarda e impara. [A Brook] Puzzi come una vasca di tartarughe, vatti a fare una doccia! (Pennsatucky)
  • Frieda: "Nonnina demente rimessa in libertà" non è un titolo sexy e non fa notizia. Non gliene frega un cazzo a nessuno delle vecchie. Ricordiamo a tutti quanti che anche loro moriranno.
    Piper: Io non la penso così. Trovo rassicurante stare insieme agli anziani.
  • [Parlando della donna Celeste] Quando è morto nonno lei ha imparato a investire nel mercato azionario ed è diventata veramnete brava. È riuscita a comprarsi una casa e ha iniziato a fare kayak Mi diceva sempre "Va' e divora il mondo, Piper! Non rimanere chiusa a casa con un uomo." Forse ho preso l'ultima parte troppo alla lettera. (Piper)
  • Queste sono delle cazzo di Louboutin con una gomma sulla suola! Ho pestato una gomma appena ho messo piede in quest'edificio! Dove la prendono la gomma le detenute? È contrabbando! Caputo, come diavolo ci è entrata?! È stata masticata, buttata ed è finita sulla suola della mia costosissima scarpa! (Natalie Figueroa)
  • Natalie Figueroa: Tu! Lavori qui?
    Susan Fischer: Sì, signora.
    Natalie Figueroa: Non chiamarmi signora! Non sono una vecchia a cui stai imbustando la spesa! Tu sei un'agente, il tuo lavoro è far rispettare le regole. Sai quali sono le regole?
    Susan Fischer: Sì.
    Natalie Figueroa: Perché adesso guardando in una direzione qualsiasi vedo dei grossi orecchini, vedo trucco esagerato! Sono l'unica qui che vede questo? Ho dei superpoteri? Sono come il bambino del Sesto senso che vede cose che non vede nessun altro? Sono in cazzo di film di Night Shalamalama oppure quella detenuta ha l'ombretto verde?
    Joel Luschek: Ehm, credo si pronunci "Shyamalan". [Fig lo fulmina con lo sguardo] Ehm, me ne torno al lavoro.
    Susan Fischer: Signorina Figueroa, si truccano tutte qui.
    Natalie Figueroa: Oh, bene, non sono pazza. Hai intenzione di fare qualcosa o sei qui solo come decorazione?
  • [Flashback della vita criminale di Miss Rosa]
    Andy [Ultime parole]: Rosa!
    Miss Rosa: Credo che gli sia venuto un infarto!
    Criminale: Andiamo!
    Miss Rosa: Tiene infarto! Ti prego non morire, papi, ti prego! Dobbiamo vedere le cascate del Niagara, abbiamo i biglietti per Cats! Per favore, papi, ti prego! Dios mio, papi! [Andy si accascia sul volante facendo suonare il clacson] Oh, mio Dio! Non può essere successo di nuovo! Non ci credo! Papi!
    Crinimale: Busca la chiave, yo manejo! [Gli prende le chiavi dell'auto dalla tasca. Disperata lo bacia, ma deve correre via per compiere la rapina come pianificato]
  • Salve, avete chiamato Carol Chapman. Siete pregati di lasciare nome, numero e un breve messaggio e sarà mia premura richiamarvi quanto prima. (Segreteria telefonica di Carol Chapman)
  • Nicky: Ehi, sbaglio a pensare che tu e Fischer ci state dando giù di brutto?
    Joel Luschek: Io sono un tipo discreto, ma... Me la sono scopata!
  • Joe Caputo: Luschek!
    Joel Luschek: Detenuta!
    Joe Caputo: Spero che ci siano dodici batterie.
    Joel Luschek: Ricontale!
    Nicky: Una, due, tre...cazzo cosa viene dopo il tre? L'ho dimenticato.
  • [Piper, Daya e Marisol sono in biblioteca a lavorare alla rubrica di consigli del "giornale" del penitenziario]
    Piper: "Cara Flaca, la mia compagna di cella mi ruba ogni cazzata. Come risolvo la situazione?" Non puoi dire "cazzate".
    Marisol Gonzales: Posso dire "puttana"? Perché è quello che risponde Flaca. "Di' alla puttana di togliere le zampe dalla tua roba, ma se lei non ti da retta portala dove non vi vede nessuno e sfondale il cranio!"
    Suor Jane Ingalls: Sssh! [Marisol le fa il dito medio] Gesù vi vede!
    Piper: Non puoi scrivere così! Sai che l'amministrazione deve approvare i testi! Perché non le dici di andarsi a comprare un lucchetto allo spaccio?
    Marisol Gonzales: Lo stavo scrivendo! "Compra un lucchetto, mettilo in una calza e massacra la puttana!"
  • Suor Jane Ingalls: [Incredula] Hai avuto un permesso, Chapman?
    Piper: Sì.
    Suor Jane Ingalls: Sono nella Chiesa cattolica da tanti anni ed è la prima volta che assisto a un miracolo.
  • Joe Caputo: Che cos'è?
    John Bennett: Cavolo e datteri... e latte di mandorla.
    Joe Caputo: Tu fumi?
    John Bennett: No. Ma mastico tabacco qualche volta.
    Joe Caputo: Masticare tabacco annulla i benefici di bere il cavolo, no?
    John Bennett: Be', mi piace pensare che si annullino a vicenda.
  • Sophie: Ti credi tanto fica perché di hanno dato il permesso. Dovrei farti uno skullet!
    Anita DeMarco: Cos'è uno skullet?
    Sophie: Cranio rasato e capelli lunghi.
    Anita DeMarco: Ewww.
    Piper: Puoi anche farlo. la mia famiglia si aspetta una criminale, sarei all'altezza delle loro aspettative una volta tanto.
