Il ratto delle Sabine

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Il ratto delle Sabine

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale

Il ratto delle Sabine

Lingua originale italiano
Paese Italia
Anno 1945
Genere Commedia
Regia Mario Bonnard
Soggetto Mario Amendola, Giorgio Moser
Sceneggiatura Mario Amendola, Mario Bonnard
Interpreti e personaggi

Il ratto delle Sabine, film italiano del 1945 con Totò, regia di Mario Bonnard, rieditato nel 1950 col titolo Il professor Trombone.

Frasi[modifica]

  • Siamo nel settecento avanti Cristo? Perbacco! In pieno Rinascimento. (il Cavalier Aristide Tromboni)
  • Voi siete un attore e io vi ammiro, come uomo e come cane, ma voi non potete essere stato una spalla, voi non avete mai fatto nemmeno il ginocchio. (il Cavalier Aristide Tromboni)
  • In platea c'è mio cugino con lui ogni cazzotto è un morto! (Rosina)

Dialoghi[modifica]

  • Aristide Tromboni: Qua c'è il re dei Sabini... Gaetano! [sbagliando il nome del re]
    Professor Molmenti: Come osasti, oh! Tito Tazio... e non Gaetano, venire fino qui! Non temi la mia ira!
  • Aristide Tromboni: Lo sapevo! Si tratta della solita storia dei gangster!
    Professor Molmenti: Ma no! L'azione si svolge nell'antica Roma.
    Aristide Tromboni: Eh! A Roma non scherzano mica!

Altri progetti[modifica]