Prete

Da Wikiquote, aforismi e citazioni in libertà.
(Reindirizzamento da Sacerdoti)
Icona del Buon Pastore

Citazioni sul prete o sacerdote o presbitero.

Citazioni[modifica]

  • A chi non ha patria non istà bene l'essere sacerdote, né padre. (Ugo Foscolo)
  • Alle persone consacrate, sacerdoti e suore, la purezza permette di essere fratelli e sorelle di tutti senza voler possedere nessuno in esclusiva per noi stessi. Permette di essere messi a parte di ogni segreto e di accostarci a ogni miseria, senza rimanere personalmente invischiati; permette, come diceva il grande Lacordaire, di avere «un cuore di acciaio per la castità e un cuore di carne per la carità». (Raniero Cantalamessa)
  • C'è bisogno di qualcos'altro che può dare soltanto il prete come uomo di Dio. Alla fine è Dio che manca all'uomo. (Angelo Comastri)
  • Cent'anni senza prete e la gente finirà per adorare gli animali. (Giovanni Maria Vianney)
  • Chiamiamo poi ordini sacri il diaconato ed il presbiterato. Si legge infatti che la chiesa primitiva ebbe solo questi; soltanto in riferimento a questi abbiamo un comando dell'apostolo. (Papa Urbano II)
  • Chissà perché quando un prete è un buon prete si dice che non somiglia per niente a un prete. (Pino Caruso)
  • E con le budella dell'ultimo prete stringeremo la gola all'ultimo re. (Sylvain Maréchal)
  • È interessante notare come gli ex comunisti siano facilmente riconoscibili. Formano una categoria a sé, come un tempo i preti e gli ufficiali dopo aver lasciato i loro ruoli. (Ignazio Silone)
  • [In treno]
    Scamoggia: È vero il prete ti frega e ti fregherà sempre.
    Peppone: Oh, deve ancora nascere il prete che fregherà me.
    Don Camillo (alias Tarocci): E il prete che ti ha batesato?
    Peppone: Oh grazie, avevo un giorno.
    Don Camillo: E quello che ti ha sposato?
    Peppone: Eh?...
    Scamoggia: Ah, lascia perdere capo, guarda che Tarocci ha ragione, non c'è niente da fare... Tarocci mi piaci perché sei un mangiapreti quasi come me, bravo! (Il compagno don Camillo)
  • Godete, preti, poi che 'l vostro Cristo | v'ama cotanto, ch'ei, se più s'offende, | più da turchi e concilii vi difende | e più felice fa quel ch'è più tristo. (Francesco Berni)
  • Fedone: Io non ho mai fatto sesso con bambini: non sono così religioso.
    Gorgia: Io avrei voluto fare il prete, ma odiavo i bambini. (Daniele Luttazzi)
  • I contadini ascoltavano sbalorditi. Perché mai – si chiedevano – questo nuovo cappellano non si limita a minacciarci l'Inferno nell'altra vita, come tutti i preti, lasciandoci poi liberi di fare in questo mondo quello che vogliamo? (Sebastiano Vassalli)
  • I preti ci hanno insegnato tutto, la socializzazione, l'equilibrio tra il bene e il male, il piacere del perdono dopo uno strappo alle regole. (Alberto Sordi)
  • I preti, le suore, i frati, quando voglion dedicare la vita a Dio, fanno digiuno, cioè non mangiano e non fanno l'amore, contravvenendo agli unici due ordini che ha dato Dio. Ora, quando li rincontrerà nel Giudizio universale, si incazzerà un po': «Frati, preti, suore: venite qua un secondo. Scusate, io avevo detto: "Crescete e moltiplicatevi". E voi digiuno e castità! Ma forse non avete capito! Ma dovevo dire proprio: "Mangiate e trombate"? Io non volevo scriver parolacce nella Bibbia ma... levati codesta tonaca e dagli sotto, imbecille!» (Roberto Benigni)
  • I preti non sono come gli psicanalisti, si possono condividere in famiglia. (Jean-Christophe Grangé)
  • I preti parlano spesso della croce, è bene che ne vivano anche. (Maurice Zundel)
  • I preti ripetono continuamente che il loro regno non è di questo mondo, e si impadroniscono di tutto ciò che è a tiro. (Napoleone Bonaparte)