  • Mio padre ha fatto un trapianto di polmone. Rigettato. Non ci parlavamo dalla mia transizione. Era uno davvero tosto. Ma alla fine ha iniziato a chidere di me. Mi chiamava col mio nuovo nome: Sophia. Le persone si addolciscono in punto di morte. Se avessi potuto vederlo, non lo so, magari ci avrei messo una croce sopra. Ma non capita spesso in questa vita, non è vero? L'ho aggiunto alla lista dei rimpianti. (Sophia)
  • Alcuni si impongono con la forza altri con lo charme. Noi usiamo lo charme. (Wanda Bell)
  • [Susan Fischer si accorge che Nicky sta fumando nella cappella della prigione]
    Nicky: Cazzo! Cazzo! Cazzo! Cazzo! Ehi, se la vedi in un contesto più ampio cos'è una sigaretta in fondo? Una pianta, un po' di carta... Pensa a tutte le porcate che potrei fare.
    Susan Fischer: Fuma quanto vuoi. Non me ne frega niente. Mi hanno licenziata.
    Nicky: Oh. È meglio per te.
    Susan Fischer: Tu non capisci. Ora che faccio? Io non so fare nient'altro.
    Nicky: Be', non eri brava come agente. Oh, ma questo ti fa onore, credimi.
    Susan Fischer: Mi passavano medici e dentista. Mi stavo pagando la Kia.
    Nicky: Sei un essere umano decente. Essere silurata da questo buco succhia-anima è la cosa migliore che ti possa capitare.
    [...]
    Susan Fischer: Ti posso chiedere una cosa?
    Nicky: Spara.
    Susan Fischer: Negli ultimi tempi ci provavi con me?
    Nicky: Se non sognamo moriamo, no? Allora, come andavo?
    Susan Fischer: Ci ho pensato un po'.
    Nicky: Sul serio?
    Susan Fischer: Neanche fra un milioni di anni! Ma, grazie.
  • È la maledizione! [...] Gli uomini della mia vita muoiono. (Miss Rosa)
  • Adoro il profumo dei soldi, amore. L'azione mi eccita. La preparazione, l'adrenalina. (Miss Rosa)
  • Nicky: Cristo, Chapman. Stai sul cazzo a tutti quanti.
    Piper: Sììì, qual è la novità?
    Suor Jane Ingalls: «Tenace come gli inferi è la gelosia.» Il Canto di Salomone.
    Piper: Toni Morrison?
    Suor Jane Ingalls: La Bibbia, tesoro.
  • [Alle detenute nere che scherniscono perché invidiose del suo permesso di uscita temporanea per fare visita alla nonna morente] Sì! Sono bianca! L'abbiamo stabilito, no? E mi hanno dato il permesso. I privilegi dei bianchi vincono di nuovo e come portavoce dell'intera razza bianca vorrei dire che mi dispiace che a voi sia andata male. Ma io voglio bene alla mia cazzo di nonna moribonda! E sì. Sì, è bianca anche lei, certo. Ma è un essere umano e sta male e ha bisogno di me. Perciò chiudete quella cazzo di bocca! [Occhi pazzi le lancia del cibo addosso] (Piper)
  • Quando ho iniziato questo lavoro ero un idealista, volevo fare la differenza. Ma sono solo un passacarte. Sono qui per riempire moduli. Il massimo che faccio è occuparmi della vostra sicurezza e della vostra pulizia. (Sam Healy)
  • [Brook viene trascinata dalle guardie a fare la doccia]
    Brook: Io faccio resistenza passiva! [Si butta a terra]
    Wanda Bell: E noi facciamo aggressione aggressiva! Andiamo, Pocahontas!
  • Presto sarò morta. Avevo sempre immaginato un'uscita di scena per me nella gloria con i proiettili a raffica, pneumatici che stridono. Ma questo tipo di morte, questo... lento, invisibile... sparire per sempre nel nulla... È terrificante. (Miss Rosa)

Episodio 9, 40 ore di permesso[modifica]

  • [Durante l'ispezione delle cavità]
    Wanda Bell: Tossisci. Puoi fare di meglio. Scuotila bene.
    Piper: Cosa mai potrei portare fuori dalla prigione?
    Wanda Bell: È la procedura. Non cercare la logica.
  • [All'uscita temporanea di prigione la guardia Scott O'Neill recita a memoria il regolamento]
    Scott O'Neill: Ti hanno informata che al tuo rientro sarai sottoposta all'analisi delle urine e che il suddetto test sarà completamente a tue spese?
    Piper: Sì.
    Scott O'Neill: Non puoi comprare, vendere, consumare o somministrare droghe, marijuana, alcol o sostanze tossiche di ogni tipo. E frequentare posti dove tali articoli vengono illegalmente utilizzati o ceduti.
    Piper: È davvero impressionante.
    Scott O'Neill: Grazie. Io la canto sulla base di Poker Face per ricordarmela. Lady Gaga. Vuoi sentirla?
  • Mendez è tornato, puttanelle! (Pornobaffo Mendez)
  • Chris Maser: Va bene essere a disagio, Sam. È un sentimento che vorrei tanto facesse suo.
    Sam Healy: Farlo mio? Io ci convivo. Tutta la mia vita è un disagio. Tutte quelle donne criminali, burocrati idioti! Non mi sento bene neanche a casa mia, ormai. E ora sono seduto in uno studio con strani dipinti di rospi che immagino dovrebbero essere rilassanti!
    Chris Maser: Sam, avverto un grande stress.
    Sam Healy: Sì, be', per usare un eufemismo.
    Chris Maser: Mi dica, le piace il suo lavoro?
    Sam Healy: Prima mi piaceva, e molto anche. Mi sentivo utile.
    Chris Maser: E che cosa è cambiato?
    Sam Healy: Magari lo sapessi. Sono invecchiato. Forse mi interessa di meno. Forse ne ho viste tante e so che non farò la differenza, che tutto è inutile.
    Chris Maser: Lo sa, a volte ci fermiamo a vedere le cose da una sola prospettiva, ma se riusciamo a spostare la nostra prospettiva anche solo un po' fa una grande differenza.
    Sam Healy: Tutto qui? Questo è il suo consiglio da settantacinque dollari l'ora?
    Chris Maser: Le causa forse disagio la parcella che le chiedo?
    Sam Healy: [Aggressivo] Credevo che avessimo stabilito che tutto quanto mi causa disagio!
    Chris Maser: Ha spesso questi scatti d'ira?
