Captain Marvel (film)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Captain Marvel

Immagine Captain Marvel Logo Black.svg.
Titolo originale

Captain Marvel

Lingua originale inglese
Paese USA
Anno 2019
Genere azione, fantascienza, avventura
Regia Anna Boden e Ryan Fleck
Soggetto Roy Thomas e Gene Colan
Sceneggiatura Anna Boden, Ryan Fleck, Geneva Robertson-Dworet e Jac Schaeffer
Produttore Kevin Feige
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Captain Marvel, film del 2019 con Brie Larson e Samuel L. Jackson, regia di Anna Boden e Ryan Fleck.

Frasi[modifica]

  • [A Carol] Devi lasciare andare il passato, perché ti insinuano dei dubbi e i dubbi ti rendono vulnerabile. (Yon-Rogg)
  • [A Carol] Se perderai di nuovo il controllo, dovrai parlare con la Suprema Intelligenza, perché I pericoli più grandi per un guerriero sono le emozioni. (Yon-Rogg)
  • [A Carol] L'umorismo è una distrazione, e la rabbia... la rabbia giova sul nemico. (Yon-Rogg)
  • [A Carol] Controlla i tuoi impulsi. Smetti di usare quelli [i poteri] e comincia ad usare questo [la testa], perché voglio che tu sia la migliore versione di te stessa. (Yon-Rogg)
  • [Alla Starforce] Gli Skrull hanno invaso un altro pianeta confinante, e si tratta di Torfa. Soh-Larr aveva inviato un allarme, ma il segnale è stato intercettato e la sua copertura saltata. Il generale Skrull Talos ha inviato unità assassine per trovarlo, se lo rintracceranno prima di noi le informazioni che ha acquisito per tre anni cadranno nelle loro mani. Gli accusatori bombarderanno una rocca forte qui nel sud, penetreremo, troveremo Soh-Larr e ce ne andremo, senza che nessuno se ne accorgerà. Per quanto riguarda gli abitanti di Torfa, noi non ci interferrimo con loro, e loro con noi, nulla deve compromettere la sicurezza della nostra missione, procediamo con cautela e seguite il protocollo prima dell'estrazione. È una missione pericolosa, dobbiamo essere pronti ad unirci, se questo sarà il nostro destino. Per il bene di tutti i Kree! (Yon-Rogg)
  • Rintracciate la nave, trovate la ragazza [Carol], sa più cose di quanto pensa. [a un suo compagno che si è mimetizzato come lui] Ehi! Lei l'ho presa io. (Talos)
  • [Rivolto a un suo compagno Skrull morto] Buon viaggio nell'oltretomba amico mio, finirò io quello che abbiamo cominciato. (Talos)
  • [Rivolto a Fury] Ora, lo sai non ho più bisogno di questi [gli occhiali] per vedere, ma... devo dire che completano il look, non credi? (Talos)
  • [Ultime parole] Io ora devo distruggere questo motore prima che lo trovino! (Mar-Vell)
  • [Ultime parole rivolto a Yon-Rogg] Troppo tardi. (Norex)
  • La guerra è una lingua universale, e io riconosco un disertore quando ne vedo uno. (Nick Fury)
  • [Rivolto ai Kree della Starforce mentre mettono una museruola a Goose per non far uscire i tentacoli dalle sue fauci] È un gatto, non Hannibal Lecter. (Nick Fury)
  • [Rivolta alla Suprema Intelligenza poco prima di liberare appieno i suoi poteri] Ho sempre combattuto con le mani legate dietro la schiena... ma cosa succederà quando le avrò completamente libere? (Carol Danvers)
  • Schierare i missili balistici. (Ronan l'Accusatore)
  • [Rivolto a Carol] Sono orgoglioso di te. Ne hai fatti di progressi da quando ti ho trovata quel giorno vicino al lago, ma terrai a bada le tue emozioni nel tempo necessario per batterti con me, o prenderanno il sopravvento come sempre? Te l'ho sempre detto: sarai pronta il giorno che potrai battermi senza superpoteri, e questo è il momento, questo è quel momento, Vers!!! Spegni lo spettacolo di luci e dimostra, dimostrami che puoi battermi senza... [Carol lo sconfigge senza alcuno sforzo] (Yon-Rogg)
  • [Rivolta a Yon-Rogg] Di' alla Suprema Intelligenza che porrò fine a tutto questo: alla guerra, alle menzogne, a tutto. (Carol Danvers)
  • [Rivolto a Carol] Non ci riuscirai. (Yon-Rogg)
  • Siamo riusciti a scamparla, eh Goose? Quei cattivi sono ancora lì dietro... [Goose gli graffia l'occhio sinistro che lo fa perdere] Ah, maledetto Flerken!!! (Nick Fury)

