Politico

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
(Reindirizzamento da Politici)

Citazioni sul politico.

Citazioni[modifica]

  • A te che odi i politici imbrillantinati | che minimizzano i loro reati, | disposti a mandare tutto a puttana | pur di salvare la dignità mondana, | a te che non ami i servi di partito | che ti chiedono il voto, un voto pulito. (Rino Gaetano)
  • Amo questo Paese e non sopporto il fatto che non ci sia una classe dirigente capace di farlo diventare un Paese moderno, che abbia un futuro, o che semplicemente prometta un futuro. Adesso i politici non sono capaci di promettere un futuro neanche nelle loro campagne elettorali. (Luciano Ligabue)
  • Anche tra i politici, inoltre, [Pitagora] impose a coloro che dettavano le leggi di astenersi dal mangiare carne di animali, poiché era necessario che quelli che intendevano fare giustizia al più alto livello mai fossero ingiusti con gli animali che sono nostri simili. (Giamblico)
  • È nostra esperienza che i politici sono soliti realizzare il contrario di quello che dicono. (Abba Eban)
  • Gli uomini politici italiani, in generale, sono mediocri. (Giuseppe Prezzolini)
  • Gli uomini politici sono uguali dappertutto. Promettono di costruire ponti anche dove non ci sono fiumi. (Nikita Sergeevič Chruščëv)
  • I politicanti sono i camerieri dei banchieri. (Ezra Pound)
  • I politici hanno una loro etica. Tutta loro. Ed è una tacca più sotto di quella di un maniaco sessuale. (Woody Allen)
  • I politici italiani sono in generale uomini di assai mediocre valore: non amano noie e anche i migliori fra di essi sono incapaci di affrontare i problemi di larga importanza. (Francesco Saverio Nitti)
  • Il giudice conosceva bene la regola dei politicanti: se non puoi battere il nemico, diventane il capo. (La leggenda di Bagger Vance)
  • Il politico è come la donna frigida: per piacere deve fingere. (Roberto Gervaso)
  • Il realismo è il tratto obbligatorio di ogni politico. (Michail Gorbačëv)
  • Io sono un uomo politico; e questo vuol dire bugiardo e truffatore, e quando mi chino a baciare i bambini rubo loro le caramelle. Ma vuol dire anche che mi lascio tutte le porte aperte... (Caccia a Ottobre Rosso)
  • L'arroganza rampante di una certa categoria di politici e finanzieri è come un'infezione di una ferita: se non si cura rapidamente (magari con mezzi drastici) si allarga e infetta l'intero organismo sociale. (Enzo Di Frenna)
  • L'uomo è per natura un animale politico... tanto è vero che spesso l'uomo politico è una bestia. (Alfredo Chiappori)
  • L'uomo politico ideale deve avere tutte quelle qualità per cui, se le avesse davvero e tutti fossero convinti di questo, non troverebbe nemmeno un paralitico portato a braccio disposto a dargli un voto. (Aldo Busi)
  • La generale caduta di stile politico – del piacione di turno che ambisce a guadagnare consensi mescolando il piano pubblico con quello privato, salvo poi invocare la privacy – fa rimpiangere i tempi in cui un sano pudore (ipocrita finché volete) impediva almeno alle maggiori cariche di oltrepassare i limiti del bon ton. Senza arrivare all' anacronismo bacchettone dei «pofferbacco» o dei «maramaldo». Ma ci sarà pure una via di mezzo tra il bizantinismo forense da Prima Repubblica e l' intemperanza da bar, tra l' allusività in punta di fioretto e lo svacco. (Paolo Di Stefano)
  • La politica è una strana cosa. Le regole che si possono enunciare per gli altri mestieri sembra che non si applichino alla politica. Un uomo politico può cominciare da giovane come accalappiacani, e in pochissimo tempo riuscire a farlo dimenticare. Ecco ciò che rende la carriera politica quella che è. (Erskine Preston Caldwell)
  • La politica mi è sempre interessata molto. Sono un politico nato: ho opinioni su tutto, non mi tiro indietro, dico sempre quello che penso. Ma odio parlare delle cose e non farle, e i politici sono campioni del mondo di chiacchiere a vuoto. (Boris Becker)
  • Lo slogan «Vi seppelliremo con una risata» è stata la più incauta delle profezie; ci vuol altro per far piangere un politico! (Enzo Sermasi)
  • Ma un politico onesto | è solo una contraddizione in termini. (Roger Meddows-Taylor)
  • Mio padre era uno scrittore, ti sarebbe piaciuto. Diceva sempre che gli artisti usano le bugie per dire la verità, mentre i politici le usano per coprire la verità. (V per Vendetta)
  • Per me i politici sono come amministratori condominiali. Rispetto a loro mi sento un diverso come lo sono nel sesso, in letteratura e nella ricerca del divino. (Carlo Coccioli)
  • Quando un uomo è candidato al parlamento, per lui tu sei un amico; quando è stato eletto sei un suo elettore; e quando è nel pieno delle sue funzioni sei solo un contribuente. (Anonimo)
  • Se non esistessero i politici uno non avrebbe un termine di paragone per distinguere i veri statisti. (William Peter Blatty)
  • Serviamo la pace [...] se stimiamo i politici solo quando si dimostrano veri uomini in tutte le situazioni e non banali rappresentanti del nostro egoismo e quando sospettiamo dei politici che ci danno troppo ragione, confermando la nostra opinione. (Karl Rahner)
  • Spesso si osserva che un primo ministro, fuori del suo ufficio, non è altro che un pomposo retore, e il generale senza esercito somiglia al mite eroe di una fiera di villaggio. (William Somerset Maugham)
  • Un politico guarda alle prossime elezioni; uno statista guarda alla prossima generazione. Un politico pensa al successo del suo partito; lo statista a quello del suo paese. (James Freeman Clarke)
  • Vi è una categoria di deputati che ha la malattia di proporre delle leggi per avere l'occasione di recitare un piccolo discorso meditato, mandato a memoria per sei settimane. (Ferdinando Petruccelli della Gattina)

