Star Wars Rebels

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Star Wars Rebels

Serie animata

Immagine Logo Star Wars Rebels schwarz.svg.
Titolo originale

Star Wars Rebels

Lingua originale inglese
Paese USA
Anno

2014 - 2018

Genere animazione, azione, avventura, fantascienza
Stagioni 4
Episodi 75
Ideatore Simon Kinberg, Dave Filoni, Carrie Beck
Rete televisiva Disney XD
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Star Wars Rebels, serie televisiva animata nata nel 2014, come continuazione della saga fantascientifica di Guerre stellari, creata da Simon Kinberg, Dave Filoni, Carrie Beck.

Stagione 1[modifica]

Episodio 1-2, Scintilla di ribellione[modifica]

  • Darth Vader: I Cavalieri Jedi sono quasi distrutti. Eppure, il tuo compito non è terminato, Inquisitore. L'Imperatore ha previsto una nuova minaccia contro di lui: i figli della Forza. Essi non devono diventare Jedi.
    Grande Inquisitore: Sì, Lord Vader.
    Darth Vader: Dà la caccia a questo nuovo nemico e, se non vorranno servire l'Impero, elimina loro e ogni Jedi sopravvissuto che possa addestrarli. Questo è l'ordine del mio maestro.
    Grande Inquisitore: E questo verrà fatto.
  • Obi-Wan Kenobi: [registrazione] Qui è il maestro Obi-Wan Kenobi. Mi addolora riferire che sia l'Ordine dei Jedi che Repubblica sono caduti, e l'oscura ombra dell'Impero si leva a prendere il loro posto. Questo messaggio è un avvertimento e un monito per tutti i Jedi sopravvissuti: confidate nella Forza. Non ritornate al Tempio; quei giorni sono finiti e il nostro futuro è incerto. Verremo tutti messi alla prova nella fiducia, nella fede, nelle amicizie, ma dobbiamo perseverare, e col tempo, una nuova speranza vedrà la luce. Che la Forza sia con voi, sempre.

Episodio 5, Maestri dal passato[modifica]

  • [Dopo aver scoperto che la Maestra Jedi Luminara Unduli, che i ribelli credevano viva, è in realtà morta da molto tempo]
    Ezra Bridger: Che le è successo? Non riesco a capire.
    Grande Inquisitore: No? Eppure non è complicato. Io sono l'Inquisitore. Benvenuti. Sì, temo che Maestra Luminara sia morta con la Repubblica, ma i suoi resti continuano a servire l'Impero, attirando gli ultimi Jedi verso la fine.
    Ezra Bridger: Spectre-3, avanti! È una trappola! [la radio di Ezra non emette altro che interferenze]
    Grande Inquisitore: Non arriveranno rinforzi a salvarti. [Kanan e l'Inquisitore accendono le loro spade laser e duellano; l'Inquisitore prende rapidamente il sopravvento] Interessante... direi che ti ha addestrato la Maestro Jedi Depa Bilaba.
    Kanan Jarrus: [scioccato] Come...? Tu chi sei?
    Grande Inquisitore: I registri del Tempio dicono molto; nel corpo a corpo, Bilaba enfatizzava l'uso della Forma III... che tu sembri prediligere in modo ridicolo. Eri uno studente modesto, si vede.

Episodio 10, Il cammino dei Jedi[modifica]

  • Yoda: [a Kanan] Tempi pericolosi sono per il tuo apprendista, per te.
    Kanan Jarrus: Lo so, lo percepisco. Sento che le sue abilità crescono più in fretta di quanto io gli insegni.
    Yoda: Lo percepisci? O lo temi?
    Kanan Jarrus: Ho perso la mia via da tanto tempo, ma ora... ho l'occasione di cambiare le cose.
    Yoda: L'ultima occasione.
    Kanan Jarrus: Non lascerò che smarrisca la sua via... come ho fatto io.

