L. Ron Hubbard

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
L. Ron Hubbard, 1950

Lafayette Ronald Hubbard (1911 – 1986), scrittore statunitense e fondatore di Scientology.

Citazioni di L. Ron Hubbard[modifica]

  • Guadagnare un penny a parola è ridicolo, se uno vuole fare veramente soldi deve fondare una setta. (dichiarazione durante un convegno di scrittori nel 1949)[1]
  • Il capo della Confederazione Galattica (76 pianeti attorno a stelle maggiori visibili da qui) (fondata 85.000.000 milioni di anni fa, molta opera spaziale) risolse il problema della sovrappopolazione (250 miliardi circa per pianeta - 178 miliardi di media) con implanting di massa.
    Fece in modo che i popoli venissero trasportati su Teegeeack (Terra) e collocò bombe H sui principali vulcani (episodio 2) e poi quelli del Pacifico furono portati in scatole alle Hawaii e quelle dell'Atlantico a Las Palmas, dove furono "impacchettati".
    Il suo nome era Xenu. Usava rinnegati. Negli implant furono messi diversi dati fuorvianti a mezzo di circuiti ecc.
    Quando ebbe compiuto il suo crimine, gli Ufficiali Leali (al popolo) lo catturarono dopo sei anni di battaglia e lo misero in una montagna-trappola elettronica dove si trova ancora. "Essi" se ne sono andati. Da allora il luogo (Confed.) è un deserto. (Il muro di fuoco, materiale segreto di OT III, 1967)[2]
  • [«Ha mai pensato di essere matto?»] Oh, sì! Se c'è un uomo al mondo che non ha mai creduto di essere matto, è matto. (da un'intervista tratta dal documentario The Shrinking World of L. Ron Hubbard, Granada Television, 1967)[3]

Da L'Avventura di Scientology

Ability, rivista di Dianetics e Scientology, edizione minore numero 6 – metà luglio 1955; riportato in Eticaeverita.wordpress.com.

  • Posso confermare che una volta che si saranno misurati tutti gli orizzonti, una volta che si saranno stese le mappe di tutte le paludi, una volta che tutti i deserti saranno stati tracciati su carta, riforniti di acqua e di soccorso immediato, ci sarà ancora un mondo di paure ignote, di tristezze e stati d'animo da esplorare, rimane ancora un universo di avventure, un universo sufficientemente potente da sconfortare nelle ultime poche migliaia di anni gli uomini dotati di raziocinio: Tu. L'universo che sei Tu.
  • Usare Scientology "per guarire", per "diventare meno nervosi" è come usare un bastone da passeggio per scavare un fosso per una tubatura dell'acqua nel cortile sul retro. Usare Scientology come una guida alla scoperta dell'infinità delle infinità è un uso appropriato.
  • Addestrato o meno, audito o meno, lo Scientologist è un avventuriero. Molti uomini nel corso dei secoli avranno il possesso della Terra. Lo Scientologist, oltre a visitare molti universi, non si preoccupa di CHI li possiede. E questa è la prova di colui che è superiore ai re: il fare vale tanto quanto l’avventura stessa – e le cose stanno così.

Da Un'idea contro la guerra

Certainty, La Pubblicazione Ufficiale di DIANETICS e SCIENTOLOGY nelle Isole Britanniche, Vol. 2, N. 8, Agosto 1955; riportato in Eticaeverita.wordpress.com.

  • La forma iniziale di una creazione è un'idea e dall'idea fluiscono l'energia e le forme necessarie all'azione.
  • La forza genera la forza; la lancia cerca solamente il punto debole dello scudo; lo scudo stesso, usato per un tempo sufficientemente lungo, provocherà l'invenzione di una lancia in grado di forarlo.
  • Un'idea, da sola, è in grado di cambiare la condizione dell'uomo per quanto riguarda la guerra.
  • Forse in Scientology esistono sufficienti tecniche per dare origine a nuove idee e al controllo di idee che fermino il suicidio intenzionale che l'uomo sta commettendo con la macchina della guerra.

Da L. Ron Hubbard: An Introduction to Scientology

Intervista di Tony Hitchman, Rhodesian Television, maggio 1966. Citato anche nel documentario del 2015 Going Clear.

  • Per conoscere davvero la vita, devi farne parte. Devi entrarci e guardare, devi entrare in ogni nicchia e anfratto dell'esistenza, entrare in contatto con ogni genere e tipo di uomo, prima di poter stabilire, finalmente, cosa egli sia.
  • Ho dormito con banditi in Mongolia e ho cacciato con i pigmei delle Filippine. Per la precisione, ho studiato 21 razze primitive diverse, inclusa la razza bianca. E le mie conclusioni, sono state che l'uomo è un essere spirituale che è stato trascinato giù dagli interessi materiali e fisici, costretto in un ruolo nella vita in realtà troppo forte per essere contrastato. E ne conclusi, alla fine, che gli occorreva una mano.
  • [Su Dianetics] Questo libro è il fondamento di tutto, ha dato vita a tutti i problemi. Noi ci aspettavamo di vendere circa 6 mila copie, invece ha raggiunto la vetta della classifica dei best-sellers del New York Times. Era come se avessi provocato una valanga.
  • Un uomo ha un incidente d'auto. Vede la foto di un incidente, prova tutte le sensazioni come se fosse rimasto ferito. Gli occorre molto tempo per riprendersi perché ha ancora addosso l'incidente. Io gli dico: "Perché non prendi quell'incidente e non lo butti?". È la sua mente che fa sì che rimanga impresso su di lui.
  • L'uomo è addormentato, è ipnotizzato. Ora, in Scientology inverti il processo e lo sveglierai. Quest'uomo, si potrebbe dire, che diventa de-indottrinato, diventa de-ipnotizzato.
  • La psichiatria ha a che fare con i pazzi, mentre noi non ci occupiamo dei pazzi.
  • [Sulla psicanalisi] Non associate Scientology con quella gente. È orribile, non è cortese.

Da Governo e organizzazione

Conferenza tenuta il 1 novembre 1966; riportato in Eticaeverita.wordpress.com.

  • Ciascuno, se messo alle strette, ammette che una monarchia benevola è la migliore forma di governo. Ma considerando che una monarchia benevola non può avere un successore, beh, è possibile che la sua longevità sia estremamente limitata. Nell'arco di un lungo periodo di tempo, i governi impostati come monarchie benevole, prima o poi si ritrovano con dei monarchi maligni, e sviluppano un Nerone o qualcosa del genere, e tutto va a gambe all'aria.
  • Ho fatto l'esperienza di monarchici – anche di questi tempi esistono monarchici – anarchici, comunisti, repubblicani, democratici, laburisti e conservatori tutti insieme nella stessa stanza e l'unico tipo di governo su cui sono riuscito a farli concordare gli uni con gli altri è stata una monarchia benevola.
  • Presto o tardi, ogni governo che si basi sull'idea del singolo uomo, o qualcosa del genere, e che si basi sulla successione ereditaria, corre il rischio che un soppressivo ricopra quel ruolo.
  • Non sto dicendo di essere sempre stato un re. Ricordo vividamente di essere stato uno spazzino.
  • Naturalmente, la cosa che rende scadente un governo è il fatto di ritrovarsi un soppressivo al suo interno. E un soppressivo genera un altro soppressivo. E scoprirete che un soppressivo non vuole altro che soppressivi attorno a lui, e alla fine vi ritrovate con generali dalle mostrine rosse che sostengono guerre di logoramento.
  • Il vostro obiettivo è vincere e desiderate vincere nel minor tempo al minor costo e con il minor numero di vittime tra la vostra gente e anche, se entra in scena anche il problema della ricostruzione, con il minor danno per il nemico.
  • Se volete sapere con che tipo di governo avete a che fare, guardate il tipo di guerra che combatte. Ciò vi rivelerà subito quanti – è un indice diretto – quanti soppressivi ci sono in quel governo.
  • Ricordatevi che un governo perfetto non esiste e che l'individuo è il massimo della perfezione che riuscirete ad ottenere in termini di entità o unità. Quindi, perché avere un governo? Beh, abbiamo dei precedenti storici e scopriamo che qualsiasi organismo, qualsiasi gruppo che sia esistito senza delle comprensioni e organizzazioni interne e così via, si è trovato a soccombere di fronte a un gruppo che era invece organizzato.
  • Siete arrivati dove vi trovate oggi perché voi, molto tempo fa sulla traccia remota, non vi siete organizzati con i vostri compagni thetan come esseri liberi, e avete permesso ad ogni accozzaglia di stolti che volevano far fuori le persone di formare un qualsiasi tipo di ente organizzato che fu quindi in grado di sopraffarvi tutti quanti nel modo più completo.
  • È molto interessante che qualsiasi gruppo di umanoidi organizzati possa sconfiggere un thetan da solo. Umanoidi organizzati! Beh, naturalmente qualsiasi... qualsiasi... un numero sufficiente di formiche può demolire una montagna, se lo fanno in un modo organizzato.
  • [Sulla democrazia] Ora, aspettarsi che gli individui guidino i destini di un gruppo o di uno stato, in base alla loro opinione individuale – e solo quella – è pura idiozia. Questo costringe ciascun singolo individuo, in qualsiasi luogo, ad essere coinvolto in un governo e nient'altro e inoltre fa venire ad ogni cittadino l'idea che egli sia responsabile di tutte le regole, leggi e azioni del governo e che debba mantenere aggiornate le proprie linee di spionaggio – non avendo altro a disposizione che quella roba sudicia che oggigiorno chiamano giornali – che deve tenere aperte le sue linee di spionaggio così da essere brillantemente informato su ogni direttiva che viene promulgata.
    Accidenti, avrete un governo che sarà veramente un governo pagliaccio... è assolutamente un governo pagliaccio.
  • Se mai aveste avuto qualcosa a che fare con la folla, non vorreste essere governati da essa. In primo luogo, se doveste andarvene in giro a raccogliere l'opinione individuale di tutti quelli che state governando prima di poter agire, ci vorrebbero così tanti anni tra l'avvenimento e il provvedimento che non ci sarebbe nessun governo.
  • Platone ha inventato il comunismo con i commissari ai suoi vertici. [...] Il governo di Platone è esattamente quello che abbiamo oggi al Cremlino.
  • Non c'è mai stato un pianeta politicamente analfabeta come questo.
  • [Sulla guerra d'indipendenza americana] L'America sarebbe andata enormemente meglio se non avesse tagliato i ponti con l'Inghilterra. Parliamo di un branco di babbei inesperti che si impadronirono del governo. [...] Una delle prime leggi che passarono dopo che si ribellarono per i diritti dell'uomo e cose del genere – sapete, si ribellarono per rendere libero l'individuo – la prima cosa che passarono, credo, furono le Leggi contro la rivolta, per cui se nel giornale accennavate al seppur minimo criticismo di chiunque fosse loro amico, potevate essere schiaffati in galera per sempre. E non so quanti anni durò quella legge. Quindi certamente non stavano lottando per la libertà individuale.
  • Non c'è un "popolo russo". Non esiste una cosa simile. Non so quanti russi ci siano in Russia. Penso che siano circa 1/200esimo del numero delle persone che sono in Siberia, in quella zona geografica. Il resto di loro sono tartari e mongoli e slavi e "Dioaiutaci"! Ora questi svitati vanno in giro a dire "Il popolo! Il popolo!" Che balordi!
  • "Il popolo" non può mai essere rappresentato da John Doe o da Richard Roe o da chiunque altro. Se è rappresentato, potrebbe esserlo unicamente da una persona sola, e questo è il motivo per cui la monarchia benevola è la forma di governo ideale. Non c’è rappresentanza incrociata. Sanno chi è il loro rappresentante, anche se lo mantengono al potere con il solo sostegno verbale. È il tizio in carica, vedete? Quindi è questo, a parte la sua capacità di agire rapidamente, che fa sembrare molto efficiente un governo di un solo uomo, perché, nella realtà dei fatti, il popolo è rappresentato da una persona di cui conosce il nome.
  • Il popolo dovrebbe avere un'idea molto precisa di chi sia il suo rappresentante; ma se hanno un senatore, perché hanno un rappresentante? Ora, avete diviso l'attenzione del popolo, e la loro attenzione in realtà non si divide bene. Non dovrebbero avere un superiore e un subordinato e un rappresentante al senato e dhrrhw! Sapete? Cacciamo ben bene tutti quanti nella confusione!
  • Qual è, allora, il problema principale del governo? E cosa dovete risolvere in tutte queste cose? Qual è il problema primario che se non viene risolto causa la rivolta, la rivoluzione, il disordine, la scissione, il morale scadente, e questo genere di cose? [...] Ci sono solo individui. Quindi il problema è di ottenere una relazione equa e non troppo oppressiva (notate come ciò viene formulato) tra l'individuo e l'organo governativo, e tra l'organo governativo e l'individuo. E quello è il problema che state cercando di risolvere con il governo.
  • Un popolo governato – che non capisce le ramificazioni del loro governo o le teorie o i postulati o le altre cose che stanno alla base del governo, o le leggi su cui si fondano i sistemi di governo e così via – può rimanere alquanto scoraggiato. Può essere condotto fuori strada, messo in uno stato di confusione e può prendersela con i posti sbagliati e così via e sentirsi molto a disagio.