  • I preti si consolano di non essere sposati quando ascoltano le confessioni delle donne. (Armand Salacrou)
  • I sacerdoti devono possedere un magazzino di speranza per darne agli altri. (Giuseppe Allamano)
  • I sacerdoti rappresentano il Cristo e sono i collaboratori dell'ordine episcopale nell'assolvimento di quella triplice funzione sacra che, per sua natura, si riferisce alla missione della Chiesa. (Papa Paolo VI)
  • Il loro aiuto spirituale [dei sacerdoti] sta nel non farci rinunciare ad una visione alternativa, profonda della nostra esistenza. (Carolina Kostner)
  • Il più grande dono che Dio possa fare ad una famiglia è un figlio sacerdote. (don Bosco)
  • Il potere dei preti dipende dalla superstizione e dalla credulità del popolo. Essi non hanno alcun interesse per la sua formazione superiore; più ignorante è, più docilmente li seguirà... Nella religione, il primo scopo dei preti è quello di reprimere la curiosità degli uomini, impedire l'analisi di tutte quelle dottrine la cui assurdità è troppo evidente perché possa rimanere nascosta [...]. (Claude-Adrien Helvétius)
  • Il prete odia il provvisorio, il momentaneo, la velocità, lo slancio, la passione. E in ciò cancella brutalmente l'essenza ardente, preziosa, della morale di Cristo che accordava tutti i diritti e tutti i perdoni e tutte le simpatie al fervore appassionato, alla fiamma volubile del cuore. Il prete dimentica che la frase di Cristo alla Maddalena: Molto sarà perdonato a chi molto ha amato. E quest'altra: Colui che è senza peccato scagli la prima pietra, sono due glorificazioni del libero amore e due calci all'indissolubilità del matrimonio. (Filippo Tommaso Marinetti)
  • Il Sacerdote è un sacramento di Gesù Cristo. È il supplemento nel quale Cristo compie ciò che manca alla sua religione come compiva in S. Paolo ciò che mancava alle sue sofferenze. (Jean-Jacques Olier)
  • Il vero sacerdote dell'Essere supremo è la natura; il suo tempio, l'universo; il suo culto, la virtù; la sua festa, la gioia di molta gente, riunita sotto i suoi occhi per stringere i dolci vincoli della fratellanza universale e offrirgli l'omaggio di cuori sensibili e puri. (Maximilien de Robespierre)
  • L'altra notte verso l'una pioveva a dirotto, ma i pescatori erano là, impavidi, alla loro rude fatica. Oh, che confusione per me, per noi preti, piscatores hominum [Mt 4,19], davanti a questo esempio. (Papa Giovanni XXIII)
  • L'orazione al sacerdote è come l'acqua al pesce, l'aria all'uccello, la fonte al cervo. (don Bosco)
  • La falsità del prete si rivela soprattutto nella voce impostata. (Anacleto Verrecchia)
  • Lassate predicar i preti·pazzi, | c'hanno troppe bugie e poco vero. (Folgóre da San Gimignano)
  • Le sembrò un'assurdità che la tigre esistesse davvero, e che fosse stata viva, e che poi fosse finita proprio lì, in quel granaio e in mezzo a quella gente, per opera di quei preti dalle grandi barbe.... Sentì di odiarli. Che diritto avevano, quei preti, di rimescolare a quel modo le cose del mondo? (Sebastiano Vassalli)
  • Non godo di dietro a modo di prete. | È noto che il prete modello e perfetto. | privato dell'uso di maschio uccelletto, | se preso da brama di ibrida voglia | qualunque desio nel culo convoglia. (Ifigonia in Culide)
  • Non uccidete i preti, popoli che vi risvegliate e scoprite | l'inganno più grande che in ogni tempo sia stato ordito. || Al contrario incoraggiate la loro crescita, | ingrassateli uno a uno con premurosa cura. || Così poi potrete andare al lavoro in groppa a preti grassi. (Roque Dalton)
  • Per un attimo mi domandai se non sarebbe stato meglio diventare parroco invece che medico. Ma la inesorabile risposta che già altre volte mi era venuta in mente si ripeté anche questa volta: come puoi diventare parroco senza possedere la verità? (Adrienne von Speyr)