    Sam Healy: [Aggressivo] E lei è sempre una stronza accondiscendente?! [La terapeuta scrive qualcosa sul foglio] Oh, mi dispiace. Mi dispiace tanto.
    Chris Maser: Be', avremo parecchio lavoro da fare.
  • Secondo me questo tizio, Heinrich Dreser merita di essere bollato come "pessimo soggetto". Il caro amico Heinrich supervisionava lo sviluppo dell'eroina alla Bayer e la Bayer vendette quella merda come sostituto della morfina nei primi anni del 1900. E sapete perché l'hanno chiamata "eroina"? Perché quando l'hanno testata le persone dicevano di sentirsi eroiche, ok? Mi piacerebbe stare qui difronte a voi ed essere di ispirazione per tutte, vorrei poter dire che ormai ne sono venuta fuori, ma mi manca ogni fottuto giorno. L'eroina è l'amore della mia vita, la mia migliore amica, la mia anima gemella. Perché, sapete, mi fa sentire meglio di qualsiasi altra cosa. Quindi in conclusione: fanculo i tedeschi! (Nicky)
  • Abbiate la forza di accettare quello che non si può cambiare. Magica polvere di fate, unicorni, eccetera... (Miss Rosa)
  • [Vee consiglia a Miss Rosa di leggere Colpa delle stelle di John Green]
    Miss Rosa: Ho tante schifezze deprimenti nella mia vita. Non ne ho bisogno anche nei libri.
    Vee: E allora qual è la tua via di fuga? Antidolorifici, alcol? Tutti hanno bisogno di un po' d'aiuto per affrontare la realtà.
    Miss Rosa: Sai, il guaio con la realtà è che è sempre lì ad aspettarti quando ti svegli la mattina.
  • Promuovo uno sciopero della fame per protestare contro i sistemi repressivi di questa prigione! Invito tutte a partecipare! Alzatevi in piedi, coraggio! (Brook)
  • Bill Chapman: Non credo che dovresti bere.
    Piper: Cosa si dovrebbe fare allora? Chi fa queste regole?
    Bill Chapman: Il dipartimento federale di correzione, in questo caso.
    Piper: Che si fottano!
    Bill Chapman: L'ultima cosa che vogliamo è che ti prolunghino la condanna per una stupida violazione del permesso.
    Piper: Davvero, papà? È l'ultima cosa che tutti vogliono o è l'ultima cosa che vuoi tu perché ti rifiuti di far visita alla tua unica figlia in prigione e preferiresti non avere questo peso sulla coscienza più a lungo di quanto è previsto?
    Bill Chapman: Piper, possiamo evitare, per favore? Mia madre è morta.
    Piper: Scusa... Scusa...
    Bill Chapman: Celeste era così fiera di te. Dal momento in cui sei nata.
    Piper: È difficile immaginare che lo sia ancora.
    Bill Chapman: Ma lo era. Credo che mi volesse più bene perché ho generato te. Mi diapice tesoro ma non posso vederti così.
    Piper: Così come?
    Bill Chapman: Tu sei la mia bambina. La donna che vedo non è quello che sei.
    Piper: È esattamente quello che sono, papà.
  • Larry: Sono andato a letto con un'altra.
    Piper: Davvero?
    Larry: Mi dispiace.
    Piper: E hai deciso di dirmelo proprio mentre il tuo cazzo flaccido era nella mia bocca?!
    Larry: Ho avuto un'erezione.
    Piper: Non difendere la tua erezione con me, adesso!
    Larry: Mi dispiace. Lo so che... che è dura per te. Se c'è qualcosa che vuoi chiedermi.
    Piper: Oh, Dio, no. Ma è qualcuna che conosco?
    Larry: Sì.
    Piper: Perfetto. Non voglio sapere altro! Ti prego, non dirmi altro.
    Larry: Sì, be', è molto peggio quando cerchi di immaginartelo, credimi.
    Piper: È proprio finita, vero?
    Larry: Io non... non voglio che finisca.
    Piper: Sì che lo vuoi.
    Larry: Ma dirlo mi fa sentire di merda.
    Piper: Lo so...
    Larry: Cazzo. Mi mancherai tanto.
    Piper: Io ti amo.
    Larry: Ti amo anch'io.
  • [Brook sta pianificando uno sciopero della fame]
    Brook: Presto non mangerà nessuno e allora vedranno!
    Leanne: Perché non mangiamo?
    Brook: Protestiamo per le condizioni che ci sono qui dentro.
    Pennsatucky: È una cosa molto stupida. È da scemi. È meschina, scrudele e stupida! Sì, ho detto "stupida" due volte per enfatizzare quanto è stupida la tua idea!
    Leanne: Ehi, lascia stare Mulan!
    Brook: Mi chiamo Brook, veramente. Soso.
    Leanne: Sai, hai ragione Soso. Insomma, guardati intorno: siamo criminali, ma non è giusto che non ci trattino come persone normali.
    Brook: Esatto!
    Pennsatucky: Da quando ti interessano le nostre condizioni, Leanne?
    Leanne: Ah, be', da sempre. A nessuno piace vivere come un animale.
    Brook: Allora ti unirai a me?
    Leanne: Dipende da cosa servono oggi a pranzo. Ma ci penserò sù.
    Brook: Ok. Sai, potrei dirti di più sull'efficacia dello sciopero della fame nelle prigioni, se vuoi.
    Leanne: Sembra davvero interessante.
    Pennsatucky: Bene, Lilo e Stitch si lasciano morire di fame per salvare il mondo! [Applaude sarcasticamente]
    Leanne: Lei è Stitch, non è vero? E io sarei Lilo, stramba e senza amici. Guarda che tu non piaci a nessuno!
    [Pennsatucky le sbatte la testa contro la lavatrice]
  • [A Marisol] Vuoi sapere cos'ho fatto io? Ho tagliato il cazzo di mio marito con un coltello da macellaio e non era neanche affilato. Ancora me lo sogno, sai? Tutto quel sangue e il modo in cui si è afflosciato nella mia mano. La cosa migliore che abbia mai fatto. [Ride] (Frieda)
  • [Flashback]
    RedHai saputo che Anita ha avuto un infarto questa notte?
