Sonno

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Bimbo che dorme (S. Wyspiański, 1904)

Citazioni sul sonno e sul dormire.

  • A che serve dormire, se non si è capaci di sognare? (Lamù)
  • Amici, non piangete, è soltanto sonno arretrato. (epitaffio sulla lapide di Walter Chiari)
  • Che è il sonno, se non l'immagine della gelida morte. (Publio Ovidio Nasone)
  • Che cos'è l'insonnia se non la maniaca ostinazione della nostra mente a fabbricare pensieri, ragionamenti, sillogismi e definizioni tutte sue, il suo rifiuto di abdicare di fronte alla divina incoscienza degli occhi chiusi o alla saggia follia dei sogni? (Marguerite Yourcenar)
  • Colui che teme di non riuscire a dormire è mal disposto verso il sonno, e colui che teme di aver mal di stomaco è mal disposto nei confronti della digestione. (Émile-Auguste Chartier)
  • Cosa ha a che fare la notte con il sonno? (John Milton)
  • Dio benedica chi ha inventato il sonno, mantello che avvolge i pensieri di tutti gli uomini, cibo che soddisfa ogni fame, peso che equilibra le bilance e accomuna il mandriano al re, lo stolto al saggio. (Miguel de Cervantes)
  • Dormono le cime dei monti e le gole, i picchi e i dirupi, e le schiere di animali, quanti nutre la nera terra, e le fiere abitatrici dei monti e la stirpe delle api e i mostri negli abissi del mare purpureo; dormono le schiere degli uccelli dalle ali distese. (Alcmane)
  • E a ognuno casa sua, a ognuno il suo letto e l'ombra. Così la gente si arrende, al sonno. (Rocco Scotellaro)
  • E quando tutti dormono e si è a pochi minuti dal sonno, ognuno si sente incomparabilmente grande. (Rocco Scotellaro)
  • È davvero bionda... e bella! Essa ha l'oro nei capelli, labbra rosse come rosa... e il sonno eterno essa riposa. (La bella addormentata nel bosco)
  • È 'l sonno, ozio de l'alme, oblio de' mali. (Torquato Tasso)
  • È sempre possibile svegliare uno che dorme, ma non c'è rumore che possa svegliare chi finge di dormire. (Jonathan Safran Foer)
  • Il sesso è come il sonno. Non se ne può fare a meno, ma uno non passa tutta la vita a letto. (Evan Hunter)
  • Il sonno della ragione genera mostri. (Francisco Goya)
  • Il sonno è come gli uomini: amico dei felici, s'allontana da chi soffre. (Guido Milanesi)
  • Il sonno è il fratello gemello della morte. (Omero)
  • Il sonno è immagine della morte. (Marco Tullio Cicerone)
  • Il sonno è un abile prestigiatore, modifica le proporzioni delle cose e le loro distanze. (José Saramago)
  • Il sonno ha talvolta nel volgere di un'ora le immensità della vita più intensa. (Carlo Maria Franzero)
  • Il sonno non ti vizia | e non puoi fare senza. (Simone Cristicchi)
  • La morte è come il sonno, ma con questa differenza: se sei morto e qualcuno grida "In piedi, è giorno fatto!", ti riesce difficile trovare le pantofole. (Woody Allen)
  • La vecchiaia ama sempre la veglia; quasi che l'uomo, quanto più lungo è il tempo che l'ha tenuto allacciato alla vita, tanto di meno abbia a che fare con ciò che rammenta la morte. (Herman Melville)
  • La vita è un male a cui il sonno dà sollievo per otto ore al giorno. (Nicolas Chamfort)
  • La vita è un sonno, l'amore ne è il sogno e avrete vissuto se avete amato. (Alfred de Musset)
  • Ma il sonno è una divinità capricciosa e proprio quando lo si invoca, si fa aspettare. (Alexandre Dumas (padre))
  • Meglio dormire con un cannibale sobrio che con un cristiano ubriaco. (Herman Melville)
  • Morte è quanto vediamo stando svegli, sonno quanto vediamo dormendo. (Eraclito)
  • Nel sonno la psiche perviene a una consapevolezza sensoriale del corpo assai più vasta e profonda di quella raggiunta durante la veglia, ed è costretta a ricevere e subire certi eccitamenti provenienti da organi e mutamenti corporei, del tutto inavvertiti durante la veglia. (Ludwig Strümpell)
  • Nel sonno, la psiche si isola dal mondo esterno e si ritrae dalla periferia... Però il legame non è completamente interrotto: se non udissimo e se non sentissimo già durante il sonno, non potremmo neppure svegliarci. (Karl Friedrich Burdach)
  • Nel sonno non diventiamo migliori né virtuosi, anzi sembra che la coscienza ammutolisca, perché non proviamo compassione e possiamo commettere con sublime indifferenza e senza alcun pentimento successivo, delitti gravissimi, furti e assassini. (Peter Jessen)
  • O sonno, o della queta, umida, ombrosa | Notte placido figlio; o de' mortali | Egri conforto, oblìo dolce de' mali | Sì gravi, ond'è la vita aspra e noiosa; | Soccorri al core omai che langue, e posa | Non ave; e queste membra stanche e frali | Solleva: a me ten vola, o sonno, e l'ali | Tue brune sovra me distendi e posa. (Giovanni Della Casa)
  • Per la prima volta dopo sedici anni dormirò bene. (La bella addormentata nel bosco)
  • Perché adesso che dormo credo di sognare di essere sveglio. (Pedro Calderón de la Barca)
  • Quel sonno mirabile, di cui dormono solo i fortunati che non sanno che siano né emorroidi, né pulci, né troppo elevate capacità intellettuali. (Nikolaj Vasil'evič Gogol')
  • Svegliare chi dorme | è un gesto comune e quotidiano | che potrebbe farci tremare. | Svegliare chi dorme | è imporre all'altro l'interminabile | prigione dell'universo. | [...] | È infamare l'acqua del Lete. (Jorge Luis Borges)
  • Tacea la notte! Immersa nel sonno è certo, la regal signora; ma veglia la sua dama... Oh Leonora, tu desta sei; mel dice da quel verone tremolante un raggio della notturna lampa ... (da Il trovatore di Giuseppe Verdi)
  • Tosto s'opprime chi di sonno è carco, | ché dal sonno a la morte è un picciol varco. (Torquato Tasso)
  • Un uomo che dorme tiene in cerchio intorno a sé il filo delle ore, l'ordine degli anni e dei mondi. (Marcel Proust)
  • Vorrei stancarmi nel contemplare e nel pensare: vorrei chiudere gli occhi a poco a poco, e aprire l'anima ai sogni e sentire una musica che blandisce, ed odorare un profumo. Strana cosa è il sonno!... Sento una calma, un riposo, una vicina oscurità. Non è poi strana cosa la morte!. (Ambrogio Bazzero)