Episodio 13, Invito all'azione[modifica]

  • [Ultime parole] Niente di nota, gli insorti hanno rubato alcune forniture e sono scappati su dei spider-bike. (Cumberlayne Aresko)
  • [Ultime parole] Altre... Altre cellule? (Myles Grint)

Episodio 15, Fuoco nella galassia[modifica]

  • [Ultime parole, a Kanan] Non hai idea di che cosa hai scatenato oggi. Ci sono cose molto più spaventose della morte. (Grande Inquisitore)
  • Agente Kallus: Riceviamo notizie di agitazioni su tutto Lothal. E arrivano voci da Mustafar; alcuni vedono l'Impero indebolito, vulnerabile.
    Grand Moff Tarkin: State tranquillo Agente Kallus, l'Imperatore ha inviato una... soluzione alternativa. [Si sente dapprima un respiro gutturale, poi si vede Darth Vader uscire da uno shuttle]

Stagione 2[modifica]

Episodio 1-2, L'assedio di Lothal[modifica]

  • Ministro Tua: Agente Kallus, ho esaurito qualunque risorsa per trovare informazioni sui ribelli, ma non c'è niente ormai da trovare! Il governatore Tarkin che altro si aspetta?
    Agente Kallus: Credo si aspetti che Lothal venga punito, Ministro Tua. Il suo Star Destroyer è stato abbattuto dalla banda di ribelli; ha preso la cosa diciamo sul... personale.
    Ministro Tua: Allora, ho raddoppiato le pattuglie, piazzato dei checkpoint, stabilito il coprifuoco; sinceramente ora non so che altro fare.
    Darth Vader: Forse è questo il problema; voi mancate d'immaginazione, Ministro, quando si tratta di produrre risultati.
    Ministro Tua: Lord Vader, con tutto il dovuto rispetto, voi e il governatore Tarkin state chiedendo dei miracoli! Se i ribelli sono partiti da Lothal allora...
    Darth Vader: Se i ribelli sono partiti, li porteremo indietro, e se sono qui, li porteremo dentro. Torchieremo Lothal, finché qualcuno non ci rivelerà dove si trovano quei traditori.
    Ministro Tua: Mi dispiace milord, io non sono che un pubblico ufficiale, non ho alcuna esperienza riguardo a queste brutali tattiche.
    Darth Vader: Questo lo spiegherete al governatore Tarkin, quando gli farete visita.
    Ministro Tua: Visita? Io?
    Darth Vader: Vi aspetta domani, per dar conto del vostro fallimento.
    Ministro Tua: Ma io ho impegni qui, non posso lasciare tutto e partire.
    Agente Kallus: Niente paura ministro, Lord Vader e io ce la caveremo in vostra assenza.
  • Ezra Bridger: Ministro, entrate nella navetta, la raggiungeremo.
    Ministro Tua [ultime parole]: Come volete!
  • Agente Kallus: [trionfante] Con la distruzione della nave comando, la flotta ribelle è stata schiacciata; adesso sono in fuga milord!
    Darth Vader: [bruscamente] Sgombrate la plancia. [Kallus e gli altri Imperiali lasciano il ponte. Vader si inginocchia all'inizio della trasmissione olografica]
    Imperatore Palpatine: Lord Vader, ti sei occupato dei ribelli del sistema di Lothal?
    Darth Vader: Sì, maestro. Sono stati stroncati.
    Imperatore Palpatine: Eppure, percepisco in te qualcosa più della semplice vittoria.
    Darth Vader: Penso che l'apprendista di Anakin Skywalker viva, e sia in combutta con questi ribelli.
    Imperatore Palpatine: Ne sei certo?
    Darth Vader: Era lei.
    Imperatore Palpatine: Questa, è un'opportunità da non lasciarsi scappare! L'apprendista di Skywalker può guidarci agli altri Jedi perduti.
    Darth Vader: Come Kenobi.
    Imperatore Palpatine: Può darsi, se egli vive. Sii paziente, mio vecchio amico e invia un altro Inquisitore a dar loro la caccia.
    Darth Vader: Come desideri, mio signore.

Episodio 3, I comandanti perduti[modifica]

  • Il generale con cui combattevo, era uno dei più grandi tra i Jedi. Gli ho affidato la mia vita... non so neanche quante volte, e ho cercato di conservare quella fiducia. (Rex)

Episodio 4, Resti della vecchia Repubblica[modifica]

  • Rex: Comandante. Sei diventata grande.
    Ahsoka Tano: Doveva succedere, Rex.
    [Ahsoka abbraccia Rex]
    Rex: Lieto che tu sia ancora viva.
    Ahsoka Tano: E io che lo sia tu.