Nicola Santamaria[modifica]

  • Dimmi con chi tratti e ti dirò chi sei; si potrebbe aggiungere: dimmi chi t'ha fatto e chi ti può disfare, ed io ti dirò come operi. Un paese falsato non può che dare rappresentanti posti sempre in una falsa posizione.
  • I veri colpevoli di tutti i mali, gridò un filosofo gittando un sasso nel bel mezzo dell'assemblea dei rappresentanti, forse per lapidarli, i veri colpevoli sono i deputati.
  • Il deputato divenne l'uomo di affari di ciascun elettore; e poiché tra gli elettori quelli che hanno più bisogno di protezione sono i cammorristi, i ladri, quelli che insomma hanno o possono avere da fare con la giustizia, divenne il protettore di tutti gli elettori in generale e della interessantissima classe dei bricconi in particolare. Era necessità; era utilità; imperocchè bisogna persuadersi che il vero e più efficace appoggio per trionfare nelle battaglie dell'urna è quello dei birbanti. La brava gente è fatta per restare a casa con le femmine e i bambini.
  • Il deputato è il servitore di due o tre, o asini o imbroglioni, che non si sa come si sono imposti al corpo elettorale ed ai poveri di spirito, che lo compongono.

Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo, La casta[modifica]

  • Con una mano il politico fa assumere precari, raccomandati, stabilizzati, amici, parenti, elettori, portaborse e reggipanza senza un concorso serio da decenni e senza che neppure i più scadenti o almeno i ladri e i corrotti vengano buttati fuori. E con l'altra mano distribuisce all'esterno lavori profumatamente pagati sostenendo che nessuno tra i dipendenti è all'altezza di farli. Un circolo vizioso micidiale.
  • La sintesi è già chiara: la Casta politica, una volta che sei dentro, ti permette quasi sempre di campare tutta la vita. Un po' in Parlamento, un po' nei consigli di amministrazione, un po' ai vertici delle municipalizzate, un po' nelle segreterie. Basta un po' di elasticità.

Proverbi italiani[modifica]

  • Il politico bacia con la bocca, e tira calci con i piedi.
  • L'uomo politico accende una candela a Dio e un'altra al diavolo.

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]