Da Giornale di Ron '67 – La Sea Org, le Org di Scientology

Trascrizione di nastro indirizzato a tutto lo staff e a tutti gli studenti delle organizzazioni di Scientology, 20 settembre 1967; riportato in Eticaeverita.wordpress.com.

  • Avrete sentito parlare della Sea Org, l'Organizzazione del Mare, e molto probabilmente, col passare del tempo, ne sentirete parlare ancora. In realtà, questa è soltanto un'altra organizzazione di Scientology, con la differenza che si occupa di attività e materiale estremamente avanzati. I membri del suo personale sono OT. La sua missione è portare i Clear a raggiungere e superare rapidamente i livelli superiori, con sicurezza e certezza. Ha inoltre la missione di assicurare il rispetto dell'etica.
  • L'unica volta in cui la tecnologia di Scientology è inefficace è quando non viene usata o quando viene notevolmente alterata.
  • Avevamo offerto all'allora presidente Kennedy di assisterlo nei suoi programmi nazionali con l'uso di Scientology. A quanto pare, la sua risposta a questa offerta consistette nell'ordinare un'irruzione nella nostra organizzazione
  • [Sull'OT III] Questo mistero è talmente occluso, che se qualcuno ha tentato di penetrarlo (come sicuramente molti hanno fatto), questo qualcuno è morto. Il contenuto di quest’area è così maligno da essere accuratamente predisposto per uccidere chiunque ne scopra l'esatta verità.
  • [Sull'OT III] Sono assolutamente sicuro di essere stato il primo a sopravvivere al tentativo di procurarsi questi dati. Il materiale di cui sto parlando è naturalmente materiale di livello molto avanzato. Mi perdonerete se non ve lo descrivo in chiari dettagli, ma è molto probabile che farebbe ammalare anche voi.
  • L'Organizzazione del Mare sta semplicemente organizzando delle basi che siano al di fuori delle strade più battute dagli uomini, e in queste basi potremo portare attraverso le persone e, oltre a risolvere anche le situazioni riguardanti Scientology, per aiutarla a conseguire il rispetto dell'etica su questo pianeta.
  • È verissimo che 75 milioni di anni fa, su questo pianeta e sugli altri 75 pianeti che formano questa confederazione, accadde un’enorme catastrofe. Da quel momento in poi è stato un deserto, ed è toccato ad una manciata di uomini tentare di portare la sua tecnologia fino al livello in cui qualcuno potesse avventurarsi in quest'impresa, penetrare nella catastrofe e annullarla. Siamo a buon punto verso il raggiungimento di questa meta.
  • Non abbiamo più a che fare con la durata della vita umana, che è di 70 anni, abbiamo a che fare con i secoli. E ai livelli superiori, abbiamo abbastanza tempo per farcela, ammesso che lavoriamo abbastanza rapidamente ai livelli inferiori e nell'ambito della struttura della società stessa, per impedirle di autodistruggersi prima che noi conseguiamo i nostri scopi e le nostre mete.
  • Da qui in avanti, il mondo cambierà. Ma se cambierà e si riprenderà, sarà grazie allo Scientologist, sarà grazie all’auditor e alla sua competenza tecnica, sarà grazie all’organizzazione, allo staff dell’organizzazione e alla sua dedizione. In tutto il vasto universo non c’è altra speranza per l’uomo, oltre a noi stessi.

Da Scientology, stato corrente del soggetto e materiali

HCO (Hubbard Communications Office) bulletin del 30 luglio 1973; riportato in Eticaeverita.wordpress.com.

  • Esistono molte altre materie oltre Scientology. Molte di queste materie sono in uno stato molto primitivo, anche se lasciano credere di essere in una posizione molto avanzata. La psichiatria e la psicologia sono un paio di queste. Le loro finzioni, le loro azioni inumane, e persino le loro crudeltà insudiciano il campo dello spirito e della mente. Dato che producono risultati negativi, o persino dannosi, e dato che erano delle "autorità" prima che Scientology iniziasse a guidare il campo verso livelli più assennati e civilizzati, il compito di Scientology relativo all'occuparsi del pubblico viene reso ben più difficile di quello che sarebbe, se il pubblico non fosse stato così danneggiato e reso sospettoso nei confronti del campo della mente. Eppure, i più grandi rompicapo che i terapisti della psichiatria e della psicologia pensano di avere (non sono stati di fronte a quelli veri) cedono di fronte ai livelli più bassi e banali esistenti in Scientology.
  • C'è un aneddoto divertente su uno Scientologist che ha preso parte ad una riunione sociale di psichiatri e psicologi. Li ha ascoltati per un po' lamentarsi dei loro pazienti e dei loro casi e poi, mosso a compassione, ha iniziato a spiegare loro, usando una specie di linguaggio tecnico infantile, la natura e la soluzione di quegli "enormi" "irresolubili" "problemi". Siccome non si era risentito per l'ignorante arroganza con cui lo avevano accolto all'inizio, e siccome sembrava comprendere i loro problemi, lo tennero lì fino alle quattro del mattino a parlare dei loro "problemi" in dettaglio e gli prestarono sempre più attenzione, in modo assorto, e iniziarono ad avere delle realizzazioni. Erano molto mansueti e molto rispettosi quando se ne andò, certi di aver ascoltato il guru di tutti i tempi: ed è divertente perché non si trattava di un auditor addestrato, in nessun senso della parola. Aveva solo letto qualche libro di Scientology! Eppure per loro era un decano, un professionista in virtù di conoscenza comparativa e sensata. Molti Scientologist hanno avuto esperienze simili.
  • Il grosso della conoscenza di Scientology torreggia come una montagna. È accessibile ai più, a coloro che la cercano. Le sole barriere che costoro hanno sono costituite, di solito, da una scarsa padronanza della loro stessa lingua e dalle concezioni errate, relative allo studio, radicate in loro fin dai tempi della scuola materna.
  • Non c'è nessun posto in cui mandare i malati di mente, dato che mandarli da uno psichiatra equivarrebbe a condannarli all'orrore, e quindi le org di solito non si occupano per niente di loro, dato che non sono attrezzate per farlo, anche se ne avrebbero la capacità tecnica.
  • La medicina è stata sorpassata, per quanto riguarda la guarigione, dai nutrizionisti e dai biochimici. Essa cerca ancora di escludere queste professioni dalla sua conoscenza ed esperienza.
  • Mentre i dottori e la loro branca psichiatrica inondano il mondo con gli inutili e distruttivi "tranquillanti", il nutrizionista dà un paio di capsule di magnesio, che calmano una persona in modo splendido e molto più efficace, senza il danno fisico prodotto dal tranquillante.
  • I dottori e la loro branca psichiatrica hanno regalato al mondo la più grossa ondata di tossicodipendenza. I loro amici psicologi orientati verso il pensiero tedesco, i quali insegnavano ai giovani che l'uomo è un animale e distruggevano la religione ortodossa, hanno regalato al mondo la più grande era criminale. Se ne stanno andando, anche se la loro retroguardia sta ancora combattendo in modo sporco e violento. Perché dunque scommettere sui perdenti? Non ce la faranno.
  • Scientology, stando a sondaggi effettivi e alle affermazioni dei sociologi, è la religione che sta crescendo a maggiore velocità nel mondo è ciò è ancora più degno di nota, in un periodo in cui le religioni ortodosse, di fronte al furioso assalto materialista dei giorni nostri, si sono rimpicciolite.

Da Il fondatore di Scientology rompe il silenzio

Intervista di Sue Lindsay, Rocky Mountain News, 20 febbraio 1983; riportato e tradotto da Amici di Ron.

