Rogue One: A Star Wars Story

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Rogue One: A Star Wars Story

Immagine Star Wars, Rogue One.jpg.
Titolo originale

Rogue One: A Star Wars Story

Lingua originale inglese
Paese USA
Anno 2016
Genere fantascienza, azione
Regia Gareth Edwards
Soggetto John Knoll, Gary Whitta
Sceneggiatura Chris Weitz, Tony Gilroy
Produttore Kathleen Kennedy, Allison Shearmur, Simon Emanuel
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Rogue One: A Star Wars Story, film statunitense del 2016 con Felicity Jones, Diego Luna e Ben Mendelsohn, regia di Gareth Edwards.

Frasi[modifica]

  • Jyn, sai dove andare, vero? [le lega al collo un cristallo Kyber] Fidati della Forza! (Lyra Erso)
  • [Ultime parole] Non vincerai mai! (Lyra Erso) [rivolto a Orson Krennic]
  • Piccola! Vieni. Vieni! Abbiamo un lungo viaggio davanti a noi. (Saw Gerrera) [a Jyn Erso, da bambina]
  • Congratulazioni. Sei stata salvata. Per favore non resistere. (K-2SO) [a Jyn Erso, dopo averla immobilizzata]
  • Le ribellioni si fondano sulla speranza. (Cassian Andor)
  • La Forza è con me, e io sono con la Forza. E nulla io temo poiché tutto è come la Forza vuole. (Chirrut Îmwe)
  • Sto iniziando a pensare che la Forza e io abbiamo priorità molto diverse. (Cassian Andor)
  • Saw, se adesso stai guardando, forse c'è una speranza di salvare l'Alleanza. Una speranza di riuscire a giustificarmi e, se non è pretendere troppo, una speranza per Jyn, se è ancora viva. Se tu potessi trovarla, voglio che lei sappia che il mio amore non è mai venuto meno e mi manca disperatamente. Jyn, mia stellina... Non immagino cosa pensi di me. Quando mi hanno preso ho affrontato tante amare verità, mi dicevano che presto Krennic avrebbe preso anche te. Col passare del tempo capii che o eri morta o comunque non ti avrebbe mai trovata. Lo so, dovevo rifiutarmi di lavorare, se mi fossi ucciso sarebbe stata questione di tempo prima che Krennic capisse di non avere bisogno di me per completare il progetto e ho fatto la sola cosa che nessuno si aspettava: ho mentito. Ho imparato a mentire. Recitavo la parte di un uomo sconfitto e rassegnato a rifugiarsi nel suo lavoro. Mi sono reso indispensabile e nel frattempo gettavo le basi per la mia vendetta. La chiamiamo la "Morte Nera". Non c'è nome migliore. E si avvicina il giorno in cui verrà scatenata. Ho inserito un punto debole all'interno del sistema, una falla così piccola e potente che non la troveranno mai, ma Jyn... Jyn, se mi ascolti, amore mio, gran parte della mia vita è andata sprecata. Cerco di pensare a te solo nei momenti in cui sono forte perché il dolore di non avere più te, tua madre, la nostra famiglia, è una perdita così insopportabile che rischio di fallire il mio piano... È così difficile non pensare a te, chiedermi dove sei... Mia stellina. Saw, la chiave è il modulo del reattore. È lì che ho messo la mia trappola. È ben nascosta e instabile. Colpirlo in un punto qualsiasi distruggerà l'intera stazione. Ti serviranno i piani, i piani strutturali della Morte Nera, per trovare il reattore. So che c'è un completo archivio tecnico nel centro dati della torre della cittadella su Scarif. Un'esplosione pressurizzata nel modulo del reattore innescherà una reazione a catena che distruggerà l'intera stazione. (Galen Erso)
  • [Ultime parole a Jyn] Non scapperò più a lungo, ma tu ti devi salvare! Va'! Salva la Ribellione! Salva il sogno! (Saw Gerrera)
  • Milord, il Direttore Krennic è arrivato. (Vaneé) [a Darth Vader]
  • Ci offriamo volontari. Alcuni di noi, quasi tutti noi... Abbiamo fatto cose terribili in nome della Ribellione. Spie, sabotatori, assassini. Tutto ciò che ho fatto l'ho fatto per la Ribellione. E ogni volta che mi lasciavo dietro qualcosa che volevo dimenticare, mi ripetevo che era per una causa in cui credevo. Una causa che lo meritava. Senza di essa, saremmo perduti. Ciò che abbiamo fatto sarebbe stato vano. Non potrei guardarmi allo specchio se mollassi ora. Vale per tutti. (Cassian Andor)
  • Jyn, per te ci sarò sempre. Me l'ha ordinato Cassian. (K-2SO)
  • Che la Forza sia con noi. (Jyn Erso)
  • Scarif? Vanno su Scarif? Perché nessuno mi dice mai niente, R2? (C-3PO)
  • Sono tutt'uno con la Forza, la Forza è con me. Sono tutt'uno con la Forza, la Forza è con me... (Chirrut Îmwe)
  • [Ultime parole a Baze] Cerca la Forza... e riuscirai sempre a trovarmi. (Chirrut Îmwe)
  • [Ultime parole] "La Forza è con me e io sono tutt'uno con la Forza!" (Baze Malbus) [citando Chirrut volentieri poco prima di morire]
  • Potete sparare appena pronti. (Wilhuff Tarkin) [al comando della Morte Nera]
  • [Ultime parole] Tuo padre sarebbe stato fiero di te, Jyn. (Cassian Andor)
  • Rogue Uno, che la Forza sia con voi. (Ammiraglio Raddus)

