Guardie e ladri

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Guardie e ladri

Immagine Guardie e ladri.jpg.
Titolo originale

Guardie e ladri

Lingua originale italiano
Paese Italia
Anno 1951
Genere Commedia drammatica
Regia Mario Monicelli, Steno
Soggetto Piero Tellini
Sceneggiatura Vitaliano Brancati, Ennio Flaiano, Ruggero Maccari, Aldo Fabrizi, Steno, Mario Monicelli
Produttore Dino De Laurentiis, Carlo Ponti
Interpreti e personaggi

Guardie e ladri, film italiano del 1951 diretto da Mario Monicelli e Steno, interpretato da Totò e Aldo Fabrizi.

Frasi[modifica]

  • Sono della Sisal, auguro un buon tredici! (Esposito)
  • C'ho una paura terribile... di essere tubercoloso! (Esposito, urlando in faccia a Bottoni)

Dialoghi[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Bottoni: Te sparo sai.
    Esposito: Non puoi.
    Bottoni: E perché?
    Esposito: Puoi sparare solo per legittima difesa: io non offendo.
    Bottoni: Va be', allora sparo in aria a scopo intimidatorio.
    Esposito: E va be', io non mi intimido e sto qua.
  • Esposito: Ma come, lei è cosi grosso e non commendatore?
    Bottoni: Ma perché, i commendatori vanno a peso?

Citazioni su Guardie e ladri[modifica]

  • Guardie e ladri aveva già in sé gli elementi della commedia all'italiana. (Mario Monicelli)

Altri progetti[modifica]