Roberto Mattioli

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Roberto Mattioli

Roberto Mattioli (1963 – vivente), conduttore televisivo e conduttore radiofonico italiano.

Citazioni di Roberto Mattioli[modifica]

Citazioni[modifica]

  • Sono un teorico del sesso che lo predica ma non lo pratica (Da L'Altro Festival – RTE – del 10 luglio 2001 [1] e da Al Posto Tuo – Rai 2 – edizione 2000/2001, frase ricorrente)
  • Ieri facevo radio, oggi faccio televisione, domani farò la lavatrice... è pur sempre un elettrodomestico. (da Fixing, 1 ottobre 1996)
  • Valeria Marini? Mi ricorda i salumi del negozio di mio padre! (da Corriere di Romagna del 30 agosto 1996; citato in robertomattioli.com)
  • Uno spauracchio per me quei salumi di quel tetro negozio che tanto hanno ispirato Bigas Luna, ero costretto a fare il "cascherino" che dalle mie parti sta per colui che porta al domicilio del cliente la spesa ordinata. Mi sentivo il cane che porta il giornale al padrone, da lì la scelta di chiamarmi Bobby. (Da Chiamami Città – quindicinale di Rimini e provincia, del 26 giugno 1996, di Giuliano Ghirardelli; [2])
  • Insinuarsi tra i dubbi e le perplessità di giovani coppie in crisi è una esperienza nuova e stimolante per uno come me prossimo ai quaranta anni e affetto dalla sindrome di Peter Pan. (Da Tv Sorrisi e Canzoni 3 maggio 2001);
  • Mai più con partner virtuose, avevo una ex che raggiungeva l'orgasmo sentendosi cantare le strofe delle canzoni di Eros Ramazzotti. A volte dimenticavo i testi ed ero costretto ad attaccarli sulla parete per poi cantarli. Mi accorgevo del momento topico quando lei gemeva tre volte Eros, Eros, Eros,..." – Replica di Maurizio Costanzo: "E lei come un juke-box partiva!?". (Dal Maurizio Costanzo Show – Canale 5 – del 19 maggio 1995; [3])
  • Il presidente della pro-loco non poteva avere idea migliore di piazzare una pianta carnivora nella quinta, peraltro unica, del palcoscenico di questo verde attrezzato... anche troppo! (Da Il meglio di Rock in June 2009 del 20 giugno 2009 [4])
  • Anche Sophia Loren ha posato per un calendario Pirelli, ma queste donne che hanno fatto la storia della bellezza italiana, invecchiano bene come il Brunello di Montalcino? (Da Sol Tv del 25 febbraio 2007; [5])
  • Io Bob, ho tradito prosciutti e salami per diventare il Pippo Baudo di Cerreto. (Da Il Messaggero del 20 luglio 2000; [6])
  • Nadia Cassini, lei si sente più precoce o più procace? (Da L'Altro Festival 2001 – RTE -del 15 luglio 2001; [7])
  • [Roberto Mattioli a Margherita Hack]: "Io so che lei ce l'ha anche con un passato relativo alla canzone italiana. Lei ha scritto una canzone che l'Impero Baudico [1] non ha accettato! Si sfoghi!". (Da Sol Tv dell'8 aprile 2007; [8])
  • [Intervista all'esordiente Alex Baroni]: "Se si vince Sanremo tutto va bene! ... Ma se si viene eliminati, io faccio i dovuti scongiuri anche se non posso far fede sugli attributi fisici poiché siamo in televisione, quale carriera si prospetta, ufficio postale, ragioniere o continuiamo con la musica?"- (Da Sulla strada per Sanremo del Febbraio 1997)[9]
  • Visto che siamo nel "Peggio di RaiTre" io sono venuto questa sera con la giacca rossa, i pantaloni neri e questa camicia un po variegata dove predomina il nero per rendere omaggio, secondo il mio modestissimo parere, a quello che è il meglio di Rai 3 ovvero "Il Rosso e Nero" di Michele Santoro. [Risposta del conduttore Oreste De Fornari]: "Bravo! Lei ha vinto una tessera del KGB". (Da Magazine Tre – Rai 3 – del 20 novembre 1993)[10].
