Abitudine

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Citazioni sull'abitudine.

  • Certe abitudini si possono più facilmente troncare che moderare. (Lucio Anneo Seneca)
  • Due cose assolutamente opposte ci condizionano ugualmente: l'abitudine e la novità. (Jean de La Bruyère)
  • E fin qui, a quanto risulta, la situazione è la stessa per l'animale e per l'uomo. Qualcosa cambia però, e questo è importante, nel momento in cui l'uomo non acquista più per se stesso un'abitudine ma la riceve in eredità dai suoi genitori, dalla sua cultura. In primo luogo egli non conosce più le ragioni che hanno originato la prescrizione di quel determinato comportamento. Il pio ebreo o il musulmano aborrono la carne suina senza essere consapevoli del fatto che sono stati i pericoli di trichinosi a spingere i legislatori al severo divieto. In secondo luogo poi la riverita figura del padre subisce nel legislatore, a causa della distanza temporale e mitica, un'apoteosi che fa sembrare divine tutte le prescrizioni che risalgono a lui e l'infrangerle peccato. (Konrad Lorenz)
  • È grande la forza dell'abitudine. (Marco Tullio Cicerone)
  • In genere le catene dell'abitudine sono troppo leggere per essere avvertite finché non diventano troppo pesanti per essere spezzate. (Samuel Johnson)
  • La costanza di un'abitudine è di solito proporzionale alla sua assurdità. (Marcel Proust)
  • L'abito è grande maestro, ma di per sé insufficiente, se non vi si aggiunga la ragione pensata e la volontà di quello a che l'uomo si viene abituando. (Niccolò Tommaseo)
  • L'abitudine al lavoro modera ogni eccesso, induce il bisogno, il gusto dell'ordine; dall'ordine materiale si risale al morale: quindi può considerarsi il lavoro come uno dei migliori ausiliari dell'educazione. (Massimo D'Azeglio)
  • L'abitudine ci fa accettare l'inaccettabile. (Michela Marzano)
  • L'abitudine ci nasconde il vero aspetto delle cose. (Michel de Montaigne)
  • L'abitudine è in tutte le cose il miglior maestro. (Plinio il Vecchio)
  • L'abitudine diventa come qualcosa di innato. (Aristotele)
  • L'abitudine è la grande guida della vita umana. (David Hume)
  • L'abitudine è mezza padrona del mondo. "Così faceva mio padre" è sempre una delle grandi forze che guidano il mondo (Massimo D'Azeglio)
  • L'abitudine è un abito che, indossato da giovani, ci rifiutiamo di togliere vita natural durante. (Alessandro Morandotti)
  • L'abitudine rende sopportabile anche le cose spaventose. (Esopo)
  • L'abitudine smussa, e forse soffoca, sia i rimorsi che i piaceri. (Julien Offray de La Mettrie)
  • Le abitudini di lunga data, anche se cattive, sono di solito meno nocive delle cose non usuali; bisogna dunque cambiare talvolta le abitudini in cose non usuali. (Ippocrate)
  • Le sciocche e laide abitudini sono le corruzioni della nostra natura. (Ugo Foscolo)
  • Nelle nostre azioni abituali di mille non ce n'è una sola che riguardi noi stessi e la nostra condizione. (Michel de Montaigne)
  • Nessuno osa dire addio alle proprie abitudini. Più di un suicida s'è fermato sulle soglie della morte pensando al caffè dove andava a giocare tutte le sere la sua partita a domino. (Honoré de Balzac)
  • Niente ha bisogno d'esser modificato quanto le abitudini degli altri. (Mark Twain)
  • Ogni abitudine rende la nostra mano più ingegnosa e meno agile il nostro ingegno. (Friedrich Nietzsche)
  • Per conforto al misero e catena al piede del fortunato, il buon Dio creò giustamente l'abitudine. (Guido Milanesi)
  • Prendi la direzione opposta all'abitudine e quasi sempre farai bene. (Jean-Jacques Rousseau)
  • Se disprezzi tanto le abitudini, è perché non ti rendi conto che nessuno può farne a meno. (Fausto Cercignani)
  • Se l'uso diventa abuso, dovremmo subito intervenire, perché se l'abuso diventa abitudine, allora non c'è più rimedio. (Fausto Cercignani)
  • Si cambia più facilmente religione che caffè. (Georges Courteline)
  • Si fa l'abitudine a tutto, anche al continuo peggioramento di ciò che già era ai limiti della sopportazione. (John Maxwell Coetzee)
  • Sorella del tempo, questa parola equiparatrice [Abitudine], esprime una specie di comunismo applicato allo spirito perché toglie sapore alla gioia ed offre, invece, a tutti il dubbio lenitivo della rassegnazione. (Guido Milanesi)
  • Tale è la forza dell'abitudine che ci si abitua perfino a vivere. (Gesualdo Bufalino)
  • Un'abitudine, se non contrastata, presto diventa una necessità. (Sant'Agostino d'Ippona)
  • Uno dei primi effetti dell'abitudine è di creare dei bisogni fittizi, e di rendere necessario finanche il superfluo. (Giuseppe Fumagalli)

Proverbi[modifica]

Proverbi[modifica]

  • Cavallo vecchio tardi cambia andatura.
  • Chi è abituato al bene, stenta ad abituarsi al male.
  • Chi ha portato la tonaca puzza sempre di frate.
  • È più facile rovesciare un pozzo che riformare un vecchio.
  • La catena non teme il fumo.
  • La roba va, l'abitudine rimane.
  • L'abitudine alleggerisce la fatica.
  • L'abitudine è una seconda natura.
  • Quando la rana è usa ai pantani, se non ci va oggi ci va domani.
  • Quanto più l'arcolaio è vecchio, meglio gira.

Latini[modifica]

  • L'abitudine è una seconda natura.

Bibliografia[modifica]

  • Annarosa Selene, Dizionario dei proverbi, Pan libri, 2004. ISBN 8872171903

Altri progetti[modifica]