Star Trek (serie classica)

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.

1leftarrow blue.svgVoce principale: Star Trek.

Star Trek

Serie TV

Immagine Star Trek TOS logo.svg.
Titolo originale

Star Trek

Paese Stati Uniti d'America
Anno 1966 - 1969
Genere fantascienza
Stagioni 3
Episodi 79
Ideatore Gene Roddenberry
Interpreti e personaggi

Star Trek è una serie televisiva statunitense di fantascienza ideata da Gene Roddenberry nel 1966. Questa serie, la prima, è conosciuta anche come serie classica per distinguerla dalle successive.

Frasi ricorrenti[modifica]

  • È morto, Jim. (McCoy) [Al Capitano Kirk]
  • Mi porti su, signor Scott. (James Tiberius Kirk) [A Scotty]
  • Non si possono cambiare le leggi della fisica! (Scotty) [Al Capitano Kirk]
  • Voglio che sia tentato anche l'impossibile. (James Tiberius Kirk)

Introduzione[modifica]

  • Spazio, ultima frontiera. Eccovi i viaggi dell'astronave Enterprise durante la sua missione quinquennale, diretta all'esplorazione di strani, nuovi mondi, alla ricerca di altre forme di vita e di civiltà, fino ad arrivare laddove nessun uomo è mai giunto prima. (James Tiberius Kirk)
Space, the final frontier. These are the voyages of the Starship Enterprise. Its five-year mission: to explore strange new worlds, to seek out new life and new civilizations, to boldly go where no man has gone before.

Prima stagione[modifica]

Episodio 0, Lo zoo di Talos (The cage)[modifica]

  • Hanno scoperto una nuova realtà: il sogno come vita, perché quando questo si concretizza diventa più importante dell'esistenza stessa. Tutto perde valore: amori, affari. Non è più necessario organizzare la propria vita, né lavorare per mantenerla. Basta sognare e tutto diventa facile e bello come tutti hanno sempre desiderato. (Vina)
  • La vita: o la domini o la subisci passivamente, le volti le spalle e cominci a morire. (Capitano Pike)
  • I sogni più grandi degli esseri umani riguardano ciò che non si può fare. (Vina)

Episodio 1, Oltre la galassia (Where no man has gone before)[modifica]

  • La morale è per gli uomini, non per gli dei. (Gary Mitchell)
  • James Tiberius Kirk: Non le ho mai detto che gioca a scacchi in modo davvero irritante signor Spock?
    Spock: Irritante? Ah si, è un emozione di voi terrestri.
  • Giornale di bordo del capitano. Data astrale 372.9.[1] Condizioni della nave: stiamo tornando indietro con un solo motore a propulsione, i motori principali sono bruciati, la capacità della nave di viaggiare a velocità astrale è nulla, le basi terrestri lontane in condizioni normali solo alcuni giorni ora sono ad anni luce di distanza. L'interrogativo è questo: che cosa ha distrutto il Valiant? Gli occpuanti sono passati incolumi attraverso quella barriera come noi. Che cosa è loro successo dopo? (James Tiberius Kirk)
  • [Spinoza] A leggerlo diventa piuttosto semplice, puerile perfino. Non sono affatto d'accordo con lui. (Gary Mitchell)
  • Il mio amore ha le ali | Tenui, cose piumate | Aggraziate nella morbida curva e nella punta affusolata, La donna usignolo scritto da... da Tarbolde sul pianeta Canopus.[2] (Gary Mitchell) [Recitando a memoria la poesia]
  • Data astrale 1313.1. Ci stiamo avvicinando a Delta Vega. Mantenere l'orbita standard. Questo pianeta, completamente disabitato, è leggermente più piccolo della Terra, desolato, ma ricco di cristalli e minerali. Il compito di Kelso: scendere con una squadra specializzata per tentare di rigenerare i motori centrali. Il nostro compito: sbarcare su quel pianeta un uomo che conosco da 15 anni, e se ci riusciamo, abbandonarlo là. (James Tiberius Kirk)
  • James Tiberius Kirk: La dottoressa, esperta psichiatra, non lo reputa pericoloso. Perché lei sì?
    Spock: Perché è un'emotiva! Io no. Per me esiste solo la logica.
  • Giornale di bordo, data astrale 1313.3. Nota di elogio per il tenente Kelso e la squadra tecnica. In orbita sopra di noi i motori dell'Enterprise sono quasi interamente riattivati. I componenti della squadra di sbarco stanno ora risalendo. Mitchell, è in fase di continuo mutamento, e diventa ogni minuto più potente. (James Tiberius Kirk)
  • La pietà mal si addice al comando. (Gary Mitchell)
  • Anche un Dio ha bisogno di pietà. (Gary Mitchell)
  • James R.[3] Kirk circa dal 1277.1 al 1313.7 (Epitaffio del Capitano Kirk) [Dalla lapide che fa apparire Gary Mitchell]
James R. Kirk C. 1277.1 to 1313.7
  • [A Gary Mitchell] Un Dio vestito ancora di debolezza umana. (James Tiberius Kirk)
  • [A Gary Mitchell] Dio, geloso! Se Dio significa questo, preferisco l'essere umano. (James Tiberius Kirk)
  • Mi dispiace. Lei non sa cosa significhi sentirsi quasi un Dio. (Elizabeth Dehner) [Ultime parole]
  • Giornale di bordo, data astrale 1313.8. Ancora due vittime, la dottoressa Elizabeth Dehner, caduta nell'adempimento del proprio dovere, e l'aiuto comandante Gary Mitchell, stessa motivazione. (James Tiberius Kirk)

