Figlio

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Renoir, ritratto di madre con i figli

Citazioni sui figli.

  • Amate i figli che la Provvidenza vi manda; ma amateli di vero, profondo, severo amore; non dell'amore snervato, irragionevole, cieco, ch'è egoismo per voi, rovina per essi. (Giuseppe Mazzini)
  • Assumersi questa responsabilità – dare una vita che può essere una sciagura o una fortuna –, senza che l'essere che riceve la vita abbia almeno le normali probabilità di condurre un'esistenza desiderabile, è un delitto contro di lui. (John Stuart Mill)
  • Chiunque ha dei figli speciali. Chissà da dove vengono i comuni adulti. (Codice 46)
  • Cortigiani, vil razza dannata, per qual prezzo vendeste il mio bene? A voi nulla per l'oro sconviene, ma mia figlia è impagabil tesor. (Rigoletto)
  • Degli umani contratti altri s'incidono in tavole, ed altri in colonne, ma il coniugale contratto si sanziona ne' figli. (Pitagora)
  • I figli, dicono, non basta farli; v'è la seccaggine dell'educarli. (Giuseppe Giusti)
  • I figli riempiono una vita, diventano il centro di tutto: delle emozioni, dell'amore, della dedizione. Quando sono piccoli sono una continua scoperta, via via che i loro occhi e la loro mente si aprono alla vita. Dipendono completamente da noi, e ci rendiamo conto che solo le nostre cure permettono loro di vivere, di esprimersi e di svilupparsi. Man mano che crescono rappresentano un susseguirsi di gioie, di ansie, di soddisfazioni, di preoccupazioni, di momenti felici. I sacrifici fatti per loro non hanno peso. Qualunque genitore queste cose le sa benissimo. Soprattutto le madri. (Piero Angela)
  • I figli si partoriscono ogni giorno. (Alda Merini)
  • I figli sono l'immortalità. I figli faranno altri figli e quindi la vita non finisce mai. Il nostro corpo muore, ma il nostro DNA continua. I figli hanno la stessa carne, lo stesso metabolismo, e così via. La morte è solamente quella del corpo. (Umberto Veronesi)
  • I figli sono la sicura della rivoltella. (Libero Bovio)
  • I figli sono un genere voluttuario. (Marcello Marchesi)
  • I figliuoli [...] imparano sempre assai più cose di quelle insegnate; e sono i figliuoli a conoscere i genitori, non il contrario. (Riccardo Bacchelli)
  • – Io non ho figli. Ma forse è meglio non averne avuti, che vederne uno morire.
    – No. Vale comunque la pena. (Fuori controllo)
  • L'esperienza insegna: anche i figli meglio educati fanno cattiva riuscita. (Eduard Spranger)
  • La base del rapporto con i figli è proprio questa: aiutarli a farli sentire sereni. (Lucia Attolico)
  • Noi americani [...] tiriamo su i figli guardandoli dallo specchietto retrovisore della macchina. (Diane Lane)
  • Non credo che alla Verità e alla Poesia della terra! Ah, se di mio figlio potessi farne un agricoltore! (Libero Bovio)
  • Pensare "prima" ai figli è irreale, non si sa cosa sia un figlio. Un figliolo è la nostra privata conferma del grande mistero della vita. Si osservano queste creature venute dal cosmo per causa tua, per volontà tua e vi riconosci una parte di infinito, di trascendente, che ti appartiene anche fisicamente, in forma tangibile. Posso toccare una creatura che è a metà, a mezzadria tra me e Dominedddio. Cosa meravigliosa, divina, la paternità. Quei sederini, quelle coscine, quei pelini, quegli occhini sono venuti da lontano per me. Non è sciocco né banale chiamarli un dono: sono veramente qualcosa che ti è stato donato dall'eternità, ma sono anche proprietà privata. Che visione antiquata è mai questa in tempi di collettivi! (Michele Valori)
  • Se date dei beni a i vostri figli, ma senza disciplina, è peggio che se li uccideste. (Jacques Fesch)
  • Se mi facessero scegliere tra il popolare la terra di santi tali, quali posso solo immaginarli, ma solo perché non ci siano più figli, oppure di uomini come sono ora, ma che aggiungano di continuo nuovi, freschi figli mandati da Dio, io sceglierei quest'ultima cosa. (Lev Tolstoj)
  • Se vuoi rovinare un figlio per sempre dagli la stessa verità confezionata per te dai tuoi genitori quando eri piccola. (Aldo Busi)
  • Su una figlia indocile rafforza la vigilanza, | perché non ti renda scherno dei nemici, | oggetto di chiacchiere in città e favola della gente, | sì da farti vergognare davanti a tutti. (Siracide)
  • Un matrimonio senza figli non è che un libro con tutti i fogli in bianco. (Libero Bovio)
  • «Un uomo non è altro che un uomo», diceva Baby Suggs. «E un figlio, allora? Be', un figlio sì che è qualcuno.» (Toni Morrison)