Proverbi italiani[modifica]

  • Andar presto a dormire e alzarsi presto chiude la porta a molte malattie.
  • Chi ama dormire in Agosto lo fa a proprio costo.
  • Chi ben dorme non sente le pulci.
  • Chi dorme fin tardi in mattinata, va mendicando tutta la giornata.
  • Chi dorme nel lato manco, ha il cuore franco chi dorme nel lato dritto, ha il cuore afflitto.
  • Chi dorme non pecca.
  • Chi dorme quando può, non dorme quando vuole.
  • Chi dorme, non piglia pesci.
  • Chi non può dormir riposa.
  • Chi non può dormire trova il letto mal fatto.
  • Chi più dorme, meno vive.
  • Chi più dorme, più dormirebbe.
  • Chi si cava il sonno, non si cava la fame.
  • Dormire in aprile è un dolce dormire.
  • Il giovane dormendo guarisce, il vecchio si finisce.
  • Il letto è una buona cosa.
  • Il sonno è parente della morte.
  • Il sonno mena sonno.
  • Il troppo dormire fa impoverire.
  • Il troppo dormire porta mal vestire.
  • Le ore di sonno devon essere: cinque al viandante, sei al mercante, sette allo studente e otto all'altra gente.
  • Non si dorme per dormire, si dorme per poter agire.
  • Quel che dorme fino a giorno, avrà spesso danno e scorno.
  • Un buon dormire tanto fa come un buon mangiare.
  • Un sonno tira l'altro.
  • Vegliare alla luna e dormire al sole non fa né prò né onore.

Proverbi toscani[modifica]

  • Amore, sonno e rogna non si nascondono.
  • Chi dorme d'agosto, dorme a suo costo.
  • Chi ha accordato l'oste, può andare a dormire.
  • Chi ha bachi non dorma.
  • Chi ha bella donna e castello in frontiera, non ha mai pace in lettiera.
  • Chi ha fame non ha sonno.
  • Una pulce non leva il sonno.

Bibliografia[modifica]

  • Annarosa Selene, Dizionario dei proverbi, Pan libri, 2004. ISBN 8872171903

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]