Episodio 2, L'espediente della carbonite (The Corbomite Maneuver)[modifica]

  • Diario del capitano, data astrale 1512.2. Un oggetto non identificato di forma cubica ha interrotto il nostro lavoro di ricerche topografiche in questa zona. Il comando è temporaneamente affidato al signor Spock dato che ho sovuto passare una visita di controllo dal dottor McCoy. (Capitano Kirk)
  • E poi che sono io, un dottore o un nostromo di bordo?![4] (McCoy)
  • Bailey: Il fatto che abbia alzato la voce non significa che abbia avuto paura o che non so fare il mio lavoro. È umano che in tali situazioni le nostre ghiandole scarichino adrenalina.
    Spock: Un fattore davvero fastidioso. Ha mai pensato di togliersele?
    Bailey: Molto spiritoso.
    Sulu: È inutile ragionare con il signor Spock. Ogni volta ti riduce a pezzi.
  • Diario del capitano, data astrale 1513.8. Le carte stellari d questa zona non rivelano alcun pianeta abitabile. La provenienza e gli scopi del cubo sono sconosciuti. Ci troviamo bloccati a motori spenti da otto ore.[5] (Capitano Kirk)
  • Diario del capitano, data astrale 1514.0. Il cubo è stato distrutto. Il danni alla nave sono minim. La mia posizione di comandante mi impone una scelta difficile: proseguire su questa rotta o rientrare. (Capitano Kirk)

Episodio 6, Al di là del tempo (The time naked)[modifica]

  • [Dopo che Sulu è impazzito per colpa di un virus alieno e si crede uno spadaccino maneggiando un fioretto, è stato appena neutralizzato da Spock ]
    Capitano Kirk: A volte la violenza è necessaria.
    Spock: Portate D'Artagnan in infermeria.

Episodio 7, Il naufrago delle stelle (Charlie X)[modifica]

  • Nella tua vita avrai un milione di cose e un milione che non potrai avere mai. Devi accettarlo, se vuoi diventare un uomo. (James Tiberius Kirk)

Episodio 8, La navicella invisibile (Balance of Terror)[modifica]

  • Data astrale 1709.6
    Kirk: Vorrei essere in crociera di piacere sul mare, senza troppa mondanità. Una cosa tranquilla, e niente responsabilità. Perché proprio io? Mi guardo intorno e scorgo uomini in attesa della mia prossima mossa. Bones, e se dovessi sbagliare?
    McCoy: Capitano, io…
    Kirk: No, non mi aspetto una risposta.
    McCoy: Ma ne ho una! Qualcosa che raramente ho detto, anche a un amico... In questa galassia ci sono con ogni probabilità tre milioni di pianeti simili alla Terra, e in tutto l’universo tre milioni di milioni di galassie simili a questa, e in un tale infinito ognuno di noi è un essere unico. Non distrugga quello di nome Kirk.

Episodio 12, La magnificenza del re (The Conscience of the King)[modifica]

  • Data astrale 2818.9
    I mondi possono cambiare, le galassie disintegrarsi, ma una donna rimane sempre una donna. (James Tiberius Kirk)

Episodio 13, La Galileo (The Galileo Seven)[modifica]

  • Data astrale 2822.3
    È più logico sacrificare una vita piuttosto che sei. (Spock)
  • Data astrale 2822.3
    Il rispetto è un processo razionale. (Dottor Leonard McCoy)
  • [A bordo della Galileo, subito dopo che Spock è stato tratto in salvo dal pianeta Taurus II]
    Spock: Signori, grazie per avermi salvato, anche se ciò poteva compromettere la tenue possibilità che avevate di sopravvivere; sarebbe stato logico abbandonarmi.
    McCoy: Signor Spock, devo avvertirla che sono stanco della sua logica.
    Spock: Uhm, il suo comportamento non è logico.

