Orange Is the New Black (prima stagione)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Orange Is the New Black.

Orange Is the New Black, prima stagione.

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

Incipit[modifica]

Lavarmi mi è sempre piaciuto. Adoro fare il bagno, adoro la doccia. Il bagno è il mio posto felice. (Piper)

Episodio 1, Non ero pronta[modifica]

  • Larry: Oh, dolcezza...
    Piper: Non chiamarmi "dolcezza".
    Larry: Oh... Leonard.
    Piper: Sì, meglio.
  • Oh, mio Dio Larry, per quando uscirò saranno passate tre nuove generazioni di iPhone! (Piper)
  • Larry [facendole la proposta di matrimonio]: Piper...
    Piper: Oh, Cristo! Larry perché dovresti voler...
    Larry: Perché voglio chiedere a una criminale, ex-lesbica, WASP shiksa che sta andando in prigione di sposarmi?
    Piper: Sì...e che è ingrassata per lo stress.
    Larry: Be', perché questo bizzarro supermediocre sottoccupato ragazzo ebreo la ama. E sa che non si annoierà mai e non riesce a credere quanto sia stato fortunato ad incontrarla. Devo riuscire a blindarti prima che vai via, Pipe! Io ti amo. Vuoi sposarmi?
    Piper: Quando uscirò, vero?
    Larry: Quando vuoi tu.
  • Io lavoro qui da ventidue anni e ancora non riesco a capire come funziona il sistema. Ho un pusher di crack che sta scontando nove mesi e poi ho una donna che ha investito accidentalmente con la macchina un postino che si farà quattro anni. Quel tizio si è rotto l'osso del collo... Ma andiamo! Non riesco a capire! (Sam Healy)
  • Nessuno ti darà fastidio qui se non glielo permetti. Non è un episodio di Oz. Le donne litigano con chiacchiere e pettegolezzi. (Sam Healy) [a Piper, il primo giorno in prigione]
  • Nicky: Ma guardati, bionda. Tu che hai fatto?
    Piper: Non è vietato fare questa domanda? Ho letto che non si dovrebbe chiedere questo.
    Nicky: L'hai letto? Hai studiato per andare in prigione? Pft!
  • Yoga Jones: Tu sai che cos'è un mandala?[1]
    Piper: Ehm... è una forma d'arte buddista.
    Yoga Jones: I monaci tibetani li fanno con la sabbia colorata e compongono dei disegni bellissimi, grandi. E quando hanno finito, dopo giorni o settimane di lavoro, distruggono tutto quanto.
    Piper: Wow... è sconvolgente.
    Yoga Jones: Cerca di vedere la tua esperienza qui come un mandala, Chapman. Lavora sodo per trasformarla in qualcosa di significativo e bellissimo e quando uscirai ricomincia la tua vita. E ricorda che era tutto temporaneo. Devi tenerlo sempre in mente: è tutto temporaneo.
    Piper: È tutto temporaneo.
    Yoga Jones: Il mio consiglio per sopravvivere qui è che è solo questione di prospettiva.
  • Yoga Jones: Salve sorella. Lei è Chapman.
    Suora Jane Ingalls: Ciao.
    Piper: "Sorella" cioè... "suora"?
    Suora Jane Ingalls: Mh-mh.
    Yoga Jones: Sì, una suora assassina.
    Suora Jane Ingalls: Smettila, non lo sa che scherzi.
    Yoga Jones: Si è legata a un palo in un sito di test nucleari.
    Suora Jane Ingalls [dopo aver pregato per il pranzo]: Amen. Allora, racconta, Chapman qual è la tua storia?
    Piper: Io mi sono legata a una narcotrafficante.
  • Nicky: Ti piace la passera, Piper? O preferisci le pipe come suggerisce il tuo nome? Sento vibrazioni saffiche tra noi due!
    Suora Jane Ingalls: Lasciala in pace!
    Nicky: Andiamo sorella, me l'avresti data se non fossi sposata con Gesù!
  • Nicky: Questa è Chapman. È nuova. Si è consegnata. Si crede raffinata.
    Red: Tieni "raffinata", prendi uno yogurt.
    Piper: Cosa devo fare per averlo?
    Red: Sei nuova. Sei una di noi. Consideralo un regalo.
    Piper: Grazie. Grazie infinite. [pausa] La cucina qui è disgustosa!
    [Silenzio. Le altre si guardano imbarazzate]
    Piper: Che c'è?
    Nicky: Non ti ho detto che Red qui gestisce la cucina?
    Piper: Cazzo.

Episodio 2, Pugno alla tetta[modifica]

  • Taystee: La ragazza bianca ha criticato il cibo di Red e allora Red le ha mandato un messaggio molto pesante.
    Sam Healy: Un messaggio?
    Taystee: Sì, un McTampax. Al sangue. E ora nessuno le darà niente da mangiare finché non lo dirà Red.
    Sam Healy: Che roba!
  • Non me ne faccio un cazzo delle tue scuse. Non qui dentro. Forse non ti è chiaro, ma ci sono delle regole in questo posto. La più importante delle quali è che nel momento in cui ti mostri debole significa che lo sei. (Red)
  • Guardia carceraria: Non mi dite che ve le siete date per un gelato!
    Taystee: Un King Cone!
  • Grazie a Dio ho il cancro. Nessuno ti rompe il cazzo se hai il cancro. (Miss Rosa)
  • Piper: Elimina le tossine!
    Larry: Ma noi non fumiamo. E non sniffiamo crack.
    Piper: Tesoro, quei piccoli cristalli ti ferirebbero il naso se sniffassi crack. Vorrai dire "coca".
  • Larry: Dovrei essere sulla lista.
    Guardia Wanda Bell: E io dovrei essere ad American Idol. Ma canto di merda.
  • In sala visite sono concessi due abbracci: uno all'arrivo e uno quando ve ne andate. (Voce nell'interfono)
  • [Facendo visita a Piper] Ti sta bene l'arancione! (Larry)
  • Piper: Promettimi che non guarderai Mad Men senza di me. Quando uscirò da qui ci vedremo tutte le puntate insieme, a letto, con il take away di...
    Larry: Gertie's?
    Piper: Sì! Sì!
    Larry: Sì, certo. Al 100%.
  • Hai detto che il mio cibo è disgustoso! Non ti farò niente. Non verrai molestata. Tu morirai di fame! Di fame! Lascerai Litchfield come uno scheletro in un sacco per cadaveri! Bam! E ora porta il tuo culo da yuppie fuori dalla mia cucina! Lentamente, così non bruci troppe calorie! (Red) [a Piper]
  • [In un flashback, raccontando una barzelletta alle donne dei mafiosi russi]
    Red: ...la terza volta succede la stessa cosa, il contadino guarda la moglie, poi di nuovo il pinguino e alla fine il pinguino fa "Non è una melanzana, amico. È ritardata!"[2] [nessuno ride] L'avete capita?
    Donna russa #1: Sì, certo.
    Donna russa #2 [offesa]: Mio fratello era ritardato.
  • Io riconosco un lesbo dramma! (Nicky)
  • Ci saranno sempre quelli che servono il pane e quelli che il pane lo mangiano. (Red)

Episodio 3, Richiesta lesbo respinta[modifica]