  • Prete: Gentiluomo che sostiene di conoscere la giusta direzione per raggiungere il Paradiso, e pretende di estorcerci un pedaggio per quel tratto di strada. (Ambrose Bierce)
  • Prete! Io non ho voglia di ascoltarti, | Prete! Non hai il diritto di insegnarmi | Niente! Sei bravo ad inventare e a raccontare favole | Per addomesticare le paure della gente! (Simone Cristicchi)
  • Preti, e Frati, canagie buzarae, | Zente d'ogni estrazion, razza de muli, | Ch'andè a sti Putti buzarando i Culi, | E chiavando le Donne maridae. (Giorgio Baffo)
  • Questo libro è dedicato a Don Ginepro, il prete di quand'ero bambino, che per evitare che ci toccassimo, ci toccava lui. Bontà divina. (Giobbe Covatta)
  • Sacerdote: Personaggio che si assume la gestione dei nostri affari spirituali come sistema per migliorare i suoi affari temporali. (Ambrose Bierce)
  • Se il prete non è un attore per natura, lo diviene ex professo. Ama la mise en scène, il ruolo e il travestimento, il camouflage: il suo carisma. «L'ho sentito vantare più volte, un commediante potrebbe insegnare a un prete». Non solo durante la «funzione religiosa» egli, a seconda dell'anno liturgico, si infila in paramenti sempre nuovi, si adorna e cangia colore durante feste e digiuni. Non solo in politicis la sua natura proteica ottiene con l'inganno trionfi su trionfi, attraversando le epoche come un camaleonte; anche teologicamente vuole, come Paolo, l'Astuto, essere tutto per tutti, e così facendo la tattica (non magari la vergogna!) lo costringe a nascondigli sempre più meschini, a una sempre più sottile capacità di simulazione, a scaltrezze sempre più virtuosistiche, a un'ottica la cui deformazione non è così lesta a tradirsi, a prassi terminologiche che si prendono spesso gioco di ogni chiarezza e solidità, il suo armamentario resta intenzionalmente impreciso, ambiguo, e fluttua come qua e là nella nebbia, in modo che anche lui, fluttuando, cianciando, tacendo, sopravviva, l'autentica divina commedia. (Karlheinz Deschner)
  • Sentire il loro sacerdote abitualmente unito a Dio è, oggi, il desiderio di molti buoni fedeli. (Papa Giovanni Paolo I)
  • Sia benedetto tutto l'ordine sacerdotale, il quale colla saggia ed illuminata sua condotta seppe in difficilissimi tempi mantenersi pari all'alta sua missione. (Luigi Nazari di Calabiana)
  • Tutti i giorni, nei paesi cattolici, si vedono preti e monaci che, uscendo da un letto incestuoso, senza neppur essersi lavate le mani sozze di impurità, vanno a produrre iddii a centinaia; a mangiare e bere il loro dio, a cacarlo e a pisciarlo. Ma quando poi riflettono che questa superstizione, cento volte più assurda e sacrilega di tutte quelle degli egiziani, ha reso a un prete italiano da quindici a venti milioni di rendita e il dominio di un paese di cento miglia di estensione in lungo e in largo, vorrebbero andare tutti, armi in pugno, a cacciare quel prete che si è impadronito del palazzo dei Cesari. (Voltaire)
  • Un epigramma corre tra i preti a proposito del Papa milanese: «Ecce panis romanorum – Factus cibus lombardorum» Come i preti parlano dei difetti dei preti, gola, furberia, ecc. Al modo delle donne: o piuttosto di tutte le comunità, soldati, società monosessuali. (Corrado Alvaro)
  • Un prete che non sta nella sua stanzetta a confessare le vecchiette o a dare le caramelle ai bambini, è un sacerdote che viene visto con sospetto. (Roberto Saviano)
  • Uno spartano domandò a un sacerdote che voleva confessarlo: «A chi devo confessare i miei peccati, a Dio o agli uomini?». «A Dio», rispose il prete. «Allora, ritirati, uomo». (Plutarco)

