Raffaele Palma

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Raffaele Palma - Il Generale

Raffaele Palma (1953 – vivente), disegnatore, scrittore ed umorista italiano.

Tutto in Una Notte[modifica]

  • Di notte un sonnambulo riesce a fare molte più cose di quelli che di giorno dormono in piedi.
  • Nessuna notte sarà più insonne di quella che verrà. A meno che i gatti non decidano di cambiare zona ed azzuffarsi altrove.
  • Chi ruba nel cuore della notte ha anche il fegato per farlo di giorno.
  • Le stelle sono i frutti della notte: quando cadono sono mature per i desideri.
  • Non sono mai stato una stella, ma ho il privilegio di avere sempre la luna per traverso.
  • Vorrei che qualcuno esprimesse un desiderio quando cadrò e mi spegnerò come un puntino nel cielo notturno. Solo così saprò se, anche per un solo istante, gli ho illuminato una notte troppo buia.

Sindonibus[modifica]

  • Cor et mentem aperi ne in dubitationum pelago naufragus sis – Apri mente e cuore per non essere più naufrago in un mare di dubbi.
  • Nulla tibi auxiliabitur ancora si ad rerum materiam aderescere perges. Nessun mezzo di salvezza ti sarà mai di aiuto se continuerai ad appoggiarti a tutto ciò che è materiale.
  • Humilis vita in sui ipsius umbra consumpta, lucem et calorem cui defuit donat – Una vita umile e vissuta all'ombra di se stessi dona luce e calore a chi ne è restato senza.
  • Cum tempus arena constraverit, eius pulvis ut rursus effingamur efficient – Quando la sabbia coprirà il nostro tempo, la sua polvere ci saprà riplasmare.
  • In ima spiritus caligine super terra semper haeret alimentum quod ut ultra solis terminos recrescamus efficit – Nell'oscurità profonda di un'anima a terra, c'è sempre un nutrimento d'aiuto per ricrescere oltre il sole.
  • Felix qui semen mortis pulcherrimum decerpere poterit quod enascetur et in aeternum revirescet – Fortunato colui che saprà cogliere il seme più bello della morte, poiché esso germoglierà e rifiorirà in eterno.
  • Signum hominis speculum magnitudinis eius – L'impronta di un uomo è lo specchio della sua grandezza.

Dio Sorride, Compatiamolo![modifica]

  • Quando divenni l'ombra di me stesso capii che il suo amore non si era affatto spento.
  • Sfidarsi con gli altri occorre fidarsi di se stessi.
  • La creatività ha il soffio divino ma un alito che non ti dico.
  • La giustizia esegue i suoi processi all'interno di aule, perché se li facesse all'aperto tutti riderebbero.
  • Era uomo di fede: violava solo di Quaresima.
  • Vivi ogni giorno come se fosse il primo, così quando arriva l'ultimo giorno hai ancora tutta una vita da vivere.
  • Si passa tutta la vita a rincorrere il successo e quando si è all'arrivo lui è appena partito. (da Dio Sorride, Compatiamolo!)
  • Ho eliminato il pensiero suicida. Peccato: era l'unica cosa viva che avessi.

W.C.[modifica]

  • Il gabinetto ha il pregio di essere fatto con la stessa maiolica del piatto; peccato non sia facile farci la scarpetta.
  • Se c'è una che non ha mai la puzza sotto il naso, questa è proprio la latrina.
  • Lo spazzolino pulisce la bocca; la purga pulisce l'intestino; la carta pulisce il sedere; lo sciacquone pulisce il gabinetto. E c'è ancora chi pensa che culinaria non sia una parola sporca

Mal Oscuro e Humor Nero[modifica]

  • Per suicidarsi… tecnicamente, basta pochissimo: prendete quella maledetta lettera che vi tormenta da giorni (licenziamento, divorzio, sfratto, pignoramento, bocciatura, abbandono o altro), strappatela, appallottolatela e poi ingeritela senza timore. Un attimo prima di deglutirla, pensate a che faccia può fare la controparte nel vedere la sua missiva prendere la strada del vostro tubo digerente! A questo punto un'inafferrabile convulsione di sghignazzi si impossesserà di voi e nell'aspirare l'aria per riprendere fiato, l'impasto cartaceo confluirà dalla trachea ai polmoni. Di lì a poco sarete belle che soffocati, morti dalle risate. Spacciati.
    L'alternativa a questa rapida fine è che prima di lasciarsi andare a tanta ilarità non pensiate a nulla, lasciate che la lettera ingoiata abbia fatto tutto il percorso dentro le viscere... solo allora potrete sghignazzare senza nessun pericolo di vita, a meno che nella fretta abbiate confuso le carte e vi siate mangiati gli atti di una favolosa eredità, una schedina miliardaria, o i dati dell'unica, fantastica, persona che vi abbia dichiarato amore eterno. Una schiopettata al cuore però rimedierà subito all'errore, assicurandovi in tempi rapidi un posto all'aldilà tra i migliori suicidi di tutte le epoche.


Bibliografia[modifica]

  • Raffaele Palma, Tutto in una Notte – 100 aforismi, storielle e amenità varie per far pace con le tenebre, Edizioni UNITRE, Torino, 2004.
  • Raffaele Palma, Sindonibus – Edizioni CON… tatto, 1998.
  • Raffaele Palma, W.C. – Autobiografico e Autoprodotto – 1994.
  • Raffaele Palma, Dio sorride, compatiamolo! – Edizioni Città di Torino, 1992.
  • Raffaele Palma, Io Stella e la Luna per traverso – Caus e Arx Edizioni, Torino, 1997.
  • Raffaele Palma, Mal Oscuro e Umor Nero, Marco Valerio Edizioni, Torino, 2004.

Altri progetti[modifica]

Collegamenti esterni[modifica]

  • [1] – Rassegna Stampa Completa
  • [2] – C.A.U.S. – Centro Arti Umoristiche e Satiriche
  • [3] – Opere Complete


[[Categoria:Disegnatori italiani]