Dolore

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Dolore (Van Gogh, litografia)

Citazioni sul dolore.

Citazioni[modifica]

  • Al piacere si accompagna sempre il dolore. E com'è delle cose di questo mondo, nulla ci è dato di eterno. (Papa Pio II)
  • A volte è più difficile privarsi di un dolore che di un piacere. (Francis Scott Fitzgerald)
  • Anche se ti fa paura, non ignorare l'abisso del tuo dolore. (Anselm Grün)
  • Ascoltatemi nel mio dolore, perché può darsi che non vi richiami mai più. (John Neihardt)
  • Avidamente allargo la mia mano: | dammi dolore cibo cotidiano. (Salvatore Quasimodo)
  • Chi accresce il sapere, aumenta il dolore. (Qoelet)
  • Ci sono anche dolori di lusso, che recano lustro a chi li sopporta. (Leo Longanesi)
  • Come affrontiamo il dolore dipende da noi. Il dolore: ci anestetizziamo, lo accettiamo, lo elaboriamo, lo ignoriamo. E per alcuni di noi il miglior modo per affrontarlo è conviverci. [...] Il dolore... devi aspettare che se ne vada, sperare che scompaia da solo, sperare che la ferita che l'ha causato guarisca. Non ci sono soluzioni né risposte facili. Bisogna fare un respiro profondo e aspettare che il dolore si nasconda da qualche parte. La maggior parte delle volte il dolore può essere sopportato, ma a volte il dolore ti afferra: quando meno te lo aspetti ti colpisce sotto la cintura e non ti lascia in pace. Il dolore... devi solo conviverci, perché la verità è che non puoi evitarlo e la vita te ne porta sempre dell'altro. (Grey's Anatomy, seconda stagione)
  • Come non vedere | che null'altro la natura ci chiede con grida imperiose, | se non che il corpo sia esente dal dolore, e nell'anima goda | d'un senso gioioso sgombra d'affanni e timori? (Tito Lucrezio Caro)
  • – Come si supera il dolore?
    – Non si supera.. ma un giorno si renderà conto che non le peserà doverlo portare dentro. (Castle - Detective tra le righe)
  • Conoscerai un grande dolore e nel dolore sarai felice. Eccoti il mio insegnamento: nel dolore cerca la felicità. (Fedor Dostoevskij, I fratelli Karamazov)
  • Dodici minuti [...] corrispondono all'effettiva durata verificata del dolore genuino. Qualsiasi cosa oltre i dodici minuti è autocommiserazione, e tentativi inutili di far sembrare più importanti i primi dodici minuti. Siamo una specie vanagloriosa, e se fossimo capaci di afferrare il fatto che anche la più sauvage di quelle che i francesi chiamano la grand passion provoca solo dodici minuti reali di dolore intenso, prima di cominciare ad attenuarsi, correremmo tutti sulle scogliere per buttarci come tanti lemming. Così lo giustifichiamo intensificandolo, facendolo sembrare importante, più logorante. Andiamo in giro per vent'anni dopo che la relazione s'è rotta, battendoci il petto e alzando lamenti al cielo. (Harlan Ellison)
  • Dov'è il dolore, là il suolo è sacro. (Oscar Wilde)
  • Dove non c'è vergogna è un dolore pulito. (Silvana De Mari)
  • È cattiva la gente che non ha provato il dolore. [...] Perché quando si prova il dolore, non si può più voler male a nessuno. (Carlo Cassola)
  • È probabile che i tormenti del martirio li sentono più acutamente gli astanti. I tormenti sono illusori. La prima sofferenza è l'ultima sofferenza, perché le lesioni successive si perdono nell'insensibilità. (Ralph Waldo Emerson)
  • È sempre difficile consolare un dolore che non si conosce [...]. (Alexandre Dumas figlio)
  • È sincero il dolore di chi piange in segreto. (Marziale)
  • E per tutti il dolore degli altri | è dolore a metà. (Fabrizio De André)
  • Ecco cosa c'è di buono nel dolore fisico. Una volta che è andato, è andato. Anche il ricordo si spegne. Non come il dolore mentale. Quello non te lo scolli più di dosso. (Wolverine)
  • Gran forza inspira | E fierezza il dolor quando lo move | Amor tradito. (Vincenzo Monti)
  • I dolori immaginari sono di gran lunga i più reali, dato che ne abbiamo un bisogno costante e li inventiamo perché non c'è modo di farne a meno. (Emil Cioran)
  • I dolori leggeri concedono di parlare: i grandi dolori rendono muti. (Seneca)
  • Il dolore allorché è profondo e vero è un peso che non si sgrava mai dal cuore. (William Shakespeare)
  • Il dolore ci conduce per mano alla soglia della vita eterna. (Léon Bloy)
  • Il dolore di un uomo è interessante, per noi, quanto quello di una lampada elettrica, che soffre, e spasima. (Manifesti futuristi)
  • Il dolore e il piacere si alternano come la luce e l'ombra. (Laurence Sterne)
  • Il dolore è in effetti il processo di purificazione che solo permette, nella maggior parte dei casi, di santificare l'uomo, di distoglierlo cioè dalla volontà di vita. Perciò nei libri di edificazione cristiana viene così spesso nominata la virtù salvatrice della croce e del dolore, e molto propriamente la croce, strumento di sofferenza e non di azione, è il simbolo della religione cristiana. (Arthur Schopenhauer)
  • Il dolore è la forma più intensa di vita, è sovreccitazione: quindi, il ricerchiamo. (Vittorio Imbriani)
  • Il dolore ha il colore rosso che vedi attraverso le palpebre chiuse quando ti ficcano la testa in una fornace ardente. Il dolore ha un sapore acre come il metallo, caldo e pungente come un'otturazione che si scioglie in bocca. Il dolore ha un suono come quello di una voce che grida dal fondo di un pozzo-- ed è la tua voce. (Wolverine)
  • Il dolore inerisce alla vita come contrappunto che dà pienezza al fervore d'esistere. (David Le Breton)
  • Il dolore non dura continuo nella carne; il suo culmine dura il Tempo più breve, mentre quel dolore che appena oltrepassa lo stato di piacere che è proprio della carne, non dimora molti giorni. Le lunghe malattie sono accompagnate più dal piacere nel corpo che dal dolore. (Epicuro)
  • Il dolore non è altro che la sorpresa di non conoscerci. (Alda Merini)