    Vee: L'italiana che sta con noi? Probabilmente c'è troppo ragù nelle sue arterie!
  • [Al funerale di Celeste, nonna di Piper e Cal]
    Insomma, il nome della nonna era "Celeste"! Per l'amor di Dio! Oh, scusi... scusi, scusi, padre. Il suo nome richiama un meraviglioso strumento. Non so se qualcuno lo ha mai sentito, ma ascoltarlo è davvero una magica, eterea esperienza. Tutte quelle lamelle di metallo che tintinnano e suonano come, non so, se all'improvviso l'oceano si mettesse a fare musica! Be', stare con la nonna era così perché lei era speciale. Ti faceva sentire una persoan importante anche se sapevi di essere solo un polipo nel mare dell'umana mondanità. Ci sarebbe ancora tanto da dire, ma... ecco, il fatto è che la nonna era una donna meravigliosa. Questo è il punto che vorrei ribadire. E dev'essere celebrata. E mia sorella Piper è qui ed è davvero incredibile perché tevnicamente è sotto la custodia del governo federale! ...O è appena tornata dall'Africa, zia Katy. In ogni caso, oggi è un giorno per celebrare la vita! Oggi è un giorno per celebrare il giorno! Ed è per questo che è il momento migliore per fare un annuncio. [Prende per mano la fidanzata Neri] Andiamo. Andiamo, mia piccola gallinella dei boschi! Amici, famiglia, amanti, vecchi amici di cui non ricordo neanche il nome, Neri e io stamo per sposarci! Proprio adesso! Con tutti voi come testimoni! I nostri amici sono qui, Piper ha avuto un permesso, il nostro amico Sam è stato ordinato sacerdote una settimana fa proprio per noi! Grazie, Sam! La famiglia di Neri è qui: Pam e Joe là in fondo. Siete stupendi! Grazie di essere venuti, vi voglio bene! E sono sicuro che Celeste sarebbe contenta del nostro giudizioso uso di fiori e cibo gratis, perché non verrebbe sprecato niente. Credo che lei ammirerebbe il nostro spirito!Giusto? Piper, divoreremo il mondo! (Cal)
  • Taystee: [Vee] È stata buona con me e io questo non potrò mai dimenticarlo. Vee è la mia famiglia.
    Poussey: Non ero io la tua famiglia?
    Taystee: Siete entrambe la mia famiglia.
    Poussey: E se stessimo annegando nell'oceano e potessi salvare solo una di noi?
    Taystee: Perché non salvare tutte e due?
    Poussey: Be', perché non puoi. Perché non c'è spazio sulla barca.
    Taystee: Che cos'è? La barca più piccola del mondo?
    Poussey: Sì, ok? Sì. È una zattera per ragazzini. Non puoi fare questo gioco con me?
    Taystee: Stammi bene a sentire, Poussey: ti voglio bene, ma adesso solo stufa di parlare di queste stronzate. Non porlare più di Vee con me o con chiunque altro. Attenta. Quella è una donna che non scherza. Non remarle contro! E anche a me! Capito?
    Poussey: Sì...
  • Sam Healy: Doggett, hai spesso questi scatti d'ira?
    Pennsatucky: Cosa vuol dire?
    Sam Healy: Insomma, la tua rabbia cova sotto la superficie e monta e ti sorprende quando meno te lo aspetti? Hai un martellio proprio qui e sembra che una vena stia per esplodere?
    Pennsatucky: Sì. Ma lei cos'è? Un sensitivo?
    Sam Healy: No.
    Pennsatucky: E come fa a essere nella mia testa?
    Sam Healy: Perché ho avuto anch'io problemi di rabbia. E sai cos'ho scoperto? Che un cambiamento di prospettiva fa la differenza.
    Pennsatucky: Vuole dire tipo guardare a destra anziché a sinistra?
  • Red: Norma... mia cara Norma, tu sei sempre stata al mio fianco per tanti anni. Mi sei sempre stata vicina, mi hai ascoltato e hai anche strappato i peli dal quel brutto neo che avevo sul braccio. Tu sei la mia migliore amica e mi manchi moltissimo. [Norma alza il bicchiere] Grazie per avermi dato un'altra possibilità.
    Boo: E io, scusa? Non avresti una dedica speciale anche per me?
    Red: Boo, grazie per essere sempre stata una grande rottura di palle! Cerchiamo di restare unite d'ora in poi, eh? [Alzando il bicchiere per brindare] Na zdorovje!
    Tutte: [In coro] Na zdorovje!
  • [Alla festa di matrimonio di Cal e Neri]
    Ospite #1: Sai, poco fa stavamo giusto parlando di quanto eri meravigliosa da piccola. Sempre sul giornale per qualcosa e sempre per un grande successo. Vogliamo che tu sappia, cara, che per noi sei ancora quella persona.
    Ospite #2: Sono sicuro che sei ansiosa di tornare com'eri una volta.
    Piper: [Dopo una lunga pausa] Veramente no.
  • Boo: Voglio il 20% degli incassi sul tabacco.
    Vee: Sei una piccola lesbica astuta, eh?
    Boo: Oh, no-no-no-no-no. Io sono una grossa lesbica astuta!

Episodio 13, Noi siamo beneducate[modifica]

Prima parte[modifica]

  • [Spalando il fango dal magazzino]
    Janae: Poteva andare peggio. Sai, una volta ci avrebbero mandati in una cava dimenticata da Dio a spaccare pietre.
    Black Cindy: Sì, ma è anche vero che Paulie in Quei bravi ragazzi era protetto in galera. E preparava cenette da sballo per tutti!
    Janae: Spesso gi uomini hanno uno rapporto strano con le madri. Restano troppo tempo attaccati alle loro gonne.
    Black Cindy: Tutti abbiamo uno strano rapporto con le madri.
Italians have weird shit with their mothers. They, like, live with them for way too long.