  • Qui non sei a casa tua, ci sono delle regole. Non si dorme tutto il giorno, è deprimente. Pulisci quello che sporchi, se trovo casino sul pavimento, il mio pavimento, mi sentirai. E tieni il cibo nei contenitori, e non voglio in giro scoiattoli o scarafaggi che vengono a mangiare i tuoi noodles. (Miss Claudette)
  • [Parlando della detenuta transessuale Sophie Burset] Perché uno dovrebbe rinunciare a essere uomo? È come vincere alla lotteria e restituire il biglietto! (Natalie "Fig" Figueroa)
  • [Poesia dedicata a Piper] Prima di incontrarti il sole era solo un chicco d'uva giallo | Ma adesso assomiglia a un fuoco nel cielo | Perché? Perché tu accendi un fuoco dentro di me (Occhi Pazzi)
  • Guardia carceraria: Dovrete fare il vostro cono da un'altra parte.
    Piper: Il cono?
    Occhi Pazzi: Cioccolato e vaniglia | siamo noi | siamo noi
  • Sam Healy: Il carcere non è più in grado di fornirti ormoni. Costano troppo.
    Sophie Burset: Se non prendo più i miei farmaci andrò in crisi d'astinenza! Caldane, sudorazione notturna, il viso si affloscerà e i peli ricominceranno a...
    Sam Healy: Ok, risparmiami i particolari.
    Sophie Burset: Lasci che glielo spieghi: quando il pene è stato tagliato in due e rovesciato i testicoli mi sono stati rimossi e di conseguenza non ho più il testosterone a rimpiazzare gli estrogeni che ora lei vorrebbe togliermi!
    Sam Healy: Ok. Ok. Che cosa vuoi da me?
    Sophie Burset: Voglio vedere un dottore.
    Sam Healy: Niente ambulatorio se non è un'emergenza.
    Sophie Burset: Questa è un'emergenza!
    Sam Healy: Be', noi non la consideriamo tale. Ti serve qualcos'altro?
    Sophie Burset: Sì. [prende uno dei soprammobili sulla scrivania di Healy ne stacca la testa e la ingoia] Vorrei segnalare un'emergenza.
  • Io ho solo bisogno dei miei farmaci. Ho dato cinque anni della mia vita, ottantamila dollari e la mia libertà per questo. Sono finalmente chi devo essere, capisci? Non ci torno indietro. (Sophie Burset)
  • La vostra richiesta lesbo viene respinta! (Sam Healy)
  • Le lesbiche possono essere molto pericolose! È il testosterone! (Sam Healy)
  • Crystal: Ho sposato un uomo di nome Marcus. Piango per lui continuamente. Ma sono rimasta. E ti ho aiutato come potevo perché ho capito quanto dolore avevi dentro. So che così ti ho salvato la vita.
    Sophie Burset: Infatti.
    Crystal: Pensavo fosse meglio che mio figlio avesse due madri piuttosto che un padre morto. Almeno lo avrebbe visto. Più di quanto io abbia visto il mio. Almeno sarebbe venuto alle sue partite, anche se vestito da donna. Quindi ho accettato che cambiassi sesso, ma non accetterò mai di vivere con un criminale.
    Sophie Burset: Metterò la testa a posto. Te lo prometto. Voglio farmi perdonare.
    Crystal: Ah, vuoi farti perdonare? Sconta la tua pena. Esci da questo posto del cazzo così potrai essere un padre per tuo figlio. Tira fuori le palle.

Episodio 4, Nemiche immaginarie[modifica]

  • Tricia: La mia ragazza, Mercy, sta per uscire e io pensavo che potresti fare quella torta che fai tu. Come quella che hai fatto a Pasqua. Sai era una bomba.
    Miss Claudette: L'ho fatta per celebrare la resurrezione di Gesù Cristo.
    Tricia: Mercy risorgerà fuori di qui. Giusto? Non merita una torta?
    Miss Claudette: Stai dicendo che la tua Mercy è come il buon Signore Gesù? La tua Mercy è morta per i nostri peccati? Non credo proprio.
  • [Nicky sta facendo un buco nel muro col trapano]
    Piper: Che stai facendo?
    Nicky: Un'opera d'arte che rappresenta la futilità del lavoro operaio nell'era tecnologica...e le vagine.
  • Piper: Non so neanche i concetti base dell'elettricità.
    Joel Luschek: Ripeti dopo di me: "Non prendere la scossa".
    Piper: Non prendere la scossa.
    Joel Luschek: Ora hai il concetto base.
  • Ho sempre la sensazione che a fine giornata tornerò a casa mia. E anche la mattina quando mi sveglio passano alcuni secondi prima che capisca dove mi trovo e poi me ne rendo conto e non riesco a respirare e voglio piangere e lanciare oggetti e uccidermi. (Piper)
  • [Nella biblioteca del penitenziario]
    Vuoi un libro per leggere o per salirci sopra? Perché ti avverto, non si sale sul Calice di fuoco. Non scherzare con Harry Potter! Se vuoi puoi salire su...Ulisse. Tutti dicono che è così geniale ma per me è una bella stronzata. Nessuno vuole leggersi quei discorsi sconnessi! Nessuno ha tanto tempo! (Taystee)
  • Avevo dei grandi progetti ora non riesco nemmeno a cacciare i cattivi pensieri per immaginarmi altrove... (Alex)
  • La speranza è una cosa pericolosa. (Miss Claudette)
  • I segreti sono la vostra malattia. La vostra malattia. (Voce nell'interfono)
  • Sono qui da meno di due settimane. Sono stata affamata, palpeggiata, derisa, perseguitata, minacciata...e chiamata Taylor Swift! (Piper)
  • Taystee: "Il mondo non è tutto sole e arcobaleni. È un posto molto cattivo. Così tu finisci in prigione e tutti sono contro di te. Non importa quanto tu sia dura, il mondo ti picchierà fino a metterti in ginocchio. Se dormi coi cani ti svegli con le pulci. Nessuno ti colpirà più duro della vita. Non una guardia, non un gangster e neanche tua moglie. Mercy, tu stai uscendo, non hai più bisogno di sederti e mettere il broncio. Noi costruiremo un rifugio così potrai sederti e piangere sul tempo perduto." Spero vi sia iaciuto questo mio brano originale. Una delizia firmata Taystee. Grazie ed auguro a tutte vuoi una buonanotte.
    Poussey: Ma fammi il piacere, non è tuo! Hai rubato metà di quella merda da Rocky sesto!
    Taystee: È vero. Ma io l'ho adattata a me!
  • [A Piper] Lo sai che certe persone hanno degli amici immaginari? Penso che tu invece abbia dei nemici immaginari. (Nicky)
  • Piper: Che cosa ti ha detto?
    Nicky: Miss Claudette?
    Piper: No. Alex.
    Nicky: Vuoi proprio saperlo?
    Piper: Sì. Lo voglio sapere.
    Nicky: Che sei una che squirta.
    Piper: Io non...questo...Una volta. È successo solo una volta. E ci ha colte entrambe di sorpresa.
    Nicky: [Sorpresa] Wow! Stavo scherzando! ...ma buono a sapersi! Quali che siano sta mantenendo i tuoi segreti ma li tirerò fuori da te uno alla volta!

Episodio 5, La caccia alla gallina[modifica]