  • [Su Battaglia per la Terra] Fa bene a chiedermi perché ho scelto Denver e il Colorado come sfondo per il mio romanzo. È bello e drammatico. E mi serviva un personaggio proveniente da un ambiente aspro e selvaggio con una personalità che somigliava ad un abitante del Colorado.
    Per quanto riguarda il messaggio ai residenti di Denver dico solo questo: «Qualunque cosa accada potete vincere.»
  • Ci sono semplicemente delle attività che sono troppo divertenti per essere abbandonate del tutto. Scrivere è così per me. Amo ogni opportunità datami per scrivere.
  • Ho scelto la fantascienza perché questo genere ha una grande versatilità. (Uno scrittore deve scegliere il suo strumento con la stessa accuratezza che usa un pittore per scegliere pennelli e colori.) Inoltre, la fantascienza non è più ormai la figliastra della letteratura. «Star Wars» (Guerre Stellari) ha creato nuovi seguaci ed ora «E.T.» ha provato che questo genere suscita molto più interesse di quanto sia mai immaginato.
  • «Battlefield Earth» è fantascienza ma è anche avventura. È una dichiarazione sulla condizione umana e sullo spirito umano.
  • Quando si dice colonna sonora, la gente pensa alla colonna sonora di un film. Il concetto non è associato ad un libro. Quello che ho fatto con «Space Jazz» è stato introdurre un nuovo concetto: colonne sonore per libri.
  • La fantascienza è cresciuta tra la tecnologia e la gente. Le storie parlavano o della gente o dell'invenzione più nuova.
  • La fantascienza non era fatta che da incredibili veicoli spaziali, macchine del tempo e aggeggi meccanici vari. L'elemento umano era di secondaria importanza. Per me l'elemento umano e il potenziale umano sono sempre stato di primaria importanza.
    Semplicemente, la gente è più interessante delle macchine.
    Guardate il più grande successo di cassetta della storia del cinema: «E.T.»! «E.T.» parla di persone, ed io includo E.T. stesso in questa categoria. La tecnologia non è solamente secondaria ma è anche una minaccia. La tecnologia che appare cercando di catturare E.T.
    Penso che questo sia forse la più grande svolta della fantascienza.
  • Con il progresso della tecnologia (come per esempio i computers) la fantascienza cessa di essere del tutto fantasia. E certamente non è più una moda passegera.
  • Il film «E.T.» non era certamente un'epopea nel senso di scopo o grandezza. Ma aveva un significato.
  • Esistono ancora quelli che non sanno creare visioni per il futuro, e come prima, schioccano la lingua per vivere, e saranno di nuovo dimenticati semplicemente perché non sanno creare – sanno solo criticare.
  • Il futuro è la sola frontiera senza limiti, una frontiera che passeremo in tutti i casi. La fantascienza fa appello a tutte le età perché riguarda il futuro e il potenziale umano.
  • Ho scritto «Battlefield Earth» per quelli che amano l'avventura, la volontà di sopravvivere e lo spirito di base umano contro svantaggi immensi.
  • Finché ci saranno scrittori, ci saranno trame. E finché ci saranno persone che amano una bella storia, ci saranno scrittori.
  • Scrivere offre creazione, espressione e l'abilità fondamentale di comunicare, sia che scriviate poesie sia che scriviate un romanzo.
  • Penso che se volessi essere caratterizzato in modo speciale come scrittore, chiederei di essere definito come uno che scrive perché ama scrivere.
  • Non guardo l'orologio quando scrivo. In verità ho lavorato per giorni di seguito senza dormire semplicemente perché mi stavo divertendo tanto da dimenticarmene.
  • Un bambino è una cosa incredibile perché non è stato turbato o sconvolto dal mondo che gli sta intorno. Quindi un bambino cerca e indaga. Ma cosa più importante, sa giocare.
  • Scrivi, scrivi, scrivi, e scrivi. E quando hai finito, scrivi ancora.
    Forse non è un consiglio originale, ma è pur sempre molto vero: imparate a scrivere scrivendo.
    Non cercate di imparare come scrivere, per scrivere. Ho visto molti scrittori, molti grandi scrittori annientarsi quando decisero di imparare come scrivere.
    Prendete semplicemente un'idea e seguitela. Forse troverete una storia che vi tirerà avanti. La storia prende il volo da sola. Sembra sciocco, ma succede. Avete questo personaggio che cammina per strada, voi siete pronti a spedirlo su un tassì – eppure lui continua diritto finché entra in un cinema. Ehi! Che succede? Seguiamolo e vediamo cosa succede. La cosa principale è che impariate a scrivere e a controllare il mestiere di scrittore – quel difficile mercato con il quale dovete vivere.
  • ["Quale messaggio spera di trasmettere con «Battlefield Earth»?"] Che l'uomo può sopravvivere. Questa è la storia. Veda, siamo pronti per una guerra contro chiunque, in questo pianeta, ma non siamo preparati per una guerra contro invasori spaziali. Presi quindi questa idea e scrissi la storia di un'umanità che ritrova il suo onore e la sua integrità dopo millenni di dominazione straniera.
    Non ci pensiamo due volte prima di estrarre minerali alle spese della vita di piante e animali. Come sarebbe quindi, se un invasore extraterrestre di razza avanzata vedesse l'intero pianeta nella stessa maniera?
  • Provate ad ascoltare la colonna musicale di un film che non avete visto, e dite cosa ne pensate. Ci sono molte probabilità che non abbia nessun senso per voi. La ragione di ciò, è che raramente la musica viene scritta con l'intenzione di esistere indipendentamente, per se stessa.
  • Anche i libri cambieranno. Sarete in grado di portare in giro la vostra propria libreria computer tascabile. Più tardi, vi saranno anche computer capaci di «parlarvi» e «leggere» ad alta voce.
  • L'altro giorno ho ascoltato interi passaggi presi da Scientology, e attribuiti a Budda!
  • Non ho mai sentito nessuno chiamare Scientology una religione di fantascienza – ma se anche così fosse, cosa è più interessante del futuro dei popoli?
  • Le organizzazioni di Scientology hanno un'abilità unica – l'abilità di correggere se stessi e cambiare. Questa è un'abilità rara a trovare in organizzazioni.
  • [Sui scientologists arrestati] Qualunque cosa abbiano fatto, se l'a hanno fatta, è stata una violazione di qualunque policy io abbia mai scritto mentre ero direttore esecutivo, anni fa.
  • La vitalità di un'idea non sta nel fatto che un creatore o originatore possa farla andar bene, ma, bensì, nel fatto che questa idea può essere un successo per altri. Il fatto che Dianetics e Scientology hanno prosperato è la prova della loro vitalità.
  • Ero preoccupato dallo sviluppo di armi nucleari fin dal momento in cui apparvero. L'uomo non ha mai dimostrato una salute mentale tale da meritarsi la confidenza.
    Finché l'arma era una clava o un'asta, l'effetto si manifestava solo nella vicinità del guerriero.
    Quando introdussero la polvere da sparo, la sfera di effetto crebbe con spazio più grande.
    Con armi nucleari, l'effetto non è semplicemente di spazio più grande. L'effetto si estende nel tempo, le radiazioni passano a generazioni non ancora nate.
  • Fate credere ad una persona di avere un valore e la vedrete rivivere perché la più parte delle persone, oggi, sono convinte che la loro vota non valga niente o che sia senza scopo. Date ad una persona scopo e valore e le darete vita e futuro.
  • Se prendete il punto di vista che l'Uomo non è nient'altro che una massa di fango o carne, finite in complessità e fallimenti. Ma se prendete il punto di vista che l'uomo è un essere con uno scopo e un valore e che vi è una cosa come la ricerca individuale verso la sopravvivenza, propria e di altri, avete una chance.
  • Droghe o chirurgia non servono quando ci si indirizza allo spirito umano.
  • L'Uomo si nutre di complessità e pensa che se potesse solo aggiungere un o più pezzi di complessità, risolverebbe tutto.
    Questa è una trappola.
  • Quando capite la sorgente della abberrazioni, quando capite il gioco, quando siete in grado di mantenere il vostro valore, avete guadagnato più del lavoro, avete guadagnato le stelle ed oltre.

Self analisi[modifica]

Incipit[modifica]

La self-analisi non può resuscitare i morti.
La self-analisi non svuoterà i manicomi, né porrà fine alla guerra. Questi compiti spettano all'auditor di Dianetics ed all'esperto di Dianetics di gruppo.
Ma la self-analisi ti condurrà nella più interessante avventura della tua vita. L'avventura di te.

Citazioni[modifica]