  • [ Intervista ad Alberto Sordi]: Ogni volta che vedo i suoi occhi mi ricordo quella canzone: "Ma ando' vai se la banana nun cell'hai" che m'ha fatto cantare quattro volte! Me l'ha fatta cantare quattro volte! Avevo nove anni. (Da Il meglio di Spoleto Festival 2000 dell'8 luglio 2000).[11].
  • Ci deve essere un punto d'equilibrio tra voi e i cosiddetti vip. Voi fotografi paparazzi fate bene volitivamente a portare a compimento il vostro lavoro, ma attenti alle eccessive violazioni del privato. Dall'altra parte le star si rendano conto di esserlo e paghino un minimo dazio per la loro popolarità. Se avessero lavorato in fabbrica, non avrebbero avuto tali problemi, ma non avrebbero neppure fatto una vita da nababbi. (da Ricomincio da qui, Rai 2, 17 aprile 2007)
  • [Intervista a Raoul Casadei] Queste canzoni mi ricordano un poco le donne degli anni cinquanta. Mia madre ad esempio! Che vedevano nell'uomo il viziato, un uomo per essere definito tale doveva fumare, bere, tradire... insomma un personaggio di Renzo Arbore ha detto: "L'uomo addà puzzà"[2]. (Da Casa Casadei San Marino RTV del 20 novembre 1995).[12].
  • [Intervista a Nilla Pizzi] Ma lo sa signora Pizzi che con "Papaveri e Papere" ha fatto conoscere ed innamorare i miei genitori dai quali sono nato io? Quindi io sono il frutto di una sua canzone! (Da Sulla strada per Sanremo del Febbraio 1997).
  • Non a caso per celebrare l'estate piena indosso questi boxer poco ortodossi televisivamente parlando e questa palandrana ieratica[3] che contrasta con i colori variopinti sottostanti... troppo sottostanti (Da Summer Blu – Rete Blu – del 30 luglio 1993).
  • Io non faccio parte del cosiddetto editto bulgaro ma, comunque, sono stato messo fuori dai palinsesti che contano, per fortuna che ho trovato asilo politico nelle celle frigorifero della pro-loco (Da Il meglio di Rock in June 2010 del 18 giugno 2010).[13]
  • La mia carriera è come la Salerno-Reggio Calabria, irta di ostacoli, blocchi e deviazioni ed al posto del segnale di lavori in corso con l'omino spalatore, i contrassegni delle tre confederazioni sindacali. (Dalla Serata finale di Rock in June 2010 del 19 giugno 2010).
  • [Intervista a Pier Luigi Bersani]: Come riportare i giovani all'interesse nei confronti della politica, qualcuno, pensi, che quando lei ha vinto le primarie l'ha scambiata per il cantante Samuele Bersani, e invece non è così... Come si ricollocano i giovani nella politica?. (Dalla Festa Nazionale di Alleanza per l'Italia del 3 settembre 2010) [14]
  • [Intervista a Francesco Rutelli]: Io l'ho già intervistata nel '93 quando divenne sindaco di Roma... È cresciuto d'altezza oppure mi sono incurvito io?
  • [Risposta di Rutelli]: Mi sono messo i tacchi!(Dalla Festa Nazionale di Alleanza per l'Italia del 4 settembre 2010). [15]
  • Guadagni il pulpitino microfonato (Dal Premio Internazionale Comunicare l'Europa 2011 – frase ricorrente- del 17 febbraio 2011)
  • È un sacrificio ponderoso condurre una manifestazione sentendo il proprio collo accalappiato dalla cravatta, ma alla Camera dei deputati giacca e cravatta sono obbligatori sicché anch'io mi sono attenuto al protocollo. D'altronde anche Sergio Marchionne, noto pulloverista, ha dovuto abdicare qualche giorno fa quando ha varcato l'ingresso di Montecitorio per l'incontro con Silvio Berlusconi. (Dal Premio Internazionale Comunicare l'Europa 2011 del 17 febbraio 2011)