  • Nicky: Prima però fammi venire.
    Lorna Morello: Questo non è molto elegante...
    Nicky: Stiamo scopando in una cappella!
  • [In un flashback]
    Eva: Aiuto mamma, Daya vuole picchiarmi!
    Aleida: Vuoi picchiare tua sorella?!
    Daya: Ha buttato la Barbie nel water.
    Aleida: La Barbie che ti ha regalato Cesar?! Le Barbie crescono sugli alberi? O forse i water crescono sugli alberi?
    Eva: No.
    Aleida: Cosa cresce sugli alberi?
    Eva: Niente.
    Aleida: Esatto!
  • [La gallina] L'ho sognata mentre dormivo. È venuta da me già cosparsa di erbette con un cappello a cilindro, nero, messo un po' di sghembo e ha detto: "Presto, Red, staremo insieme. Molto presto sarò tua!" Basta col pollo industriale a forma di disco da hockey che sa di cartone pressato. Una vera gallina alla Kiev. (Red)
  • Sophie Burset: Io adoro Gesù Cristo... e ho sempre voluto assaggiare le ostie della comunione.
    Suora Jane Ingalls: Io ne ho una scatola da mille. Non sono fresche, appena fatte, ma con un po' di salsa non sono male.
  • Io vivo nella tasca di Dio! (Pennsatucky)
  • Pennsatucky: È un nostro diritto da americane la libertà di culto! Non conosce il terzo emendamento?
    Suora Jane Ingalls: "I soldati non vanno ospitati nelle case in tempo di pace"?
  • Larry: Aspetta, anche lei [Alex] è qui dentro.
    Piper: Sì.
    Larry: Perché non me l'hai detto? Mi hai mentito!
    Piper: Tesoro, non ti ho mentito. Ho solo omesso di dirtelo.
    Larry: Non volevo che ti preoccupassi.
    Piper: Preoccuparmi? E di che cosa?
    Polly: Che torni ad essere gay!
    Piper: Ehi, non succederà! E poi non è che si torna ad essere gay! Ci sono molte sfumature, lo dice la scala Kinsey.[3]
  • [Ancora un'apparizione della barzelletta della melanzana e il pinguino] ...e Paco fa: "Non è negro, è ritardato"! (Cesar)
And Paco's like, he's not an eggplant. He's retarded!
  • Suora Jane Ingalls: "Se anche il nostro corpo si va disfacendo, il nostro spirito si rinnova giorno dopo giorno."
    Sophia: Che cos'è?
    Suora Jane Ingalls: Corinzi, 4,16. Lo ripeto a me stessa quando mi vedo il culo grosso.
  • [Alla riunione degli Alcolisti Anonimi]
    Taystee: Dunque, me ne sto lì in topless, seduta su un bulldozer, ero tipo in un cantiere edile...insomma me ne sto lì con la salsa barbecue sulle tette e penso: "Porca puttana! Di nuovo!" E poi guardo giù e vedo che c'è un tizio steso per terra con la testa vicino alla ruota. Guardo meglio e riconosco il barbone della sera prima, quello che mi urlava contro fuori dalla pizzeria e mi accorgo che indossa la mia maglietta, ha tutta la faccia sporca di salsa barbecue ed è...è morto. Allora ho capito che era tempo di cambiare.
    Occhi Pazzi: A me è successa più o meno la stessa cosa, ma con l'insalata di tonno.
  • [Alla riunione degli Alcolisti Anonimi]
    Non parlerò di come ho toccato il fondo perché il fondo lo sto toccando proprio ora. Siete tutte fantastiche...ma ecco, non ho mai pensato che sarei finita qui. Capite, credevo...credevo che avrei avuto sempre tutto sotto controllo. Ed è stato così per un po', finché l'eroina la spacciavo soltanto, cioè in realtà non la spacciavo, la importavo. Ma...sì, stavo affrontando una separazione e ce l'avevo a portata di mano. Anzi, a voler essere precisi sono stata abbandonata. Comunque sia ho iniziato a farmi. L'eroina era la migliore compagna che avessi mai avuto: mi faceva sempre sentire così bene ed era sempre disponibile. Ma anche le compagne migliori ti fottono, giusto? (Alex)
  • Red: Le nere sentono parlare di galline ed ecco che succede!
    Piper: Perché, a tutti i neri piacciono le galline?
    Red: Non essere razzista! È perché si fanno tutte d'eroina! E qualcuno ha detto che nella gallina c'è dell'eroina.
  • Sam Healy: [La gallina] È solo una leggenda. Come il riscaldamento globale o l'eiaculazione femminile.
    Piper: No! No! Non è così! Esiste davvero!
    Sam Healy: "Esiste davvero". Aspetta...che cosa?
    Piper: La gallina! E anche...la gallina.
  • Non c'è nessuna gallina. Non c'è mai stata nessuna gallina. La gallina è una leggenda, un'illusione. Qualcosa per dar senso alla tua vita ma che in realtà non esiste. Lo scriveremo su un manifesto. (Voce nell'interfono)
  • Suora Jane Ingalls: In alcune culture tribali una persona transessuale è considerata uno sciamano.
    Sophie: Ora vuole convertirmi al paganesimo?
    Suora Jane Ingalls: Se funziona.
    Sophie: Non è una cosa cattolica da dire...
  • Suora Jane Ingalls: La cosa migliore che puoi fare per loro è essere forte dentro. Il corpo da Playmate ce l'hai già.
    Sophia: Non vorrà dirmi che legge Playboy.
    Suora Jane Ingalls: Oh, io leggo tutto.
    Sophia: Perché Dio mi ha dato uno stupido pene?
    Suora Jane Ingalls: Non lo so. Perché ha dato agli uomini i capezzoli? Ci sono dei misteri. E da cattolica mi piacciono. I misteri intendo...
    Sophia: A me piacciono i capezzoli.

Episodio 6, Il consiglio[modifica]

  • Signor Healy, quelle stronze bianche strafatte di metadone non ci fanno cambiare canale ed è il nostro turno! Non ce la faccio più a guardare Toddlers & Tiaras! Non banalizzi la cosa! Questa è roba seria! Non sosterrò la sessualizzazione di quelle bambine! È un vero schifo! Anche se alcuni vestiti con le paillettes sono carini... (Taystee)
  • Io sono qui dentro perché non sono affatto diversa da tutte le altre che sono qui. Ho fatto delle scelte sbagliate. Ho commesso un crimine. E se sono qui non è colpa di nessuno, ma solo mia. (Piper)
  • Piper: Ognuno ha la sua dose di merda.
    Nicky: Già, ma alcuna merda puzza più di altra, principessa.
  • [Alla madre, in un flashback] Sento la tua mancanza finché non ci sei. Poi realizzo che la mamma che mi manca dev'essere qualcuna che ho inventato da piccola. (Nicky)
  • Ha mai notato che i tipi con i baffi hanno l'aria di aver appena palpeggiato una ragazzina? (Wanda Bell)
  • Taystee: Io sono il presidente della tv e tu non puoi farci niente Pussy!
    Poussey: No, senti il mio nome è "Poussey"! Accento à droite, puttana!
    Taystee: Accento a che?!
    Poussey: È francese! Poussey[4] è un posto della Francia dove mio padre faceva il militare, chiaro? Da dove cazzo viene il tuo nome, da quei rotoli alla crema?
    Taystee: Mi stai dando del cannolo?
    Poussey: Ti sto dando del rotolo, idiota! Sei un cannolo al cioccolato!
  • Boo: Guarda che non si dice "amazza", ma "ammazza", genio. Non esiste la tua cazzo di parola.
    Lorna Morello: Ah, no? Be', allora lo sai cosa fa Tonia Bernard in West Side Story? Te lo dico io quello che gli fa: lo "amazza".
    Boo: Bene, sei una che rovina la sorpresa finale.
  • Nicky: Si vota solo all'interno della propria razza. Immagina di essere negli anni '50. Così capisci.
    Lorna Morello: Vedi, ognuna di noi elegge una rappresentante della propria tribù: bianche, nere, ispaniche, anziane e le altre. Poi queste cinque tizie si incontrano con Healy, gli dicono cosa vogliamo e lui parla con i superiori. Come un consiglio studentesco.
    Piper: Ma come fa a essere un sistema efficiente? Non tutte le ispaniche vogliono la stessa cosa.
    Lorna Morello: Be', loro vogliono tutte venire in America.
    Nicky: Ma la tua visione del mondo si basa su West Side Story?!
  • Questo posto assomiglia sempre più a un liceo. (Nicky)
  • [Parlando di droga]
    Alex: Ti manca?
    Nicky: Ah, non sai quanto, cazzo. Più di un buon caffè, più di dormire al buio, più di una bella gonna...
    Alex: Portavi le gonne?!
    Nicky: Sì, adoro le gonne. [Pausa] E tu?
    Alex: Non mi manca la droga. Ero una tossica mediocre. Non sono mai andata vuota. Mi mancano gli affari. Quelli mi mancano. L'adrenalina, il potere.
    Nicky: A me manca prepararla. Sono un'idiota vero? La facevo bollire anche se ne sprecavo. Mi piaceva la chimica, sai...la routine. Sto in fissa con il rituale.
    Alex: Ma guardaci Nichols, siamo due facce della stessa moneta.
    Nicky: Domanda e offerta, brutta stronza!
  • Pannsatucky: E io dico che dovremmo avere un bagno riservato per le bianche!
    Taystee: Questo non sarà il fottuto film di Help...però mangia la mia merda, stronza![5]
  • [Sfida rap tra detenute]
    Taystee: Vieni con me | perché sono deliziosa | come una mela sostanziosa | come una Clinton ambiziosa | Vuoi batterti, bella? Fa pure, bastardella! | Saluta le cervella | E scappa, bella!
    Leanne: Sì, sì, certo. Ma ora tocca a me! Ehi, ehi, io mi chiamo Leanne | e non mi fai paura | lo sai che ci so fare | e ci dovrai pensare | se non lo vorrai fare | il culo dovrai spostare | il ruolo da presidente a me dovrai lasciare Uoo!
    Poussey: Fattona, sei solo una cogliona, | tu preghi il tuo Gesù | ma lui purtroppo era nero e a te non pensa più | Pensa che ironia trovarti sulla mia via | Sai che faccio? | Ti sputo in un occhio | mentre tu preghi in ginocchio | Sei proprio una sfigata | ti darei una sculacciata | però hai il culo moscio | per non dire floscio!