  • Per quanto riguarda le cosiddette malattie psicosomatiche: sinusite, allergie, alcuni disturbi cardiaci, dolori e malanni «strani», vista debole, artrite, e così via, fino a comprendere il settanta per cento delle malattie dell'uomo, la self-analisi dovrebbe essere in grado di dare dei notevoli miglioramenti.
    C'è poi la faccenda di quanto tu puoi sembrare giovane o vecchio. In questo campo la self-analisi può provocare un bel cambiamento. (p. 3)
  • Le avventure, senza un pizzico di eccitazione qua e là, sono monotone. E di eccitazione te ne puoi aspettare, fin troppa in qualche punto. (p. 4)
  • Un uomo può impazzire semplicemente leggendo questo libro. Se ti capita di vedere qualcuno che non è stabile quanto pensa di essere e che lavora con la self-analisi, distoglilo. Se mentalmente non può mandar giù che brodini di pollo, non ha diritto a mangiare carne cruda. (pp. 4-5)
  • Probabilmente l'amico più trascurato che hai sei tu. E tuttavia chiunque, prima di poter essere un vero amico per il mondo, deve innanzi tutto diventare amico di se stesso. (p. 7)
  • La conoscenza si potrebbe rappresentare come una piramide. In cima ci sarebbe un fatto semplice, ma che abbraccia l'universo in modo tanto ampio da far sì che da esso si possano conoscere molti altri fatti. Da questo punto, potremmo immaginarci di scendere in un numero sempre crescente di fatti, rappresentati dall'allargarsi della piramide.
    Da qualsiasi punto esaminassimo questa piramide, scopriremmo che, via via che si scende, si trovano fatti aventi un significato più specifico e complesso e meno generale. Salendo, si troverebbe invece una crescente semplicità. La scienza è il processo di partire dal basso della piramide, proprio come il re di Persia, e salire, sforzandosi di scoprire fatti più elementari che spieghino i fatti successivi. Si potrebbe dire che la filosofia è l'operazione di prendere fatti molto elementari e poi portarli a spiegare quantità sempre maggiori di fatti.
    In cima alla nostra piramide abbiamo Sopravvivenza! (p. 10)
  • L'incoscienza completa è la morte. Una mezza coscienza è una mezza morte. Un quarto di incoscienza è un quarto di morte. Via via che si accumula il dolore connesso alla vita invece di accumularne i piaceri, si perde gradualmente la corsa con la signora con la falce. Ed infine ne segue l'incapacità fisica a vedere, pensare ed essere, conosciuta come morte. (p. 19)
  • Si potrebbe dire che la vita è impegnata in una conquista dell'universo fisico. Abbiamo detto che l'impulso primario della vita è la sopravvivenza. Al fine di garantirsi la sopravvivenza, la vita deve continuare a trionfare nella sua conquista dell'universo fisico.
    Quando la vita, o una forma di vita, cessa di portare avanti questa conquista, cessa di sopravvivere e soccombe.
    Qui c'è uno scontro titanico. L'energia della vita contro materia, energia, spazio e tempo.
    La vita contro l'universo fisico.
    Si scatena una lotta gigantesca: l'universo fisico caotirco, disorganizzato, in grado di produrre solo forza, che resiste alla conquista della vita, organizzatrice e tenace, in grado di ragionare. (p. 21)
  • La morte non è che l'operazione della vita di liberarsi di un organismo superato e non desiderato, affinché nuovi organismi possano nascere e svilupparsi.
    La vita in sé non muore. Solo l'organismo fisico muore. Neanche la personalità, a quanto sembra, muore. Quindi, in verità, la morte è un concetto che si limita alla morte della parte fisica dell'organismo. La vita e la personalità, a quanto pare, continuano. La parte fisica dell'organismo cessa di funzionare. E questa è la morte. (p. 26)
  • Quando l'organismo raggiunge un punto in cui è cosciente solo a metà, le sue percezioni sono appena la metà di quel che dovrebbero essere, ed esso stesso funziona solo a metà rispetto a quanto dovrebbe lì comincia la morte. Da questo punto in poi, l'organismo intraprenderà delle azioni che affrettano la morte. Lo fa «inconsciamente», ma, in questo suo stato aberrato, una mente simile porterà la morte anche ad altri organismi. Un organismo semi-cosciente costituisce quindi una minaccia per gli altri.
    Ecco la persona incline ad avere incidenti, il fascista, colui che cerca di dominare, la persona egoista e quella che cerca di affermarsi a danno degli altri. Ecco un organismo in viaggio verso la morte.
    Quando l'organismo raggiunge un punto in cui è vivo solo per un terzo, è cosciente solo per un terzo, percepisce solo la terza parte di quello che potrebbe percepire, la vita accelera ancora di più la morte di questo organismo e di quelli che gli stanno attorno. Ecco il suicida, la persona sempre malata, quella che rifiuta il cibo. (p. 27)
  • Una casa sporca, appuntamenti non rispettati, abiti dimessi, pettegolezzi malvagi, critiche subdole agli altri «per il loro bene»: queste sono tutte molestie che portano al fallimento e troppi fallimenti portano alla morte. (p. 28)
  • Il dolore fisico e le perdite accumulati portano ad una riduzione di coscienza, una riduzione di coscienza, una riduzione della salute fisica ed una riduzione della volontà di vivere fino ad un punto in cui l'organismo cerca attivamente, benché indirettamente, la morte. (p. 31)
  • Si è scoperto che il corpo umano è estremamente efficiente nel ripararsi da sé quando i ricordi contenenti dolore immagazzinati nella mente vengono eliminati. Si è scoperto inoltre che fintantoché il dolore immagazzinato rimane presente, le cure mediche non sono assolutamente in grado di porre rimedio in modo permanente alle cosiddette malattie psicosomatiche, come l'artrite, i reumatismi, la dermatite e migliaia di altre malattie. (p. 32)
  • Quando il dolore fisico inizia a crescere nei depositi mnemonici della mente, l'individuo in questione confonde ancor più l'ieri con l'oggi e riduce ancor più la sua fiducia. Comincia ad essere un po' spaventato e mostra di essere annoiato, dice che, comunque, non aveva intenzione di andar così lontano. Non ne vale la pena. Si prende gioco delle cose che in realtà desidera, si prende gioco dei sogni degli altri e si comporta, in generale, tale e quale ad un giornalista del Corriere. Ha paura di affrontare qualcosa di promettente, figuriamoci un oggetto realmente desiderabile.
    Con un ulteriore accumulo di dolore si continua a scendere per la scala, finché non ci si trova letteralmente in cammino per andarsene dalla vita. (p. 41)
  • L'uomo è fondamentalmente buono. Il dolore e le aberrazioni sociali lo distolgono da un'elevata etica, dall'efficienza e dalla felicità. (p. 43)
  • Con l'invenzione del linguaggio, l'uomo si è attirato una fonte insospettata di aberrazione. Benché il linguaggio sia ben lungi dall'essere l'unico motivo per cui un organismo ha meno successo di quanto potrebbe averne, il nostro ordine sociale vigente pone un eccessivo accento sul linguaggio. Le parole non sono altro che simboli che rappresentano delle azioni. I bambini imparano molto presto queste azioni ed i simboli che la rappresentano. In seguito cominciano a confondere l'azione con il simbolo ed a credere che le parole stesse abbiano una forza e un potere che in realtà non possiedono. Se credi che le parole abbiano forza e potere, tieni la mano davanti alla bocca e dì qualche parola. Vedrai quanto è trascurabile la forza della tua emissione vocale, indipendentemente dalle parole che usi. Sotto la erronea enfasi sulla forza delle parole si celano le reali azioni fisiche, di cui le parole sono solo i simboli. Il punto principale, allora, è che le parole non hanno potere, ma le azioni sì. (pp. 69-70)

Explicit[modifica]

Ogni volta che ti sottoponi ad una seduta di processing dovresti finire con la seguente routine, senza usare il disco:
1. Ripassa rapidamente la seduta che hai appena concluso.
2. Ripassa ancora una volta cosa hai fatto, prestando particolare attenzione a come sei stato seduto.
3. Ripercorri l'intera seduta considerando solo cosa hai fatto con le mani e quali cose hai sentito nel mondo esterno durante la seduta.
4. Punta ora la tua attenzione su un oggetto piacevole vicino a te.
Ripeti queste cose finché non ti senti rinfrancato nell'ambiente immediatamente circostante.

La Via della Felicità[modifica]

Incipit[modifica]

Certamente tu vuoi aiutare i tuoi amici e conoscenti.
Se qualcuno le cui azioni influenzino anche alla lontana, la tua sopravvivenza.
Scrivi o timbra il tuo nome, come persona, sulla seconda riga in copertina.
Offrigli il libro.
Chiedigli di leggerlo.
Scoprirai che anche lui è minacciato dall'eventuale condotta di altri.

Citazioni[modifica]

  • Se non si riesce a sopravvivere non si possono neppure ottenere gioia e felicità. (p. 5)
  • Tu sei importante per gli altri. Ti ascoltano. Puoi influenzarli. (p. 5)
  • Le persone che non fanno il bagno o che non si lavano le mani regolarmente sono spesso portatrici di germi. Queste persone ti mettono in pericolo. È tuo sacrosanto diritto richiedere che queste persone facciano il bagno regolarmente e si lavino le mani. (pp. 7-8)
  • Le persone stanche non sono pronte. Commettono errori. Hanno incidenti. Possono far pesare tutto il lavoro su di te, proprio quando hai bisogno di loro. Mettono gli altri in pericolo. Insisti perché le persone che non si riposano adeguatamente, lo facciano. (p. 8)
  • Non lasciare che troppo alcool finisca col produrre infelicità o morte. (p. 10)
  • Se non insisti sulla fedeltà del tuo compagno, o compagna, ti esponi a delle malattie. (pp. 12-13)
  • L'impulso di un momento può diventare il dolore di tutta una vita. (p. 13)
  • Mettere al mondo un bambino, al giorno d'oggi, è un po' come gettarlo nella gabbia di una tigre. (p. 15)
  • Un bambino è un po' come un foglio bianco. Se ci scrivi sopra delle cose sbagliate, dirà delle cose sbagliate. Ma, a differenza di un foglio, un bambino può iniziare a scrivere e ha la tendenza a scrivere ciò che c'era già scritto. (p. 16)
  • Dati falsi possono far commettere errori stupidi. Possono persino impedire di assimilare i dati autentici. (p. 23)
  • Ciò che è vero, è ciò che è vero per te.
    Nessuno ha il diritto di costringerti ad accettare dei dati od ordinarti di credere a una cosa piuttosto che a un'altra. Se non è vero per te, non è vero.
    Scegli una tua strada, accetta ciò che è vero per te, elimina il resto. Non c'è infelicità maggiore di quella di chi cerca di vivere in un caos di bugie. (p. 24)
  • L'assassinio dei tuoi amici, della tua famiglia o di te stesso non fa parte della via della felicità. (p. 26)
  • Il fatto che una cosa sia giusta o ingiusta non conta di fronte alle leggi ed ai codici. Contano solo le leggi. (p. 29)
  • Il criminale violento, il propagandista, i mass-media che cercano solo notizie che fanno colpo, tutti tedono a distrarre l'attenzione dal fatto solido e quotidiano che la società non andrebbe per niente avanti, se non fosse per gli individui di buona volontà. (pp. 35-36)
  • Un ambiente deturpato da persone in disordine può avere un effetto leggermente depressivo sul morale. (p. 38)
  • La cura del pianeta comincia con il cortile di casa tua. (p. 41)
  • L'Uomo ha raggiunto la capacità potenziale di distruggere il pianeta. Ora deve essere portato al punto di essere in grado di salvarlo. (p. 42)
  • La via della felicità non può essere percorsa con beni rubati. (p. 44)
  • Un uomo sopravvive nella misura in cui è competente. Soccombe nella misura in cui è incompetente. (p. 56)
  • Il processo dell'apprendimento non è semplicemente un accumulo di dati sopra altri dati. È, invece, comprendere cose nuove e arrivare a fare le cose in modo migliore. (p. 60)
  • Chi crede di non aver più nulla da imparare nella vita, è una persona molto arrogante. È un individuo cieco e pericoloso che non è capace di disfarsi dei suoi pregiudizi e dati falsi, e sostituirli con fatti e verità che possano aiutarlo più convenientemente nella sua vita e in quella degli altri. (p. 61)
  • I pazzi non sono in grado di imparare. Diretti da intenzioni malvagie nascoste o schiacciati al di sotto dell'abilità di ragionare, i fatti, la verità e la realtà sono al di fuori della loro portata. Essi sono la personificazione dei dati falsi. Non hanno voglia, o non sono in grado, di percepire e di imparare veramente. (p. 63)
  • Se tutte le menti brillanti dal V secolo a.C., o addirittura prima, non sono state ancora capaci di mettersi d'accordo sull'argomento della religione o dell'anti-religione, significa che questo è un campo di battaglia da cui sarebbe meglio rimaner fuori. (p. 70)
  • Non è assolutamente necessario un mandato divino, né una noiosa ricerca tra pesanti trattati di filosofia per scoprire che cosa è "buono". È possibile scoprirlo personalmente. (p. 78)
  • Nel mondo irreale dei romanzi e dei film, si vedono criminali educati con bande incredibilmente efficienti ed eroi molto solitari e molto cafoni. Nella vita non succede niente di simile. I veri criminali sono di solito delle persone molto rudi, e ancora di più lo sono i loro seguaci. Napoleone e Hitler furono traditi dalla loro gente. I veri eroi sono le persone più tranquille che tu hai mai incontrato e sono molto gentili con i loro amici. (p. 82)
  • La gioia ed il piacere non derivano dall'immortalità! Al contrario! La gioia ed il piacere hanno origine solo in cuori onesti. (p. 83)
  • La felicità consiste nell'impegnarsi in attività di valore. In fondo esiste solo una persona che può dirti con certezza cosa ti farà felice: te stesso. (p. 91)

Explicit[modifica]

La via della felicità è un'autostrada per coloro che conoscono i margini.
Tu sei il guidatore.
Buon viaggio.