Episodio 18, Velo dell'oscurità[modifica]

  • Settima sorella: [rivolta a Kanan] Hai un gran bel faccino.
    Kanan Jarrus: Non mi piacciono le pazze, non più.
    Settima sorella: Non fa niente, preferisco il cervello.
  • [Ahsoka ed Ezra guardano un ologramma di un addestramento con la spada laser di Anakin Skywalker]
    Ezra Bridger: È stepitoso! Guardavo queste registrazioni per il mio addestramento con la spada.
    Ahsoka Tano: E non l'hai mai visto di persona. Anakin Skywalker. Era il mio maestro.
    Ezra Bridger: Kanan dice che era il più grande guerriero Jedi delle guerre dei cloni.
    Ahsoka Tano: Era potente, non perdeva una battaglia. Ma ciò che sorprendeva era quanto fosse gentile. Teneva profondamente ai suoi amici, e li proteggeva fino alla fine.
  • [Ahsoka medita nel Tempio Jedi su Lothal. Sente la voce del suo ex maestro, Anakin Skywalker]
    Anakin Skywalker: Ahsoka.
    [Ahsoka si guarda intorno, poi torna a meditare. Anakin le parla ancora]
    Anakin Skywalker: Ahsoka. Perché te ne sei andata? [Una visione di Anakin appare dietro Ahsoka] Dov'eri quando avevo bisogno di te?!
    Ahsoka Tano: Ho fatto una scelta. Non potevo restare!
    Anakin Skywalker: Sei stata egoista!
    Ahsoka Tano: No! [gli occhi le si riempiono di lacrime]
    Anakin Skywalker: Mi hai abbandonato! Mi hai tradito! Almeno sai cosa sono diventato?! [La visione di Anakin si è trasformata in Darth Vader]
    Ahsoka Tano: [silenziosamente] No! [Ahsoka urla, si gira e accende la sua spada laser. La visione è scomparsa]
  • Ottavo Fratello: Lord Vader, i Jedi stanno crescendo in potere.
    Darth Vader: Io sarò la loro disfatta.

Episodio 22, Il crepuscolo dell'apprendista (seconda parte)[modifica]

  • Settima Sorella: [dopo aver sentito una registrazione, registrata dai suoi droidi sonda] Il ragazzo [Ezra] ha l'olocrone.
    Quinto Fratello [ultime parole]: Non possiamo lasciare che lo usi.
    Ottavo Fratello: Lo prenderò io!
  • Settima Sorella [ultime parole, mentre viene sollevata da Darth Maul con la forza]: No! No!
    Darth Maul: [a Ezra] Forza, abbattila! Vuoi che questo cessi? Finiscila!!
    Ezra Bridger: [si appresta ad uccidere la Settima Sorella, ma non ci riesce perché non vuole] Non posso!
    [Maul, preso dalla rabbia e dalla follia, lancia la sua spada laser e decapita la Settima Sorella]
    Darth Maul: [a Ezra] Agisci di nuovo in questa maniera, e ti potrebbe costare la vita o la vita dei tuoi amici.
  • Darth Vader: Tu hai sbloccato il segreto del tempio. Come sei riuscito a farlo?
    Ezra Bridger: Sei sveglio, indovina!
    Darth Vader: Non importa. Il segreto che è in te servirà presto l'Imperatore.
    Ezra Bridger: Io non ti temo!
    Darth Vader: Allora morirai con più coraggio di altri. [dopo un breve confronto, Darth Vader distrugge la spada laser di Ezra, che inciampa a terra] Forse mi sbagliavo. [Vader alza la sua spada laser per uccidere Ezra]
    Ahsoka Tano: Non sarebbe la prima volta!
    Darth Vader: Era previsto che tu fossi qui. Il nostro atteso incontro infine è arrivato.
    Ahsoka Tano: Lieta di averti dato qualcosa a cui aspirare.
    Darth Vader: Possiamo non essere avversari. L'Imperatore sarà clemente se mi dirai dove trovare i Jedi che rimangono.
    Ahsoka Tano: Non ci sono più Jedi! Tu e i tuoi Inquisitori avete già provveduto!
    Darth Vader: Forse questo ragazzino confesserà quello che tu non vuoi confessare.
    Ahsoka Tano: Cominciavo a pensare di aver capito chi eri dietro quella maschera, ma è impossibile. Il mio maestro non sarebbe mai spregevole quanto te!
    Darth Vader: Anakin Skywalker era debole. L'ho eliminato.
    Ahsoka Tano: E allora starà a me vendicare la sua morte!
    Darth Vader: La vendetta non è la via dei Jedi.
    Ahsoka Tano: Io non sono un Jedi!
  • [Mentre Vader prova a usare la Forza per prendere l'holocron Sith da Ezra, Ahsoka lo attacca da dietro; Vader si gira verso di lei e Ahsoka lo colpisce sul viso, facendolo cadere a terra]
    Ezra Bridger: Ahsoka! Andiamo, corri!
    Darth Vader: [con voce leggermente distorta] Ahsoka.
    [Ahsoka, sorpresa, si gira per guardare Darth Vader. Una piccola parte della sua maschera è stata distrutta, rivelando la faccia di Anakin]
    Darth Vader: [con voce di Anakin] Ahsoka.
    Ahsoka Tano: Anakin. Stavolta non ti lascio! Stavolta rimango.
    Darth Vader: Allora morirai. [accende la spada laser]