Episodio 7, Ciambella di sangue[modifica]

  • Alex: Il mio istinto primordiale non riesce a resistere a una sfida. Ed è anche per questo che mi ritrovo con tre dita fratturate...e fra poco la clamidia.
    Nicky: E in prigione.
    Alex: No, quella non era una sfida. Erano affari.
  • [A Janae, che dopo l'isolamento si gode l'aria fresca in cortile a braccia aperte] Ehi, Kate Winslet, vedi qualche iceberg?[6] (Boo)
  • Taystee: Non capisco perché non abbiamo Cinquanta sfumature di grigio in biblioteca!
    Sam Healy: Ne abbiamo già parlato, Jefferson. Lo stato non sovvenziona libri erotici.
    Piper: [Sussurrando a Taystee] Io ne ho una copia.
    Maria Ruiz: [Sussurrando] Anche io ne ho una.
    Chang: Cinquanta sfumature.
    Taystee: Ritiro la mia richiesta.
  • Tutta la roba di contrabbando vive un po' come Anna Frank qui. (Red)
  • Taystee: Qui non ci tornerò mai più, a differenza di voi altre. Come dice Oprah: "La strada meno battuta".
    Piper: Non significa quello che pensano tutti.
    Taystee: Oh, cazzo, ecco la lezione della stronza istruita!
    Piper: No, dico solo che tutti pensano che la poesia voglia dire scappare dalla folla e seguire la propria strada, ma se la leggi, Frost è molto chiaro.[7] Le due strade sono esattamente le stesse. Ne sceglie solo una a caso. Ed è solo più tradi a cena quando ne parla che dice a tutti che ha scelto la strada meno battuta, ma sta mentendo. [La guardano male] Perciò il significato della poesia è che tutti vogliono pensare di aver fatto la scelta migliore, ma in realtà poi aver fatto una cazzata. Può capitare! E questo non vuol dire niente!
    Tricia: Probabilmente la ucciderò mentre dorme stanotte.
    Taystee: Svegliami, così posso guardare.
  • Poussey: Allora signorina Jefferson, che cosa ha imparato nel periodo in prigione?
    Taystee: Imparato?! Io non ho imparato niente! Sono entrata in questa fogna innocente e sono ancora innocente!
    Black Cindy: Se dici che sei innocente ti rispediscono al mittente qui come se avessi un magnete nel culo!
    Taystee: Ma io non ho fatto niente!
    Poussey: Be', nemmeno io ok? Siamo tutte qui perché abbiamo sbagliato strada per andare in chiesa! Senti, quello che hai fatto o non hai fatto sono cazzate irrilevanti ormai! Devi mostrare rimorso!
    Black Cindy: Di che hai incontrato Gesù, che hai capito i tuoi sbagli, che ora aiuterai i giovani meno privilegiati a giocare a scacchi o non so che cosa così non finiranno col culo qua dentro!
    Taystee: Ma io non sono pentita!
    Poussey: No, no, senti! Di che vuoi andare al college!
    Black Cindy: In che ti vorresti laureare? Slang afroamericano?

Episodio 8, Il mulo di Mosca[modifica]

  • [Per evitare di essere contagiate dall'influenza Piper e Miss Claudette indossano delle mascherine fatte con degli assorbenti]
    Miss Claudette: Sembro tanto Michael Jackson.
    Piper: Naa, hai la carnagione del colore sbagliato! Io sembro Michael Jackson! [si mette a ballare]
  • Larry [leggendo il suo articolo]: "Una condanna, due prigionieri"...
    Piper: Mi ricorda "Due ragazze e una tazza".[8]
    Larry: Non è vero. Questo è una due non due una e nessuno caga in una tazza. Quella parte non c'è. Il tuo segreto è al sicuro con me.
    Piper: Grazie.
  • [Parlando della crisi di astinenza di Tricia]
    Nicky: Non è stata una sua libera scelta. Insomma lei è una tossica, ci è ricaduta. Possiamo aiutarla, dalle una chance.
    Red: Niente più chance. Due strike. È tutto quello che aveva. I russi non giocano a baseball.
    Nicky: Dio con queste stronzate!
    Red: Deve andare in isolamento. E chiunque si trascini dietro se lo sarà meritato.
    Nicky: Se la mandi in isolamento è fottuta, lo sai. La sta prendendo sul personale. Non è personale, è chimica. Le droghe ti fanno fare cose che non vorresti fare.
  • Nella clinica in cui mi ha portato mia madre mi legavano a un letto come questo. Le infermiere mi odiavano perché rifacevo il verso a L'esorcista "Tua madre succhia i cazzi all'inferno!" (Nicky)
  • [A Daya] Sembrate due personaggi di una telenovela. Due personaggi di quella roba ammonitrice. Dovreste girare per le scuole a fare un corso sull'astinenza, perché un minuto con voi due è meglio del piano B. (Maria Ruiz)
  • Sam Healy: Un paio d'anni fa abbiamo trovato due donne nude dalla vita in giù sedute sulle centrifughe per darsi piacere. Voi non stavate facendo niente del genere, vero?
    Alex: [Scherzando] Io sono più un tipo da lavastoviglie, signore.
  • Miss Claudette: Questo tuo fidanzato...com'è quando viene a trovarti?
    Piper: È bello. È strano. Certe volte ti sembra di non avere abbastanza tempo. E poi, invece, altre volte hai la sensazione di averne troppo.
    Miss Claudette: Che vuoi dire con questo?
    Piper: Non c'è nessun menù, né il cestino del pane sul tavolo o la tv da guardare. Siamo solo noi, che ci guardiamo. E può essere bello. Dovrebbe esserlo.
    Piper: Però a volte vorrei distogliere lo sguardo. Qualcuno mi ha detto che tu non hai mai ricevuto visite. Posso chiederti perché?
    Miss Claudette: Credo di aver distolto lo sguardo.

Episodio 9, Fottuto ringraziamento[modifica]

