Dichiarazioni d'amore dai libri

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Raccolta di dichiarazioni d'amore tratte dai libri.

  • Come potrei convincerti che saprò amarti se non sapessi amare me stesso? Come potrei renderti felice se non potessi rendere felice me stesso? Da questo momento mi tolgo ogni armatura, ogni protezione. Con questo non ti sto dicendo "viviamo insieme". Ti sto dicendo "Viviamo". Punto. Non sono innamorato di te... Io ti amo. Per questo sono sicuro. Nell'amare ci può anche essere una fase di innamoramento, ma non sempre nell'innamoramento c'è vero amore. Io ti amo. Come non ho mai amato nessuno prima. E sono anche innamorato di te. (Fabio Volo)
  • Io ho già deciso, io ti amo. E se vuoi la mia testa, dammi un'accetta, ti darò la testa di un uomo che ti ama. (Margaret Mazzantini)
  • Io vi amo come nessuna parola umana potrà mai esprimere. Ho bisogno di voi. Voi soltanto siete vera; voi siete la Verità che il mio spirito cerca. Il resto è vano; il resto è nulla. (Gabriele D'Annunzio)
  • L'amore è il fuorilegge definitivo. Il mio amore per te non ha secondi fini. Ti amo gratis. (Tom Robbins)
  • Se tu non mi ami, io ti amo abbastanza per tutti e due. (Ernest Hemingway)
  • Se un giorno tornerai, sappi che ti sto aspettando. Ho perso l'occasione di dirti una cosa molto semplice: ti amo. Forse è tardi, ma voglio che tu lo sappia. (Paulo Coelho)
  • Ti amo anche se qui sei un perdente, ti amo perché la vita è altrove. (Alessandro Perissinotto)
  • Ti amo [...] come mai mi sono sognato di amare. (Aleksandr Aleksandrovič Blok)
  • Ti amo per fedeltà a una storia d'amore che non è mai esistita, e ti amo per verità di una storia d'amore che si costruisce su mille gioie quotidiane. (Jean-Claude Izzo)
  • Ti amo. Per la vita sconosciuta che fai volteggiare al di sopra della mera sensazione di esistere... Decorazione di parole mute stese nel terreno di un'inautentica e superflua grandezza in cui inciampo sempre. Voler dire qualcosa che abbia il sapore degli amori proibiti dell'adolescenza nelle cantine, sui camion nelle rimesse, nelle case in costruzione. (Aldo Busi)
  • Tutte le notti il bandito veniva a cantare la romanza: «Io ti aaamo!» gridava sotto le finestre. E Maretta levava la testa da sopra il cuscino e l'ascoltava estasiata. «Io ti amo e tu m'amao?» continuava a sgolarsi quello di sotto. Come Maretta resisteva alle richieste, quello prese a lusingarla, a decantarne le bellezze. «La tua boccuccia è rossa come un cuore, e la tua coda non è insensibile ai miei miagolii. I tuoi baffi, come sono lisci i tuoi baffi, e il tuo nasetto come è umido, nessun nasetto è umidetto come il tuo!» (Fabio Tombari)
  • Una tale forza di fascino e di tutte le perfezioni, che quasi non sono unibili in una sola persona. Ma non per questo io Ti amo. Io Ti amo così, non per una ragione. (Aleksandr Aleksandrovič Blok)