Stagione 3[modifica]

Episodio 1-2, Passi nell'ombra[modifica]

  • Governatore Ahrinda Pryce: Il Grand'Ammiraglio Thrawn pensa che i ribelli intendano assalire l'impianto e rubare dei caccia per la loro flotta.
    Grand'Ammiraglio Thrawn: Ad ogni nave che aggiungeranno, aumenterà la minaccia alla nostra flotta e ai piani dell'Imperatore.
    Grand Moff Wilhuff Tarkin: Spero che abbiate una soluzione.
    Grand'Ammiraglio Thrawn: Inizierò le mie operazioni qui e farò i ribelli a brandelli, pezzo dopo pezzo. Saranno gli architetti della loro distruzione.

Episodio 5, Gli eroi di Hera[modifica]

  • Grand'Ammiraglio Thrawn: [interrogando Hera] Guerra. Non hai conosciuto altro, vero? Una piccola sopravvissuta alla guerra dei cloni: il fatto che tu abbia un tale spirito battagliero non desta stupore. La guerra ce l'hai nel sangue. Io studio l'arte della guerra, cerco di perfezionarla, ma tu... sei stata forgiata da essa.
    Capitano Slaven: [confuso] Signore, questa è solo una pezzente!
    Hera Syndulla: Non ha importanza come ci chiamiamo, ammiraglio: è in nome della libertà che riusciremo a battervi!
    Capitano Slaven: [indignato] Tu, come osi-!
    Grand'Ammiraglio Thrawn: Slaven, vi prego mi imbarazzate di fronte al nostro ospite.
    Capitano Slaven: Ospite? Cosa?!
    [Thrawn indica un dipinto a mosaico sul muro, che indica la famiglia Twi'lek che possedeva originariamente la villa]
    Grand'Ammiraglio Thrawn: Lasciate che vi presenti Hera Syndulla, pilota ribelle, combattente per la libertà e capo militare. Figlia della vostra nemesi, Cham Syndulla.
    [Ezra, nella stanza travestito da scout trooper, punta il suo blaster, ma Thrawn lo stordisce per primo]
    Capitano Slaven: ...come l'avete capito?
    Grand'Ammiraglio Thrawn: Perché i ribelli hanno sempre amici che corrono in loro soccorso.

Episodio 10, La talpa[modifica]

  • [Ultime parole a Ezra riferendosi alla spider-bike] Non riesco a fermarla! (Morad Sumar)

Episodio 12, Fantasmi di Geonosis (prima parte)[modifica]

  • [Saw e Rex sono dalla parte opposta di un dirupo dove si trova Kanan, e si chiedono come faccia a raggiungerli]
    Saw Gerrera: Come fa Kanan?
    [Kanan fa un salto lunghissimo nel vuoto, atterrando da Saw e Rex]
    Kanan: Avanti, dobbiamo sbrigarci!
    Saw Gerrera: Loro sanno fare queste cose.
    Rex Sì, ma non è Skywalker.
    Kanan Jarrus: Ti sento eh!