  • [Piper si sta facendo lavare i capelli da Sophia. Piper comincia a lacrimare]
    Sophia: Va tutto bene?
    Piper: È il fatto di essere toccata da un altra persona.
    Sophia: Ti capisco.
    Piper: Grazie Sophia.
    Sophia: Il corpo si sente solo qui.
    Piper: Sì, ma non si tratta di sesso. È che mi manca il contatto.
    Sophia: Gli esseri umani non sono fatti per vivere così. Sono dentro da sue anni e ci sono ancora notti in cui cerco mia moglie.
  • Pennsatucky: [Dettando una lettera] "Io prego per tutti i bambini morti e per le loro anime innocenti. E Dio li ammetterà nel regno dei cieli anche se non sono stati battezzati." Hai scritto tutto?
    Leanne Taylor: Sì.
    Pennsatucky: E potresti dire a Judy che prego anche per lei? Lo farai?
    Leanne Taylor: Lei si chiama Barbara.
    Pennsatucky: Barbara! Barbara! Maledizione non riesco a seguirli tutti questi fan! Io-io non gli sto dietro!
    Alex: Tu hai dei fan?!
    Leanne Taylor: È un'eroina. La paladina dei bimbi mai nati.
    Alex: Sembra una brutta copia di X-Men. Hai distrutto una clinica per aborti?
    Pennsatucky: Ora possiamo finire dicendo..."Sarò fuori di qui entro il 2015, prima dell'estasi."
    Alex: Oh, cavolo... [Ride]
    Pennsatucky: Che cazzo hai da ridere tu?!
    Alex: È che la gente predice la fine del mondo di continuo. Non doveva essere nel 2011?
    Pennsatucky: No, la...la fine del mondo avviene in due fasi. Se studiavi lo sapevi! La prima è l'estasi spirituale e la seconda estasi, invece, è di tipo fisico.[9]
    Alex: Ah, ho capito...
    Pennsatucky: Ok?
    Alex: Certo...
    Pennsatucky: E tu non sei invitata perché non permettono ai gay di salire sull'autobus dell'estasi!
    Alex: Sull'autobus? I posti sono già occupati da appalachiani drogati?
  • Alex: Odio vedere la gente andarsene. Mi ricorda quanto devo ancora scontare.
    Piper: Già. Ma pensa alle storie che avrai da raccontare!
    Alex: Questa battuta è mia.
    Piper: Lo so. La sfoderi sempre nei momenti brutti.
  • Combatti il potere! Fanculo chi comanda! (Boo)
  • [Parlando di Piper e Alex a Healy] Quelle lesbicano insieme! (Pennsatucky)
  • Sam Healy: Come stai?
    Piper: Sono in una scatola di cemento e c'è gente che urla.
    Sam Healy: Stando un po' da sola ripenserai al tuo comportamento.
    Piper: Il mio cosa? Stavo ballando.
    Sam Healy: Eri provocante. Sensuale. Sensualmente omossessuale!
  • Magari non sarò la madre dell'anno. [...] Ma almeno ho messo al mondo qualcosa che può essere ancora buono. Almeno ho creato qualcosa. Ho buttato al cesso la mia vita, ma Eva e Lucy e Cristina, Emiliano...persino tu...potete ancora combinare qualcosa. I bambini danno speranza nel futuro. (Aleida)
  • Piper: Prendono questi uomini insicuri, frustrati e perversi e li mettono a comandare un mucchio di donne inermi e così diventano dei predatori pervertiti. Tutto quel paternalismo inutile "So cosa è meglio per te" tutte quelle stronzate!
    Donna in regime di isolamento: Puoi arrabbiarti, ma vincono sempre loro. Le chiavi le hanno loro.
  • Tengono sempre la luce accesa per farti perdere la cognizione del tempo. Non è più vita. Insomma sì, continui a respirare ma non sei più una persona. È terribile. Cominci a vedere cose che non ci sono. Cominci a sentire le voci. Ti tengono qui finché non ti spezzano. (Donna in regime di isolamento)
  • [Parlando di Pennsatucky] Voi due avete liberato il kraken![10] (Nicky)
  • Alex: Io so com'eri. Upper West Side. Palazzo con il portiere, a sciare a Jackson Hole[11]. Mi sbaglio?
    Nicky: Chi diavolo te l'ha detto?
    Alex: Nessuno. Il mio lavoro era individuare ragazze come te e trasformarle in corrieri della droga.
    Nicky: Lo sapevo! Eri un pappa!
    Alex: Saresti stata perfetta. Nicky a diciannove anni? Mh-mh. T'avrei convinta il due secondi!
    Nicky: Sarei stata un pessimo corriere! Mi sarei fatta tutta la droga! E poi cosa ti fa pensare che mi sarei bevuta tutte le tue stronzate?
    Alex: Eri ricca ed eri abituata ai soldi facili, hai viaggiato abbastanza da non destare sospetti, detesti i tuoi genitori...
    Nicky: Sì, assolutamente.
    Alex: Eri in fase di sperimentazione. Dovevi solo scoparti una donna o una nero, vivere qualche avventura e poterti comprare una borsa di Hermess.
  • Sophia: Crystal si è innamorata del suo pastore.
    Suora Jane Ingalls: Non mi sorprende. Molte donne desiderano il loro pastore. È molto comune. I pastori possono farlo. I preti devono imparare a distogliere lo sguardo.
    Sophia: Che vuole dire?
    Suora Jane Ingalls: Che non bisogna mai concentrarsi troppo su un membro del sesso opposto. È così che riesco a vedere i film con Russel Crowe.
  • Ringrazio per la mia salute, per il mio corpo e la mia mente che sono forti e per voi ragazze, che mi ricordate ogni giorno che perdonare se stessi è possibile. (Yoga Jones)
  • Confido nel Signore con tutto il mio cuore. E senza affidarmi mai alla ragione. Amen. (Suora Jane Ingalls)

Episodio 10, Bora Bora Bora[modifica]

  • Piper: Alex e io siamo amiche di vecchia data. Abbiamo una relazione affettuosa. Ne ho bisogno. Sono umana. Questo mi da conforto.
    Nicky: Ehi, Morello, ti ricordi quando ci confortavamo?
    Lorna Morello: Altroché! Tu eri molto confortevole!
  • Piper: Mi sembra di avere ventitré anni e che il tempo non sia passato.
    Alex: Be', io credo che se hai un rapporto con qualcuno non scompare mai del tutto. In un attimo si è di nuovo importanti l'uno per l'altro, come se non fosse mai finita.
  • Io ho una sola regola: niente droga, e tu mi hai mentito. (Red) [a Tricia]
  • I problemi sono problemi. Ognuno di noi sbaglia. Ma ciascuno sbaglia in modo diverso. (Tricia)
  • A me piace essere un po' invidiata. Vuol dire che vinco. (Polly)
  • Polly: Continui a cercare persone con cui hai un'attrazione chimica, ma oltre a quello c'è dell'altro. Devi trovare qualcuno con cui puoi passare due settimane in un buco a Montauk[12] con la pioggia senza volerlo uccidere.
