I racconti dello zio Tom

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

I racconti dello zio Tom

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Song of the South

Lingua originale inglese
Paese Stati Uniti d'America
Anno 1946
Genere musicale, tecnica mista
Regia Harve Foster e Wilfred Jackson
Soggetto Raymond Dalton
Sceneggiatura Raymond Dalton
Produttore Walt Disney
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Doppiaggio originale

Ridoppiaggio (1973)

Note
  • Vincitore del premio Oscar (1948) alla miglior canzone (Zip-A-Dee-Doo-Dah)

I racconti dello zio Tom, film statunitense del 1946 con James Baskett, regia di Wilfred Jackson e Harve Foster.

Frasi[modifica]

  • Io glielo avevo detto che dai propri guai non si può fuggire. Non esiste un posto cosi lontano. (Zio Tom)
  • Ah sì, eh? Adesso lo prendo e gli stacco la testa dal collo. (Compare Orso)
  • Questo è quello che avevi detto l'ultima volta, e pure la penultima, e la terzultima. Stacchiamogli la testa dal collo e facciamola finita. (Compare Orso)
  • No, no, io no lo voglio invitare a cena. Io gli voglio staccare la testa dal collo. Punto e basta. (Compare Orso)
  • Il trastulliolà è un posto segreto dove si crepa dalle risate. (Fratel Coniglietto)
  • Non capisci che è uno dei suoi trucchi. (Comare Volpe) [a Compare Orso]
  • Così imparano. Se lo meritano. Hanno avuto ciò che si meritavano. Proprio peggio per loro. E dopo la sconfitta di Comare Volpe e Compare Orso, nonostante le risate allegre e felici di Fratel Coniglietto per il trastulliolà, per tutto quello che hai fatto, figliolo, io ti prometto che d'ora in poi ti racconto "sempre" le storie. Sei contento? Felice? (Zio Tom) [a Johnny, dopo il pensiero della sconfitta disperata di Joe e Jack, e dopo la sconfitta di Comare Volpe e Compare Orso da Fratel Coniglietto]

Altri progetti[modifica]