Dialoghi[modifica]

  • Orson Krennic: Sei difficile da trovare, Galen, ma darsi all'agricoltura? Scherziamo? Un uomo del tuo talento?
    Galen Erso: È una vita pacifica.
    Orson Krennic: E solitaria, immagino.
    Galen Erso: Dopo la morte di Lyra, sì.
    Orson Krennic: Oh... [finge di essere dispiaciuto] Oh, le mie condoglianze. [ai suoi assaltatori] Perquisite la casa!
    Galen Erso: Che cos'è che vuoi?
    Orson Krennic: Il lavoro è bloccato, voglio che tu lo riprenda.
    Galen Erso: Non ritorno, Krennic.
    Orson Krennic: Eravamo a un passo dalla grandezza, eravamo a tanto così dal portare pace e sicurezza nella galassia!
    Galen Erso: Tu confondi la pace con il terrore.
    Orson Krennic: Be', è un punto di partenza...
  • Tivik: Stavo per andarmene!
    Cassian Andor: Ho fatto il prima che ho potuto.
    Tivik: Ora devo tornare a bordo, accompagnami!
    Cassian Andor: Riparti per Jedha?
    Tivik: Se ne andranno senza di me!
    Cassian Andor: Calma! Hai notizie da Jedha? Andiamo.
    Tivik: Un pilota imperiale, uno dei trasportatori, ha disertato ieri! Va parlando in giro della costruzione di un'arma, i cristalli Kyber servono a questo.
    Cassian Andor: Che tipo di arma?
    Tivik: Senti, devo andare...
    Cassian Andor: Che tipo di arma?!?
    Tivik: Un pianeta killer! Così lo chiamano!
    Cassian Andor: Un pianeta killer?
    Tivik: È uno di nome "Erso" che lo manda, un vecchio amico di Saw.
    Cassian Andor: Galen Erso? È lui?
    Tivik: Non lo so, stavano cercando Saw quando sono partito.
    Cassian Andor: Chi altro ne è a conoscenza?
    Tivik: Non ne ho idea! Sta andando tutto a malora! Saw ha ragione, ci sono spie dappertutto! [vengono raggiunti da due assaltatori]
    Assaltatore imperiale: Che succede? Avanti, vediamo gli scandoc.
    Cassian Andor: Sì, certo, solo i guanti! [distrae i due assaltatori e li spara col blaster]
    Tivik: No! No... Ma che hai fatto?! Sei impazzito? [giungono le truppe d'assalto] Non mi arrampicherò mai col braccio così!
    Cassian Andor: Ehi, calmati, calmati! Andrà tutto bene, hm? [uccide Tivik e scappa]
  • K-2SO: Sono K-2SO. Sono un droide imperiale riprogrammato.
    Jyn Erso: Sì, mi ricordo di te.
    K-2SO: Vedo che il Consiglio ti spedisce con noi su Jedha.
    Jyn Erso: A quanto pare.
    K-2SO: Davvero una pessima idea. Lo penso io e lo pensa Cassian. Ma che ne capisco... Sono specializzato in analisi strategica.
    Cassian Andor [raggiunge Jyn]: Hai conosciuto K-2?
    Jyn Erso: Simpatico.
    Cassian Andor: Tende a dire tutto quello che gli passa per i circuiti, è un effetto della riprogrammazione.
    K-2SO: Perché la ragazza ha un blaster e io no?
    Cassian Andor: Cosa?!
    Jyn Erso: Perché io lo so usare.
    Cassian Andor: È questo che mi fa paura, dallo a me.
    Jyn Erso: Andiamo su Jedha, è zona di guerra.
    Cassian Andor: Non è questo il punto! Da dove lo hai preso?
    Jyn Erso: L'ho trovato...
    K-2SO: Risposta vaga e non convincente.
    Jyn Erso: Ci vuole fiducia reciproca. [Cassian si rassegna e va a sedersi nella cabina di pilotaggio con K-2]
    K-2SO: Glielo lasci tenere? Vuoi sapere qual è la probabilità che lo usi contro di te? È alta.
    Cassian Andor: Meglio muoversi.
    K-2SO [continua]: Molto alta.