Episodio 15, La spada oscura[modifica]

  • La leggenda narra che venne creata [la spada oscura] più di mille anni fa da Tarre Vizsla, il primo mandaloriano iniziato dall'Ordine Jedi. Dopo la sua scomparsa, i Jedi conservarono la spada nel Tempio, fin quando dei membri della casata Vizsla vi penetrarono, liberandola. Usarono la spada per abbattere il popolo, e coloro che si opponevano. Un tempo governavano tutta Mandalore, brandendo questa spada. (Fenn Rau)
  • Kanan Jarrus: Sei scappata via dall'Impero, dalla tua famiglia!
    Sabine Wren: Bugie!
    Kanan Jarrus: E qual è la verità?
    Sabine Wren: La verità... è che... sono andata via per salvare tutti! Mia madre! Mio padre! Mio fratello! Tutto ciò che ho fatto, è per la mia famiglia! Per Mandalore!

Episodio 16, L'eredità di Mandalore[modifica]

  • Sabine Wren: [a Saxon dopo averlo sconfitto] Arrenditi!
    Gar Saxon [ultime parole]: Non mi arrenderò mai di fronte a te, dovrai uccidermi!

Episodio 18, Carico segreto[modifica]

  • Questa è la nostra ribellione. (Mon Mothma)

Episodio 20, Soli gemelli[modifica]

  • Maul: [sdegnoso] Ah, guarda che cosa sei diventato. Un ratto del deserto.
    Obi-Wan Kenobi: Guarda quanto sono al di sopra.
    Maul: Sono venuto a ucciderti, ma forse sarebbe peggio lasciarti qui, a marcire nel tuo squallore.
    Obi-Wan Kenobi: Se ti definisci per il tuo potere di togliere la vita, il tuo desiderio di dominare, di possedere, allora non hai niente. [Maul ringhia rabbiosamente e accende la sua spada laser]
    Maul: E tu che cos'hai?! Perché sei venuto in questo posto? Non ti bastava nasconderti? [realizza] Oh, tu hai uno scopo qui! Magari stai proteggendo qualcosa... no! Proteggendo qualcuno! [Obi-Wan accende la sua spada laser e si mette in posizione]
    [Maul accende la seconda lama della sua spada laser, e sia lui che Obi-Wan si preparano a combattere. Dopo lunghi momenti di attesa, Maul attacca. I due scambiano tre colpi prima che Obi-Wan tagli la spada laser di Maul. Dopo una breve pausa, Maul cade a terra rendendosi conto di essere stato colpito, mentre la sua spada laser è stata tagliata a metà. Obi-Wan tiene Maul, ormai morente, tra le braccia]
    Maul: [ferito a morte] Dimmi... è lui il Prescelto?
    Obi-Wan Kenobi: È lui.
    Maul [ultime parole]: Egli... ci vendicherà...
    [Maul soccombe alla sua ferita. Obi-Wan chiude gli chiude gli occhi]

Episodio 21, Ora zero (prima parte)[modifica]

  • Il programma TIE Defender è a rischio. Orson Krennic è stato alquanto persuasivo nel dirottare i fondi per il suo progetto "Stellina". (Grand Moff Tarkin)
  • [Ultime parole rivolto ai suoi soldati prima di schiantare la loro nave contro quella di Konstantine] Aspettate... Ora! (Jun Sato)
  • Ufficiale imperiale: [a Konstantine quando il comandante Sato sta per schiantarsi contro di loro] Signore, ha cambiato rotta!
    Kassius Konstantine [ultime parole]: No! Effettuare azione evasiva!

Episodio 22, Ora zero (seconda parte)[modifica]

  • Grand'Ammiraglio Thrawn: Che razza di creatura sei tu?
    Bendu: Una che non hai il potere di distruggere.
    Grand'Ammiraglio Thrawn: Non sembrerebbe così.
    Bendu: Tu non puoi vederlo... ma io posso.
    Grand'Ammiraglio Thrawn: Cosa? Che cosa vedi?
    Bendu: Vedo la tua sconfitta... molte braccia che ti circondano in un freddo abbraccio.
    [Thrawn, visibilmente innervosito, gli spara, e il Bendu scompare, ridendo]

Stagione 4[modifica]

Episodio 1-2, Eroi di Mandalore[modifica]

  • Sabine Wren: Ora ho capito perché la spada è arrivata a me. È arrivata a me perché la passassi a te.
    Bo-Katan Kryze: Io accetto questa spada per mia sorella, per il mio clan e per tutto Mandalore!