  • Il dolore non esiste | per chi s'innalza verso l'ora triste | con la forza d'un cuore sempre giovine. (Guido Gozzano)
  • Il dolore o la disperazione che nasce dalle grandi passioni o illusioni o da qualunque sventura della vita non è paragonabile all'affogamento che nasce dalla certezza e dal sentimento vivo della nullità di tutte le cose, e dell'impossibilità di essere felice in questo mondo, e dalla immensità del vuoto che si sente nell'anima. (Giacomo Leopardi)
  • Il dolore precede ogni piacere ed è il principio motore dell'uomo. (Pietro Verri)
  • Dolore è più dolor, se tace. (Giovanni Pascoli)
  • Il dolore è il grido dall'allarme della natura. È l'avvertimento sommario del complesso psichico contro l'aggressione di un estraneo. (Christiaan Barnard)
  • Il dolore è una dote per un animo duro. (John Ronald Reuel Tolkien)
  • Il mio dolore è amaro, la mia tristezza profonda, | E vi sono sepolto come un uomo nella tomba. (Gustave Flaubert)
  • Il tormento, per alcuni, è una necessità, un bisogno, un appetito, un compiacimento. (Emil Cioran)
  • In questa valle di dolore e di lagrime ho l'onore di trovarmi bene. (Alfredo Panzini)
  • La bellezza ci può trafiggere come un dolore. (Thomas Mann)
  • La miseria e le preoccupazioni generano il dolore, la sicurezza, invece, e l'abbondanza la noia. (Arthur Schopenhauer)
  • La vita è dolore e la gioia dell'amore è un anestetico. (Cesare Pavese)
  • Là dove cresce il dolore è terra benedetta. (Oscar Wilde)
  • Lieve è il dolore che permette di prendere una decisione. (Seneca)
  • Ma il dolore non intende prestare ascolto alla ragione, perché il dolore ha una sua propria ragione che non è ragionevole. (Milan Kundera)
  • Nella nostra natura c'è però una meravigliosa, e caritatevole, valvola di sicurezza per cui chi soffre non si rende mai conto con piena intensità di ciò che sta soffrendo nel momento stesso della tortura, ma solo dopo, quando lo raggiunge la fitta del ricordo. (Nathaniel Hawthorne)
  • Niente rende tanto grandi, quanto un grande dolore. (Alfred de Musset)
  • Niente più del dolore fa crescere e insegna a gustare ogni attimo di quel dono grandioso che è la vita. (Laura Tangorra)
  • Non c'è dolore più grande della perdita della terra natia. (Euripide)
  • Non c'è nulla di più pesante della compassione. Nemmeno il nostro proprio dolore è così pesante come un dolore che si prova con un altro, verso un altro, al posto di un altro, moltiplicato dall'immaginazione, prolungato in centinaia di echi. (Milan Kundera)
  • Non esistendo dolore, sua nascita e suo arresto, non può logicamente esistere neppure il cammino, il quale consiste nell'arresto del dolore. (Nāgārjuna)
  • Non sai che ognuno ha la pretesa di soffrire molto più degli altri? (Honoré de Balzac)
  • Ogni dolore è facile a disprezzare; quello che comporta sofferenza intensa dura poco tempo, e quello che perdura molto tempo nella carne comporta sofferenza temperata. (Epicuro)
  • Ogni dolore è sempre il risultato di un'azione aggressiva. Se io do libero corso alla mia aggressività e la scarico su un altro, è la mia vittima che sente dolore. Se domino l'impulso aggressivo, questo si ritorce contro di me e sono io che avverto il dolore (autoaggressività). Chi ha dei dolori, dovrebbe sempre chiedersi a chi in realtà essi erano rivolti. (Thorwald Dethlefsen)
  • Pace, pace una volta al mio tormento, | Stanco di più patir, dai suoi legami | Fugge il mio spirto, e si dilegua al vento. (Vincenzo Monti)
  • Più parole potenti e azioni generose ha ispirate il dolore agli uomini, che la gioia. (Niccolò Tommaseo)
  • Poco ha doglia chi, dolendo, tace. (Matteo Maria Boiardo)
  • Quando due dolori si verificano insieme, ma non nello stesso posto, il più violento oscura l'altro. (Ippocrate)
  • Quanto più a fondo vi scava il dolore, tanta più gioia potete contenere. (Kahlil Gibran)
  • Quell'uguale belato era fraterno | al mio dolore. Ed io risposi, prima | per celia, poi perché il dolore è eterno, | ha una voce e non varia. (Umberto Saba)
  • Questo dolore | che vagli fra le maglie di un tuo cribro | svanisce un po' nel contemplare un fiore | si scorda fra le pagine di un libro. (Adriano Celentano, Francesco Guccini)
  • Sai quando le persone diventano forti? Quando imparano ad accettare il dolore. (Romano Battaglia)
  • Sai tu che sia il dolore? Troppe volte è l'ultima parola vuota di un verso vuotissimo per far rima con amore. (Ambrogio Bazzero)
  • Se del dolore in se stesso non si è avuta già perfetta conoscenza in principio, come si potrà essa avere successivamente? (Nāgārjuna)
  • Spesso il piacere è un ospite passeggero; ma il dolore | Ci avvinghia crudelmente. (John Keats)
  • Tormento il più crudele | d'ogni crudel tormento | è il barbaro momento | che in due divide un cor. (Pietro Metastasio)
  • Un dolore causato da una persona amata può essere amaro, anche quando si inserisce in mezzo a preoccupazioni, occupazioni, gioie che non abbiano per oggetto quell'essere e da cui la nostra attenzione solo di tanto il tanto si distoglie per tornare a lui, ma quando un simile dolore nasce nel momento in cui la felicità di vedere quella persona ci colma per intero, l'improvvisa depressione che allora pervade la nostra anima, fino a quell'istante soleggiata, protetta e calma, determina in noi una furibonda tempesta contro cui non sappiamo se saremo capaci di lottare fino all'ultimo. (Marcel Proust)
  • Un modo molto importante per farci amico il dolore è farlo uscire dall'isolamento e condividerlo con qualcuno che può accoglierlo. (Henri Nouwen)
  • Viviamo sotto strati di dolore, uno soggiacente all'altro e che per la presenza di quest'altro non viene percepito, ma che è pronto a far sentire la sua punta non appena quest'altro scompare. (Giuseppe Rensi)