Vittorino Andreoli[modifica]

  • Il sacerdote mi pare la figura più indicata a parlare della morte: lui sa che non è un argomento di disperazione.
  • Il vecchio prete è l'uomo della preghiera, e colui che la insegna. Sa ormai che l'uomo sbaglia, e che questi produce spesso effetti solo transitori, per cui ciò che finisce per avere un senso compiuto è quel gesto soltanto: il pregare.
  • La dimensione più bella è quella del sacerdote che non ha nulla, ma che è parte integrante di una comunità attiva e attenta, dentro un gregge che gli vuole bene.

Hans Urs von Balthasar[modifica]

  • Il privato ed il pubblico devono corrispondere; perché il sacerdote o il superiore esercita il suo ufficio anche da privato; è un uomo espropriato a servizio della chiesa e dev'essere trasparente fin nei lati più riposti della sua vita.
  • Il sacerdozio universale dei fedeli, con Maria in quanto fondamento ed archetipo, fonda lo sfondo e la condizione del sacerdozio ministeriale. (Hans Urs von Balthasar)
  • La missione sacerdotale, che ha le sue radici durature nella profezia e attinge forza e coraggio dalla paternità dell'apostolo, è missione nella battaglia, in quanto affermazione della causa di Cristo mettendo in gioco la propria esistenza, dove la passione è soltanto la forma estrema dell'azione.
  • Nessuno ha diritto al sacerdozio (sulla base del proprio desiderio interiore), e il desiderio dice ancora poco sull'attitudine, lo stesso vale per tutte le cariche di capo e superiore nella chiesa.

Giuseppe Gioacchino Belli[modifica]

  • Ar momento c' un omo se fa pprete | Sto prete è un omo già santificato; | E quantunque peccassi, er zu' peccato | Vola via com'un grillo da la rete.
  • Conzideranno come sò accidiosi | sti pretacci maliggni e ttraditori: | esaminanno quanto sò rrabbiosi, | jotti, avari, superbi, e fottitori; | ripijji un po' de fiato, t'arincori, | t'addormi ppiú ttranquillo e tt'ariposi: | perché li loro vizzi piú ppeggiori | serveno a illuminà lli scrupolosi.
  • Senza strozzo e cche vvôi sce s'ariscota | da sti pretacci fijji de carogna, | che nnun vonno avé mmai la panza vôta?

Benedetto XVI[modifica]

  • La preghiera non è una cosa marginale: è proprio "professione" del sacerdote pregare, anche come rappresentante della gente che non sa pregare o non trova il tempo di pregare.
  • Penso che nessuno di noi sarebbe diventato sacerdote se non avesse conosciuto sacerdoti convincenti nei quali ardeva il fuoco dell'amore di Cristo
  • Se i fedeli vedono che è pieno della gioia del Signore, capiscono anche che non può far tutto, accettano i limiti, e aiutano il parroco.

Mario Canciani[modifica]

  • A che serve un prete se non a dare speranza?
  • Noi sacerdoti non dobbiamo far sentire alla gente solo il profumo del Vangelo, ma anche la sua forza.
  • Purtroppo, le istituzioni statali, sociali, religiose, spingono l'individuo non a farsi delle convinzioni personali, ma ad adottare quelle tenute in serbo per lui. La gente desidera, invece, che noi preti siamo cercatori della Verità, umili accompagnatori degli altri nel cammino di fede. Non possiamo predicare il Mistero e poi riempirlo di formule catechistiche. A noi preti, Cristo chiede di non confondere il dogma con il dogmatismo, l'assolutezza del Vangelo con le sue interpretazioni storiche. Dopo il Concilio Vaticano II, nessuno, prete o laico, dovrebbe essere chiamato a dire soltanto «Amen».

Francesco d'Assisi[modifica]

  • Badate alla vostra dignità, fratelli sacerdoti, e siate santi perché egli è santo.
  • Ricordatevi, fratelli miei sacerdoti, ciò che è scritto riguardo alla legge di Mosè: colui che la trasgrediva, anche solo nelle prescrizioni materiali, per sentenza del Signore, era punito con la morte senza nessuna misericordia.
  • Se io incontrassi un sacerdote ed un Angelo, saluterei prima il sacerdote e poi l'Angelo.