Episodio 3, In nome della ribellione (prima parte)[modifica]

  • Saw Gerrera: Membri dell'Alleanza per restaurare la Repubblica...
    Ezra Bridger: Saw!
    Saw Gerrera: Le vostre perdite si devono alla codardia dei vostri leader. Alla loro riluttanza a intraprendere azioni contro l'Impero. In tutta la galassia, la vostra gente soffre mentre i leader di questa [ridacchia]... "ribellione" si rifiutano di agire.
    Guardia ribelle: [a Mon Mothma] È meglio che spenga?
    Mon Mothma: No, voglio parlare con lui.
    Saw Gerrera: [sarcasticamente] Signora Senatrice. Sono onorato.
    Mon Mothma: Che cosa ci fai tu qui?
    Saw Gerrera: Avete ignorato il mio avvertimento sull'antenna di Jalindi e avete pagato. Ora avete avuto conferma, eppure, rifiutate di distruggerla.
    Mon Mothma: Fin quando i nostri alleati in Senato spereranno in una risoluzione pacifica di questo conflitto, io non rischierò...
    Saw Gerrera: Finché continuerete a combattere questa guerra alle condizioni dell'Impero, e non alle vostre, non potrete che perdere!
    Mon Mothma: Non accetto lezioni di strategia militare da un uomo che si è dimostrato un criminale.
    Saw Gerrera: Per l'Impero siamo entrambi criminali. Almeno io agisco come tale.
    Mon Mothma: Voi prendete di mira i civili! Uccidete chi si arrende! Infrangete qualunque regola di ingaggio! Se ci abbassiamo fino a scendere al livello dell'Impero, che cosa rischiamo di diventare?!
    Saw Gerrera: La sentite! Questo vuole il leader della ribellione. Dov'è questo fuoco, questa passione, quando il popolo ne ha bisogno?! Spero, senatrice, che quando avrete perso, e l'Impero regnerà sulla galassia incontrastato, voi troverete conforto nel pensare di aver combattuto secondo le regole.
  • [Ultime parole rivolto ai suoi uomini] Stalli dietro, dopo di loro. (Brom Titus)

Episodio 4, In nome della Ribellione (seconda parte)[modifica]

Episodio 9, Assalto ribelle[modifica]

Episodio 10, Notte Jedi[modifica]

  • Governatore Ahrinda Pryce: [mentre tortura Hera] Ma che voce incantevole, generale Syndulla.
    [Thrawn entra]
    Grand'Ammiraglio Thrawn: Ha rivelato la posizione della flotta ribelle?
    Governatore Ahrinda Pryce: [sorride] Oh, ancora non ho cominciato a interrogarla. [Tortura Hera]
    Grand'Ammiraglio Thrawn: Permettetemi.
    Hera Syndulla: Morirò prima di dirvi qualsiasi.
    Grand'Ammiraglio Thrawn: Probabilmente sì, Generale. Come molti dei vostri amici nell'attacco fallito, e come gran parte della vostra famiglia su Ryloth. [prende il Kalikori] Volevo chiedervi del vostro Kalikori; Mi piace conoscere il significato dei pezzi che colleziono. Per me, non sono dei semplici trofei, ma... simboli, che rappresentano alcuni dei miei avversari più valorosi.
    Hera Syndulla: [beffarda] Sarebbe fatica sprecata... tanto me lo riprenderò presto!
    Grand'Ammiraglio Thrawn: Da un'analisi che ho effettuato, ho concluso che, queste forme rappresentano degli individui importanti in varie fasi della vostra vita. Ma questo disegno, è particolarmente interessante. Perché, sembra riferirsi a un... fratello. [Hera distoglie lo sguardo] Morto quando era ancora piuttosto giovane. Deve essere un ricordo... dolce amaro per voi.
    Hera Syndulla: Non siete degno di tenerlo in mano, figuriamoci se potete capirlo!
    Grand'Ammiraglio Thrawn: Naturalmente. Vi chiedo perdono. In ogni caso, il suo lascito si concluderà con voi. Dovrebbe rincuorarvi che il suo nuovo proprietario sappia almeno apprezzare quest'opera d'arte. Governatore Pryce, vi lascio terminare l'interrogatorio.
    [Esce dalla stanza]
    Governatore Ahrinda Pryce: A me non interessa l'arte. [Continua a torturare Hera]
  • Hera Syndulla: Aspetta, aspetta. Devo dirti una cosa. Hai... che capelli hai?
    Kanan Jarrus: È il mio massimo senza uno specchio.
  • Hera Syndulla: Kanan! Ora so cosa devo dire... Ti amo.
    Kanan Jarrus [ultime parole]: È il siero della verità che parla.
    Hera Syndulla: No. Sono io...sono io.
    [Lo bacia mentre l'elicottero di Sabine arriva]
    Ezra Bridger: Ehi, adesso basta! Dobbiamo andare!
    Governatore Ahrinda Pryce: Mirate a quel serbatorio! Ora!!
    Pilota del camminatore: Ma, signora, il carburante!
    Governatore Ahrinda Pryce: Vi ho dato un ordine preciso!
    [I camminatori AT-AT sparano, distruggendo il serbatoio di carburante. Kanan usa la Forza per proteggere Hera, Ezra e Sabine dall'esplosione]
    Hera Syndulla: Kanan!!!
    [Cerca di correre verso di lui, ma Kanan usa la Forza per respingerla verso la cannoniera. Mentre spinge la cannoniera in salvo, la sua vista ritorna, permettendogli di vedere Hera un'ultima volta mentre esplode il deposito di carburante]