Citazioni su La Via della Felicità[modifica]

  • Nel 1980 Hubbard aveva scritto una collezione di consigli generici di vita. Era il periodo in cui Scientology stava fronteggiando le accuse federali contro alcuni suoi massimi dirigenti che avevano architettato l'infiltrazione di uffici governativi per rubare documenti potenzialmente dannosi per Hubbard. Temendo che l'FBI decidesse di coinvolgere anche lui nel procedimento, dopo aver già condannato sua moglie per il ruolo avuto nella cospirazione, il Fondatore si era dato alla macchia. L'opuscolo di Hubbard contiene consigli generici del tipo "dai il buon esempio" e "non uccidere". In un momento in cui l'immagine di Scientology era particolarmente negativa, il libretto sembrava una mossa ovvia per farsi pubblicità positiva. (Tony Ortega)

Scientology: I Fondamenti del Pensiero[modifica]

Incipit[modifica]

Dati anagrafici su Scientology
Che cos'è Scientology?
Scientology è una filosofia religiosa applicata.
Il termine Scientology è preso dalla parola latina scio (conoscere nel significato assoluto del termine) e dalla parola greca logos (lo studio di). Di per sé la parola significa letteralmente "sapere come conoscere".
Scientology si può ulteriormente definire come lo studio di occuparsi dello spirito in relazione a se stesso, agli universi e alle altre forme di vita.

Citazioni[modifica]

  • Mentire è il livello più basso di creatività. (p. 20)
  • Se si può vedere una cosa la si può avere, se si crede di poterla avere. (p. 28)
  • Possedere vuol dire essere capaci di vedere, toccare o occupare. (p. 29)
  • Il miglior modo per comprendere la vita è di paragonarla a un gioco. (p. 41)
  • Per godere la vita si deve essere disposti a farne, in una certa misura, parte. (p. 44)
  • L' autodeterminazione è la condizione di decidere la proprie azioni. (p. 48)
  • Il cambiamento è la manifestazione primaria del tempo. (p. 72)

Scientology: una nuova ottica sulla vita[modifica]

Incipit[modifica]

Chi sei tu, in realtà? Da dove vieni? Che cosa ti succederà? Sei un prodotto del fango, come ti è stato detto, destinato ad esistere per alcuni anni per poi avvizzire e servire da fertilizzante per la terra da cui si sostiene tu provenga? O sei qualcosa di meglio, qualcosa di più rifinito?
Quali sono le tue mete? Dove sei diretto? Perché sei qui? Che cosa sei? Scientology ha le risposte a queste domande, buone risposte, risposte vere, risposte che funzionano per te. Poiché la materia di cui tratta Scientology sei tu.

Citazioni[modifica]

  • Le persone che sono diventate infelici nei confronti della vita lo sono diventate solamente e unicamente perché hanno smesso di crearla. Questo è il punto che differenzia davvero gli esseri umani. Prendiamo una persona che è infelice, avvilita, non ha successo nella vita, non sta bene e vede tutto grigio. È la vita che manovra, dirige, trasforma, plasma lei. Prendiamo invece una persona che è felice, allegra, forte e che trova la vita degna di essere vissuta. Che cosa scopriamo in questa persona? Scopriamo che è lei a creare la vita. Vi è realmente una sola differenza: siete voi a creare la vita o è la vita a creare voi? (p. 10)
  • Scientology si è formata nella tradizione di diecimila anni di filosofia religiosa e si considera il culmine delle ricerche che iniziarono con i Veda, il Tao, il Buddismo, il Cristianesimo e altre religioni. Scientology è una dottrina gnostica in quanto sa di sapere. Questa è la caratteristica che distingue Scientology dalla maggior parte dei suoi precursori. Scientology può dimostrare di essere in grado di raggiungere le mete che tutte le religioni avevano stabilito per l'Uomo, vale a dire la saggezza, la salute e l'immoralità. (p. 25)
  • È una scoperta di Scientology – una scoperta capace di superare le prove scientifiche più rigorose – che le persone non sono dei corpi, ma sono unità viventi che fanno funzionare i corpi. In Scientology, l'unità vivente la chiamiamo thetan, parola che deriva dalla lettera greca theta, il simbolo matematico usato in Scientology per indicare la sorgente della vita e la vita stessa. Questa unità vivente è l'individuo, la persona, l'identità vera e propria. Essa è modificata dall'aggiunta di un corpo, viene indotta ad avere una certa unknowingness (inconsapevolezza) della propria condizione. La missione di Scientology consiste nell'innalzare la knowingness (consapevolezza) di questo spirito fino al punto in cui egli sa di nuovo ciò che è e ciò che fa. In tale stato il thetan può impiegare direttamente al proprio corpo o al suo ambiente o al corpo di altri l'abilità curativa di cui è capace. È il thetan che crea e costruisce, è il thetan che modella le forme e gli organismi veri e propri. (p. 27)
  • La definizione fondamentale di sanità mentale in questa società erudita in modo piuttosto nebuloso sta nel fatto che una persona concordi o meno con tutti gli altri. È un modo piuttosto grossolano di accettare una prova, ma troppo spesso è il principale criterio di valutazione. (p. 34)
  • Quando un uomo apre bocca e chiede: "Dov'è la conferma ufficiale?" potete star certi che avete davanti un perfetto stupido. Costui sta dicendo, seccamente e senza mezzi termini: "Non sono in grado di pensare con la mia testa. Devo avere un'Autorità". Dove potrebbe mai cercare una conferma se non nell'universo fisico e all'interno della sua realtà soggettiva ed oggettiva? (p. 38)

Incipit di alcune opere[modifica]

Anno 3000[modifica]

Seduto nel buio della prigione, Terl era depresso.
Non si trovava con gli altri Psychlos, che avrebbero fatto di lui batuffoli di pelliccia, ma in un cubicolo che una volta era stato usato per conservare le macchine pulitrici, al livello dei dormitori, e che ora disponeva di un proprio condizionatore di gas vitale. C'era un letto stretto, lungo poco più di tre metri, e uno sportello stagno girevole da cui veniva spinto il cibo. Attraverso le pareti vetrate dello sportello si vedeva il corridoio esterno e sotto la porta era fissato un intercom per ricevere e trasmettere.
Era un luogo sicuro: Terl aveva già tentato tutti i mezzi di fuga, perché non era incatenato, ma a tutte le ore del giorno e della notte c'era una sentinella armata di fucile a ripetizione davanti alla porta.
Era tutta colpa delle femmine, quelle degli animali e di Chirk. La coscienza dei propri errori non era mai stata molto viva in Terl, mentre la convinzione di essere nel giusto era solidissima, tanto più in giorni come quelli.
In vista di una possibile riduzione del castigo – e nella speranza di guadagnarmi la Vostra benemerita clemenza – mi impegno, con la presente, a descrivere tutti i crimini da me commessi contro lo Stato, come da Voi richiesto.

Battaglia per la terra[modifica]

«L'uomo» disse Terl «è una specie in via d'estinzione»
Le zampe pelose dei fratelli Chamco s'immobilizzarono sull'ampia tastiera del gioco a raggio laser. Le grandi palpebre lisce e ossute di Char calarono sui suoi occhi giallastri, lo sguardo perso nel mistero. Perfino la cameriera, che fino a quel momento si era mossa in silenzio raccogliendo le sue casseruole, si fermò rumorosamente e rimase a bocca aperta.
Se avesse gettato una ragazza nuda, in carne e ossa, in mezzo alla stanza, Terl non avrebbe potuto ottenere un effetto più spettacolare.

Citazioni su Battaglia per la terra[modifica]

  • Molti appassionati di fantascienza ritennero che il romanzo non rispecchiasse brio, freschezza ed emozioni dei precedenti lavori di Hubbard. Forrie Ackerman, il suo agente, arrivò a chiedersi se fosse davvero stato scritto da Ron e si prese la briga di far controllare da un esperto calligrafo la dedica personale sulla sua copia («A 4E, amico da sempre e mio mostro preferito»). (Russell Miller)
  • Per la reputazione di Hubbard era essenziale che Battaglia per la Terra diventasse un bestseller. La Chiesa di Scientology si impegnò ad acquistarne 50.000 copie in brossura, organizzò una massiccia campagna pubblicitaria e diede disposizioni agli scientologisti di tutti gli Stati Uniti di acquistarne almeno due o tre copie a testa. Come prevedibile, il romanzo entrò nelle classifiche di vendita più importanti. Gli scientologisti che, più o meno in quel periodo, iniziavano a scontare la loro pena detentiva ebbero sicuramente tempo libero a sufficienza per apprezzare l'opera più recente del loro leader. (Russell Miller)

Gli invasori tramano[modifica]

A Lord Turn, Altissimo Magistrato della Corte e delle Prigioni Imperiali, Città del Governo, Pianeta Voltar, Confederazione di Voltar.
Vostra Eccellenza! Signore!
Io, Soltan Gris, Ufficiale di grado XI del Servizio Generale, ed ex Dirigente Secondario del Coordinamento Informativo Aggregato, Confederazione di Voltar, (lunga vita a Sua Maestà Cling il Superbo), nella dovuta umiltà sottopongo con la presente il quinto volume dei miei crimini.
Benché non abbia ancora ricevuto riscontro da Vostra Eccellenza, sono certo di averLa ormai convinta che fu Jettero Heller, Ufficiale della Flotta, a istigare la commissione di questa azioni riprovevoli.

Il tenente[modifica]

Era nato in un rifugio antiaereo e il suo primo vagito era stato soffocato dal sibilo delle bombe, dal boato dei muri che crollavano e dal crepitio della mitraglia che straziava il cielo.
Aveva studiato in una scuola di campagna, dove si insegnava A come Antiaerea e V come Vittoria. Sapeva che i bombardieri Vickers Wellington erano volati fino in Cina senza scalo. Ma nessuno aveva mai pensato di raccontargli di un tipo con una caravella che si era spinto non meno lontano, anche se in direzione opposta, un certo Cristoforo Colombo.

Ricchezza e terrore[modifica]

A Lord Turn, Altissimo Magistrato della Corte e delle Prigioni Imperiali, Città del Governo, Pianeta Voltar, Confederazione di Voltar.
Vostra Eccellenza! Signore!
Io, Soltan Gris, Ufficiale di grado XI del Servizio Generale, ed ex Ufficiale Secondario del Coordinamento Informativo Aggregato, Divisione Esterna della Confederazione di Voltar, (Lunga Vita a Sua Maestà Cling il Superbo e a tutti i 110 Pianeti dei Domini Voltariani), con la presente mi avvalgo, nella massima umiltà e gratitudine, del Vostro nobile e compassionevole ordine di sospensione della pena, concesso con tanta grazia e cortesia.

