Patria

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Citazioni sulla patria.

  • A chi non ha patria non istà bene l'essere sacerdote, né padre. (Ugo Foscolo)
  • Ah! l'amor della patria, e di una patria che si chiama Italia, ferve ben ardentissimo nelle anime nostre; ma non sì, che ci renda mai egoisti ed ingiusti verso le altre nazioni. Come il Piemonte non è che una provincia d'Italia, cosi l'Italia non è che una provincia d'Europa ed un commune della Terra. (Cristoforo Bonavino)
  • Ben io ti dico, che mia patria è quella | Che nel popolo sta. (Vincenzo Monti)
  • Chi ama la patria è fedele nel più profondo dell'anima. (Theodor Fontane)
  • Con la patria legata alle vele e i remi al vento | I naufraghi dormirono mansueti come fiere morte nei sudari delle spugne. | Ma gli occhi delle alghe sono vòlti al mare | Caso mai le riporti l'austro con le vele tinte di fresco. (Nikos Gatsos)
  • Cortesemente, o mia canzon, saluta | Quante donne vedrai, | E di lor tua ragione e l'esser mio: | E s'odi che tuo vol poco alto sale, | Di', che t'impiuma l'ale | La sola carità del suol natio, | E che la patria con pietosi lai | Lor s'accomanda omai, | Perché il nemico del suo mal non rida, | E tutta sua speranza a lor confida. (Maria Giuseppa Guacci)
  • Esponiamo alla malignità, le più belle ricerche, a misura, che le crediamo opportune, per il felice sviluppo delle grandezze della nostra Patria. (Mattia Zona)
  • E, vinta la prima arsiccia collina, siamo entrati nel chiaro delle catene argentate.
    O nostra patria pura tra i venti e i geli! (Piero Jahier)
  • È bello e dolce morire per la patria. (Orazio)
  • È istinto di natura | L'amor del patrio nido. Amano anch'esse | Le spelonche natìe le fiere istesse. (Metastasio)
  • Il fascismo non aveva l'aria di finire presto. Anzi aveva l'aria di non finire mai. Erano stati uccisi, a Bagnole de l'Orne, i fratelli Rosselli. Torino, da anni, era piena di ebrei tedeschi, fuggiti dalla Germania. Anche mio padre ne aveva alcuni, nel suo laboratorio, come assistenti. Erano dei senza patria. Forse, anche noi, saremmo stati dei senza patria, costretti a girare da un paese all'altro, da una questura all'altra, senza più lavoro né radici, né famiglia, né casa. (Natalia Ginzburg)
  • La cenere dei morti fu quella che creò la Patria. (Alphonse de Lamartine)
  • La mancanza di una sensibilità comunitaria degli italiani – di una idea di patria se si preferisce – non si è rivelata né consolidata nei cinquant'anni appena trascorsi; chiama in causa almeno cinque, se non quindici secoli. (Walter Barberis)
  • La patria rappresenta l'insieme nel quale mi riconosco coi miei costumi, le mie abitudini tradizionali di pensiero, di comportamento, la lingua, il mio stile di esistenza; la patria è il paesaggio familiare che mi mantiene in pace, sicuro, a mio agio con me stesso; essa si manifesta come ciò al di là del quale sono perduto, e a nessuno di noi piace essere perduto! (Jean Cardonnel)
  • La patria è sempre dove si prospera. (Aristofane)
  • Lasciando con la patria ogni conforto, | Ove più l'Appennin la neve agghiaccia, | Carco n'andrò di così gravi some, | Chiamando morte, e te sola per nome. (Angelo di Costanzo)
  • La terra alla femmina, la patria al soldato, | questa è l'ultima marcia e andiamo a morire. (Piero Jahier)
  • Libertade o morte, tutti | Esclamate, e mano al brando: | Fortunato chi pugnando | Per la patria morirá. (Vincenzo Monti)
  • Nessun profeta è ben accetto in patria. (Gesù)
  • Non esiste infatti maggior trionfo di quello che può offrire la patria. (Franco Corelli)
  • Patria gentil, nido dal cielo eletto | Ad albergar colei, che in terra adoro; | Poiché pur li riveggio omai, s'io moro | Avrò nel morir mio pace, e diletto. (Angelo di Costanzo)
  • Patria, ti salutiam, ritorneremo, | tornerem più forti: | come a madre che aspetta, a te compenso | recherem di conforti. Ai fratelli ci lega la memoria | d'un pensier, d'una lingua e d'un altare, | – non sgiunge il mare – Avanti!. (Guglielmina Ronconi)
  • Per me gli orizzonti si allargano sempre più; dall'Alpi alla Sicilia, è tutta una casa. L'abito con un solo sentimento che non morrà mai neppure colla mia morte. (Ippolito Nievo)
  • Quando ci diciamo cittadini del mondo, non intendiamo che l'amore della patria sia morto nell'animo nostro, vogliamo dire piuttosto che il nostro loco natío è per noi diventato ampio quanto la terra, che tutte le patrie si sono fuse in una sola, che il nostro amore si è diffuso a tutto il genere umano. (Mario Rapisardi)
  • Se la patria o gli ideali rivoluzionari non infiammano più gli animi, ci rimangono alcuni grandi eventi sportivi: le Olimpiadi, la Coppa del Mondo... (Willy Pasini)
  • Se mi interesso prima a me, il massimo che io possa conseguire, abbracciare nella mia considerazione, nel mio amore, è la patria. (Jean Cardonnel)
  • Tra tutti gli amori terreni niuno certamente è più lodevole, più onesto, quanto quel della Patria. E quantunque a ciascuno sembri la propria esserne la più degna, e sola senza divisione d'affetti, senza comparazioni, senza rivalità l'onori, e l'abbia in pregio e l'ami; pure se fosse permesso tra questi doverosi amori far parallelo, niuna Patria a noi ne pare tanto meritevole quanto Napoli per chiunque ebbe in sorte il nascervi cittadino. (Ferdinando Galiani)
  • Un uomo che si rispetti non ha patria. (Emil Cioran)
  • Una nave di emigranti tornava in patria. Alcuni di questi emigranti, in vista della patria, impazzirono vaneggiando di essere diventati tutti ricchi. (Corrado Alvaro)
  • Una patria è un composto di più famiglie; e come di solito si sostiene la propria famiglia per amor proprio, quando non si abbia un interesse contrario, così per lo stesso amor proprio si sostiene la propria città o il proprio villaggio che si chiama patria. Più questa patria ingrandisce e meno la si ama, poiché l'amore suddiviso si indebolisce. È impossibile amare teneramente una famiglia troppo numerosa che si conosce appena. (Voltaire)