Dialoghi[modifica]

  • Carol Danvers: Qualcuno ha mai visto com'è veramente la Suprema Intelligenza?
    Yon-Rogg: Nessuno può percepire la Suprema Intelligenza nella sua vera sembianza, questo lo sai. Il nostro subconscio sceglie la forma in cui ci appare, perciò è sacra, è personale. Nessun Kree lo divulga mai.
    Carol Danvers: Tu chi vedi? Tuo fratello?
    Yon-Rogg: No.
    Carol Danvers: Tuo padre?
    Yon-Rogg: No.
    Carol Danvers: Allora il tuo vecchio comandante?
    Yon-Rogg: Vers!
    Carol Danvers: Vedi me, di' la verità.
    Yon-Rogg: So quello che cerchi di fare.
    Carol Danvers: E funziona.
    Yon-Rogg: Sì, ma non è questo il punto.
    Carol Danvers: Vuoi spiegarmi a che serve darmeli [i poteri] se poi non vuoi che gli usi?
    Yon-Rogg: Io voglio che gli usi: la Suprema Intelligenza mi ha dato la responsabilità di mostrarti come usarli.
    Carol Danvers: Lo so già!
    Yon-Rogg: Se fosse vero, mi batteresti senza usarli.
  • Suprema Intelligenza: Vers.
    Carol Danvers: Intelligenza.
    Suprema Intelligenza: Il tuo comandante [Yon-Rogg] insiste che tu sia pronta a servire.
    Carol Danvers: Lo sono.
    Suprema Intelligenza: Tu combatti con le tue emozioni, con il tuo passato che li alimenta. Tu eri solo una vittima dell'espansione Skrull che ha minacciato la nostra civiltà per secoli. Impostori che silenziosamente si infiltrano e poi si impossessano dei nostri pianeti. Gli orrori che ricordi e tanto altro che non ricordi.
    Carol Danvers: È tutto un vuoto, la mia vita. Dovreste assumere la forma della persona che più ammiro, ma non ricordo nemmeno chi fosse questa persona per me.
    Suprema Intelligenza: Questa è una grazia può darsi, che ti risparmia una sofferenza più profonda e ti rende libera di fare ciò che ogni Kree deve: mettere i bisogni della tua gente davanti ai tuoi. Ti abbiamo dato un grande dono, la possibilità di combattere per il bene di tutti i Kree.
    Carol Danvers: Io voglio servire!
    Suprema Intelligenza: Allora, domina te stessa: quello che è stato dato può anche essere tolto.
    Carol Danvers: Non vi deluderò!
    Suprema Intelligenza: Lo sapremo presto, hai una missione, servi bene e con onore.
  • Att-Lass: Questo non è un buon segno.
    Korath: Deve essere un altro attacco Skrull.
    Bron-Char: Qualunque cosa sia, è grossa.
    Minn-Erva [a Korath]: Uno Skrull ti ha mai simulato?
    Korath: Una volta, ed è stato molto inquietante.
    Carol Danvers: Perché?
    Korath: Perché ho fissato il volto del mio nemico mortale, e il volto che fissava me era il mio.
    Carol Danvers: Forse se tu fossi stato più attraente, ti saresti turbato di meno.
    Korath: Ti credi spiritosa, ma non sto ridendo.
    Att-Lass: Quando mai ridi tu?
    Korath: Io rido dentro di me, ma non adesso.
    Bron-Char: Strano, perché obiettivamente parlando, hai un bel aspetto.
    Korath: Ti ringrazio.
  • [In un flashback di Carol]
    Maria Rambeau: Dove hai la testa?
    Carol Danvers: Tra le nuvole, e tu?
    Maria Rambeau: Sulle spalle. Su, mostriamo a questi ragazzi come si fa, pronta?
    Carol Danvers: Più in alto, più lontano, più veloce.
  • Phil Coulson [quando Danvers sta combattendo contro uno Skrull su un treno]: Il treno sta entrando in un tunnel.
    Nick Fury: Diamole il benvenuto alla stazione.
  • Carol Danvers: Dov'è Pegasus?
    Nick Fury: Quello è segreto, a differenza del file che ho aperto su di te. Ma vedo che hai cambiato look dall'ultima volta, il Granche ti sta molto bene.
    Carol Danvers: Giornata difficile, agente Fury?
    Nick Fury: Coinvolgente, sai, ho avuto un'invasione dallo spazio, un inseguimento in auto e ho assistito all'autopsia di un alieno, è il solito lavoro di ufficio.
    Carol Danvers: Quindi ne hai visto uno [degli Skrul].
    Nick Fury: Io non sono uno di quelli che credono negli alieni, ma questo non posso ignorarlo.
    Carol Danvers: Ti metterà a disagio, ma devo farti delle domande.
    Nick Fury: Credi che sia uno di quei cosi verdi? [gli Skrull]
    Carol Danvers: La prudenza non è mai troppa.
    Nick Fury: Hai davanti a te un terrestre col sangue rosso al 100%.
    Carol Danvers: Temo che mi servirà una prova.