Citazioni su L. Ron Hubbard[modifica]

Gerry Armstrong[modifica]

  • Attraverso lo studio della documentazione che ho raccolto, e da più di dieci anni di osservazione del Sig. Hubbard e del movimento di Scientology, ho imparato che il Sig. Hubbard ha crudelmente ingannato i suoi seguaci, al punto in cui loro stessi mentivano e cercavano di ingannare gli altri sulle verità relative a lui e a Scientology. I portavoce e i testimoni di Scientology hanno affermato che il Sig. Hubbard non controlla le organizzazioni. In realtà ha il controllo assoluto, compreso il controllo finanziario, e molti Scientologist lo sanno.
  • Il suo comportamento divenne ancora più strano dopo l'incidente in moto. Le sue urla si sentivano da ogni angolo della nave, gridava, tuonava e delirava ogni giorno di più. Diceva continuamente che i cuochi cercavano di avvelenarlo, ed iniziò a sentire odori dappertutto. I suoi vestiti dovevano essere risciacquati tredici volte, usando tredici secchi diversi di acqua pulita per eliminare completamente l'odore del detersivo.
    All'epoca nessuno avrebbe osato pensare che il re era nudo. Controllava i nostri pensieri al punto che non potevi prendere in considerazione l'idea di andartene senza pensare che in te c'era qualcosa di sbagliato.
  • In nessun momento ho avuto l'impressione che il sig. Hubbard o altri executive senior considerassero Scientology una religione. Secondo quanto da me compreso - convinzione mantenuta per tutto il tempo che ho passato in Scientology - e dalle direttive espresse da altri membri della Sea Org, Scientology operava completamente come un'impresa, e i suoi sforzi per essere riconosciuta come "religione" erano unicamente per evadere le tasse e le leggi del governo.
  • La mia conoscenza, basata su documenti e osservazione diretta, è che la ragione principale per cui il Sig. Hubbard ha chiamato Scientology "religione", oltre all'evasione fiscale, è di nascondersi dietro i diritti Costituzionali relativi alle religioni, e quindi portare avanti il suo progetto di controllo mentale e mantenere i suoi seguaci nell'inganno.
  • La mia fiducia era stata tradita nel momento in cui Hubbard aveva mentito su se stesso. La sua vita era stata un continuo campionario di pratiche fraudolente, di evasione fiscale, di fuga dai creditori e dalla legge. Era una miscela di Adolf Hitler, Charlie Chaplin e Barone di Munchausen. In breve, era un truffatore.
  • Quando giravamo i film diventava più offensivo di quanto l'avessi mai sentito prima, passava tutto il tempo a urlare e imprecare. Noi ci affannavamo terrorizzati. Copriva la sua incompetenza attaccando chiunque avesse intorno. Ci vedeva poco ma voleva usare le macchine da presa, così spesso le riprese erano fuori fuoco e allora se la prendeva con il cameraman, "non riesci nemmeno ad inquadrare qualcosa!". Oppure sentiva un ronzio nel microfono ed iniziava ad imprecare "Suono! Suono! Fottuti idioti! Tutti fuori dal set!"
  • Scoprivo contraddizione su contraddizione. Continuavo a cercare di giustificarle, continuavo a pensare che avrei trovato un altro documento che avrebbe spiegato tutto. Ma non fu così. Arrivai lentamente a rendermi conto che il tipo aveva ampiamente mentito sulla sua storia.

Paulette Cooper[modifica]

  • Gli Scientologist ripetono in continuazione che Hubbard non fa soldi con Scientology, perché quanto ricava lo dona all'organizzazione per la ricerca.
    Se questo è vero, allora bisogna dar credito agli Scientologist di aver speso un'enorme quantità di denaro in ricerca, perché Hubbard ha spesso ricevuto un tributo pari al 10% dal reddito lordo delle Chiese. In aggiunta a questo, un tempo imponeva un'imposta addizionale del 5% alle Org lente nei pagamenti, e in una occasione pretese dalle Chiese di mandargli "tutti i soldi extra che avete in giro". Dove questo denaro vada poi a finire non è mai stato molto chiaro.
    I seguaci assicurano che non lo usa a scopo personale, e non sembrano chiedersi se le sue numerose case, automobili, barche ecc. siano veramente necessarie all'operazione Scientology. La fede degli affiliati è tale che nelle Org nessuno appare particolarmente turbato nel vedere Hubbard e sua moglie in una foto che li ritrae accanto alla loro auto, con la didascalia che dice: "Ron e Mary Sue con la loro Jaguar."
  • Hubbard diceva che se qualcuno chiama Scientology "setta" o "buffonata", ciò che realmente vuol dire è "per favore per favore non scoprite quello che ho fatto!"
  • Hubbard è convinto, o meglio ossessionato, dall'allucinazione che gli psichiatri uccidano o torturino i loro pazienti con trattamenti di elettroshock, li usino come oggetti sessuali e non li aiutino mai.
  • Hubbard e Scientology non sono mai stati grandi appassionati della professione medica. [...] Agli Scientologist non viene permesso di prendere nemmeno un'aspirina prima dell'auditing, o "ricevere qualsiasi 'trattamento' o 'aiuto' da chiunque sia connesso all'arte della guarigione', come ad esempio medici o dentisti", eccetto che in casi di estrema emergenza quando non si trovi nessuno nella Chiesa.
  • Hubbard mutò la "scienza" Dianetics in "religione". In seguito ribattezzò la sua religione col nome di "Scientology".
    Non tutti applaudirono queste mosse. Un critico notò che il nome "Scientology" non faceva più impressione di un fruttivendolo che decidesse di chiamarsi "Fruttologo". Ma la maggior parte delle obiezioni e dei sospetti furono sollevati non dal nome, ma dalla "religione". Gli agnostici sembravano offesi dalla religione, e i religiosi dall'agnosticismo. [...] Molti furono sospettosi della conversione di Dianetics in religione, probabilmente perché la "scienza" di Dianetics stava attraversando talmente tante difficoltà che trasformarla in religione e cambiarle nome poteva sembrare un tentativo di sfuggire ai problemi crescenti.
  • Hubbard riteneva possibile che qualcuno che soffre di psoriasi (una malattia della pelle) possa averla contratta dai resti di fluido digestivo quando la persona (o il suo thetan) era stata mangiata da un animale, in una delle sue vite passate. Se una persona ha poi dei problemi di mandibola, se gli fa male o soffre di mal di denti, potrebbe trattarsi delle vestigia dei giorni in cui il suo thetan si trovava nel corpo di una vongola primordiale, la quale aveva problemi ad aprire e chiudere la conchiglia. Hubbard sosteneva che se il dolore alla mandibola era associato alla paura di cadere, allora la vongola poteva essere stata raccolta da un uccello.
  • L'atteggiamento litigioso degli Scientologist deriva dalla filosofia di Hubbard, il quale sostiene che "la DIFESA di qualcosa è INCONCEPIBILE. Il solo modo per difendere qualcosa è ATTACCARE."
  • La teoria di Hubbard su come esattamente gli engram si possano impiantare prima che il feto sviluppi un sistema nervoso o gli organi sensoriali atti a registrare le impressioni, non è mai stata molto chiara, almeno non nel modo inteso dalla maggior parte dei dottori; o anche su come una persona possa trattenere o "ricordare" affermazioni verbali prima di possedere il comando del linguaggio.
  • Molta gente pensa che Hubbard abbia trasformato la "scienza" di Dianetics nella "religione" di Scientology per evitare le molte tasse e difficoltà finanziarie che li stavano affliggendo. [...] Ma gli aspetti religiosi non hanno soltanto permesso a Scientology di non pagare le tasse, ma anche di evitare le azioni legali - o "persecuzioni", come preferiscono chiamarle - che minacciavano Dianetics. La legge concede molto spazio alle religioni, che non sono costrette a convivere con gli standard ristretti di altri gruppi.

Bent Corydon[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • La storia di L. Ron Hubbard è uno studio del grottesco. Quanto più si apprende su di lui tanto più la storia appare impossibile. Non può essere vero. Ma lo è: eccolo, un fumatore incallito, un enigmatico fascio di contraddizioni.
  • Per i suoi seguaci egli è la reincarnazione del Buddha: il Messia profetizzato e atteso da innumerevoli milioni di persone nel lontano Oriente e in tutto il mondo. Il Meitreya, "Colui il cui nome è gentilezza", il solo con i capelli d'oro.
  • È molto facile saltare alla conclusione che l'unica cosa che interessasse Hubbard fosse il denaro. Ma non era così. Hubbard voleva molto di più del semplice denaro; egli intendeva detenere un potere personale di portata tale che solo pochi nella storia hanno potuto credibilmente aspirare a tanto. Inseguiva questo obiettivo con tanta ossessione da generare un'energia che, a volte, lo faceva sembrare sovrumano.
  • Secondo Hubbard la moralità era una camicia di forza indossata dagli sciocchi. Faceva riferimento alla moralità soltanto quando gli era di aiuto per raggiungere un obiettivo.
  • Secondo Ron Jr. il padre considerava se stesso come colui che "verrà dopo", pensava di essere il successore di Crowley e di aver assunto il mantello della "Grande Bestia". Gli disse che in realtà Scientology aveva preso inizio il primo dicembre del 1947. Il giorno in cui Crowley morì.
  • Hubbard desiderava da lungo tempo prendere il controllo del campo della "salute mentale", e qualsiasi cosa potesse fare per infangare l'immagine di un concorrente (in questo caso la psichiatria) diventava un'azione a livello mondiale.
  • Probabilmente è vero, come diceva Hubbard, che quando una persona pensa di non poter trattenere nulla ad un'altra persona, il suo QI si abbassa nei riguardi di quella persona. Il che, forse, spiega come mai tanti dei suoi seguaci sembrino così incredibilmente ottusi in relazione a Scientology e a L. Ron Hubbard.
  • Il tentativo di Hubbard di usare le leggi sul segreto commerciale e lo spionaggio industriale per fare osservare la "dottrina della chiesa" è probabilmente unico negli annali della storia religiosa e legale.
  • Hubbard era esperto di ipnotismo e, sebbene non possedesse credenziali, per impressionare la gente inventava spesso delle storie, ad esempio che aveva «studiato ipnotismo in India».
    Secondo quando raccontato da Ron Jr., il padre nel corso degli anni '30 e '40 aveva nutrito un interesse ossessivo per ipnosi, auto ipnosi e stati alterati di coscienza in generale, e disse che Hubbard aveva praticato l'ipnosi farmacologica sia su di lui che su sua madre (la prima moglie di Ron Sr.).
  • Si è detto che alcune delle sue motivazioni per lo sviluppo di Dianetics fossero almeno in parte scaturite dalla speranza che qualcuno potesse utilizzarla per "maneggiare il suo caso". Questo punto di vista si fonda sulla convinzione che Dianetics (e successivamente Scientology) siano sostanzialmente il racconto scritto di ciò che in lui non andava, e il tentativo di risolverlo.
    Questa opinione potrebbe avere un fondo di verità, ma personalmente ritengo che Hubbard fosse troppo egoista per prendere seriamente in considerazione l'idea che un "umanoide" potesse mai aiutarlo in modo significativo. Tuttavia i suoi scritti su "Che cosa non va nella razza umana" paiono riflettere ciò che sembrerebbe non andare in lui, piuttosto che nel prossimo. Dubito tuttavia che egli l'avrebbe mai ammesso, nemmeno con se stesso.
  • È mia opinione che L. Ron Hubbard creò Scientology come una trappola.
    C'è chi opinerà che Scientology contiene alcune verità meravigliose ed alcune ingegnose tecniche di assistenza. Non potrei essere più d'accordo. Ma per molti esse sono state il classico pezzo di formaggio dentro la trappola.
  • Raramente le parole pubbliche di Hubbard erano un riflesso di ciò che egli era e di ciò che egli pensava veramente.
    Usava le parole per creare l'effetto voluto.
  • Anche senza belletto la vita di Hubbard fu comunque colorita. Ma non fu sicuramente la vita che avrebbe potuto simboleggiare quella di un Buddha reincarnato.