  • Il presidente della pro-loco ha realizzato in laboratorio una pillola contro tutti i mali, la cosiddetta "Pillola Plenaria". C'è solo un fatto! Va presa il giorno prima! Per questo la chiameremo "Pillola del giorno prima". Ma come faccio a sapere il giorno avanti se perderò la voce il giorno dopo? (Dalla Serata finale di Rock in June 2011 del 25 giugno 2011)
  • Questo premio si rifà ai primi festival di matrice menottiana ed ecco perché gli organizzatori ci hanno riportato in una dimensione esageratamente antica, quando i microfoni non li avevano ancora inventati, sicché io e la bella Janet oggi urleremo come si fa al mercato. La prossima volta, cari amanti del vintage, dotateci almeno dei microfoni dell' E.I.A.R., quelli tondi anni trenta. (dal Premio Internazionale Spoletofestivalart 2011 del 09 luglio 2011 con Roberto Mattioli e Janet De Nardis).
  • La guerra non si fa con le bombe, nelle piazze o lanciando le molotov; si fa nei supermercati! La televisione nasce, cresce negli outlet! Nei supermercati! (dal film-racconto Caro Occhio di Serafino Amato 2010-2011)
  • Io porto quasi sempre con me mia madre, quando faccio le tournée. Ogni anno conduco il festival rock, genere ed ambiente che mia madre non comprende, ma si immedesima in modo fisiologico e naturale nella dimensione heavy-metal. (Da Domenica In – Rai 1 – del 1 gennaio 2012).
  • Mia madre è stato un filtro organico tra me e le donne sbagliate che gli portavo in casa, ma ha fatto un servizio più a loro che a me, poiché conosceva le mie debacle caratteriali e la mia voglia di libertà. Ha evitato così che loro soffrissero vedendosi lasciate. (Da Domenica In – Rai 1 – del 1 gennaio 2012).
Roberto Mattioli a Rock in June 2011
  • Perdonatemi! Mi rivolgo a coloro che erano qui presenti un anno fa se riascolteranno battute già fatte, ma siamo in tempi di crisi e dobbiamo riciclare anche quelle. (Dal Premio Internazionale Comunicare l'Europa 2012 del 9 febbraio 2012).
  • Diciamolo pubblicamente Povia! Affittiamoci per un pomeriggio il Teatro Ariston a Sanremo! Così saremo certi che tu ne vincerai un secondo, in quanto unico concorrente, ed io, prima del trapasso, ne condurrò uno! Ci stai? Ok! Da oggi il Teatro Ariston di Sanremo è mio e di Povia!!! (Dal Tour 2012 di Povia I bambini fanno Rock a Villa Adriana (Roma) del 9 settembre 2012).
  • Vedi Krizia?! Io in trentatré anni di carriera di cani ne ho intervistati tanti, ma trovarmi davanti un cane-scrittore è la prima volta che mi accade. (dal Premio Spoletoletteralart 2012, 29 settembre 2012)
  • Il presidente della giuria è senza diritto di voto e visto che tale presidente è anche un assessore ... allora va bene così, poiché, per un politico i voti è meglio prenderli che darli! (dalla finalissima di Miss Terme Lazio 2012, 14 ottobre 2012)
  • Mi definisco un bamboccione atipico che combatte i veri bamboccioni, ovvero gli incapaci mossi a telecomando da madri padrone. (da Domenica In – Così è la vita, Rai 1, 21 ottobre 2012)
  • Signor Oldani, lei ha pubblicato un libro di poesie dal titolo "Il cielo di lardo" che solo a pronunciarlo mi stimola l'appetito, le sue opere poetiche sono così godibili come il lardo di Colonnata? (dal Premio Internazionale Comunicare l'Europa 2013, del 31 gennaio 2013).
  • Bello rivedervi tutti! Magari un po invecchiati... ma tutti, dopo due anni di decantazione passati non affidato ai servizi sociali come qualcuno, magari, ma passati nelle umide cantine del presidente Filipponi, ne sa qualcosa la mia giacca muschiata, in origine bianca. (dal Premio Internazionale Comunicare l'Europa 2015, Palazzo San Macuto, Roma, 20 febbraio 2015)