  • [Vee] È una vera tipaccia. Lo capisci subito appena ti avvicini a lei che è una tipa tosta. È stata lei che ha inasprito tutte le tensioni. Certo, neanche prima la prigione era un campo estivo, ma in qualche modo andavamo d'accordo. Almeno non abbiamo mai cercato di ucciderci. Adesso sembra la guerra tra Serbia e Croazia. (Lorna Morello)
  • [Occhi pazzi] È quella fuori di testa come un balcone! Di solito lancia le torte, ma 'sta volta, questa volta ha superato davvero il limite! È andata! (Marisol Gonzales)
  • [Natalie Figueroa piange seduta sul pavimento del suo ufficio]
    Joe Caputo: Oh, Cristo! Che sta succedendo qui? Indossi i pantaloni della tuta!
    Natalie Figueroa: Sì, sono più morbidi.
    Joe Caputo: Ok. Ok. Ora. Ora devi respirare. Ehi, ehi, ehi! Ehi, ehi! Fa un bel respiro. Forza, coraggio. Andiamo.
    Natalie Figueroa: Jason...
    Joe Caputo: Joe. Io mi chiamo Joe.
    Natalie Figueroa: No, mio marito è Jason.
    Joe Caputo: Ah. Che gli è successo? L'hanno arrestato?
    Natalie Figueroa: No. Lui-lui ha una... una relazione... con un uomo che si chiama Gavin.
    Joe Caputo: [Sorride] G-gavin? Oh, Gesù. Non è carino.
    Natalie Figueroa: È innamorato.
    Joe Caputo: Wow, questo è... Wow...
    Natalie Figueroa: Come ho fatto a non capire? Che c'è che non va in me?
    Joe Caputo: Ah, io non ne ho idea.
    Natalie Figueroa: Tanti uomini si depilano le palle, ma non vuol dire che siano gay.
    Joe Caputo: Non è colpa tua. Ok? Ehi, devi capire una cosa. Certi uomini nascono in un certo modo.
    Natalie Figueroa: Lui diceva di amarmi.
    Joe Caputo: Sono sicuro di questo.
    Natalie Figueroa: Oh, Cristo, guardami! Prima ero bella e sexy. Ora sono una vecchia rincoglionita!
    Joe Caputo: Sei ancora sexy, Fig. Insomma, sei una persona orribile. Ma sei ancora sexy. Sul serio.
    Natalie Figueroa: Davvero?
    Joe Caputo: Sì.
    Natalie Figueroa: Grazie.
    Joe Caputo: Che vuoi fare, dopo tutti i soldi che ti sei intascata per lui.
    Natalie Figueroa: Aspetta. Cosa... Di cosa parli?
    Joe Caputo: Di appropriazione indebita. Di truffa. È tutto qui, documentato. Sei stata una cattivona. Se fossi tuo padre ti sculaccerei, lo sai? Ma non lo sono. Sono solo uno scemo che ha nascosto le tue merdate per troppo tempo e si è stufato. Sei una fottuta criminale moglie sfigata di una checca!
    Natalie Figueroa: Vattene via!
    Joe Caputo: Certo.
    Natalie Figueroa: No, aspetta. Non lo puoi fare.
    Joe Caputo: Non posso? Succhiami l'uccello, Natalie!
    Natalie Figueroa: Ok.
    Joe Caputo: Aspetta... Cosa?!
    Natalie Figueroa: Oh cazzo.
    Joe Caputo: Già al liceo mi chiamavano lattina di birra...ah...ah...ah ah i denti i denti
    Natalie Figueroa: Cusa.
    Natalie Figueroa: Siamo d'accordo?
    Joe Caputo: Mi piaci in ginocchio ai miei piedi.
    Natalie Figueroa: Cristo, non dovresti mai aprire bocca! Dei documenti non dire una parola.
    Joe Caputo: Oh, ecco. Li ho già portati al direttore. Li ho fotocopiati tutti. Ciao, Nat.
    Natalie Figueroa: Cazzo!
  • [A Maria Ruiz che piange piange mentre cucina] Ah, mama, ti prego. Questa roba è già abbastanza salata. (Gloria Mendoza)
  • Taystee: Possiamo evitare di quello che è successo, dei nostri sentimenti e della situazione? Perché io non sono brava coi discorsi, io non li so fare. Non ho mai imparato a farli. Possiamo starcene qui a mangiare tranquille?
    Poussey: Magari solo due parole. Che direbbe Amanda se potesse parlare? Che direbbe del suo rapporto di merda con la madre e di quanto si sia complicato tutto con Mackenzie dopo la crociera in Spagna? Così è più facile?
    Taystee: Sì. Così è più facile. Te lo giuro. [Entra nel personaggio di Amanda] Ho già preso un appuntamento con il mio guru per avere un mantra quindi comincerò subito, ma prima voglio farmi gonfiare le labbra con il grasso del culo così finalmente parleremo sul serio!
  • Taystee: [Porgendo a Poussey una banana] Tieni, visto che sembri una scimmia!
    Poussey: Oh, maledizione, scusa, io non ho noccioline per te!
    Taystee: Allora io prederò la tua gelatina!
    Poussey: La gelatina non te la do, cazzo! Il rosso è il mio gusto preferito!
  • [Scegliendo la nuova acconciatura di Pennsatucky]
    Boo: Non era male Britney Spears quand'era a terra.
    Sophia: Oh, no! Guarda, tutto, tranne chemio-chic! Un bel taglio sbarazzino alla Emma Watson sarebbe molto carino.
  • Pennsatucky: [A Brook] Senti so badare a me stessa da sola, bambolina cinese Ching Chong!
    Leanne: È giapponese e scozzese stupida ignorante!
  • Alex: Il patteggiamento me l'hanno offerto all'ultimo momento e mi hanno promesso che lo avrebbero rinchiuso per sempre!
    Piper: Ma io sono stata conadnnata per aver detto il falso e tu sei libera!
    Alex: Pensavo che tu avessi detto la verità!
    Piper: E io che tu avresti mentito!
    Alex: Cristo, sembra un fottuto romanzo di O. Henry!
  • Alex: L'agente che mi hanno assegnato è ridicolo! Sai come si chiama? David Crockett! Davy Crockett è il mio agente sorvegliante!