Ronald DeWolf[modifica]

  • Alle feste o ai raduni lo si vedeva seduto lì, e veniva la tentazione di dire «A chi diavolo verrebbe in mente di seguire un uomo del genere?». Poi si alzava, si guardava intorno e ti inchiodava. Voglio dire, ti guardava negli occhi e le cose cambiavano all'istante.
    L'ho visto personalmente. L'ho visto alzarsi davanti alla platea e inchiodare la gente sulla poltrona. Lui lo chiamava "contatto visivo del cobra". Lo chiamava anche "mettergli al collo il serpente".
  • Aveva queste manie folli, soprattutto negli anni '30, di cercare di invocare il diavolo per chiedergli il potere. Mia madre mi ha raccontato di quando si dedicava a tutta questa serie di incantesimi, droghe e ipnosi... la picchiava spesso. Aveva un carattere violento ed esplosivo e la prendeva spesso a sberle. Ricordo che una sera del 1946 o 1947 prese a picchiare mia madre; io rimasi seduto sulle scale con un fucile calibro 22 sulle ginocchia senza perderlo di vista e fui tentato di sparargli.
  • Ho conoscenza personale del fatto che mio padre usava regolarmente droghe illegali, comprese anfetamine, barbiturici e allucinogeni. Usava regolarmente cocaina, peyote e mescalina.
  • I sentimenti saggi ed umanitari espressi nei suoi scritti e nelle sue conferenze non avevano niente a che fare con lui o con come conduceva i suoi affari. La sua vita privata era l'antitesi di ciò che voleva che fosse la sua immagine pubblica. Ha seguito a malapena i suoi stessi consigli.
  • Mio padre era un bandito cosmico. Non divideva il suo potere con nessuno. Non venerava niente e nessun altro. Non si inchinava a nessuno. Non si presentava davanti a nessun giudice.
  • Oserei dire che il 99 per cento di ciò che mio padre ha raccontato della sua vita è falso.

Russell Miller[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Per oltre 40 anni la Chiesa di Scientology ha vigorosamente promosso l'immagine di L. Ron Hubbard, suo fondatore, come un romantico avventuriero e filosofo i cui primi anni lo avevano casualmente preparato, come Gesù Cristo, alla missione di salvare il mondo. La glorificazione di "Ron", superuomo e salvatore, richiedeva una disinvolta noncuranza per i fatti: ecco perché ogni biografia di Hubbard pubblicata dalla chiesa è intessuta di menzogne, mezze verità e grotteschi abbellimenti. La mirabile ironia di questo inganno è che la vera storia di L. Ron Hubbard è molto più bizzarra e improbabile di qualsiasi bugia.
  • L'intrepida lealtà che Hubbard ispirava nei seguaci equivaleva ad una forma di controllo mentale. [...] Confortati dal senso di conoscenza esoterica, di esaltazione e di concentrazione erano pronti a seguire Ron fino all'inferno, se fosse stato necessario.
  • Credeva di essere stato l'esploratore adolescente, l'eroe spavaldo, il saggio e filosofo che le sue biografie descrivevano. Forse era troppo tardi per rendersi conto che la sua vita, in realtà, andava di gran lunga oltre la versione costruita. Con un solo e facile salto si era trasformato da scrittore di fantascienza squattrinato a guru e profeta miliardario; per quasi un decennio aveva condotto sui mari del mondo la sua flotta privata; era quasi riuscito a prendere il controllo di diversi paesi; era venerato da migliaia di seguaci in tutto il mondo, temuto e detestato dalla maggioranza dei governi. Era un cantastorie vivace la cui vita eclissava addirittura le sue storie più inverosimili.
  • Se si dovesse credere al suo racconto delle esperienze di guerra, allora sicuramente si sarebbe meritato le ventuno medaglie e onorificenze che si diceva avesse ricevuto. Sfortunatamente il suo fascicolo della Marina degli Stati Uniti indica che gli vennero concesse solamente quattro medaglie di routine - la American Defense Service Medal, assegnata a chiunque fosse in servizio all'epoca di Pearl Harbor, la American Campaign Medal, la Asiatic-Pacific Campaign Medal e la World War Two Victory Medal, quest'ultima assegnata a chiunque fosse in servizio il giorno della Vittoria.
  • Da oltre dodici mesi Hubbard stava pensando di trasformare Scientology in una religione, fin da quando era tornato dall'Europa nell'autunno del 1953. Era una scelta sensata sia sotto l'aspetto finanziario, poiché alle chiese venivano garantite sostanziose concessioni fiscali; sia sotto il profilo pragmatico, poiché era convinto che, come religione, Scientology sarebbe stata meno vulnerabile agli attacchi dei nemici che pensava stessero costantemente cercando di incastrarlo. Inoltre, nell'America del dopoguerra le religioni stavano vivendo un vero boom. Tutte le chiese vedevano aumentare il proprio seguito, c'era un nuovo interesse nei movimenti di rinascita, riassunti alla perfezione dalle spettacolari crociate di Billy Graham, ed anche i teologi stavano portando avanti il concetto di chiesa come parte integrante della cultura contemporanea, riflesso dalla popolarità di canzoni come I Believe e film epici come I Dieci Comandamenti. Anche i politici parlavano di «devozione sul Potomac» e alla fine del 1952 il Presidente eletto Dwight D. Eisenhower aveva dichiarato: «Il nostro governo non ha senso se non è circondato da una fede religiosa profondamente sentita - indipendentemente da quale fede sia.» Nel 1954 il Congresso promosse la nuova devozione aggiungendo al giuramento di fedeltà la frase «sotto la guida di Dio».
    Hubbard fu svelto a scorgere l'arrivo del carro religioso, e fu altrettanto svelto nel salirvi scaltramente a bordo.
  • La sua immagine di padre di famiglia era una posa, mostrava infatti scarso interesse per i propri figli. Nibs riusciva raramente ad accontentare il padre e la sorella Catherine, all'epoca ventunenne, aveva iniziato a lavorare per l'organizzazione di Washington ma vedeva il padre di rado. Nel 1956 sposò uno scientologista, il che avrebbe dovuto far gioire Hubbard, se non che quell'uomo non gli piaceva. Il matrimonio non sopravvisse alla disapprovazione paterna e i due divorziarono nel 1957. Hubbard non fece mai tentativi per rivedere Alexis.
  • Hubbard aveva sempre detto di ammalarsi unicamente perché i suoi nemici gli scagliavano contro energia negativa; se qualcuno cercava di farlo ragionare rispondeva con un'alzata di spalle. L'auditing era il solo modo per neutralizzare l'energia negativa.
  • C'è chi ancora crede che la morte di Hubbard fosse avvenuta diversi anni prima, e che i messaggeri l'avessero occultata mentre consolidavano il loro potere nella chiesa.
    C'è chi ancora crede che Hubbard entrerà presto in un corpo nuovo, o che l'abbia già fatto, e che stia aspettando di riprendere la sua posizione a capo di Scientology.
    C'è chi ancora crede che, nonostante tutti i suoi difetti, Hubbard abbia dato un contributo significativo all'umanità.
    E c'è chi, tristemente, ora crede di essere stato vittima inconsapevole di uno dei più grandi e multiformi imbroglioni del ventesimo secolo.

David Miscavige[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Ora Ron si è spostato sul livello successivo della ricerca OT. È un livello al di là di qualsiasi cosa noi abbiamo mai potuto immaginare.
    Questo livello in realtà è fatto in stato di esteriorizzazione. Con ciò si intende che viene fatto completamente fuori dal corpo. A questo livello OT il corpo non è altro che un impedimento ed è di impaccio per ulteriori guadagni come OT.
  • L'essere che conoscevamo come L. Ron Hubbard esiste ancora; tuttavia il corpo non serviva più ai suoi scopi. La sua decisione è stata presa a causa completa... è semplicemente progredito sul livello successivo.
  • L. Ron Hubbard ha completato tutto ciò che si era prefisso, e molto di più. Il fatto che, in modo causativo e spontaneo, abbia scaricato il corpo che non gli era più di alcuna utilità indica il suo successo definitivo: La conquista della vita in cui si era imbarcato mezzo secolo fa.
  • Non ho mai pensato che Hubbard mi considerasse come: "Oh, Dave ha solo 17 o 18 anni". Ero semplicemente Dave, persona a persona, essere spirituale a essere spirituale, per così dire.
  • L. Ron Hubbard ha plasmato una tecnologia che porta libertà spirituale totale.

