Khan Noonien Singh

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
Jump to navigation Jump to search
Un cosplayer di Khan

Khan Noonien Singh, personaggio fantascientifico creato da Gene Roddenberry.

Citazioni[modifica]

  • Ah, Kirk, mio vecchio amico... Conosci l'antico proverbio di Klingon che dice: "la vendetta è un piatto che è meglio gustare freddo"? Ed è molto freddo, nello spazio. (Star Trek II - L'ira di Khan)
  • Questo è Ceti Alpha V!!! Ceti Alpha VI esplose sei mesi dopo che fummo abbandonati qui. L'esplosione deviò l'orbita di questo pianeta e tutto ciò che vi si trovava andò distrutto! L'ammiraglio Kirk non si è mai interessato di conoscere la nostra fine! È stato solo il fatto che il mio intelletto derivava da un sistema di origine genetica che ci consentì di sopravvivere... Sulla Terra, duecento anni fa, io ero un principe che comandava su milioni. (Star Trek II - L'ira di Khan)
  • Kirk: Chi diavolo è lei?
    Khan: Un retaggio di un remoto passato. Geneticamente modificato per essere superiore e guidare altri verso la pace in un mondo in guerra. Fummo tutti condannati come se fossimo criminali e poi fummo costretti all'esilio. Per secoli abbiamo dormito... Sperando che le cose al nostro risveglio sarebbero state diverse. Ma come risultato della distruzione di Vulcano, la Flotta Stellare ha cominciato a esplorare quadranti remoti dello spazio, la mia nave è stata trovata alla deriva e io solo sono stato risvegliato. (Into Darkness - Star Trek)
  • Il solo intelletto è inutile in battaglia, signor Spock, lei non riesce nemmeno a infrangere una regola, come potrebbe fare a pezzi le persone? Marcus mi ha usato per progettare armi, per realizzare la sua visione di una Flotta Stellare militarizzata e adesso ha mandato qui voi per usare quelle armi. Per lanciare quei siluri contro un pianeta totalmente ignaro del pericolo. E ha fatto in modo di mandare in avaria la vostra nave nello spazio nemico, cosa che avrebbe condotto a un esito inevitabile: i Klingon sarebbero venuti a cercare il responsabile e voi non avreste avuto alcuna possibilità di fuga. Marcus finalmente avrebbe ottenuto la guerra di cui parlava, la guerra che ha sempre voluto! (Into Darkness - Star Trek)
  • Il suo equipaggio ha bisogno di ossigeno per vivere, il mio no. Colpirò i vostri sistemi di supporto vitale situati dietro la gondola di poppa, e dopo che ogni persona a bordo della vostra nave sarà morta soffocata, allora potrò passare sopra i vostri cadaveri per andare a recuperare il mio equipaggio! ...Adesso... Vogliamo procedere? (Into Darkness - Star Trek)
  • Ho fatto molto peggio che ucciderti... Ti ho ferito. E ho intenzione di continuare a ferirti... Ti lascerò come tu lasciasti me e mia moglie: abbandonato per l'eternità al centro di un pianeta morto... Sepolto vivo. Sepolto vivo. (Star Trek II - L'ira di Khan)
  • Kirk vuole provocarmi. Vuole provocarmi e io lo distruggerò! Gli darò la caccia fino alle lune della Nibia e fino ad Antares e al suo maelstrom e fino alle fiamme della perdizione prima di arrendermi a lui! (Star Trek II - L'ira di Khan)
  • Lei si ricorda ancora di me, ammiraglio. Non posso fare a meno di esserne toccato! Io, naturalmente, mi ricordo di lei. (Star Trek II - L'ira di Khan)
  • Questa gente ha giurato di vivere e morire a mio comando duecento anni prima che lei fosse nato! Vuol dire che non le ha mai raccontato niente? Per divertire il suo comandante? No? Non le ha mai raccontato come l'Enterprise catturò il Botany Bay che si era perso nello spazio nell'anno 1996 e mi abbandonò insieme all'equipaggio nel gelo sub-polare? (Star Trek II - L'ira di Khan)

Citazioni su Khan[modifica]

  • Come tu sai, ho giurato di non darti mai informazioni che potrebbero potenzialmente alterare il tuo destino. Il tuo percorso devi compierlo da solo, tu solamente... E dopo aver detto questo, Khan Noonien Singh è l'avversario più pericoloso che l'Enterprise abbia mai affrontato. È geniale, spietato e non esiterà un istante a uccidervi tutti, fino all'ultimo di voi. (Spock, Into Darkness - Star Trek)

Film[modifica]

Altri progetti[modifica]

Note[modifica]

  1. Cfr. Achab in Herman Melville, Moby Dick: «Verso di te rotolo, verso di te, balena che tutto distruggi senza riportar vittoria; fino all'ultimo mi azzuffo con te, dal cuore dell'inferno ti trafiggo; in nome dell'odio ti sputo addosso l'estremo respiro.»