  • Wilhuff Tarkin: Ma che sfortuna quella falla nella sicurezza su Jedha, Direttore Krennic... Prima tanti contrattempi e ritardi, e ora questo. Ci giunge notizia di voci che circolano in città, pare che abbiate perso un loquace pilota da trasporto. Se il Senato sapesse del nostro progetto, innumerevoli sistemi passerebbero alla Ribellione!
    Orson Krennic: Quando la stazione sarà completata, Governatore Tarkin, del Senato ci importerà poco o niente.
    Wilhuff Tarkin: "Quando" è diventato "ora", Direttore Krennic. L'Imperatore non tollererà ulteriori ritardi. Lei ha reso il tempo un alleato della Ribellione. Suggerisco di risolvere entrambi i problemi eseguendo un immediato collaudo dell'arma. Fallisca e si ritroverà a motivarne la causa a un interlocutore... meno paziente.
    Orson Krennic: Non posso fallire!
  • Jyn Erso [su Jedha]: Come mai quel Destroyer?
    Cassian Andor: Grazie al tuo vecchio amico, Saw Gerrera. Ora attacca anche le navi da carico.
    Jyn Erso: Che cosa trasportano?
    Cassian Andor: Direi più che cosa portano via. [passa il binocolo a Jyn] Cristalli Kyber, quanti più possibile. Ci chiedevamo perché spogliassero il tempio. Ora lo sappiamo: è carburante per l'arma.
    K-2SO: L'arma che sta costruendo tuo padre.
    Jyn Erso: Forse sarebbe meglio lasciare il bersaglio alla nave.
    K-2SO: Stai parlando di me?
    Cassian Andor: Ha ragione, ci noterebbero. Resta alla nave.
    K-2SO: Notare me? Sono un droide imperiale, la città è sotto occupazione imperiale.
    Jyn Erso: Metà della gente qui vuole riprogrammarti, l'altra metà farti un buco in testa.
    K-2SO: Mi sorprende che tu tenga tanto alla mia incolumità.
    Jyn Erso: Non ci tengo, è solo che magari poi mancano te e colpiscono me! [fa prendere a K-2 il suo zaino e si allontana con Cassian]
    K-2SO: Che non sarebbe poi così male. [lascia cadere lo zaino]
  • Chirrut Îmwe: Che la Forza degli altri sia con te! Scambieresti quella collana con uno sguardo al tuo futuro? Sì, sto parlando con te! [Jyn si avvicina] Sono Chirrut Îmwe.
    Jyn Erso: Come lo sai che indosso una collana?
    Chirrut Îmwe: Per una risposta devi pagare. Che cosa ne sai dei cristalli Kyber?
    Jyn Erso: Mio padre diceva che alimentano le spade laser dei Jedi.
    Cassian Andor: Jyn! Avanti, andiamo!
    Chirrut Îmwe: Le stelle più forti hanno cuori di Kyber.
    Cassian Andor: Andiamo! Non siamo qui per fare amicizia.
    Jyn Erso: Chi erano?
    Cassian Andor: I Guardiani dei Whill, protettori del tempio Kyber. Ma non c'è più niente da proteggere e quindi ora se la prendono con il primo che capita.
    Jyn Erso: Sei diventato teso tutt'a un tratto.
    Cassian Andor: Dobbiamo sbrigarci, questa città è pronta a esplodere!
  • K-2SO [Jyn spara a un droide imperiale identico a lui]: Sapevi che non ero io?
    Jyn Erso: Sì... certo!
    Cassian Andor: Ti avevo detto di restare sulla nave.
    K-2SO: È vero. Ma era troppo noioso e tu eri nei guai. [un assaltatore lancia una granata che lui prende al volo] Un bel po' di esplosioni per due che non si fanno notare.
    Assaltatore imperiale: Fermo, non ti... [K-2 lo fa esplodere insieme al suo gruppo tirandogli addosso la granata]
    K-2SO: Hai ragione, dovevo aspettare sulla nave...
  • Cassian Andor: È un Jedi? [riferendosi a Chirrut]
    Baze Malbus: Qui non ci sono più Jedi, solo sognatori come questo sciocco.