    Piper: È come Le avventure di Davy Crockett?
    Alex: No, questo sta seduto sul suo culone grasso a imbottirsi di merendine e schifezze sperando solo di beccarmi per qualche stupida infrazione! Pensiamo che il loro lavoro sia proteggere i sorvegliati invece non gliene frega un cazzo di nessuno di noi.
  • Piper: Io non ho più nessuno, Alex.
    Alex: Mi dispiace, Piper. Mi dispiace per tutto questo. Lo so che ho fatto un sacco di cazzate. Ma io ti amo veramente.
    Piper: Invece io ti odio.
    Alex: No, non ti credo.
    Piper: No... No, non ti odio.
  • Io amo l'amore, non la guerra. (Boo)
  • Taystee: Susanne, Vee è una bugiarda.
    Occhi pazzi: No! No! No-no-no-no! Lei dice sempre solo la verità! Me l'ha detto lei.
  • Io non sono pazza. Io sono speciale. (Occhi pazzi)
  • Aleida Diaz: E così Fig è fuori? Sapevo che quella puta pelle e ossa faceva delle merdate.
    Maritza Ramos: Sorride a denti stretti.
    Aleida Diaz: Sì, e non ci si può fidare di una stronza che sorride a denti stretti!
    Marisol Gonzales: Però ha delle scarpe così belle! NOn le hai mai viste? Da sballo! Secondo me rubava per comprarsi le scarpe.
    Maritza Ramos: Se io avesi rubato tanti soldi non mi comprerei qualcosa che si consuma come le scarpe, comprerei un diamante per l'ombelico.
  • [A Norma che vuole sintetizzare un veleno dai semi delle mele per avvelenare Vee] Wow. Guarda-guarda. Norma seme di mela. Cosa vuoi fare, piantare un frutteto? Noo. Io lo so cosa vuoi fare. Ma come farai a macinarli? [Norma tira fuori una citola con delle pietre] Però, è organizzata lacqua cheta! Ma sai quanti semi servono per una dose letale di arsenico? Più di tutte le mele date a tutti gli insegnanti del mondo! E poi ti servirebbe un frullatore, la soda caustica, un contenitore ermetico e poi dovresti ficcarlo nella gola di Vee. Oh, mama a questo non ci avevi pensato, eh? Già, anch'io so un po' di cose. (Gloria Mendoza)
  • Scott O'Neil: Un cucciolo di leopardo uccide un babbuino, ok? E poi mentre il leopardo trascina il babbuino per mangiarselo per cena un piccolo babbuino esce dal corpo della madre morta! Tutti pensano che il leopardo mangerà il piccolo, giusto? Un antipasto di cucciolo di babbuino! E invece no! Lui protegge il cucciolo, lo difende persino da una iena! Perché lo fa? Perché un animale selvaggio si comporta così? Perché persino un predatore selvaggio e spietato come il leopardo è in grado di riconoscere l'innocenza e sente l'esigenza di proteggerla? Cosa che i cattolici non fanno.
    Suora #1: Mi dica, qual è il suo problema?
    Scott O'Neil: Qual è il mio problema? La scuola cattolica. Questo è il mio problema. Voi parlate di Dio, sì... Oh, la-la-la-la! Ma in realtà tutto quello che sapete fare è umiliare la gente!
    Suora #1: Oh, è stato bacchettato con un righello? Dovrebbe andare oltre. Ormai è un adulto. Dimentichi.
    Suora #2: Che è successo al cucciolo di babbuino?
    Scott O'Neil: È morto assiderato.
    Suora #2: Forse era la volontà di Dio.
    Scott O'Neil: No, non è così. È stato solo il gelo. Lo stesso che avete nel cuore.
  • Suor Jane Ingalls: Oh, cazzo!
    Red: Le suore dicono "cazzo"?!
    Suor Jane Ingalls: Sono una ex-suora.
  • Red: Senti, mi sono sempre chiesta come fate con il voto di castità. Non dev'essere facile.
    Suor Jane Ingalls: Be', se leggi i giornali per alcune è più facile che per altre.
    Red: E nel caso tuo? Vieni... Ti sei mai...
    Suor Jane Ingalls: Sì, mi sono masturbata. C'era una statua di Gesù Cristo sulla croce davvero muscolosa. Era proprio il mio tipo.
  • C'è una parte di me, una parte di ogni donna, credo, che non vuole che sia piacevole. Il problema del sesso nel matrimonio in generale è che non c'è più paura. [...] La paura è molto positiva. (Red)
  • Agente #1: Dove si trovava nell'ora in cui è avvenuto l'incidente?
    Occhi pazzi: Non lo so. A che ora è avvenuto l'incidente?
    Agente #1: Non ne siamo sicuri. C'è un lasso di tempo.
    Agente #2: Com'è finito il suo lucchetto nel giardino vicino alla serra?
    Occhi pazzi: "Non ne siamo sicuri. C'è un lasso di tempo."
  • La mia terapista dice sempre "Ieri ormai è storia domani è ancora un mistero". (Occhi pazzi)
Yesterday is history, tomorrow is a mystery.

Seconda parte[modifica]

  • Lorna Morello: Quando ero bambina ero convinta che ci fossero delle persone dentro al radio. Degli esserini che si erano arrampicati nella radio che suonavano i loro minuscoli strumenti e che cantavano nei loro microfonini!
    Guardia carceraria: Che stupidaggine!
    Miss Rosa: Io mettevo il nastro adesivo attorno alle mie bambole per capire se si muovevano quando dormivo. Non si sono mai mosse e quando mi svegliavo mi chiedevo se fossero così furbe da sciogliersi e poi tornare come le avevo lasciate legandosi da sole con il nastro così non me ne sarei accorta.
    Lorna Morello: Ehi, avete mai visto quel film... quello in cui c'è un cowboy che comanda come fosse il re del castello e poi arriva un astronauta dello spazio che vuole prendere il suo posto e allora il cowboy cerca di ucciderlo, ma – non ci crederete – l'astronauta viene preso in ostaggio da un cattivo e malvagio psicopatico e il cowboy deve andare a salvarlo e alla fine del film i due diventano grandi amici.
