Q (Star Trek)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search

Q

Descrizione di questa immagine nella legenda seguente.

Q è interpretato da John de Lancie

Universo Star Trek
Autore Gene Roddenberry
Interprete
  • John de Lancie

Q, personaggio di Star Trek.

Citazioni[modifica]

Star Trek: The Next Generation[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

Prima stagione[modifica]

  • Quello che ci vuole è un po' di patriottismo. Torni al suo mondo ad estirpare il virus comunista! Basta un pugno di uomini decisi.
  • 400 anni prima vi eravate ammazzati a vicenda per assurde dispute religiose. Non mi risulta che d'allora gli uomini siano cambiati.
  • Tipico! Era da prevedere. I selvaggi infrangono le regole da essi stessi stabiliti.
  • La generosità è sempre stato il mio punto debole.
  • La vostra specie non fa altro che soffrire e morire!
  • [Su Worf] Piccolo cervello in una testa enorme!
  • "Mai bere con il nemico", ordina il rigido codice dei klingon. Ecco perché siete riusciti a sconfiggerli.
  • Fra tutte le specie, la vostra non può ammettere la monotonia. Cambiare è il fulcro del vostro essere, ma verso che cosa? Questo è il punto.

Seconda stagione[modifica]

  • [Su Guinan] Picard, se avessi un minimo di senso, la caccieresti dalla tua nave immediatamente.
  • [Su Guinan] Questa creatura non è affatto quello che sembra, è un demonietto, e dove c'è lei sta pur sicuro che i guai non mancano.
  • Io metto qualche nota piccante nelle vostre vite e tutto ciò che fate è lamentarvi! Ma dov'è il vostro spirito d'avventura? La vostra fantasia?
  • Siete convinti della vostra forza perché vi basate sugli avversari che avete incontrato finora, i romulani, i klingon, ma non sono niente in confronto a quello che vi aspetta.
  • [Su un borg] Interessante, non è vero? Non è un lui, né una lei, ma qualcosa che non avete mai visto: un umanoide molto avanzato.
  • Il borg è l'utente finale. È diverso da qualunque minaccia che la vostra Federazione abbia affrontato. Vedete, loro non sono interessati alla conquista politica o alla ricchezza o al potere come potreste pensare. Gli interessa semplicemente la vostra nave, la sua tecnologia. L'hanno identificata come qualcosa che possono consumare.
  • Non potete seminarli, non potete distruggerli. Anche se li danneggiate, l'essenza di ciò che sono rimane. Si rigenerano e tornano all'attacco. Alla fine, vi indebolirete, le vostre riserve si esauriranno. Loro non danno nessuna tregua.
  • Se non riesci a sopportare un po' di sangue dal naso, tornatene a casa e nasconditi sotto il letto. È pericoloso là fuori! Ci sono meraviglie, un'infinità di tesori che possono saziare desideri grossolani e raffinati, ma di sicuro non è per i timorosi.

Terza stagione[modifica]

  • È stato un errore. Non dovevo scegliere di essere umano. Sapevo a che cosa andavo incontro: pensare a un futuro in questo guscio, essere costretto a coprirmi con della stoffa a causa di una antiquata morale umana, per non parlare poi del sentire caldo o freddo, dover indebolirsi per l'età, perdere i capelli, prendere una malattia, soffrire il solletico, starnutire, avere il prurito, i foruncoli, l'alito cattivo, essere costretti a fare il bagno!
  • Per me è possibile sparire quanto lo è per te vincere un concorso di bellezza.
  • Se ti dovessi porre una domanda molto semplice, tu pensi che riusciresti rispondermi senza causare troppi problemi al tuo intelletto?
  • [Sul sonno] Sono stato interamente assorbito da un'esperienza assolutamente terrificante che ho avuto. Circa un paio d'ore fa, mi sono reso conto che il mio corpo non funzionava più molto bene. Mi sono sentito debole. Non riuscivo a stare in piedi. La vita mi stava scivolando via. Insomma, ho perso conoscenza.
  • Gli umani sono delle creature decisamente mediocri. Vagano nello spazio alla ricerca di qualcosa e non sanno cosa. [...] L'opportunità di migliorarsi sicuramente non manca, ma la verità è che sono una razza minore nel grande schema. Non vale la pena invidiarli.
  • Il tormento di una creatura può essere la delizia di un'altra.
  • Io non sono bravo in gruppo. È difficile lavorare in gruppo quando sei onnipotente.
  • Più mi rendo conto di che significhi essere umani, più mi convinco che non sarò mai un buon umano. Non ho quello che occorrerebbe. Senza i miei poteri sono spaventato da tutto. Sono un codardo e sono infelice.
  • [Su Data] Ci sono creature nell'universo che ti considererebbero l'alta realizzazione, androide. Niente sentimenti, niente emozioni, niente dolore, eppure tu desideri queste qualità dell'umanità. Credimi, non perdi niente.

Sesta stagione[modifica]

  • Voi mortali siete così ottusi. Perché ti ostini a credere che la vita e la morte siano concetti così statici e rigidi?
  • Per favore, risparmiami le tue riflessioni egoistiche sul tuo ruolo essenziale nella storia. Niente di quello che farei qui causerà il crollo della Federazione o qualche catastrofe. A dire il vero, tu non sei così importante.

Settima stagione[modifica]

  • Tutte le cose belle prima o poi finiscono.
  • Quella è l'esplorazione che ti aspetta, non scoprire stelle o studiare le nebulose, ma esplorare a fondo le ignote possibilità dell'esistenza.

Star Trek: Deep Space Nine[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Quest'orrido piccolo gulag avrebbe proprio bisogno di un po' di colore e di allegria. E chi, chi meglio di me potrebbe animarlo?
  • Sono il capro espiatorio della galassia. Oh, non è affatto facile essere uno come me.
  • Non dimenticare che io sono Q e tu una misera umana.
  • [Sulla Terra] Parecchie centinaia di anni fa era interessante: crociate, inquisizione spagnola, Watergate... Adesso è un luogo mostruosamente noioso.

Star Trek: Voyager[modifica]

TriangleArrow-Right.svg Citazioni in ordine temporale.

  • Senza Q, William T. Riker non sarebbe mai esistito, e io non avrei mai avuto almeno una buona dozzina di occasioni di insultarlo nel corso degli anni!
  • I preliminari con un Q possono durare per decadi.
  • Sono stato un single per miliardi di anni. All'inizio era divertente, fare il galletto in giro per la galassia, usare la mia onnipotenza per impressionare le femmine di ogni specie. La verità è che tutto questo mi ha lasciato vuoto. Voglio che qualcuno mi ami per me stesso.
  • Saresti sorpresa di sapere quali nuove munizioni riesce a creare un essere immortale che ha deciso di uccidere un suo simile.
  • Il Continuum te l'ha detto solo una volta, io te l'ho ripetuta migliaia: Non devi mai e poi mai provocare i borg!

Altri progetti[modifica]