    Chirrut Îmwe: La Forza mi ha protetto.
    Baze Malbus: Io ti ho protetto!
    Jyn Erso: Potete portarci da Saw Gerrera?
    Chirrut Îmwe [vengono circondati dai seguaci di Saw]: Non vedete? Non siamo amici dell'Impero!
    Benthic: Raccontalo a quello che ha ucciso i nostri uomini!
    Jyn Erso: Chiunque ucciderà me o i miei amici ne risponderà a Saw Gerrera!
    Benthic: E perché?
    Jyn Erso: Perché sono la figlia di Galen Erso.
    Benthic: Prendeteli! [coprono le teste di Jyn e degli altri con dei sacchi]
    Chirrut Îmwe [mentre gli mettono il sacco]: Ma volete scherzare?! Sono cieco!
  • Wilhuff Tarkin: L'Imperatore attende il mio rapporto.
    Orson Krennic: Si sperava che lui e Lord Vader fossero presenti a una tale occasione.
    Wilhuff Tarkin: Ho ritenuto prudente evitarle ogni potenziale imbarazzo.
    Orson Krennic: Apprensione del tutto ingiustificata!
    Wilhuff Tarkin: Ingiustificata per ora a parole!
    Orson Krennic: Tutte le forze imperiali sono state evacuate e sono pronto a distruggere l'intera luna.
    Wilhuff Tarkin: Non sarà necessario, è una dimostrazione, non un manifesto. Per oggi basterà la città sacra.
    Orson Krennic: Mirate a Jedha City. Preparate l'ignizione di un solo reattore.
  • Cassian Andor: K-2, K-2! Mi ricevi?
    K-2SO: Chi si risente. Resto in disparte come hai richiesto. Anche se c'è un problema all'orizzonte. [guarda l'onda d'urto del fuoco della Morte Nera che travolge Jedha City] Non c'è orizzonte.
  • Wilhuff Tarkin: Ammetto di doverle delle scuse, Direttore Krennic. Il suo operato va oltre ogni aspettativa.
    Orson Krennic: E lo dirà all'Imperatore, mi auguro.
    Wilhuff Tarkin: Gli dirò che la pazienza che ha avuto nei suoi confronti è stata premiata con un'arma che porrà una rapida fine alla Ribellione.
    Orson Krennic: E che questo era sono un accenno del suo potenziale distruttivo!
    Wilhuff Tarkin: Gli dirò che io stesso assumerò il controllo dell'arma di cui gli ho parlato anni or sono, con effetto immediato.
    Orson Krennic: Heh... Ci troviamo in presenza di un MIO successo!!! Non suo!!
    Wilhuff Tarkin: Temo che le recenti falle nella sicurezza abbiano messo a nudo la sua inadeguatezza come direttore militare.
    Orson Krennic: Le falle sono state chiuse! Jedha è stata ridotta al silenzio!
    Wilhuff Tarkin: Pensa che il pilota agisse da solo? È stato mandato dall'installazione su Eadu, l'impianto di Galen Erso.
    Orson Krennic: Be' la vedremo. [si allontana]
  • Bodhi Rook: Sei la figlia di Galen?
    Jyn Erso: Lo conosci?
    Bodhi Rook: Io sono Bodhi, il pilota.
    Jyn Erso: Tu hai portato il messaggio?
    Bodhi Rook: Sì... Tuo padre disse che potevo essere io a rimediare. Che avrei potuto rimediare se avessi trovato il coraggio... di dare ascolto al mio cuore. Di fare qualcosa. Sono arrivato tardi!
    Jyn Erso: Non è troppo tardi.
  • Jyn Erso: Papà! Papà, sono io! Sono Jyn!
    Galen Erso: Jyn? Stellina...
    Jyn Erso: Papà, ho visto il tuo messaggio! L'ologramma, l'ho visto!
    Galen Erso: La dovete distruggere...
    Jyn Erso: Lo so, lo so! Lo faremo!
    Galen Erso [ultime parole]: Jyn... Sei proprio tu? Ho tante cose da dirti... [muore alle braccia della figlia]
  • Jyn Erso: Eri lì per uccidere mio padre.
    Cassian Andor: Non sai di che cosa stai parlando.
    Jyn Erso: Negalo!