    [...]
    Piper: Io voglio tutt' e due: voglio il calore e voglio l'ardore. Voglio i fuochi d'artificio. Qualcuno con cui vivere delle avventure.
    Polly: L'avventura è soltanto una difficoltà che si è montata la testa.
  • Prendi in prestito e sei schiavo di chi presta. Viene dal Libro dei Proverbi. L'ho letto da un adesivo per auto. (Pornobaffo)
  • Janae: Bella, tu non hai nessun potere di guarigione! Tu non hai un cazzo!
    Leanne: Tu non si di cosa parli. Tacky è dotata, ok? Ha fatto passare il mal di testa a Angie. Vero, Angie?
    Angie: Sì, posso dire di sì.
    Piper: No, non è vero. Ha preso quel mal di testa e l'ha dato a me!
  • [In merito ai poteri di guaritrice di Pennsatucky] Tu sei come il mago di Oz: tutta scena e niente dietro il sipario! (Janae)
  • Io faccio quello che il Signore mi dice. Lui scorre attraverso di me. (Pennsatucky)
  • Pennsatucky: Spirito Santo! Ti invoco in questo momento, Spirito Santo! Tu vuoi che io e lei insieme come un'unica persona guariamo questo ginocchio! Fa che questa donna guarisca!
    Janae: Ce l'hai fatta, cazzo! Ce l'hai fatta! Oh...ce l'hai fatta davvero!
    Leanne: Visto? Visto? Tu non sei come il mago di Oz, sei come il mago di...Dio!
  • [In un flashback]
    Larry: Devi pulirla bene [la ferita], non vorrai prenderti un'infezione. O la rabbia. Tu, tu hai qualche sintomo tipo influenza? Perché, perché se è rabbia devi trattarla subito. Non c'è una cura. Tu...Tu morirai.
    Piper: Wow... tetro!
    Larry: Ebreo.
  • Lorna Morello: Che ne pensi di Bora Bora Bora?
    Nicky: Cosa? Vuoi dire Bora Bora?
    Lorna Morello: No, credo che ci siano tre "Bora".
  • Boe: Senti, so che hai curato il ginocchio di Janae, è vero?
    Pennsatucky: Sì. Sono solo una donna che fa la volontà del Signore.
    Boo: Capisco, certo. Questo è incredibile. Ehm, potresti aiutarmi?
    Pennsatucky: Cosa ti fa male?
    Boo: La mia mente. Ho pensieri impuri...di contenuto lesbico. Che ne pensi? Puoi aiutarmi?
    Pennsatucky: Mi prendi in giro e io non prendo in giro il Signore, mi dispiace!
    Boo: Non è vero, non è vero! Te lo giuro. Insomma, ecco...da quando ho piccola Bo ho un desiderio di maternità dentro di me e un giorno potrei volere un figlio, ma non con un'altra donna perché quei bambini diventano sempre gay. E per una checca la vita è sempre molto dura. Il ciclo del terrore finisce adesso. Con me. Io lo giuro!
    Pennsatucky: Sul serio?
    Boo: Mh-mh.
    Pennsatucky: Sei pronta per ricevere la grazia del Signore? Inginocchiati. Tieni il cane per favore. Davanti a me abbiamo una peccatrice, oh Signore, che è pronta ad accettarti nel suo cuore! Monda il suo cuore dal male e la sua mente dal sudiciume!
    Boo: Vedo ancora del sudiciume.
    Pennsatucky: Concentrati! Oh, Signore, oggi ti chiedo di aiutare questa peccatrice a trovare una vita di famiglia, una vita di rettitudine! La renderemo pura e integra e buona di nuovo! mentre impongo le mani sulla testa di questa tua figlia, qui ora, io ti chiedo, Signore, di aiutarla! Aiutarla a non essere gay mai più!
    Boo: Non...non mi sento affatto diversa. Aspetta, fammi provare a immaginare la squadra di calcio femminile del 2008, di solito funziona. Ok...forza, forza...forza, forza...Aspetta! Aspetta, non sento niente! Non sento niente!
    Pennsatucky: Ha funzionato!<obr>Boo: Questo non mi piace! fammi tornare com'ero! Non lasciarmi etero!
  • Poussey: Credi di essere una tosta perché sei sulla sedia a rotelle?
    Dina: No.
    Poussey: Be', sai che ti dico? Niente scivoli per le sedie a rotelle in prigione, nessuno ti terrà le porte aperte o stronzate simili.
    Dina: Non ne ho bisogno. Posso fare tutto quello che fanno gli altri.
    Poussey: Cazzo, colpa mia, hai ragione. Non intendevo dire che tu non potessi fare delle cose...
    Dina: Dicevano che non potevo rapinare un negozio, per via della sedia. Gliel'ho fatta vedere.
    Poussey: Ok...Be', sai non è una cosa che devi dimostrare a tutti...
    Dina: Dicevano anche che non potevo stare in una gang. Ora ne ho una mia.
    Poussey: Una gang di handicappate? Io...senti, questo non è...ti renderai la vita più difficile, credimi. Quanti siete? Che fate? Investite le persone?
  • Black Cindy: Chapman è una spietata lesbica e ti farà ballare!
    Piper: Perché sarei io la spietata lesbica?
    Black Cindy: Lesbionica!
  • Piper: Potrei dirti molte cose che ti spaventerebbero, Dina. Potrei dirti che farò di te la mia puttana. Potrei dirti che farò di te la mia schiava. Che farò sesso con te anche se non abbiamo un rapporto affettivo. Che farò con te quello che la primavera fa con i ciliegi,[13] ma alla maniera del carcere. Pablo Neruda. Ma a che servirebbe? Sei troppo tosta, vero? So com'è facile convincere te stessa di essere qualcosa che non sei. E puoi farlo esteriormente, continuare a muoverti, tenerti così occupata da non dover affrontare chi sei. Ma...sei debole.
    Dina: Cazzo, sta lontana da me.
    Piper: Io sono come te, Dina. Sono debole anch'io. Non ce la posso fare qui senza qualcuno da toccare, senza qualcuno da amare. È perché il sesso attenua il dolore? È perché sono un malvagio mostro sessuale? Io non lo so. Quello che so è che ero qualcuno prima di entrare qui. Ero una persona con una vita che avevo scelto per me stessa e adesso...adesso è tanto se finisco la giornata senza piangere. E ho paura. Ho ancora paura. Ho paura di non essere me stessa qui dentro...e ho paura di esserlo, credimi. Non sono gli altri a farti più paura in prigione. È il trovarti faccia a faccia con quello che sei. Perché una volta che sei tra queste mura non c'è dove correre anche se tu potessi correre. La verità ti raggiunge qui dentro, Dina. Ed è la verità a fare di te la sua puttana.
    Poussey: Cavolo, sei spietata.
    Piper: Le stronze devono imparare.
  • Signore, mi hanno accecata! Sono la tua martire, Signore! (Pennsatucky)

