Risate di gioia

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Risate di gioia

Descrizione di questa immagine nella legenda seguente.

Totò, la Magnani e Ben Gazzara in una delle scene finali

Lingua originale italiano
Paese Italia
Anno 1960
Genere commedia
Regia Mario Monicelli
Soggetto Alberto Moravia
Sceneggiatura Suso Cecchi D'Amico, Age & Scarpelli, Mario Monicelli
Produttore Silvio Clementelli
Interpreti e personaggi

Risate di gioia, film italiano del 1960 con Totò e Anna Magnani, regia di Mario Monicelli.

Frasi[modifica]

  • Ti offro una bella pizza... i soldi ce li hai? (Umberto Pennazzuto)
  • Un vero signore che in una grande serata vuole fare spicco si mette il frac! (Umberto Pennazzuto)
  • A Umbe' Cecil DeMille è pure morto poveraccio, ma la voi pianta'! (Tortorella)
  • Gente da locali de lusso come serve a te ce ne so pochi in giro e quei pochi nun se fidano forse perché nun te conoscono! (Spizzico)
  • Io non ho capito se volete sta cogli italiani o cogli americani! (l'amico di Milena)
  • Ego sum cittadino americano! (l'americano ubriacone)

Dialoghi[modifica]

  • Lello: Sono stato fuori!
    Pecorino: Ma nun sarai stato dentro!
  • Lello: Me lo avete trovato l'uomo d'appoggio?
    Ladro alla stazione: Spizzico me lo ha detto, ma non posso! C'ho papà malato e devo fare il cenone con lui!
    Lello: Ma come, è malato e fa pure il cenone?

Altri progetti[modifica]