    Nick Fury: Un campione di saliva o delle unine, quale preferisci?
    Carol Danvers: No. Il DNA qui ci darebbe.
    Nick Fury: La password del WI-FI?
    Carol Danvers: Gli Skrull possono simulare solo i ricordi recenti.
    Nick Fury: Oh oh, vuoi andare sul personale.
    Carol Danvers: Dove sei nato?
    Nick Fury: Azville, all'Abama, ma tecnicamente non mi ricordo quella parte.
    Carol Danvers: Animale domestico?
    Nick Fury: Mister Snooper.
    Carol Danvers: Primo impiego?
    Nick Fury: Soldato, poi uscito dal liceo e congedato come colonnello.
    Carol Danvers: Poi?
    Nick Fury: Spia.
    Carol Danvers: Dove?
    Nick Fury: Guerra Fredda, andavamo ovunque, Belfast, Bucarest, Belgrado, Budapest, amo le filastrocche.
    Carol Danvers: E adesso?
    Nick Fury: In un ufficio da sei anni a capire dove verranno i nostri futuri nemici, ma non avrei mai pensato che sarebbero venuti dall'alto.
    Carol Danvers: Dimmi una cosa bizzarra che uno Skrull non saprebbe inventarsi.
    Nick Fury: Se mi tagli il toast in diagonale, io non lo mangio. [Carol sorride divertita] Non ne avevi bisogno, vero?
    Carol Danvers: No no, ma è stato divertente.
    Nick Fury: Okay tocca a te, dimostrami che non sei uno Skrull. [Carol usa i suoi poteri per distruggere il jukebox] E questo come deve dimostrare che non sei uno Skrull?
    Carol Danvers: È una raffica di fotoni.
    Nick Fury: E allora?
    Carol Danvers: Gli Skrull non possono farlo. Allora un colonnello, diventato spia e poi agente dello S.H.I.E.L.D., ci darà alti livelli di sicurezza, dov'è Pegasus?
  • Yon-Rogg: Ronan!
    Ronan l'Accusatore [in ologramma]: Gli Accusatori hanno completato la loro operazione, ma la missione più grande è fallita grazie alla tua squadra.
    Yon-Rogg: Era una trappola per attirare la nostra gente verso Torfa e rapirla.
    Ronan l'Accusatore: Dacci le loro coordinate, penseremo noi alla minaccia terroristica.
    Yon-Rogg: Bombardandoli fuori dalla Galassia? No, ce ne occuperemo noi.
    Ronan l'Accusatore: Una cellula Skrull in qualunque luogo è una minaccia per i Kree in ogni luogo, dove sono?
    Korath: Sono...
    Yon-Rogg [interrompendolo]: ...Dispersi. Sono dispersi per ora. Ma li troveremo.
    Ronan l'Accusatore: Fatelo... o lo faremo noi. [l'ologramma si spegne]
    Yon-Rogg [a Korath]: Mantieni la rotta per C-53.
  • Yon-Rogg: Ronan, gli Skrull si sono infiltrati su C-53. Vieni subito.
    Ronan l'Accusatore: Per il bene di tutti i Kree, comandante, l'infestazione sarà debellata!
  • Yon-Rogg: Minn-Erva, prendi la nave e abbattili!
    Minn-Erva [ultime parole]: Subito.
  • Ronan l'Accusatore: È impossibile. C-53 non ha un sistema di difesa avanzata per distruggere i nostri missili.
    Soldato Kree [riferendosi a Carol]: Quello non è il loro sistema di difesa, Ronan.
    Ronan l'Accusatore: Abbattetela!
  • Ronan l'Accusatore [sconfitto e costretto da Carol Danvers a lasciare la Terra, altrimenti lei lo finirà]: Tornate al punto di salto. Torneremo per l'arma.
    Soldato Kree: Il nucleo?
    Ronan l'Accusatore: La donna. [Carol]
  • Phil Coulson: È bello rivederla signore, c'è questo per lei. [gli dà la scatola e Fury la apre, scoprendo che ci sono degli occhi che sostituirebbero il suo occhio perduto da Goose] È vero? Che il Kree [Goose] gli ha bruciato l'occhio per consegnarli il Tesseract?
    Nick Fury: Non confermerò né smentirò i dettagli di questa faccenda.
    Phil Coulson: Comprensibile. Purtroppo non abbiamo ancora rintracciato il Tesseract.
    Nick Fury: Vedrai, riemergerà da qualche parte.
    Phil Coulson: La farò sapere quando accadrà.
    Nick Fury: E poi?
    Phil Coulson: Come scusi?
    Nick Fury: Non abbiamo idea di quali altre minaccie intergalattiche ci siano lì fuori, e la nostra forza di sicurezza composta da un'unica donna [Carol] è già impegnata nell'altra parte dell'universo. Lo S.H.I.E.L.D. da solo non potrà proteggerci, dobbiamo trovarne di più.
    Phil Coulson: Più armi?
    Nick Fury: Più eroi.
    Phil Coulson: Pensa di trovarne altri come lei?
    Nick Fury: Abbiamo trovato lei e non la stavamo cercando.
    Phil Coulson: Cerchi di riposare, ha una bella decisione da prendere. [riferendosi al suo nuovo possibile occhio]