Terenzio Mamiani[modifica]

  • E patria nel significato morale e politico è sinonimo di Stato, in quanto questo compone uno stretto e nativo consorzio in cui ciascun cittadino ha debito e desiderio insieme di effettuare il grado massimo di unimento sociale e civile.
  • La patria considerata nella sua morale e profonda significazione è il compiuto sodamento di ciascuno verso di tutti e di tutti verso ciascuno.
  • Patria, impertanto, significa quella determinata contrada e quella peculiare congregazione di uomini a cui ciascuno degli abitanti e ciascuno dei congregati sentesi legato per tutti i doveri, gl'istinti, i diritti, le speranze e gli affetti del vivere comune.
  • Se la patria non ha debito né possibilità di nudrire del suo ogni giorno tutti i suoi indigenti, spietata cosa sarebbe inibire a questi di procacciarsi altrove la sussistenza.

Giuseppe Mazzini[modifica]

  • Cerchiamo, vogliamo la patria.
    La volete voi pure? Volete davvero, come susurrate all'orecchio dei nostri amici quando volete persuaderli ad essere pazienti, il trionfo di quell'idea?
    Lasciateci fare.
  • Finché, domestica o straniera, voi avete tirannide, come potete aver patria? La patria è la casa dell'uomo, non dello schiavo.
  • Vogliamo la patria; e le circolari ministeriali non c'impediranno di procacciarcela. Esse possono, urtando di fronte l'irresistibile tendenza italiana e oltraggiando immeritamente i partiti, oggi in virtù dell'intento, concordi, travolgere il paese nell'anarchia: non possono mutare ciò che Dio e il popolo vogliono.
  • Vogliamo la patria, la patria una e rapidamente. Possiamo cedere su tutto; su questo no. Potete, sapete darcela?

Proverbi italiani[modifica]

  • All'ombra del suo campanile non si muore di fame.
  • Chi fa onore alla sua patria, è nobile abbastanza.
  • Chi non ama la sua patria, è un figlio ingrato.
  • Chi teme la morte non sarà mai un buon patriota.
  • È meglio bere acqua in patria, che vino all'estero.
  • La mia patria è dove io son nato.
  • La patria è cara a tutti.
  • La patria è la cosa più cara che abbia l'uomo.
  • La patria è la dove si ha del bene.
  • Male cova la gallina fuori del nido.

Bibliografia[modifica]

  • Annarosa Selene, Dizionario dei proverbi, Pan libri, 2004. ISBN 8872171903

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]