    Cassian Andor: Sei sconvolta e cerchi qualcuno su cui sfogarti, l'ho già visto altre volte.
    Jyn Erso: Immagino tante, loro sanno! Hai mentito sul perché siamo qui e sul perché sei andato da solo!
    Cassian Andor: Ho avuto l'occasione di premere il grilletto, ma l'ho fatto? L'ho fatto?!
    Jyn Erso: Tanto valeva farlo. Mio padre era la prova vivente e tu l'hai messo in pericolo! Lo hanno ucciso le bombe dell'Alleanza!
    Cassian Andor: Avevo ordini! Ordini ai quali ho disobbedito! Ma non credo che tu capisca.
    Jyn Erso: Ordini? Che sapevi sbagliati? Avresti potuto fare l'assaltatore.
    Cassian Andor: Che ne sai, tu?!? Non tutti abbiamo il lusso di decidere quando e dove avere a cuore qualcosa! Tutto a un tratto la Ribellione è reale per te? Per alcuni di noi è la vita! Quando ho iniziato a combattere avevo sei anni, ti rendi conto?! Tu non sei l'unica ad aver preso tutto. E fra noi c'è chi ha deciso di cambiare le cose.
    Jyn Erso: Non riuscirai a convincermi a chiacchiere.
    Cassian Andor: Non ne ho bisogno.
  • [Krennic si presenta al castello su Mustafar di Darth Vader]
    Darth Vader: Direttore Krennic.
    Orson Krennic: Lord Vader...
    Darth Vader: Lei sembra turbato.
    Orson Krennic: No, solo un po' pressato... Ho un gran numero di cose da seguire...
    Darth Vader: Le mie scuse, ma lei ha anche un gran numero di cose da spiegare.
    Orson Krennic: Ho consegnato l'arma all'Imperatore come richiesto! Merito un'udienza per accertarmi che egli comprenda il suo notevole... potenziale.
    Darth Vader: Ha potenziale nel creare problemi, questo è certo: una città distrutta, un impianto imperiale attaccato.
    Orson Krennic: È il Governatore Tarkin che ha suggerito questo collaudo.
    Darth Vader: Non l'ho convocata per scodinzolare, Direttore Krennic!
    Orson Krennic: No, ehm...
    Darth Vader: Non c'è nessuna Morte Nera, il Senato sa che Jedha è stata distrutta in un disastro minerario.
    Orson Krennic: Sì, milord.
    Darth Vader: Mi aspetto che farà di tutto per assicurare all'Imperatore che Galen Erso non ha compromesso quest'arma in alcuna maniera.
    Orson Krennic: Quindi sono ancora al comando? Lei parlerà all'Imperatore della... [improvvisamente Vader inizia a strangolarlo con la Forza, si accascia a terra]
    Darth Vader: Stia attento a non soffocare nelle sue aspirazioni, Direttore. [molla la presa e si allontana mentre Krennic ansima per riprendere fiato]
  • Jyn Erso: Mio padre ha dato la vita per permetterci di sconfiggere questo orrore!
    Dodonna: Questo lo dici tu.
    Tynnra Pamlo: Se l'Impero ha questo genere di potenza, che possibilità ci resta?
    Jyn Erso: Che possibilità, lei si chiede? Io mi chiedo che scelta! Fuggire, nascondersi, implorare pietà, smobilitare le forze? Piegatevi a un nemico così malvagio e così potente, e condannerete la galassia a un'eternità di sottomissione! Il tempo di combattere è ora. Ogni momento perso è un ulteriore passo verso le ceneri di Jedha!
  • Ufficiale ribelle [al comlink]: Navetta da trasporto, confermate. Che sta succedendo? Quella nave è interdetta, non può salire nessuno fino al nuovo ordine.
    Bodhi Rook [risponde]: Sì, sì, infatti. Affermativo!
    Ufficiale ribelle: È una nave imperiale sotto sequestro. Il tuo nome in codice, pilota?
    Bodhi Rook: Oh, ehm... è...