Sara Northrup Hollister[modifica]

Sara e Ron nel 1946
  • Diceva che l'unico modo per fare tanti soldi era creare una religione. In pratica, quello che stava cercando di fare con Dianetics: creare una religione che gli garantisse un reddito che il governo non avrebbe potuto sottrargli attraverso le tasse.
  • Il fatto è che fisicamente era un caso da manuale. Ero un caso psicosomatico. Poteva rimanere cieco in qualsiasi momento della giornata. Aveva questi tremendi accessi d'ira e il suo sistema andava completamente in tilt.
    A volte camminava usando un bastone. Era tutto psicosomatico. In lui non c'era davvero nulla che non andasse.
  • Lui cominciò a credere di essere un salvatore, un eroe, di essere davvero questa figura divina. Era convinto di possedere la cura per le malattie psicologiche del genere umano e che l'unico motivo per cui essa non venisse diffusa largamente era che la professione medica aveva un interesse economico nel mantenere le persone malate. Credo temesse che qualche psichiatra lo sbattesse in un istituto. Degenerò in una persona paranoica e terrificante.
  • Ron faceva uso di un sacco di farmaci e vitamine, e di forti dosi di testosterone (ormoni maschili). Ricorreva all'automedicazione e ne era molto orgoglioso. Ma la stragrande maggioranza dei suoi seguaci dianeticisti non immaginò mai nemmeno lontanamente le sue inclinazioni in questo senso.
  • Ron non riusciva a reggere lo stress. Sotto stress usciva di testa. Aveva un carattere estremamente violento. Ma riusciva anche ad essere estremamente affascinante. Si mostrava molto affascinante di fronte a qualcuno, poi non appena questi se ne andava usciva con battute al vetriolo contro la persona con cui aveva fatto sfoggio del suo charme.
    Quando teneva le conferenze mostrava sempre il lato affascinante di sé... a vederlo sul palco non avresti mai detto che fosse un uomo così pieno di problemi.
  • Tanto del linguaggio scientifico che Ron ha usato in Dianetics e Scientology proviene probabilmente dai corsi di ingegneria che fece durante la sua breve esperienza universitaria a Washington. Fallì quei corsi abbastanza miseramente. Era troppo incostante. Troppo nevrotico per star seduto e studiare. Non approfondì mai realmente qualcosa.
    Ne assumeva semplicemente il gergo. Era un dilettante.
    Tuttavia sotto certi aspetti era un uomo estremamente capace. Ma emotivamente era profondamente disturbato. Il successo lo stressava. Pensavo che dovevo stare con lui nonostante la sua pazzia. Avevo questa idea di dover essere responsabile per lui. Avrei dovuto lasciarlo molto prima. Non riesco a credere di essere stata con lui cinque anni!

Cyril Vosper[modifica]

  • Con smisurata fiducia in se stesso egli affronta nodi gordiani quali la definizione di Vita, la reincarnazione, la comunicazione, i dischi volanti, il sesso, la politica, e tutti gli altri problemi minori che riguardano la risoluzione della mente umana, con un pragmatismo più grande di quello di Alessandro. Alcune delle cose che dice sono assurde, ma allo stesso tempo molte sono davvero pertinenti ed è questa curiosa miscela di verità e falsità, di fatti e finzione che dà a Scientology il suo impatto e la sua forza.
  • Da una parte Hubbard offre indubbi benefici in termini di aumento di consapevolezza, calma mentale, uno scopo per un'esistenza che ne sarebbe altrimenti priva. Dall'altra richiede aderenza totale al suo straordinario impianto di credenze, pseudoscienza, opinioni e folklore. Presenta una psicoterapia comprensibile che può certamente accrescere felicità e autostima. Da questi piccoli successi Hubbard profetizza e promette ulteriori e più stupefacenti benefici. Nessun super uomo dei fumetti, nessun eroe della fantascienza da quattro soldi potrà mai gareggiare con la prodezza e la lucidità mentale del suo Thetan Operante. Nessun postulato del mistico orientale potrà mai gareggiare con la sicura abilità e supremazia di uno scientologist completamente addestrato. Hubbard supera qualsiasi altro scrittore di fantascienza. Le sue fantasie non solo sono più straordinarie e più accuratamente elaborate, ma la gente ci crede davvero.
  • Hubbard ha criticato il sistema educativo comune per la sua abitudine di costringere gli studenti ad essere intelligenti e capaci riempiendo loro la testa di nozioni scollegate e non comprese, a scapito della vera capacità di ragionare. Questa critica è sostanzialmente vera, come lo sono molti dei commenti di Hubbard sui fallimenti degli sforzi umani, ma il suo metodo di istillare saggezza nei seguaci è talmente inutile nell'indurre saggezza da essere ridicolo.
  • Hubbard non predica un messaggio di intolleranza razziale, sebbene in molte delle sue conferenze vi siano chiari indizi che egli consideri le persone di colore spiritualmente inferiori ai bianchi. Naturalmente come per molte altre delle sue affermazioni anche l'ammirazione per gli Anglosassoni, di cui egli curiosamente è parte, trova prove nel suo atteggiamento. Egli cita i traguardi tecnologici, politici, artistici e sociali dei britannici e degli americani, e artatamente ignora i loro fallimenti. Ma il pregiudizio razziale o di colore non è un fattore centrale di Scientology. Se una persona di colore ha denaro a sufficienza per permettersi la sua terapia o l'addestramento allora è accolta a braccia aperte.
  • Hubbard non si disturba a giustificare la disumanità della sua Etica. Se le famiglie vengono distrutte, se gli amici vengono messi contro gli amici, se qualcuno si suicida, se lo spirito stesso che rende umani gli umani viene intrappolato, tutto ciò è secondario rispetto allo scopo di dimostrare che Hubbard ha ragione.
  • Hubbard sostiene che prima che un qualsiasi sistema politico possa funzionare è necessaria l'evoluzione umana ottenuta con Scientology. Una volta verificatasi tale evoluzione non saranno più necessari sistemi politici limitativi, e la portata della comprensione così acquisita da ogni individuo sarà talmente vasta da rendere assurdo qualsiasi sistema politico fin qui escogitato.
  • Hubbard sta bene attento a non dire che lui, o i suoi seguaci maggiormente addestrati, sono dotati di tali poteri. Si giustifica dicendo che levitare a un metro da terra o muovere gli oggetti con la sola forza della mente farebbe impazzire tutti i non scientologist. Naturalmente il solo motivo per cui un non scientologist non può dimostrare potere mentale sull'ambiente è che è troppo degradato dalle esperienze con l'universo fisico, e ha perso tutta la fiducia e la conoscenza della sua superiorità. Hubbard e i suoi seguaci più stretti dovrebbero essere sicuramente in grado di dimostrare la loro capacità ad apportare cambiamenti nell'ambiente. Poiché non lo fanno, si può solo concludere che non sappiano farlo e che l'intera struttura teorica sia erronea.
  • L'addestramento di Scientology consiste nel prendere un essere umano fragile e trasformarlo in una copia carbone di Hubbard.
  • La mente di Hubbard sembra composta in pari misura di genio e di una insensata smania di potere. Questa eccezionale combinazione ha già portato pena e miseria a moltissime persone e se tale smania di potere dovesse crescere ancora, con la grande ricchezza economica e l'influenza di cui dispone Scientology, il problema potrebbe diventare ingestibile.

Lawrence Wright[modifica]

  • Forse nessun altro individuo, nella storia, ha scandagliato così diffusamente e descritto in forma tanto logica e minuziosa il funzionamento interno della propria mente. Il metodo proposto da Hubbard rappresenta una sorta di piano d'azione per la realizzazione del suo sé ideale. Le abitudini di Hubbard, la sua immaginazione, i suoi obiettivi e desideri – in altre parole, il suo carattere – sono allo stesso tempo il fondamento e il fine ultimo di Scientology.
  • Io credo che la creazione di Scientology sia stata, in realtà, una forma di autoterapia. Se fosse stato solo un impostore, avrebbe preso i soldi e sarebbe scappato, ma non l'ha fatto. Stava attaccato all'E-meter, cercando di capire cosa stesse accadendo nella sua mente.
  • Le numerose discrepanze tra la leggenda di Hubbard e la sua vita hanno messo in ombra il fatto che egli è stato realmente un uomo affascinante: esploratore, autore di best seller e fondatore di un movimento religioso di diffusione mondiale. Il braccio di ferro tra scientologi e antiscientologi sulla biografia di Hubbard ha finito per creare due achetipi ugualmente iperbolici: la persona più importante che sia mai esistita e il più grande truffatore al mondo. Hubbard stesso sembrava ruotare attorno a quest'asse, ingigantendo costantemente le sue reali imprese, al punto che alla fine risultava piuttosto facile per i suoi critici sgonfiarle. Ma etichettarlo come un mero impostore significa ignorare gli aspetti complessi, seducenti, deliranti e visionari del suo carattere, che lo hanno reso così irresistibile agli occhi delle tante migliaia di persone che lo hanno seguito e dei milioni di lettori dei suoi libri. Si dovrebbe inoltre ignorare il lavoro di tutta una vita vòlto a creare l'intricata e minuziosa epistemologia che ha attirato così tanti nella sua rete, primo fra tutti Hubbard stesso.
  • Non era un profeta come Maometto, o una divinità come Gesù. Non era stato visitato da un angelo recante le tavole della rivelazione, come Joseph Smith, il fondatore del mormonismo. Gli scientologi credono che Hubbard abbia scoperto le verità esistenziali alla base della loro dottrina attraverso un'approfondita ricerca; in tal senso, essa è una «scienza».
  • Scientology, in realtà, è un viaggio nella mente di Hubbard. E più ti addentri, più diventi come lui.
  • Sfogò il suo talento nella fantascienza, e molto di ciò che costituisce Scientology lo aveva già scritto prima sotto forma di racconti fantascientifici. Aveva l'abilità di inventare queste storie incredibili e poi ha trasportato queste storie immaginarie nella sua teologia.

Note[modifica]

  1. Citato in È morto Ron Hubbard, la sua conquistò l'America negli Anni 70, La Stampa, 29 gennaio 1986.
  2. Citato in Bent Corydon e Ronald DeWolf, Messia o pazzo?, Cap. 2/13 – Attraverso il Muro del Fuoco! 1987, traduzione di Simonetta Po, 2003-2004.
  3. Citato nel documentario del 2015 Going Clear.

Bibliografia[modifica]

  • L. Ron Hubbard, Il tenente, traduzione di Maria Benedetta de Castiglione, Mondadori, 1976
  • L. Ron Hubbard, Anno 3000, traduzione di Linda Cornelius e Mario Ferrari, Rizzoli, Milano 1986
  • L. Ron Hubbard, Battaglia per la terra, traduzione di Mario Ferrari e Roberto Mazzoni, Rizzoli, Milano 1986
  • L. Ron Hubbard, Gli invasori tramano, traduzione di Mario Ferrari, New era, Milano 1988
  • L. Ron Hubbard, Self analisi, New Era Publications Italia srl, 1988, ISBN 8885917631.
  • L. Ron Hubbard, Ricchezza e terrore, traduzione di Giancarlo Palini, New era, Milano 1994
  • L. Ron Hubbard, La Via della Felicità, New Era Publications Italia srl, 2002, ISBN 88-85917-76-3.
  • L. Ron Hubbard, Scientology: i fondamenti del pensiero, New Era Publications International ApS, Copenaghen Danimarca, 2007, ISBN 978-1-4031-4589-5.
  • L. Ron Hubbard, Scientology: una nuova ottica sulla vita, Bridge Publications, Inc., 2007, ISBN 978-1-4031-5208-4

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]

Opere[modifica]