Prima che sia troppo tardi – San Marino RTV –[modifica]

  • Perché signor Capone con la bella voce che si ritrova non prova a doppiare anche i preliminari? Poiché ci sono alcuni uomini con voci disastrose che rendono le donne insensibili!... Queste sembrano le domande di Gregory Stock (Da Prima che sia troppo tardi del 1 gennaio 1996 – San Marino RTV; [16])
  • Rinnovo l'esperimento, anche a voi da casa, di inalazione dell'effluvio catodico che Alessia Vignali emana prima di catapultarmi sul divano e di godere appieno delle sue doti esoteriche e non solo. (Da Prima che sia Troppo Tardi del 5 gennaio 1996 – San Marino RTV;)
  • L'assistente di studio fa lo scat come i Neri per Caso. (Da Prima che sia troppo tardi – 1995-1996 – San Marino RTV, frase ricorrente.)
  • Guadagni il proscenio! Abbiamo suddiviso questo studio come un angolo cottura, qui ospitiamo, cantiamo e di tanto in tanto mangiamo. (Da Prima che sia troppo tardi del 7 febbraio 1996 – San Marino RTV;[17])
  • Io sono un tipo che lascia sempre le mutande sopra la lavatrice. Devo ancora imparare tutto. (Da Prima che sia Troppo Tardi del 1 febbraio 1996)
  • Io ho solo il vizio del bacco! Gli altri due, per carità, tabacco e venere !? Neanche a parlarne! [ Replica maliziosa della collega] Per venere poi lo posso garantire io, amici telespettatori! (Da Prima che sia Troppo Tardi – San Marino RTV – del 5 gennaio 1996).[18]
  • Lei, De Bonis, ha detto che Andreotti e Hitler andranno all'inferno, Togliatti andrà in paradiso, l'ha fatto per farsi pubblicare da Walter Veltroni questo bell'articolo su l'Unità? (Da Prima che sia Troppo Tardi – San Marino RTV – del 3 maggio 1996) [19].
  • La Nutella contiene un ormone particolare.
  • La mia massima aspirazione non è lavorare in televisione ma alle poste. (Da Prima che sia troppo tardi- San Marino RTV del 11 marzo 1996)
  • Siamo nel mondo delle mutandine servite insieme alla mortadella- (Da Prima che sia troppo tardi- San Marino RTV del 13 marzo 1996)
  • Sono uno di quelli che crede ancora nelle gioie della vita anche se non le ha mai avute. (Da Prima che sia troppo tardi- San Marino RTV del 18 marzo 1996)
  • [Roberto Mattioli al suo ospite ristoratore] Gli spaghetti del Conte Pinto non saranno niente ma li ho mangiati lo stesso con voluttà. (Da Prima che sia troppo tardi- San Marino RTV del 19 marzo 1996)
  • Scorci di periferia di un suburbio indecente.
  • Lei è un obeso culturale. (Da Prima che sia troppo tardi- San Marino RTV del 28 marzo 1996)
  • Questo ragazzo di campagna ha seco qualche parvenza di rocker [Definizione di Gianni Drudi]. (Da Prima che sia troppo tardi- San Marino RTV del 16 aprile 1996)
  • Io sono un vero e proprio pataca, ho lo spirito da pataca, ragiono da pataca. (Da Prima che sia troppo tardi- San Marino RTV del 29 aprile 1996)
  • Vorrei avere un figlio come questo cane. (Da Prima che sia troppo tardi- San Marino RTV del 26 aprile 1996)