Proverbi italiani[modifica]

  • Bocca con dolore non dice bene.
  • Chi si rallegra del mio duolo, quando il mio è vecchio il suo è nuovo.
  • Di dolore non si muore, ma d'allegrezza sì.
  • Dolor sopra dolore, spezza il cuore.
  • Grave è la tristezza, che segue l'allegrezza.
  • I dolori fanno invecchiare.
  • I grandi dolori sono muti.
  • Il dolore che scivola sul cuore per uscir dagli occhi, non è mai profondo.
  • Il dolore è sempre asciutto.
  • Il dolore fa dir quel che non è.
  • Il dolore ha pochi cortigiani.
  • Il dolore non invecchia, o cessa o uccide,
  • Il dolore unisce gli uomini.
  • Il piacere non ha famiglia, il dolore ha moglie e figli.
  • In guerra, nella caccia e negli amori, per un piacer mille dolori.
  • Le nazioni smaltiscono diversamente il dolore: il tedesco lo beve, il francese lo mangia, l'italiano lo dorme.
  • Non dire a nessuno il tuo dolore, così non si allargherà.
  • Rende il dolor legger chi tal lo stima.
  • Tre cose addolciscono il dolore; speranza, lacrime e sonno.
  • Uomo non educato dal dolore rimane sempre bambino. (citato da Thomas Mann ne I Buddenbrook)

Bibliografia[modifica]

  • Annarosa Selene, Dizionario dei proverbi, Pan libri, 2004. ISBN 8872171903

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]