Episodio 11, Uomini duri con sentimenti[modifica]

  • Piper [sbrogliando i nodi delle luci natalizie]: È come se l'unico scopo di questi affari sia quello di aggrovigliarsi! Perché nessuno ha ancora trovato una soluzione?
    Joel Luschek: Va bene, Seinfeld, calmati. Hai fretta di usarlo per impiccarti?
    Piper: Non sono passate neanche ventiquattr'ore e già ci scherza? È morta una persona.
    Joel Luschek: Gesù Cristo! Che c'è? Ti sono venute le tue cose? Hai comunisti nella tua sala giochi? L'onda rossa?
    Piper: Ok, perfetto. Come vuole. Attribuisca pure il mio legittimo cordoglio al mestruo.
  • [Allo psichiatra della prigione] Sei uno di quei dottori fuori di testa? Cioè se ti dicevo che ho sognato un ananas mi chiedevi se volevo fare sesso con mia madre? (Pennsatucky)
  • [Allo psichiatra della prigione] Sono quelli come te che danno una brutta immagine dell'America. Andate in giro a starnazzare dicendo che le armi sono pericolose, ma in realtà volete soltanto ingozzare la gente di pillole quando invece a loro serve solo un po' di fede! (Pennsatucky)
  • [Allo psichiatra della prigione] Non sono pazza! Sono una prescelta! C'è differenza! (Pennsatucky)
  • Non mi serve nessun sedativo! Gesù è al mio fianco! (Pennsatucky)
  • Black Cindy: Non vuoi sapere cos'hanno in serbo per te i pianeti? Sono affari tuoi.
    Poussey: Bella, i pianeti hanno la galera in serbo per me. Oggi, domani e anche dopodomani.
    Black Cindy: Già.
    Poussey: Ariete.
    Black Cindy: Potrebbe essere il momento ideale per fare un viaggio e scoprire luoghi sconosciuti...
    Poussey: Come no.
    Black Cindy: ...Espandi i tuoi orizzonti, caro Ariete.
  • AlexOk, ti do un consiglio. Quando una donna ti fa venire come faccio io dovresti sembrare sempre felice di vederla.
    Piper: Smettila...
    Alex: Ok, non sei dell'umore giusto. Ritiro la battuta.
    Piper: Ho chiesto ad alcune ragazze ad aiutarmi a organizzare una cerimonia per Tricia, ma non è venuta nessuna. Non capisco, sembra che importi solo a me che si faccia un funerale...
    Alex: Ok, non è la cosa più egocentrica che ti ho sentito dire, ma è nella top ten.
  • Occhi Pazzi: [A Alex e Piper, riproponendo la canzone che cantava a Piper in Richiesta lesbo respinta] Vaniglia e vaniglia | mischia, mischia | mischia, mischia...
    Piper: Sai, se i due gusti sono uguali non si può mischiare niente...
  • Regola numero uno: mai innamorarsi di una donna etero. (Alex)
  • Non ti aspetti di essere in pigiama nel momento in cui la tua vita cambia per sempre. (Larry)
  • Prima c'era un cartello che diceva "Attenzione! Pavimento bagnato!" (Occhi Pazzi)
  • Piper: Non è che stai per fare pipì, vero?
    Occhi Pazzi: No, è che...quando mi arrabbio, a volte faccio fatica a controllarmi. Ecco perché poi finisco nella prigione dei matti, in psichiatria. Ma non sono MATTA! Devo lavorare sull'autocontrollo.
  • Nessuno torna da psichiatria. Tranne me. Una volta che finisci lì ci resti intrappolata. È come quel posto con...tre angoli...e l'oceano... (Occhi Pazzi)
  • Come mai qui tutti mi chiamano Occhi Pazzi? (Occhi Pazzi)
  • [In reparto psichiatrico]
    Pennsatucky: Non sono pazza! Gesù, perché mi hai abbandonata?! Per favore...non sono pazza!
    Infermiera: Se non fossi pazza non ti dovresti sforzare tanto per convincere tutti che sei sana.
  • Credono che solo perché sono alto io non possa soffrire! (Pornobaffo)
  • [Scherzando] Metti le corna e me e Larry con Occhi Pazzi? Non ci sto a fare una cosa a quattro. (Alex)
  • Alla fine non sono stati i giapponesi ad inventarlo. È un'opera di un americano, un tipo qualunque, che ha avuto l'idea. In origine l'aveva chiamato "il posto dei numeri". Ora, non so che significa "sudoku" in giapponese, ma è strano che è saltato fuori subito prima dell'undici settembre. (Pornobaffo)
  • Alex: Sei stata coraggiosa. Molto stupida, ma coraggiosa.
    Piper: Sai, io non credo che qualcuno abbia mai usato quella parola per descrivermi in tutta la storia dell'universo.
    Alex: Sono felice di stare qui con te.
    Piper: Sì, anche io. Come posto preferirei una spiaggia di Tahiti, ma questo...viene per secondo. Perché sei sempre così inevitabile per me?
    Alex: Ti stra amo.
    Piper: Mi stra ami? E che sarebbe, tipo il "ti amo" delle fichette?
    Alex: Di ancora "fichette"!
    Piper: Ti stra amo anch'io.
- Why do you always feel so inevitable to me? I heart you.
– You heart me?
– Yeah.
– What is that? Is that like "I love you" for pussies?
– Say "pussy" again.
– I heart you, too.
  • [Presentando il programma radiofonico Urban Tales su NPR] Probabilmente molti di voi ci sono passati. Inizia con due persone innamorate. Vi fate un sacco di promesse. Vi ripetete che siete diversi dagli altri, l'eccezione. Per un paio di mesi fate lunghe chiacchierate ed ogni argomento sembra nuovo ed eccitante. Un modo per conoscersi a un livello più intimo. Poi lentamente, così lentamente che quasi non ve ne accorgete, le chiacchierate lasciano il posto a chiamate perse e messaggi pieni di risentimento e alla fine arriva il giorno in cui ammettete che, no, non siete l'eccezione. Che stare lontani dalla eprsona amata è, nel migliore dei casi, difficile. Impossibile nei momenti peggiori. (Maury Kind)
  • [Al programma radiofonico Urban Tales su NPR] Quando hai a che fare con delle malate di mente non sai di cosa possono essere capaci. Insomma, quando la tua fidanzata ti dice che dorme con un occhio aperto perché pare che la sua compagna di cella sia un'assassina e potrebbe ucciderla nel sonno, è impossibile non avere paura. Non sto dicendo che sono tutte pazze o pericolose. C'è una ragazza che poteva diventare una stella della corsa. In realtà aveva ricominciato ad allenarsi mentre era in prigione, ma poi hanno chiuso la pista per via dei tagli al bilancio. Poi c'è quella che sta pianificando il suo matrimonio da mesi come fosse tutto normale. Ah, ma va anche a letto con la lesbica sexy e drogata. Tipico cliché da prigione, no? Insomma, la lista dei personaggi potrebbe andare avanti all'infinito. C'è la russa che gestisce a cucina: una donna terrificante, ma che è così orgogliosa di dare da mangiare a tutte. Io ammiro davvero queste donne per come riescono a dare un senso alle loro giornate, per come si prendono cura l'una dell'altra. (Larry)
  • [Al programma radiofonico Urban Tales su NPR] Ogni volta che abbiamo parlato di tradimento in maniera astratta, ho detto che non m'importava che potesse fare sesso con altri se era solo sesso. Ma...ma supponiamo teoricamente che una persona che ha amato sia lì con lei, qualcuno con cui ha avuto una storia, qualcuno che può capire la sua vita lì dentro...come, come io non posso fare, sarei distrutto sapendo che quella persona può darle qualcosa che io non posso. Sarebbe peggio del semplice sesso, sarebbe...sì, sarebbe un tradimento. (Larry)
  • Larry: Ha fatto lei il tuo nome. È lei che ti ha fatta sbattere lì dentro. Come ci si sente ad essere innamorati della donna che ti ha rovinato la vita?
    Piper: Mi hai mentito.
    Larry: Già, siamo fatti proprio l'una per l'altra.