  • Per chi come me soffre di pappagorgia, e non ha propriamente un collo alla Modigliani. (Da Prima che sia troppo tardi- San Marino RTV del 7 maggio 1996)
  • Io sogno ancora con le canzoni di Mogol-Battisti; sarò ritardato? (Da Prima che sia troppo tardi- San Marino RTV del 15 marzo 1996)
  • Teo De Luigi mi ha dato del Poltergeist catodico. (Da Prima che sia troppo tardi- San Marino RTV del 16 maggio 1996)
  • Antonella Arancio non si sente neppure sull'onda corta. (Da Prima che sia troppo tardi- San Marino RTV dell'aprile 1996)
  • Il locale era stipato in ogni geometria
  • Prima di affrontare l'agone della trasmissione. (Da Prima che sia troppo tardi del 5 marzo 1996 – San Marino RTV)
  • Lino Patruno, sei d'accordo con l'utilizzo frequente di questi forestierismi anglofoni? (Da Prima che sia troppo tardi- San Marino RTV del 7 marzo 1996)
  • Cagliostro era uno sfigato. (Da Prima che sia troppo tardi- San Marino RTV del 12 marzo 1996)
  • Gli specchi sono l'anticamera degli analisti. (Da Prima che sia troppo tardi- San Marino RTV dell'aprile 1996)
  • Io sono rimasto traumatizzato da Topolino. (Da Prima che sia troppo tardi- San Marino RTV del 22 marzo 1996)
  • Chi fa canto fa anche recitazione, chi fa recitazione non canta. (Da Prima che sia troppo tardi- San Marino RTV del 28 marzo 1996)
  • Le cose fatte in casa sono come le tagliatelle, vengono sempre bene. (Da Prima che sia troppo tardi- San Marino RTV del 3 aprile 1996)
  • Quando ci si impapocchia diamo un'idea di noi stessi più verace. (Da Prima che sia troppo tardi- San Marino RTV del 4 aprile 1996)
  • Vorrei essere un oscurantista contro i forestierismi. (Da Prima che sia troppo tardi- San Marino RTV del 10 aprile 1996)
  • È un discorso alla Enrico Ghezzi da terza serata. (Da Prima che sia troppo tardi- San Marino RTV del 29 aprile 1996)
  • Ho ingoiato un vocabolario da bambino. (Da Prima che sia troppo tardi- San Marino RTV del 30 aprile 1996 [20])
  • Lei faceva parte dei sessantottini, quelli che si vomitavano addosso? (Da Prima che sia troppo tardi- San Marino RTV del 16 maggio 1996)
  • Io mi struggo quando le storie d'amore sono tormentate. Se non c'è tormento non c'è passione. (Da Prima che sia troppo tardi- San Marino RTV dell'8 maggio 1996)
  • Quello che vediamo nel filmato di De Bonis è l'espressione autentica di un erotismo ceccanese.
  • Tony De Bonis! Un uomo che fa un cinema rusticano, oserei dire un cinema ruspante! (Da Prima che sia troppo tardi- San Marino RTV del 3 maggio 1996)
  • Lei si chiama Giuseppe Costanzo detto Pippo !? Come Pippo Baudo? Quindi possiamo definire la Sicilia la terra dei "Pippi", visto che Elio e le storie tese parlano della terra dei cachi riferendosi all'Italia. (Da Prima che sia troppo tardi- San Marino RTV dell'8 maggio 1996)
  • Demicrofonatevi!...Ecco lei Robertina faccia da sola, visto che è stata microfonata nelle zone endogene. (Da Prima che sia troppo tardi- San Marino RTV del 18 aprile 1996)

