Risate di gioia

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Risate di gioia

Descrizione di questa immagine nella legenda seguente.

Totò, la Magnani e Ben Gazzara in una delle scene finali

Titolo originale

Risate di gioia

Lingua originale italiano
Paese Italia
Anno 1960
Genere commedia
Regia Mario Monicelli
Soggetto Alberto Moravia
Sceneggiatura Suso Cecchi D'Amico, Age & Scarpelli, Mario Monicelli
Produttore Silvio Clementelli
Interpreti e personaggi

Risate di gioia, film italiano del 1960 con Totò e Anna Magnani, regia di Mario Monicelli.

Frasi[modifica]

  • Ti offro una bella pizza... i soldi ce li hai? (Umberto Pennazzuto)
  • Un vero signore che in una grande serata vuole fare spicco si mette il frac! (Umberto Pennazzuto)
  • A Umbe' Cecil DeMille è pure morto poveraccio, ma la voi pianta'! (Tortorella)
  • Gente da locali de lusso come serve a te ce ne so pochi in giro e quei pochi nun se fidano forse perché nun te conoscono! (Spizzico)
  • Io non ho capito se volete sta cogli italiani o cogli americani! (l'amico di Milena)
  • Ego sum cittadino americano! (l'americano ubriacone)

Dialoghi[modifica]

  • Lello: Sono stato fuori!
    Pecorino: Ma nun sarai stato dentro!
  • Lello: Me lo avete trovato l'uomo d'appoggio?
    Ladro alla stazione: Spizzico me lo ha detto, ma non posso! C'ho papà malato e devo fare il cenone con lui!
    Lello: Ma come, è malato e fa pure il cenone?

Altri progetti[modifica]