Episodio 12, Fregami una volta[modifica]

  • A volte i sentimenti che provo sono parecchio confusi e mi sfogo facendo le pulizie. Faccio finta che lo sporco siano quei sentimenti e questo pavimento sia la mia mente. Questo si chiama "voler reagire". (Occhi Pazzi)
  • Non esistono giudici, non esiste giustizia. Strisciamo come formiche su questa Terra e poi moriamo. (Pennsatucky)
  • Cal Chapman: "Tradire" è una parola grossa, amico.
    Larry: Scusa, come chiami quello che ha fatto? Ha scopato con una persona che non è quella con cui ha promesso una relazione del tutto esclusiva e per sempre.
    Cal Chapman: Però se questa persona è una donna non è vero tradimento. È come se tu e Piper giocaste a squash insieme e nel tempo libero lei iniziasse a giocare a softball. Ecco, allora...
    Larry: Questo è il vero problema, esatto. Si è scopata una donna. Che cos'è? È diventata lesbica?
    Cal Chapman: Cosa vuoi che ti dica adesso? Penso solo che lei sia fatta così e basta.
    Larry: Che cosa vuoi dire? Non sei chiaro.
    Cal Chapman: Dico che forse uno dei problemi è pensare che una persona sia come la vuoi tu.
  • Una delle ragioni per cui vivo qui, lontano dalla civiltà, è la forte allergia ai drammi. (Cal Chapman)
  • [Flashback in una clinica per aborti] Questo era il quinto, eh? Ti daremo una carta fedeltà, così il sesto sarà gratis. (Infermiera)
  • Joe Caputo: Non dovresti più chiamarle con il loro nome. Devi dire "detenuta". Come se fossero tutte uguali. Così gli ricordi che non sono delle persone.
    Susan Fischer: Ma sono persone.
    Joe Caputo: Non devi vederla in questo modo. Loro sono pecore. Le nutriamo, le facciamo pascolare da una stanza all'altra.
  • Yoga Jones: Per avere un atteggiamento zen, sai a volte, si deve sentire qualcosa dentro.
    Janae: Forse basta parlarne a volte.
    Yoga Jones: Sai, una volta coltivavo marjuana, in California nella Humboldt County.[14] Era solo un acro, niente di eccessivo. Era sufficiente per vivere.
    Janae: Vuoi dire per farti?
    Yoga Jones: No, per pagare l'affitto. Insomma la fumavo ogni tanto, ma più che altro ero un'ubriacona, di quelle vecchio stampo. Proprio come mi avevano cresciuta i miei genitori.
    Janae: E poi i federali ti hanno presa.
    Yoga Jones: No, veramente è stata colpa di un cervo.
    Janae: Come scusa?
    Yoga Jones: Ma sì, i cervi adorano l'erba ma gli frigge anche il cervello. Iniziano a saltellarti intorno e ce l'hai sempre fra i piedi. Il guaio è che ritornano a brucare e non riesci a tenerli lontano dall'erba. Ho provato di tutto! Schiuma da barba, piscio di volpe, che vendono al negozio di casalinghi a centoventi dollari al barile.
    Janae: Non potevi costruire una bella recinzione?
    Yoga Jones: No, un cervo può saltare un recinto di due metri e mezzo con filo spinato con il sorriso stampato sul muso come Donald O'Connor.
    Janae: E allora cosa hai fatto?
    Yoga Jones: Be', mi procurai un fucile da caccia e rimasi svegli per diverse notti. Lo feci quattro, cinque volte alla settimana e finalmente una notte li vidi gironzolare intorno lungo tutta la mia proprietà. Sai, stavo coltivando una di quelle merde di qualità, una pianta ibrida chiamata AK47 che la gente prende con false prescrizioni e ingurgita come noccioline. Ero incazzata nera!
    Janae: E ubriaca?
    Yoga Jones: Ah, tesoro, questo è sott'inteso.
    Janae: E cosa successe?
    Yoga Jones: Gli sparai.
    Janae: E allora?
    Yoga Jones: Non era un cervo. Era soltanto un ragazzino di otto anni della fattoria accanto che stava scappando da casa perché...perché suo padre gli aveva requisito il Nintendo. Un ragazzino...
  • Che l'elfo del Kwanzaa vegli su di te! (Black Cindy)
  • Pennsatucky: Ti rendi conto che mi hai quasi rovinato la vita? Te ne rendi conto? Hai trasformato l'onnipotente in uno scherzo. E gli scherzi non contano niente per me. Uno scherzo non mi pùò mandarmi lettere qui dentro e uno scherzo non può darmi la forza per scontare i miei anni quie e farmi diventare qualcosa di buono. Tu in che cosa credi?
    Piper: Be', ho sempre pensato che l'agnosticismo fosse una soluzione. Ma, se dovessi, mi definirei un'umanista secolare. E questo non vuol dire che non sia spirituale...
    Pennsatucky: Non sei religiosa, ok? Smettila...smettila... Tu credi in Hussain Obama? Nelle macchine elettriche? Nei libri di Shakespeare? E vai a mangiare nei ristoranti? Io non ho niente di tutto questo. Ho soltanto Lui.
    Piper: Mi dispiace.
    Pennsatucky: Non chiedere il mio perdono, chiedi il Suo perdono. Devi sistemare le cose con Lui. E poi capiremo se tutto questo era parte del suo piano. Così non litigheremo mai più.
    Piper: Non volevo litigare con te.
    Pennsatucky: Be', allora fallo.
    Piper: Proprio qui?
    Pennsatucky: Sì, qui e adesso, non ti va bene?
    Piper: Caro Gesù...
    Pennsatucky: È troppo intimo. Tu non gli concedi mai del tempo durante il giorno.
    Piper: Ehm...Caro...Mio Signore Gesù? Mio Signore Gesù, so di aver, ehm...commesso delle azioni che non sono proprio, come dire, edificanti ai tuoi occhi e per questo provo vergogna. È davvero facile puntare il dito. So di aver fatto delle cose di cui sono veramente disgustata. E così ti chiedo se possiamo sistemare tutto.
    Pennsatucky: Devi chiedere perdono.
    Piper: Se tu mi perdonassi sarebbe davvero...ehm, davvero confortante. Amen. Come sono andata?
    Pennsatucky: Hai fatto un passo verso la direzione giusta.
    [Preghiere dalle serie televisive]
  • Piper: Sono una narcisista manipolatrice che ti ha ababndonata quando tua madre è morta.
    Alex: E io sono una pragmatica spietata che ti ha venduta e non l'ha detto.
    Piper: Facciamo schifo.
  • Non ho nessun progetto e non so cosa potremmo fare. Ti offro questo se stai con me. Se vuoi avere dei bambini e ristrutturare il bagno allora ti prego, vai! Fallo pure! È una scelta. Se vuoi fare sesso con tre estranei travestiti su una spiaggia in Cambogia...non posso garantirti che accadrà, ma è possibile. (Alex)
  • Attacca Piccola Bo! Attacca! [Piccola Bo le lecca la faccia] Ci stiamo lavorando... (Boo)
  • Taystee: Lo sai cosa ti fanno quando esci da qui? Ti stanno attaccati al culo come il KGB. Coprifuoco tutte le sere, devi pisciare in una tazza quando te lo dicono, devi fare tre colloqui alla settimana per dei lavori che non farai mai! Il sorvegliante chiama e ti controlla ogni secondo! Cavolo, almeno in prigione ti danno al cena! [Poussey la spintona] Oh, merda! Ma che cazzo fai?
    Poussey: Ma dove credi di essere? All'Hilton? Ci sono delle stronze che si fanno quindici anni per aver lasciato che i loro uomini spacciassero in casa perché avevano paura di essere picchiate! E altre stronze non vedono i loro figli da anni e ora quei figli hanno avuto dei bambini oppure stanno per strada a spacciare e drogarsi e nessuno li controlla! Io sono qui dentro da due anni e ne devo fare altri quattro. Otto mesi fa mentre stavo pulendo quel cazzo di pavimenti di tavola calda mia madre moriva e io non le ho detto quelle stronzate che si dicono alle madri quando se ne vanno. Quindi per favore non venire a raccontare la cazzata che sei tornata qui perché la libertà non è adatta a te!
    Taystee: Fuori stavo male. Il salario minimo è una presa in giro. Sono andata a lavorare part time da Pizza Hut e devo alla prigione novecento dollari di tasse che devo pagare. Non avevo un posto dove andare. Dormivo sul pavimento nell'appartamento di una lontana cugina come un cane. Ci sono due stanze e ci vivono altre sei persone. Una stronza mi ha rubato il primo assegno. Ho preso i pidocchi. E tutti quelli che conosco sono poveri, in galera o sono morti. Non hai idea di come fosse la mia vita fuori. Mi sono fottuta il cervello, lo sai? So come si gioca qui dentro, so dove stare e conosco le regole da seguire, ho un letto...e poi ho te.
  • Piper: Non posso fingere di credere se non credo. Io non credo.
    Pennsatucky: Chapman, tutti abbiamo dubitato.
    Piper: No, vedi, io non ho dubbi. Credo nella scienza, credo nell'evoluzione, credo in Nate Silver e Neil deGrasse Tyson e Christopher Hitchens, anche se potrebbe essere uno stronzo. Non posso seguire un Dio che interviene ai premi Tony mentre un milione di persone viene ucciso con un macete. Non credo che un miliardo di indiani va alla'inferno o che ci venga il cancro per imparare una lezione di vita o che i giovani muoiano perché Dio ha bisogno di un angelo. Sono tutte stronzate! Ne siamo tutti consapevoli! [...] Senti, io capisco che la religione renda più facile affrontare tutte le cose brutte e oorende che capitano a tutti noi. E vorrei tanto poter credere anch'io. Di sicuro sarei più felice. Ma non posso. I sentimenti non bastano. Ho bisogno che sia reale.

Episodio 13, Non puoi guarire un pazzo[modifica]

  • Nicky: Un pinguino e un contadino entrano in un bar...
    [...]
    E il pinguino dice "Cocco, non è una melanzana, è ritardato!"
    [Ridono]
    Suora Jane Ingalls: Mi sono distratta agli ombrelli...
  • Piper: Scelgo lui. Scelgo Larry.
    Alex: Certo che scegli lui...
    Piper: Amo anche te. Ma sappaiamo tutte e due che non ho le palle per affrontare una vita con te.
    Alex: No, non ce le hai.
    Piper: Almeno ho preso una decisione, no? Non sei fiera di me?
    Alex: Piper, vaffanculo.
    Piper: Alex...
    Alex: Ascolta. Sì, hai rpeso una decisione. Perciò ti dico cosa succederà adesso. Non potrai mai più correre da me. NOn con i tuoi problemi, non con il tuo umore, non quando dovrai sfogare la tua tristezza o la rabbia. Nemmeno per la lavanderia, se non è il tuo giorno previsto. Non potrai mai più venire da me. Mai più.
  • Lei non ha bisogno di Dio. Era un'interpretazione errata. Ho riaperto il mio libro per trovare delle risposte. Mi serviva una risposta. Luca 19,27 «Gesù disse "e quei miei nemici che non volevano che diventassi loro re conduceteli tutti qui e uccideteli davanti a me!"» Lo trovata, sono arrivata direttamente alla pagina. Ora se questo non è un segno, non so cosa lo sia. (Pennsatucky)
  • Come dice mio padre: Dio non accoglie i peccatori nel suo regno accoglie i migliori! Sì, oooh! (Black Cindy)
  • Piper: Non ti sei fidato che avrei risolto la cosa da sola?
    Larry: No. Non mi fido. E questo non ti dice già abbastanza? Non possiamo stare sulla stessa giostra. Non condividiamo gli stessi valori. Perché avevo tanta fretta? Perché avevo paura. Non si deve stare con qualcuno solo per paura.
  • [Vestita da angelo] Ecco, cosa sei: tu sei il demonio! E io sono l'angelo di Dio! Guarda il mio vestito! L'hai visto? Hai visto quanto è poetico? (Pennsatucky)

Note[modifica]

  1. Cfr. mandala
  2. Stralci della barzelletta ricorrono anche negli episodi La caccia alla gallina e Non puoi guarire un pazzo.
  3. Cfr.: Scala Kinsey
  4. Forse riferito a Poussay.
  5. Nel film The Help una delle cameriere afro americane fa mangiare alla sua padrona bianca una torta fatta con le feci.
  6. Cfr.: Titanic (film 1997)
  7. The Road Not Taken
  8. Cfr.: 2 Girls 1 Cup
  9. Cfr.: Harold Camping e 2011 end times prediction.
  10. Citazione di Scontro di titani (1981) e del remake Scontro tra titani (2010).
  11. Cfr.: Jackson Hole
  12. Cfr.: Montauk, New York
  13. «Voglio fare con te | quello che la primavera fa con i ciliegi.» da XIV – Giochi tutti i giorni con la luce dell'universo di Pablo Neruda.
  14. Cfr.: Contea di Humboldt (California)

Altri progetti[modifica]