Adolfo Venturi (storico dell'arte)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Adolfo Venturi

Adolfo Venturi (1856 – 1941), storico dell'arte e politico italiano.

  • [Michelangelo Merisi da Caravaggio] ...cancella il valore disegnativo dato alla forma dai fiorentini, rifugge dai partiti decorativi, semplifica la visione degli oggetti per mezzo di un taglio, nitido, notturno, tra luce e ombra; approfondisce e semplifica la composizione. Dalle opere giovanili, composte ad armonia di chiari colori, sotto luci bionde e velari leggieri di ombre trasparenti, alle ultime, cupe e notturne, schiarate da luci crude e costrette, l'arte del Caravaggio sempre più afferma i suoi principi fondamentali plastico-luminosi, che fanno di lui il precursore dei massimi geni del Seicento europeo: da Franz Hals e Rembrandt, al primitivo Velàzquez. (da Disegno storico dell'arte italiana, 1924; citato in Francesca Marini, 2003, pag. 186)
  • E benedetta sia quella fotografia che nella pittura e nel ritratto in ispecie, ci libera dalla produzione di tanti imbianchini, e tanto più preziosa fa divenire la grande arte, per la rarità del suo uso. (durante un'intervista rilasciata ad Anton Giulio Bragaglia[1])

Bibliografia[modifica]

Note[modifica]

  1. Citato in Ando Gilardi, Creatività e informazione fotografica, in Storia dell'arte italiana, Einaudi, Torino, 1982, vol. 9, tomo II, p. 567.

Altri progetti[modifica]