Proverbi[modifica]

Italiani[modifica]

  • A chi il Signore non dà figlioli il diavolo dà nipoti.
  • Accasa il figlio quando vuoi e la figlia quando puoi.
  • Alleva i tuoi figli poveretti, se li vuoi ricchi e benedetti.
  • All'uomo fortunato nasce prima la figlia.
  • Buona tela fila chi sua figlia bene alleva.
  • Chi ha figli grandi, fuor li mandi.
  • Chi ha il neo sul collo è figlio d'un rompicollo.
  • Chi ha la figlia vezzosa, la fa presuntuosa.
  • Chi il figlio troppo accarezza, non ne sentirà l'allegrezza.
  • Chi ne ha due ne ha uno, chi ne ha uno ne ha nessuno.
  • Chi non ascolta il padre in giovinezza, dovrà pentirsene in vecchiezza.
  • Chi non ha figli ha un dispiacere solo.
  • Chi risparmia il bastone, fa il figlio birbone.
  • Chi vuol far bella la famiglia, incominci dalla figlia.
  • Con una figliola si fan due generi.
  • Della madre il cammin segue la figlia.
  • E un cattivo figlio quello che fa piangere sua madre.
  • Figli di un ventre, non tutti di una mente.
  • Figli piccoli fastidi piccoli, figli grandi fastidi grandi.
  • Figlie da maritare fastidiose da governare.
  • Figlie, vigne e giardini, guardali dai vicini.
  • Figliole e frittelle, più se ne fa più vengon belle.
  • Figlioli da allevare, ferro da masticare.
  • Gran fecondità non viene a maturità.
  • I figli buoni sono la ricchezza, la felicità e la benedizione dei genitori.
  • I figli sono cure sicure e consolazioni incerte.
  • I figli sono la ricchezza dei poveri.
  • I figli succhiano la madre da piccoli, e il padre da grandi.
  • I figli vengono dal cuore e il marito dalla porta.
  • I vicini le maritano, e il padre dà la dote.
  • Il figlio unico è sempre disgraziato, perché troppo accarezzato.
  • Il più gran vantaggio che si possa fare ai figli, è di educarli bene.
  • Il primo figlio nasce quando vuole.
  • Il primo servizio che fa il figlio al padre, è di farlo disperare.
  • Il ramo somiglia al tronco.
  • La figlia com'è allevata, la stoppa com'è filata.
  • La madre misera fa la figlia valente.
  • La madre pietosa fa la figlia viziosa.
  • La prima alla chiesa e l'ultima al ballo, sono due fiori nella ghirlanda della fanciulla.
  • Le colombe che rimangono in colombaia, sono sicure dal nibbio.
  • Le figlie vogliono essere custodite più dei figli.
  • Loro vengono su e noi andiamo giù.
  • Muoiono tutti santi.
  • Ogni scimmia trova belli i suoi scimmiotti.
  • Pan di figlioli, pan di duoli.
  • Per allevare un figlio ci vuole un carro di stracci, un carro di ciance e un carro di pane.
  • Pianta che ha molti frutti non li matura tutti.
  • Più figli non son troppi se son buoni, troppo è uno solo che al vizio s'abbandoni.
  • Quando nascono son tutti belli, quando si sposano tutti buoni e quando muoiono tutti santi.
  • Quando sia giunto a certa età tuo figlio, che ti tratti qual fratello io ti consiglio .
  • Quattro cose si richiedono da una fanciulla: che sia bella d'aspetto, modesta di costumi; amica del lavoro e nemica delle finestre.
  • Quello che si fa per i figli non si fa per nessuno.
  • Tre cose sono la miglior veste delle fanciulle: semplicità, castità e candore.
  • Tre figlie e una madre, quattro diavoli per un padre.
  • Trulli trulli, chi li ha fatti li trastulli.
  • Una figlia, una meraviglia.
  • Voi non potete far nulla di meglio per vostra figlia, che allevarla virtuosamente.

Bibliografia[modifica]

  • Annarosa Selene, Dizionario dei proverbi, Pan libri, 2004. ISBN 8872171903

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]