Giuseppe Garibaldi[modifica]

  • Degni del Parlamento Italiano e del Ministero Cairoli, sarebbero i tre atti seguenti: [...] preti alla vanga.
  • Il prete è l'assassino dell'anima poiché in tutti i tempi egli ha fomentato l'ignoranza e perseguito la scienza.
  • In conseguenza io dichiaro, che trovandomi in piena ragione oggi, non voglio accettare in nessun tempo il ministero odioso, disprezzevole e scellerato d'un prete, che considero atroce nemico del genere umano e dell'Italia in particolare.
  • La seconda sorgente di ricchezze i preti la derivavano al capezzale degl'infermi ove padroni dei loro ultimi istanti, colle paure dell'Inferno e del Purgatorio da loro suscitate, carpivano legati e bene spesso l'intere eredità dei morenti a pregiudizio dei figli che riducevano senza pietà alla miseria.

Friedrich Nietzsche[modifica]

  • Il prete è il modificatore di direzione del ressentiment. Ogni sofferente, infatti, cerca istintivamente una causa del proprio dolore.
  • Contro il prete non si hanno ragioni, si ha il carcere.
  • I preti sono i commedianti di qualcosa di sovrumano a cui devono prestare concretezza, si tratta di ideali, di dèi o di salvatori: in ciò trovano la loro professione, in tal senso sono disposti i loro istinti; per ottenere la maggiore credibilità possibile, devono mirare alla immedesimazione, per quanto è possibile; la loro abilità di commedianti deve produrre in loro anzitutto la buona coscienza, con l'aiuto della quale soltanto si può veramente persuadere.

Proverbi e modi di dire[modifica]

Napoletani[modifica]

  • Dicette 'o prevt fa chell ca dico io ma nun fa chell ca facc io.
Disse il prete fa quello che ti dico ma non fare quello che faccio io.
  • Ricett 'o prevt ra costa, quann nun è arata vostra iat a romb e scatol a casa vostra.
Disse il prete della costa, se non è di vostra competenza è meglio tacere!
  • Fatte benedicere 'a 'nu prevete ricchione.
Fatti benedire da un prete omosessuale (si dice a chi è molto sfortunato).

Abruzzesi[modifica]

  • La quartane nen ghiame mèdeche, ne pprjiìjidde, né ccambàne
La quartana [febbre] non chiama medico, né prete né campane.
  • "Preti, Porchi e Pulli, non se videro mai satulli."
Preti, Maiali e Polli, non sono mai stati visti sazi.

Veneti[modifica]

  • Quando che cheàltri i piande, al prete 'l ride.
Quando gli altri piangono, il prete se la ride.
  • I fa de pi el prete e la perpetua, che el prete da solo.
Fan di più il prete e la perpetua che il prete da solo.
  • El capel del prete el ga tre punte: una a levante, una a ponente, e l'altra per ciavar la pora gente.
Il cappello del prete ha tre punte, una a est, una a ovest e l'altra per fregare la povera gente.

Italiani[modifica]

  • Cavolo riscaldato, prete spretato, serva ritornata, fan la vita avvelenata.
  • Chi fa come il prete dice, va in paradiso; chi fa come il prete fa, a casa del diavolo va.
  • I preti hanno sette mani per prendere e una per dare.
  • Il prete dove canta mangia.
  • Il prete toglie dal vivo e dal morto.
  • Il prete vien cantando e va via zuffolando.
  • L'altare deve mantenere il prete.[1]
  • Nella casa dove c'è un buon dottore o un ricco prete, non si sente né famesete.
  • Pazzo è quel prete che biasima le sue reliquie.
  • Sereno d'inverno, nuvole d'estate, amor di donna, di prete, di frate: son tutti guai.
  • Chi ha portato la tonaca, puzza sempre di prete.
  • L'ostetrica campa coi vivi, il becchino coi morti e il prete con tutt'e due.
  • Non vedere un prete nella neve.
  • Sbaglia anche il prete a dir messa.
  • Prendere il boccon del prete.
  • Il prete ha le mani reverende, tutto prende e nulla rende.
  • Chi ha prete o parente in corte, fontana gli sorge.
  • Se vedi nero spara a vista, o è un prete o un fascista.

Note[modifica]

  1. (San Paolo, 1a ai Corinzi)

Bibliografia[modifica]

  • Annarosa Selene, Dizionario dei proverbi, Pan libri, 2004. ISBN 8872171903

Voci correlate[modifica]

Altri progetti[modifica]