Totò, lascia o raddoppia?

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

Totò, lascia o raddoppia?

Questa voce non contiene l'immagine di copertina. Per favore aggiungila, se puoi. :)
Titolo originale Totò, lascia o raddoppia?
Paese Italia
Anno 1956
Genere Commedia
Regia Camillo Mastrocinque
Sceneggiatura Marcello Marchesi, Vittorio Metz
Attori

Totò, lascia o raddoppia?, film italiano del 1956 di Camillo Mastrocinque, con Totò

Frasi[modifica]

  • Ora sono stanco, ma tra poco sarò morto. (Duca della Forcoletta)
  • Signor asciugamano, arrivederci. (Duca della Forcoletta)
  • Sono un minorenne anziano. (Duca della Forcoletta)
  • A volte, mi confrondo. (Duca della Forcoletta)

Dialoghi[modifica]

  • Duca della Forcoletta: Vorrei una coppa di Moet & Chandon.
    Barista: Eh... non lo so, qualcuno ha visto uscire Antonio.
  • Barista: Dica?
    Duca della Forcoletta: No... lei dica "Duca" ed io dico "dica".
    Barista: Duca?
    Duca della Forcoletta: Dica?
  • [Bongiorno invita il duca a uscire dalla cabina, ma egli si rifiuta]
    Mike Bongiorno: Signor duca, vuole uscire dalla cabina?
    Duca della Forcoletta: Qui dentro ci sto benissimo, mi sono ambientato.
  • Duca della Forcoletta: Mi scusi signor Caccola...
    Joe Tarcola: Tarcola!
    Duca della Forcoletta: Pardon, volevo dirle che io a "Lascia o raddoppia", abbandonerò il gioco.
    Joe Tarcola: Ma come, non deve comprare il bar a sua figlia?
    Duca della Forcoletta: Si ma ci ho ripensato, ecco (estrae un foglio di carta) le restituisco l'assegno di 5 milioni che lei mi ha fatto, arrivederci.
    Joe Tarcola: Duca, io credo che a lei qualcuno l'ha influenzata.
    Duca della Forcoletta: Nooo... ma che dice.
    Joe Tarcola: Sì, io ne sono sicuro, senta (caccia dalla tasca un oggetto) lei lo vede questo scheletrino appeso a questa forchetta.
    Duca della Forcoletta: Ah, ah, carino.
    Joe Tarcola: Se lei non raddoppia, io le faccio fare la stessa fine di questa.
    Duca della Forcoletta: Con la forchetta.
    Joe Tarcola: Sì, se lei non raddoppia io la asciugo.
    Duca della Forcoletta: V-va bene, signor asciugamani arrivederci (guarda lo scheletrino) addio forchetta.
  • Duca della Forcoletta: Mi batte il cuore.
    Elsa: Perché?
    Duca della Forcoletta: Così... altrimenti sarei morto.

Altri progetti[modifica]