Episodio 23, Una guerra incredibile (A Taste of Armageddon)[modifica]

  • Data astrale 3193.0
    Morte. Distruzione. Malattie. Orrore. La guerra è tutto questo. Tutto ciò la rende una cosa da evitare. (James Tiberius Kirk)

Episodio 25, Al di Qua del Paradiso (This Side of Paradise)[modifica]

  • Data Stellare 3417.3
    Non capirò mai la capacità femminile di evitare una risposta diretta a qualsiasi domanda. (Spock)

Episodio 26, Il Mostro dell'Oscurità (The Devil in the Dark)[modifica]

  • Data Stellare 3196.1
    Sono un dottore, non un muratore! (Dottor Leonard McCoy) [Dopo che gli è stato chiesto di curare un essere di roccia.]

Episodio 27, Missione di Pace (Errand of Mercy)[modifica]

  • Data Stellare 3198.4
    È curioso come spesso voi umani riusciate ad ottenere tutto quello che non volete. (Spock)
  • Data Stellare 3198.9
    Io sono un soldato, non un diplomatico. Posso dire soltanto la verità. (James Tiberius Kirk)
  • Data Stellare 3201.7
    Ci sono alcune cose per cui vale la pena morire. (James Tiberius Kirk)

Seconda stagione[modifica]

Episodio 5, Il duello (Amok Time)[modifica]

  • Data astrale 3372.7
    Dopo un certo tempo, si può dire che "avere" non sia, dopo tutto, una cosa così piacevole come "volere". Non è logico, ma spesso è vero. (Spock)
  • Data astrale 3372.7
    Signor Spock, la sua reazione è stata perfettamente logica. Agli occhi di un cieco! (Dottor Leonard McCoy)

Episodio 11, Gli anni della morte (The Deadly Years)[modifica]

  • Data astrale 3478.2
    Non sono un mago, ma solo un vecchio medico di campagna. (McCoy)

Episodio 13, Animaletti pericolosi (The trouble with tribbles)[modifica]

  • Data astrale 4525.6
    È nella natura umana amare piccoli animali, specialmente se essi riescono ad attrarre in qualche modo. (McCoy)
  • Data astrale 4525.6
    Il troppo di ogni cosa, amore compreso, non è necessariamente un bene. (James Tiberius Kirk)

Episodio 15, Viaggio a Babel (Journey to Babel)[modifica]

  • Data astrale 3842.3
    I Vulcaniani credono che la pace non dovrebbe dipendere dalla forza. (Amanda)

Terza stagione[modifica]

Episodio 4, Incidente all'Enterprise (The Enterprise Incident)[modifica]

  • Data astrale 5027.3
    Le donne romulane non sono come le femmine vulcaniane. Noi non siamo dedicate alla pura logica e alla sterilità della non-emozione. (Comandante Romulano)

Episodio 7, La Bellezza è Verità? (Is There in Truth No Beauty?)[modifica]

  • Data astrale 5630.7
    ...la vostra solitudine non vi lascia un istante, vivete tutta la vita isolati in questo involucro così fragile, separati. Quanto siete soli... Terribilmente soli... (Spock fuso all'ambasciatore medusano)

Episodio 21, Requiem per Matusalemme (Requiem for Methuselah)[modifica]

  • Data astrale 5843.7
    Mi sono sposato centinaia di volte, ho scelto, amato, sperato, accarezzato una pelle giovane, aspirato una breve fragranza. Poi la vecchiaia, la morte, il sapore della polvere... (Flint)

Episodio 22, Sfida all'ultimo sangue (The Savage Curtain)[modifica]

  • Data astrale 5906.5
    Non esiste un modo onorevole di uccidere, né un modo gentile di distruggere. Non c'è nulla di buono nella guerra. Eccetto la sua fine. (Abramo Lincoln)

Note[modifica]

  1. Errore di doppiaggio.
  2. Nella versione originale «My love has wings, | slender, feathered things | with grace in upswept curve | and tapered tip»
  3. Il nome del Capitano Kirk verrà poi cambiato in James T. Kirk, la "T" sta per Tiberius.
  4. Prima volta in cui McCoy pronuncia la sua frase tipica.
  5. Nella versione originale sono diciotto ore.

Altri progetti[modifica]