Explicit[modifica]

[Il film si sposta dal 1995 fino ai giorni nostri, dopo gli eventi del pericoloso schiocco di Thanos]
Steve Rogers/Capitan America [contando insieme alla Vedova Nera le vittime dello schiocco del Titano Pazzo]: È un incubo.
Natasha Romanoff/Vedova Nera: Ho avuto incubi migliori.
James Rhodes/War Machine: Ehi, quel coso [il cercapersone di Fury] ha smesso di fare quello che stava facendo.
Natasha Romanoff/Vedova Nera [a Bruce]: Allora, qual'è la situazione?
Bruce Banner/Hulk: Qualunque segnale stesse mandando, è morto.
Steve Rogers/Capitan America: Non avevamo mai abbassato la batteria?
James Rhodes/War Machine: Infatti, è ancora collegato ma si è fermato.
Steve Rogers/Capitan America [a Bruce]: Riavvialo, rimanda il segnale.
Bruce Banner/Hulk: Aspetta, non sappiamo neanche cosa sia.
Natasha Romanoff/Vedova Nera: Fury lo sapeva, fallo ti prego e avvertimi subito quando capti un segnale, voglio sapere chi c'è dall'altra parte. [si appresta ad andarsene per trovare altre informazioni, ma quando si volta appare improvvisamente Capitan Marvel]
Carol Danvers/Capitan Marvel: Dov'è Fury?

Altri progetti[modifica]