    Jyn Erso: Dobbiamo andare, di' qualcosa. Avanti!
    Bodhi Rook: Rogue... Rogue Uno!
    Ufficiale ribelle: "Rogue Uno"? Non c'è nessun Rogue Uno!
    K-2SO: Be', adesso c'è.
  • Mon Mothma: Checché ne dicano gli altri, la guerra è inevitabile.
    Bail Organa: Sì, concordo. Ora devo tornare su Alderaan per informare il mio popolo che non ci sarà la pace. Dobbiamo sfruttare il vantaggio.
    Mon Mothma: Il tuo amico, il Jedi...
    Bail Organa: Mi ha servito bene nelle Guerre dei Cloni e vive nascosto dopo la purga dell'Imperatore, sì, lo manderò a cercare.
    Mon Mothma: Ti ci vorrà una persona di fiducia.
    Bail Organa: Ne ho una di cui mi fido ciecamente! [riferendosi a Leia] Capitano Antilles?
    Raymus Antilles: Senatore?
    Bail Organa: Ho una missione per lei.
  • K-2SO [mentre è sparato dalle truppe d'assalto]: Salite... Salite! Potete ancora inviare i piani alla flotta! Se aprono il portale dello scudo, potete trasmettere dalla torre... Ora isolo il centro dati...
    Cassian Andor: K? K!!
    K-2SO [ultime parole]: Addio...
    Cassian Andor: K!!! [K-2SO distrugge il centro dati e se stesso]
  • Bodhi Rook: Qui Rogue Uno a qualunque nave dell'Alleanza possa sentirmi! ...C'è nessuno là fuori?! Qui Rogue Uno, passo!
    Ammiraglio Raddus: Qui è l'Ammiraglio Raddus, Rogue Uno, vi sentiamo.
    Bodhi Rook: Abbiamo i piani! I piani della Morte Nera! Li devono trasmettere dalla torre di comunicazione, abbattete il portale dello scudo, è l'unico modo per farli passare.
    Ammiraglio Raddus: Chiama una corvetta Hammerhead, ho un'idea. State pronti Rogue Uno, ci attiviamo!
    Bodhi Rook [ultime parole]: Questo è per te, Galen.
  • Orson Krennic: Tu chi sei?!
    Jyn Erso: Lo sai chi sono. Sono Jyn Erso, figlia di Galen e Lyra. Hai perso!
    Orson Krennic: Oh davvero? Tu dici?
    Jyn Erso: È la vendetta di mio padre, una falla nella Morte Nera. Ha messo una miccia nel cuore della tua macchina e ho appena detto a tutta la galassia come accenderla.
    Orson Krennic [ultime parole]: Lo scudo è attivo! Il tuo segnale non raggiungerà mai la base ribelle, tutte le vostre navi verranno distrutte, non ho perso altro che tempo! Tu, d'altro canto... morirai con la Ribellione! [Cassian spara a Krennic]
  • Cassian Andor: Che ne dici, qualcuno sarà in ascolto?
    Jyn Erso [ultime parole]: Io dico di sì... C'è qualcuno lassù.
  • Ufficiale imperiale: Signore, miriamo alla loro flotta?
    Wilhuff Tarkin: Lord Vader penserà alla flotta. Mirate alla base di Scarif, ignizione di un solo reattore.
    Ufficiale imperiale: Sissignore.
  • Ufficiale imperiale: La nave ammiraglia ribelle è fuori uso, milord, ma ha ricevuto trasmissioni dalla superficie.
    Darth Vader: Preparate l'abbordaggio.

Explicit[modifica]

Raymus Antilles: Altezza, la trasmissione che abbiamo ricevuto. [le consegna i piani] Che cosa ci hanno inviato?
Leia Organa: Speranza!

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]

Guerre stellari di George Lucas
Trilogia prequel: Star Wars: Episodio I - La minaccia fantasma · Star Wars: Episodio II - L'attacco dei cloni · Star Wars: Episodio III - La vendetta dei Sith
Trilogia originale: Guerre stellari · L'Impero colpisce ancora · Il ritorno dello Jedi
Trilogia sequel: Star Wars: Il risveglio della Forza
Anthology: Rogue One: A Star Wars Story