Episodio 11, Dume[modifica]

  • Grand'Ammiraglio Thrawn: [comunicando via ologramma] Così, avete perso Hera Syndulla... eppure indite una parata. Spiegatevi, Governatore Pryce.
    Governatore Ahrinda Pryce: Una celebrazione della vittoria sui ribelli, Grand'Ammiraglio. In quanto riguarda al generale Syndulla ... ho qualcosa di meglio. [impugna la spada laser di Kanan]
    Grand'Ammiraglio Thrawn: Ahh ... allora è vero, allora. Ma la morte del Jedi ha avuto il suo costo... non è così? Credevate veramente che con una parata avreste nascosto il fatto che avete distrutto l'intera riserva di carburante? Per sconfiggere Kanan Jarrus, siete riuscita in ciò in cui i Ribelli hanno fallito dando loro la vittoria. L'operazione su Lothal, il mio progetto TIE Defender, è stato compromesso.
    Governatore Ahrinda Pryce: Eh, Grand'Ammiraglio, io...
    Grand'Ammiraglio Thrawn: [cupamente] Io mi occuperà di voi... al mio ritorno, Governatore. Senza il loro capo, i ribelli rimasti annasperanno; specialmente il ragazzo. Approfitta di questo, Rukh. Aspettata una loro mossa avventata, e quel punto... eliminali. [Rukh sorride]

Episodio 13, Un mondo tra i mondi[modifica]

  • [Ultime parole] Il tempio sta crollando! Che cosa avete fatto?! Tutto quanto verrà perduto! (Ministro Veris Hyden)

Episodio 16, Riunione di famiglia e addio (seconda parte)[modifica]

  • Garazeb Orrelios: [mentre sta combattendo contro Rukh] Non mi piace combattere così.
    Rukh [ultime parole]: Neanche a me!
  • Gregor [ultime parole]: È stato un onore servire con te Rex. È stato un onore combattere al tuo fianco per qualcosa che abbiamo scelto per crederci.
    Rex: L'abbiamo fatto, Gregor.
  • [Ultime parole] Io rimarrò fedele all'Impero fino alla fine. (Governatrice Pryce)
  • L'attacco che tutti attendevamo non arrivò mai. Quello che una volta era l'invincibile Impero, cominciava ad incrinarsi. La piccola ribellione si era fatta audace. E con la vittoria decisiva nella battaglia di Endor, il regno del terrore dell'Imperatore terminò. Dopo la guerra, Zeb portò Kallus lungo la rotta segreta nell'iperspazio al pianeta Lira San. Fu allora che Kallus capì di non aver distrutto il popolo di Lasat, infatti prosperavano nel nuovo mondo. Un mondo in cui venne accolto come uno di loro. Hera combatté nella battaglia di Endor, e anche il comandante Rex. In quell'epoca, si era aggiunto un nuovo membro all'equipaggio dello Spettro. Spectre-7, Jacen Syndulla. Nato per volare, proprio come la madre. E beh, sappiamo tutti com'era il padre. Quanto a me, io pensavo che Ezra contasse su di me per proteggere Lothal, il pianeta e la gente a cui teneva così tanto. Ma un giorno mi resi conto che c'era di più. C'era qualcos'altro che ero destinata a fare. Ezra è là da qualche parte, ed è ora di portarlo a casa. (Sabine Wren, narratore conclusivo)

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]