    Miss Rosa: Toy Story?
    Lorna Morello: Oh, mio, Dio! Toy Story! Esatto, sì, è quello! Io adoro quel film!
    [Sguardi perplessi]
    Miss Rosa: Hai una visione del mondo bella incasinata, tesoro.
    Lorna Morello: Sì, me lo dicono in tanti. Anche per questo sono stata rinchiusa in prigione.
    Miss Rosa: No. Questo è quello che ti rende speciale.
    Lorna Morello: Grazie, Rosa.
  • Cara mamma, mi mancherai, ma sono dovuta andare via. Con affetto, la tua eroina. (Biglietto lasciato a Vee)
Dear mommy, I will miss you but I had to go. Love, your heroin.
  • Scott O'Neill: [Suonando con un banjolele[5]] Questa è una canzoncina sulle suore più meschine, crudeli e più grezze degli Unni | Sono costretto a badare a loro quando pensavo di essermene liberato | Oh, spero tanto che abbiano tutte la cacarella... Sentite, ma quella non è neanche più una suora.
    Suora #1: Be', per noi è ancora sposata con Cristo. Siamo cattoliche. Niente divorzio.
    Scott O'Neill: [Riprendendo a suonare] Questa è una canzone su mia madre e mio padre che purtroppo non hanno mai divorziato... [Canzoni dalle serie televisive]
This is a little song about the nuns | Fiercer, meaner, crueler Ruder than the Huns | I am forced to babysit them When I thought that I had quit them | Oh, I kind of hope that they all get the runs
  • Oncologo: Signora Cisneros, abbiamo i suoi risultati...
    Miss Rosa: Sto morendo. Lo so.
    Oncologo: Be', sì è vero, ma...
    Miss Rosa: Senta, dottore, non ho bisogno di quelle stronzate sulle percentuali, sui millimetri o sugli stadi. Le chiedo un favore: può parlarmi come se per lei fossi... come se per le fossi una persona cara?
    Oncologo: La chemio non sta funzionando. Questo cancro è aggressivo.
    Miss Rosa: Quanto mi resta ancora?
    Oncologo: Dalle tre alle sei settimane.
    Miss Rosa: Grazie.
  • Polly: Ci detesti? Ti prego, dimmi che non si odi perché sei ancora la mia migliore amica e... e io non ho molte amiche. Io ti voglio bene, non posso pensare che tu non sia più mia amica.
    Larry: Vogliamo che ci perdoni.
    Piper: Mi prendete in giro, vero?
    Larry: Sei tu che hai tradito me.
    Piper: Non significa che per te non provassi nulla.
    Larry: Se i miei capezzoli profumassero di marzapane forse... [Polly gli da un colpo]
    Piper: [A Polly] Perché gliel'hai detto?! Oh, Cristo! Pollie! Non dovevi raccontargli di cosa profumano i capezzoli di Alex.
    Polly: Sai, per un attimo l'ha fatto sentire meglio...
    Piper: Vaffanculo! Andate affanculo tutti e due!
    Polly: Hai ragione. Sì, ha ragione. È assurdo! Mi dispiace tanto! Non dovevamo venire!
    Larry: No, no... Ne abbiamo parlato e ha un senso. Pipe, io...
    Piper: Smettila!
    Larry: Bene. Ma cerchiamo di essere realistici: entrambi ti conosciamo da tanto tempo e non puoi certo sparire così, di colpo, dalla nostra vita. Almeno, non è quello che vogliamo noi.
    Piper: "Noi"?! Oddio! Oddio, che schifo!
    Larry: Possiamo comportarci da adulti, per favore?
    Piper: [Sprezzante] Certo. Ok. Comportiamoci da adulti! Mettiamo tutte le carte in tavola tanto per essere chiari! Ok? La prima persona che ti sei scopato dopo che ci siamo lasciati è la mai migliore amica. La mia migliore amica. Sposata. E tu. Hai un figlio appena nato! La tua vagina era già pronta? Già scopabile? Avete iniziato a scopare tra una poppata e l'altra? E ora arriva il peggio. Avete deciso di innamorarvi. E poi un di voi ha detto "Mi è venuta una grande idea. Andiamo a trovare Piper in prigione, perché è lì che lei vive e visto che le cose le stanno andando alla grande sediamoci di fronte a lei e chiediamo la sua benedizione così poi potremmo andare via assolti e perdonati per tutte le fottute scelte del cazzo che noi due abbiamo fatto!"
    Polly: Hai ragione: è una situazione di merda. Lo so io e lo sa anche Larry. Ma non abbiamo deciso di innamorarci, Piper. È successo e basta. In amore funziona così. [Pausa] E sì, la mia vagina si è ripresa in fretta.
  • [A Sam Healy] Io le sarò sempre grata perché lei è l'unica persona in tutta la mia vita che ha usato il suo tempo parlando con me. E sembra che lei sia veramente bravo in quello che fa e che lo faccia col cuore. (Pennsatucky)
  • Occhi pazzi: Ma di chi mi posso fidare?
    Sam Healy: Devi fidarti di te.
    Occhi pazzi: [Ride] No! No! Io non sono affidabile! Red si riprenderà? Red mi piace. Red riesce a spaventami, ma ha i capelli come quelli dei folletti che lavorano per Babbo Natale. Non crede anche lei? [Ridono] Potrebbe essere la moglie di Babbo Batale! O la strega del Natale!
  • Joe Caputo: Come cazzo fai, me lo dici? Come cazzo fai a cavartela sempre?!
    Natalie Figueroa: Be', è molto semplice: il direttore è abbastanza furbo da non volere uno scandalo e da non volere un politico come nemico. Ovviamente parlo di mio marito.
    Joe Caputo: Di tuo marito gay.
    Natalie Figueroa: La tua band fa schifo!
    Joe Caputo: I tuoi pompini fanno schifo!
    Natalie Figueroa: Io ero brava nel mio lavoro. Era complicato, ma facevo funzionare tutto. Vedremo cosa farai tu.
