Piacere

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
(Reindirizzamento da Godimento)

Citazioni sul piacere e sui piaceri.

Citazioni[modifica]

  • Ahi, quanto brevi sono i piacer nostri, | quanto vicin' al riso è sempre il pianto! (Giambattista Giraldi Cinzio)
  • Al piacere si accompagna sempre il dolore. E com'è delle cose di questo mondo, nulla ci è dato di eterno. (Papa Pio II)
  • Chi governa il piacere, al piacere deve saper rinunciare. (Piero Chiara)
  • Dal piacere nasce il dolore, dal piacere nasce la paura: per chi è libero dal piacere non esiste dolore: di che cosa dovrebbe aver paura? (Gautama Buddha)
  • Diremo allora che il principio del piacere è una tendenza che opera al servizio di una funzione, il cui compito è di tenere l'apparato psichico completamente sgombro da eccitazione, o di mantenervi costante, o al livello più basso possibile, la quantità di eccitazione stessa. (Sigmund Freud)
  • I godimenti che la passione dà, sono orribilmente tempestosi, pagati con snervanti inquietudini che spezzano le corde dell'anima. (Honoré de Balzac)
  • I piaceri semplici sono l'ultimo rifugio della gente complicata. (Oscar Wilde)
  • Il dolore e il piacere si alternano come la luce e l'ombra. (Laurence Sterne)
  • Il piacere è l'inizio e la fine del vivere felicemente. (Epicuro)
  • Il piacere è l'unica cosa degna di essere vissuta: niente fa invecchiare quanto la felicità. (Oscar Wilde)
  • Il piacere è peccato e il peccato è un piacere. (George Gordon Byron)
  • Il piacere è sempre o passato o futuro, non mai presente. (Giacomo Leopardi)
  • Il piacere non può mai essere senza peccato. (Papa Gregorio I)
  • Il più solido piacere di questa vita è il piacer vano delle illusioni. (Giacomo Leopardi)
  • L'uomo è spinto dal piacere; la donna dal significato del piacere. (Fulton J. Sheen)
  • L'unico fatto certo è che senza il condimento della follia non può esistere piacere alcuno. (Erasmo da Rotterdam)
  • La fatica ed il piacere, diversi di natura, sono congiunti fra loro da un naturale legame. (Tito Livio, attribuita ad Appio Claudio Crasso)
  • La vera cavalleria colle dame consiste nel far loro volonterosamente il sagrificio di un piccolo piacere... nella speranza di vedersene compensati ad usura con altri d'altro genere e più desiderati. (Ferdinando Fontana)
  • Nei tempi nostri non vi è tanto pericolo dai nemici in armi, quanto dai piaceri che da ogni parte sono sparsi. (Tito Livio, attribuita a Scipione l'Africano)
  • Nessun piacere è per se stesso un male, però i mezzi per procurarsi certi piaceri portano con sé tormenti che sono molto più numerosi che i piaceri stessi. (Epicuro)
  • Non trova piacere dinanzi un lavoro d'artista quello spettatore che non possa risvegliarsi nella memoria qualche cosa almeno del vero in esso rappresentato: onde, per esempio, le celibri Marine di Vernet al Louvre saranno indifferenti per chiunque non abbia veduto il mare. (Giuseppe Bianchetti)
  • O godimento delizioso! t'imploro per la mia felicità e anzitutto per la mia pace. Qual fortuna per noi che le donne si difendano così male. Accanto a loro non saremmo che timidi schiavi. (Pierre-Ambroise-François Choderlos de Laclos)
  • Per le case, per la via | Scorre libero il piacere; | Un'amabile follia | La ragion rapisce e il cor. (Vincenzo Monti)
  • Piacere e vendetta sono più sordi delle bisce alla voce di una decisione giusta. (William Shakespeare)
  • Piccola cosa è il piacere nel corso della vita umana: lunghissimi invece i fastidi. (Papa Pio II)
  • Quando il piacere ha esaurito l'uomo, questi è convinto di essere stato lui ad esaurirlo; allora ti racconta, serio e grave, che non vi è nulla che possa soddisfare il cuore umano. (William Somerset Maugham)
  • Se tu pretendi e ti sforzi di piacere a tutti, finirà che non piacerai a nessuno. (Arturo Graf)
  • Spesso il piacere è un ospite passeggero; ma il dolore Ci avvinghia crudelmente. (John Keats)
  • Tutto il segreto del non-essere-desiderio dell'uomo, sta in questa espressione: rinuncia al godimento, che gli psicanalisti prendono in un senso che viene a negarla: per essi non si rinuncia al godimento che per godere meglio. (Philippe Nemo)
  • Un piacere senza rischi piace meno. (Ovidio)
  • Un uomo è solo ed unico giudice in ciò che a lui piace, o non piace. (Vilfredo Pareto)

Proverbi italiani[modifica]

  • Chi perde piacere per piacere, non perde nulla.
  • Da piacere temporale, temi pure qualche gran male.
  • Delizie temporali portano mille mali.
  • D'uccelli, di cani e d'amori, per un piacer mille dolori.
  • È il miglior piacere del mondo, quello che non lascia rimorso nella coscienza.
  • Fuggi i piaceri, essi ti seguiranno.
  • Fuggi un piacer presente se deve cagionarti un dolor futuro.
  • Guardati da qualunque piacere che costi lacrime ai tuoi fratelli.
  • I piaceri che godiamo vanno perduti per il desiderio di maggiori.
  • I piaceri stancano più degli affari.
  • Il mondo lusinghiero non dà piacere intiero.
  • Il piacere del bel fare è il solo che non cessa.
  • In guerra, nella caccia e negli amori, in un piacere mille dolori.
  • Lunghi piaceri non valgono un tormento.
  • Piacer che troppo dura, il gusto perde.
  • Piacere preso in fretta, torna in disdetta.
  • Quel che si fa con piacere non è fatica.
  • Se i segreti vuoi sapere, cercali nel disgusto o nel piacere.
  • Un piacere è ben pagato, quando è molto aspettato.
  • Vergogna fa perder piacere.

Bibliografia[modifica]

  • Annarosa Selene, Dizionario dei proverbi, Pan libri, 2004. ISBN 8872171903

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]