Al posto tuo – Rai 2 –[modifica]

  • Sono un teorico del sesso che lo predica ma non lo pratica (Da L'Altro Festival – RTE – del 10 luglio 2001 e da Al Posto Tuo – Rai 2 – edizione 2000/2001, frase ricorrente)
  • Sfatiamo il luogo comune dell'uomo palestrato e rigonfio con dossi muscolosi fatti da anabolizzanti che appaiono come imbottiti di piume d'oca, le donne ora si rivolgono a quelli come me, con fisico naif e addominali convessi che ci nutriamo con carni rosse di bisonte e vini afrodisiaci e con i nostri petti villosi rimandiamo alla memoria l'uomo del neorealismo anni '50. Per dirla tutta! Alle donne piace la panza! (Da Al Posto Tuo – Rai 2 – del 14 maggio 2002; [21])
  • Ritrovare un baby-doll nell'auto non è l'indizio precipuo di un tradimento! Il baby-doll pulisce le macchie residue di pioggia che il tergicristallo altrimenti non riuscirebbe ad eliminare. (Da Al Posto Tuo – Rai 2 – del 3 ottobre 2002; [22])
  • Tradire con la chat non è sinonimo di infedeltà è un tradimento virtuale che chiamerei "Tecnotradimento". (Da Al Posto Tuo – Rai 2 – del Gennaio 2002.)
  • Il maschio italiano cade in deliquio irretito dal fascino maliardo della donna straniera è il caso, invece, che guardi di più in casa propria e che rivaluti il Prodotto Interno Lordo femminile. (Da Al Posto Tuo – Rai 2 – del Gennaio 2002.)
  • Ho avuto cento donne nella mia vita, lo asserisco con tanta forza e frequenza che quasi quasi mene capacito. (Da Al Posto Tuo – Rai 2 del maggio 2002.)
  • [Alla domanda di Alda D'Eusanio] È vero Roberto che sono anni che non fai più sesso? [Risposta di Roberto Mattioli] Come ha fatto ad indovinare? È proprio così! È dal 1996 che non ho più rapporti. (Da Al Posto Tuo – Rai 2 – del 19 maggio 2001 e da Blob, di tutto di più – Rai Tre – del 16 giugno 2001).
  • Avevo una donna di taglia forte, ed ogni volta che portavo a cena quei 120 chili significava per me chiedere un mutuo in banca. (Da Al Posto Tuo – Rai 2 – del 1 maggio 2002).
  • Io sono l'esempio da non seguire. Non si può arrivare alla mia età senza avere figli. Bisogna dare un senso al proprio seme. (Da Al Posto Tuo – Rai 2 – del 1 novembre 2002).
  • La mia ciccia è dovuta ad eccesso di carbonare e amatriciane per i capelli, invece, faccio richiamo alla predisposizione genetica. (Da Al Posto Tuo – Rai 2 – del 19 febbraio 2001 [23]).
  • Non diamo la colpa alle cubiste immolate a simbolo del peccato, solo perché costrette ad indossare abiti succinti. Sono molto peggio le impiegate! Sono le impiegate le vere mangiatrici di uomini! (Da Al Posto Tuo – Rai 2 – del 19 febbraio 2001 [24]).
  • Il ragou domenicale è sinonimo di fedeltà imperitura. Quando la futura suocera invita l'aspirante marito della figlia al pranzo domenicale e prepara le classiche fettuccine al ragou è come sottoscrivere un contratto di assoluta e permanente continuità coniugale. (Da Al Posto Tuo – Rai 2 – del 22 maggio 2002).
  • Jessica Rizzo ha segnato i miei trent'anni! Ho organizzato dei pellegrinaggi a Fabriano sua città natale per dirle a gran voce: Brava!! Poiché ha inventato un modo nuovo, pulito, di fare l'amore e scambiarsi di coppia senza mai tradirsi. (Da Al Posto Tuo – Rai 2 – del 12 febbraio 2002) [25].
  • Io non mi sono mai sposato! Posso tranquillamente dire che sono vergine da matrimonio. (Da Al Posto Tuo – Rai 2 – edizione 2002/2003 – frase ricorrente -).
  • Nel filmato si nota da parte del protagonista un affondo esemplare, infallibile, se si vuole mandare in estasi una donna. Vediamo che lui le dà un bacio sul collo, mirando dirittto sulla vena giugulare. La vena giugulare è una zona erogena femminile assai sensibile, sottoconsiderata dalle masse, sarà perché è un condotto a metà strada tra cuore e cervello. (Da Al Posto Tuo – Rai 2 – del 22 gennaio 2002).
  • L'uomo del duemila è l'opposto di quello autarchico e padrone del secolo precedente. Oggi li vedi uscire dal supermercato, la donna curata e libera da ogni oggetto appare come su di una passerella di alta moda, l'uomo, sudato, con il volto segnato da ogni tipo di sofferenza, lì, a spingere pesanti carrelli con il sovraccarico dei figli, ansimando come un toro bolso! Ecco l'uomo del duemila è un Toro Bolso! (Da Al Posto Tuo – Rai 2 – del 18 aprile 2001)
  • Io possiedo mani e piedi a temperatura costante. Sempre caldi, estate ed inverno. Infatti le mie storie d'amore nascono nella stagione fredda, semplicemente perché le donne si vogliono far scaldare le proprie mani da me. (Da Al Posto Tuo – Rai 2 – del 2 novembre 2000)
  • Io intesso relazioni sentimentali solo con donne sposate, infatti sotto casa mia c'è la fila dei mariti. (Da Al Posto Tuo – Rai 2 – del 16 gennaio 2003).
  • Le cosce scoperte fanno parte delle nuove strategie di risanamento aziendale. (Da Al Posto Tuo – Rai 2 – del 13 novembre 2002).
  • Io ho avuto il primo rapporto sessuale a ventisei anni! E qui lo voglio dire! Lo faccio per esorcizzarlo! Non ho avuto l'erezione! (Da Al Posto Tuo – Rai 2 – del 5 aprile 2001 e da Blob di tutto di più – Rai 3 – dell'8 aprile 2001).
  • Ho sconfitto la depressione con una canzone degli 883. (Da Al Posto Tuo – Rai 2 – del 28 marzo 2002).

Note[modifica]

  1. L'Impero Baudico; per evidenziare l'egemonia decisionale di Pippo Baudo nei Festival di Sanremo da egli stesso curati nella direzione artistica e presentati.
  2. Frase attribuita a Giorgio Bracardi dal programma radiofonico Alto Gradimento. 13 luglio 1970 – 2 ottobre 1976.
  3. La palandrana ieratica altro non era che la camicia dell'abito sacerdotale di Don Mario Pieracci.

Altri progetti[modifica]