    Joe Caputo: Be' tanto per cominciare possiamo dire che non ruberò, non dirò cazzate, non trascurerò...
    Natalie Figueroa: Ah, risparmiamelo! Sono stanca e me ne voglio andare. Buona fortuna per le tue nobili intenzioni, questo posto te le farà a pezzi.
  • Taystee: [Interpretando Amanda] La teoria di Amanda è che è tutta colpa della povertà, delle scuole che non funzionano, del governo allo sfascio, del fatto che sono nera e che mia madre si faceva di crack! [Parlando normalmente] Ma io credo che sia colpa del fatto che sono una gran cogliona!
    Poussey: Ah, avevi detto niente cose sdolcinate!
    Taystee: Mi dispiace, P. Dico sul serio.
    Poussey: Sì, be', secondo Mackenzie è frustrazione repressa perché non sei mai andata a Parigi.
    Taystee: [Interpretando Amanda] Sì, probabilmente è anche questo.
  • [La saga di Claire Randall di Diana Gabaldon] Parla di una donna in Scozia che torna indietro nel tempo e si mette con un delinquente grosso e sexy e scopano giorno e notte! Giorno e notte! È eccitante! Però, ecco, lui è pallido e con i capelli rossi, non è il mio tipo. Se io tornassi indietro nel tempo me ne tornerei in Africa, mi troverei un re nubiano con un coso nubiano e... Acingabalinga-ah-ah-ah! (Taystee)
  • Quand'ero bambina i miei noleggiarono Ritorno al futuro che mi gasò da pazzi e ogni volta che uscivo di casa riempivo lo zaino di roba nel caso io fossi tornata indietro nel tempo. Aspettavo la mia DeLorean, ma non è mai arrivata. (Poussey)
  • Poussey: [Brandendo un grosso libro] Che cazzo volete voi due qui?!
    Black Cindy: Calmati, ninja del cazzo armata di libro. Veniamo in pace.
  • Vee: Taystee, stiamo insieme da parecchio, non c'è bisogno che ti ricordi cosa succede quando qualcuno cerca di mettermi i piedi in testa, vero?
    Taystee: Vuoi dire come RJ?
    Vee: Sì, come RJ. Saresti morta da dieci anni, saresti solo una delle tante bambine nere sepolte nell'anonimato in un cimitero della contea!
    Taystee: È questo il problema delle mamme: sono mamme solo finché hanno i figli. Senza figli che cosa sono?
    Poussey: Be', niente.
    Black Cindy: E tu vuoi avere gente dalla tua parte. Specialmente qui dentro. Ne hai bisogno, giusto?
    Poussey: Altrimenti scopri di essere vulnerabile... quando resti da sola.
    Black Cindy: Mh, tanti lucchetti dentro i calzini.
    Vee: Mi voltate le spalle? Vaffanculo. Voi pensate che non sopravviverò? Troverò una nuova famiglia.
    Taystee: Ne sono certa. Finché ci saranno psicopatiche come te ci saranno persone disposte a seguirle.
    Poussey: Ne troverai di coglione nella sezione di massima sicurezza.
    Black Cindy: Sai, Vee, ci sentiamo veramente in colpa per Suzanne, quindi stiamo per...Oh, come si dice?
    Janae: Ritrattare!
    Black Cindy: Sì, stiamo per ritrattare le stronzate che abbiamo detto!
    Poussey: Sai chi ha inventato quella stronazata del "mai fare la spia"? Le persone che meritano una spiata!
    Vee: Taystee, la mia piccola Taystee... Mi spezzi il cuore.
    Taystee: Potrei crederti se tu ne avessi uno.
  • [Toy Story 2 - Woody e Buzz alla riscossa] Forse non ci crederete, ma è meglio, è più carino del primo! Di solito i sequel non lo sono, ma questa è davvero l'eccezione alla regola! (Lorna Morello)
  • È uno schifo morire in prigione, eh? Insomma, morire è comunque uno schifo, ma... così è veramente uno schifo completo. (Guardia carceraria)
  • Brook: Non mi sono mai sentita sola come in questo posto. E ho vissuto da sola su un albero per otto mesi!
    Piper: Sì, qui dentro devi bastare a te stessa.
    Brook: È uno schifo. E nessuno lo capisce. Sai, Meadow voleva mandarmi una scatola conde i regali. Crede che io sia in campeggio, ma non è così! Qui è orribile! Credo che non sarò più la stessa quando uscirò.
    Piper: Magari è meglio così.
    Brook: Non è meglio un cazzo.
    Piper: Lo so.
  • Ringraziamo e ci scusiamo anche quando starnutiamo! È così che noi facciamo perché educate noi siamo! (Occhi pazzi) [Canzoni dalle serie televisive]
Oh! We say "thank you", we say "please", and "excuse me", when we sneeze. That's the way we do what's right. We have manners. We're polite.
  • Guardia carceraria: Detenute, la prigione è in stato di allerta. Restate nelle vostre brande fino a nuove comunicazioni.
    Wanda Bell: Oh, merda! Ci mancava un'evasa! Ti è mai capitata un'evasa, prima?
    Guardia carceraria: No.
    Wanda Bell: Ah, è divertente!
  • Lorna Morello: Fanculo! Non morirai qui dentro Miss Rosa! Scegli tu dove vuoi morire!
    Miss Rosa: E cosa devo fare?
    Lorna Morello: Guida più veloce che puoi.
  • [Dopo essere scappata col furgone e aver investito Vee ascoltando (Don't Fear) The Reaper dei Blue Öyster Cult alla radio] Sempre così maleducata, quella. (Miss Rosa)

Note[modifica]

  1. Citazione originale in spagnolo. Traduzione dai sottotitoli ufficiali.
  2. Cfr. Santeria
  3. Da Terra degli uomini di Antoine de Saint-Exupéry: «Aimer[,] ce n'est point nous regarder l'un l'autre, mais regarder ensemble dans la même direction.»
  4. Dialoghi originali in tedesco. Traduzione dai sottotitoli ufficiali.
  5. Cfr. Banjo uke

Altri progetti[modifica]